martedì 6 gennaio 2015

GRECIA,ADIEU....

Da giorni si fa un gran parlare delle prossime elezione greche che vedrebbero vincitore il partito di Tsipras,con grandi guai per l'Unione Economicida.....la stampaglia non fa che gridare "la Grecia fa paura...se vince Tsipras crisi Europea...!"...e via così,chi più la spara grossa,più contribuisce a spargere probabilmente una emerita stupidaggine,di cui subito ha approfittato la speculazione per farsi un giretto in Borsa a raccattar quattrini,aiutata anche dalle dichiarazione tedesche sulla scarsa importanza sistemica della Grecia.
"Borse a picco...Grexit fa paura...." i titoloni dopo la scuffiata borsistica di ieri.Magari un po' c'entra pure il petrolio,ma fa niente...l'importante è spargere allarmismo in caso di uscita della Grecia...parlare a nuora (i greci) perchè suocera (Italia) intenda....

Prima di addentrarci  nella questione,una breve considerazione ed un grafico che mostrerà la solita disinformazione,o ignoranza, dei media e dei pennivendoli. italioti

 L'Italia (17-18% del Pil Eu) non è la Grecia (2%),ma....
Non esiste più alcun dubbio sulla opportunità,anzi la necessità di uscire dall'euro per l'Italia,ma il fatto è che se aspettiamo ancora un po'ad uscire,non ci servirà nemmeno più.... con un apparato industriale distrutto (specie PMI) o svenduto agli stranieri... e con tutti i cadeaux lasciatici dai governi presidenziali...
Questi usurai e i loro servi la stanno solo tirando alla lunga,con qualche misura tampone,prolungando l'agonia proprio per questo...così come per le inutili e grottesche misure del pentolaio fiorentino.

A quel punto sarà forse indifferente per gli usurai tenerci o sbatterci fuori...l'esempio greco è illuminante:
che ORA la Grecia esca o resti,non interessa più a nessuno.  ( Merkel: "Greece is no longer of systemic importance"...) ,con buona pace di Tsipras,che tra l'altro pensa agli Stati Uniti d'Europa e di restare nell'euro,rinegoziando...ma cosa? Una miseria...
E' tardi ormai...non resta quasi più nulla...spiegarlo a Curzio Maltese di Republik che annette tanta importanza alle prossime elezioni greche...
Ormai gli euro usurai l'hanno già depredata a sufficienza e riscosso quasi tutti i crediti in pericolo...

Come si vede i banksters tedeschi e francesi sono ormai rientrati della montagna di crediti che avevano verso lo Stato greco,solo la Germania in minima parte continua a prestare per tenere in vita l'ammalato,ma solo a prezzi di drastiche cure,pena l'abbandono della Grecia al suo destino,alquanto tragico sotto ogni aspetto
Il drastico calo dei crediti svizzeri è un caso particolare che non rientra nell'economia del presente discorso.

Quindi,quand'anche la Grecia uscisse - ma  lo stesso Tsipras (e la Germania) non lo vuole,solo contrattare e ottenere un dignitoso compromesso - non sarebbe più un gran danno economico
"Un altro anno di “aiuti” avverrà solo a costo di un altro anno di “riforme”. così consigliere economico della Merkel, Michael Fuchs,e ancora :
" Se Alexis Tsipras del partito della sinistra greca Syriza pensa che potrà eliminare gli sforzi di riforma intrapresi,i tempi in cui dovevamo salvare la Grecia sono finiti.La Grecia non è più d'importanza sistemica per l'euro” 
Traduzione: ...il tempo in cui dovevamo salvare..... le banche tedesche...

Der  Spiegel  in un articolo che ha avuto ampia eco ha titolato "Bundesregierung hält Ausscheiden Griechenlands aus dem Euro für verkraftbar", ossia  il Governo Federale considera l'uscita della Grecia dall'euro come gestibile. Pure la Merkel e il ministro delle finanze Schauble considerano un'uscita dall'euro della Grecia possibile per il progresso fatto dall'inizio della crisi dei debiti sovrani del 2012.
Traduzione:...il progresso è quello delle banche tedesche rientrate del credito....lascio a voi dire da chi e come è stato pagato...

Quindi, non c'è più alcun ricatto economico potenziale che la Grecia possa fare,anzi sembra l'opposto stando alle parole di Merkel e soci....
Ed è infatti questo il giochetto tedesco in previsione della vittoria di Syriza: minacciare di cacciare la Grecia dalla Ue,affinchè accetti le loro condizioni.

La Grecia non è più d'importanza sistemica per l'euro per il suo scarso peso economico (non così sarebbe invece l'italia) e per essere già stata abbondantemente depredata.... .dovesse uscire,molto probabilmente non succederebbe un nulla di catastrofico....doveva farlo quando era piena di debiti...in quel caso,certo che faceva paura alle banche francesi e tedesche.

Ma sia la Germania col suo ricatto,sia Tsipras,come più volte ha affermato, non vogliono che la Grecia esca dalla UE,sono solo schermaglie in vista di ottenere le migliori condizioni nella trattativa della ristrutturazione del debito e delle misure di austerità.Non succederà nulla di irreparabile...solo un'altra ghiotta occasione della speculazione per riempirsi di soldi.

Non esistendo ormai nessun rilevante  danno  economico per gli usurai,resterebbe da vedere l'inevitabile contraccolpo politico e psicologico in Europa dell'eventuale uscita,probabilmente non di lunga durata e abbastanza contenibile vista la potenza di fuoco propagandistica della macchina mediatica pro euro..
Magari  rimpiazzeranno la Grecia con qualche Stato baltico o altri incoscienti disperati....
E' solo un'ipotesi,naturalmente...potrebbe avere anche esiti più complicati....ma come già detto,non credo si arriverà ad una Grexit.
(L'ultimo sondaggio condotto dalla società Rass, per conto del quotidiano Eleftheros Typos , contiene anche un altro messaggio rilevante, nel bel mezzo della bufera di affermazioni e smentite incrociate sulla possibilità di un'uscita di Atene dall'Euro: il 74,2% degli intervistati dice no all'abbandono dell'Eurozona e al ritorno alla dracma.)

Vedremo comunque come finirà la storia.Il 22 gennaio, a tre giorni dalle elezioni in Grecia, si riunirà anche il direttivo Bce. Non è ipotizzabile quanto potrà accadere e quali decisioni potrebbero essere prese.

Comunque sia.....Grecia adieu....

Tutt'altra musica sarebbe invece per l'Italia,per noi.... che abbiamo ancora tutte le opportunità e le carte in regola per uscire da questa truffa e risollevarci (e un debito tale da creare problemi ai creditori...specie francesi)....! ma attenzione....se va avanti così,non per molto ancora...dopo sarà troppo tardi ....esporteremmo pizze e mandolini e faremmo concorrenza solo all'Albania..



ULTIME

Arrivano anche gli usurai di Bruxelles a dire che l'euro è irrevocabile,dimenticando però che i Trattati prevedono una uscita dalla UE....anche Berlino smentisce le dichiarazioni riportate da Der Spiegel...
Insomma,come volevasi dimostrare, una corsa a far restare la Grecia nell'eurozona e che continui a mantyenere gli impegni assunti con la troika..Bastone e carota....



18 commenti:

  1. Già. Comodo dire che ora la Grecia può anche uscire dall'Eurozona, quando è ridotta a lumicino proprio a causa della stessa. Un po' come quelle mogli ai quali si è portato via ogni dote e patrimonio per poi ripudiarle e lasciarle in misieria. Delinquenti schifosi!

    Occhio che Syriza è una lista foraggiata da Soros. Con tutte le ambiguità del caso. Oltretutto non è autenticamente anti-Euro né autenticamente identitaria.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Syriza non ha mai voluto uscire dall'euro,cerca solo una boccata d'ossigeno che non risolverà ovviamente il problema.Fra un po',saremo da capo...con tutti i vincoli politici ed economici che impongono i trattati.
      Non servirà nemmeno un QE della BCE,che si riunirà due giorni prima delle elezioni greche.
      Dovrebbe farlo per almeno un paio d'anni,cosa che i tedeschi non permetteranno di certo,piuttosto se ne andranno loro,facendo crollare la baracca.
      Il ricatto è appunto questo,se non accetti le nostre condizioni,possiamo far a meno di te (cosa che in effetti è pure vero da un punto di vista tacnico,il 2% del Pil EU non è nulla).Ma Tsipras accetterà,perchè non ha alternative,ora che l'hanno depredato.
      Certi allarmisti,anche oggi,parlano di catastrofe per gli altri Stati dell'unione,solo fiato alla speculazione.
      E' infatti difficile che gli usurai di Bruxelles possano consentire alla Grecia di azzerare il debito come promette Tsipras.....è evidente che poi sarebbe una richiesta di tutti i debitori,e allora sì che sarebbe la catastrofe per l'euro.

      Elimina
  2. Articoli vergognosi oggi in merito sul corriere della serva.Un tal Luigi Offeddu sproloquia sul che "si può uscire dalla Ue,ma non dall'Eurozona"...incredibile...!
    Poi un articolo di Paolo Macry accusa la Grecia di " mettere in forse la stessa logica sulla quale si fonda la democrazia rappresentativa".Capito questo servo? Se vince Syriza e le sue richieste,la democrazia rappresentativa,il voto,non vale.
    E infine un demenziale pezzo di un certo Antonio Foglia che,ta le tante fesserie,sostiene che è stata limitata la circolazione dei capitali.Ma dove? Nel pianeta Argon?
    Tutti articoli concernenti la vicenda greca.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Li ho letti....roba da far accapponare la pelle...dall'igniranza o malafede.

      Elimina
  3. 'Syriza non e' contro l'Unione europea. Noi siamo nemici dell'austerita'. Siamo una forza politica di sinistra europeista. Se andremo al governo l'ipotesi di un nostro addio all'Eurozona e' assolutamente pari a zero''. Lo assicura Dimitrios Papadimoulis, braccio destro di Tsipras, in un'intervista alla Stampa. ''Vogliamo vincere e impegnarci per costruire a livello continentale l'alleanza piu' forte possibile per cambiare l'Europa. Si deve smetterla col solo rigore, occorre migliorare l'economia tornando ai valori della coesione e della solidarieta' che sono nei Trattati ma non nelle politiche, troppo neoliberiste e votate a servire soltanto l'interesse tedesco'', afferma Papadimoulis. ''E' assolutamente inaccettabile che un governo democratico dell'Ue sia governato dalla Troika, come e' inammissibile che ci siano delle minacce della signora Merkel a proposito di come i greci devono o non devono votare. Questi interventi sono intollerabili'', sottolinea il politico greco, che si dice ''sicuro che, come Bce e Commissione hanno detto, ci sara' una discussione col nuovo governo greco. Ogni parte mettera' sul tavolo le sue proposte e alla fine avremo una soluzione realistica''.

    Le probabilità che la Grecia esca dall'euro, anche in caso di vittoria di Syriza, sono praticamente nulle. Quanto poi alla fine della politica di austerità, questi mi ricordano Fracchia quando andava dal capufficio a chiedere un aumento di stipendio.
    Tsipras è un fake, come già detto da Nessie, il Pasok 2.
    Magari faranno una bella sceneggiata con gli €urogerarchi, i quali magari fingeranno di concedere qualcosa, senza che cambi nulla.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La cosa grottesca è che tutta la stampaglia grida al pericolo monstre di una Grexit,mentre i diretti interessati e probabili vincitori delle elezioni lo smentiscono categoricamente.Bello eh...! Un bell'aiuto alla speculazione che non aspettava altro per far un po' di grana....!
      Tratteranno certo qualcosa (dilazione...),ma sarà difficile che il prode Tsipras non paghi il debito,come ha promesso ai suoi elettori.Continuerò l'austerità,pur con quialche correttivo.La Germania ha già detto e ridetto che continuerà a prestare,solo a patto di completare le riforme.
      C'è èpoi un altro aspetto del debito,non quello privato già incassato in durante questi anni di rapina da banche tedesche e francesi,ma quello pubblico finanziato dall'altra truffa ESM,di cui pure noi siamo versanti di fondi.Cioè,siamo creditori pure noi verso la Grecia.Credo che a questo miri Tsipras,ad una sua decurtazione,diluizione...mah! non è ancora dato sapere....ma indubbiamente è ascluso che non pagni,sarebbe u precedente pericoloso per Portogallo,Spagna e pure Italia.
      Comunque,nel periodo 2012-13 noi abbiamo versato in questo fondo di aiuti a paesi in difficoltà circa 100 miliardi....siamo al piro surrealismo.
      Il fake Tsipras vuol scaricare ristrutturazioni,decurtazioni....del debito non sulle banche private,ma sui creditori pubblici....non male sto lupanare chiamato Europa! Ma anche qui,non è gratia er amore dei,ma a fronte delle solite riforme e austerità varie.....
      Morale,non succederà un bel nulla delle catastrofi annunciate (anche se dobbiamo sempre lasciare una possibilità all'imprevisto...),la Grecia resterà nell'euro,come peraltro vuole Tsipras,e continuerà la sua agonia...magari pure in parte a spese nostre.
      Ecco perchè,comunque vadano le cose,Grecia adieu...

      Elimina
  4. Tokyo: ''Borsa chiude in ribasso su timori virus Ebola''
    ...Non sanno piu' che cazzo inventarsi...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche alcuni dei nostri giornalini...oltre a grecia e petrolio ci han messo pure l'ebola....manca l'influenza e il colesterolo...

      Elimina
  5. L'Europa non e' riformabile. L'Europa sta affondando e gli eurocrati non si tireranno indietro per nessuna ragione.
    E' stata sempre la logica del potere di non riuscire a vedere la ghigliottina in fondo al corridoio anche quando era chiaramente visibile. Loro faranno quello che dettano i banchieri in politica interna e gli americani in politica estera.
    Per cui non si devono avere delle illusioni ma si deve cercare di sfruttare tutte le contraddizioni che ne nasceranno all'interno della società, all'interno dei partiti, anche all'interno di SYRIZA.

    Però condizione necessaria, anche se non sufficiente, e' che SYRIZA vinca queste elezioni non perché sarà lui a salvare la Grecia con le sue politiche inattuabili ma perché cosi diventerà un polo di raccolta di tutte le forze contro la troika. Poi queste forze popolari, avendo avuto “ufficialmente” voce in capitolo, cominceranno a spingere SYRIZA, forse suo malgrado, verso la direzione giusta il che avrà due possibili esiti. O SYRIZA seguirà in modo chiaro la via dell'indipendenza nazionale, sovranità e moneta nazionale non riconoscendo il debito (eventualità che purtroppo considero remota) oppure si sfalderà nelle varie sue correnti. Ne seguirà un periodo di indeterminata durata in cui la Grecia si troverà in condizioni di ingovernabilità.
    Ciao Tony.
    P.s. Da quando in Grecia hanno iniziato ad implementare le riforme della Troika dal 2010 ad oggi, la mortalità infantile è aumentata del 42,8%...mentre la Troika senza k della Lagarde che "scopava" pure i pavimenti in mancanza del nano Sarkozy dichiarava " Ho più simpatia per i bambini africani che per i figli dei greci .Bisogna che i greci comincino ad aiutarsi l'un l'altro pagando tutte le tasse"....capito la troia usuraia..??? .peccato che da quelle parti non sia passato un gran bel negro africano molto dotato... a regalargli un paio di bambini....avrebbe pure goduto la troika usuraia!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cero,meglio Syriza di Samaras....in igni moo,più scompiglio si crea in casa usuraia e meglio è,anche se con tutte le riserve su Tsipras è la probabile evoluzione della vicenda greca a cui accennavo.
      E' plausibile anche la tua ipotesi....a doppia possibilità.
      Anche se appare probabile la seconda....dato che non gli permetteranno di certo di azzerare il debito,come promesso in campagna elettorale....quello che poi succederà in caso all'interno dl partito,non saprei proprio indovinare,anche se come dici,potrebbe essere ipotizzabile uno suo sfaldamento.Vedremo,ora è presto per tutto...

      Sì,sì...sapevo delle dichiarazioni di sta zoccola FMI che certo meriterebbe quanto le hai augurato...

      Elimina
    2. cazzo,come salta la tastiera...spero tu comprenda ugualmente...

      Elimina
  6. Par di capire, dal tuo articolo, che siamo in un cul de sac ...
    Imbottigliati ... non c'è niente da fare ... o vincono loro o vincono i surrogati di loro, sotto mentite spoglie ... mi sono fatto un'idea: chi è davvero contro gli usurai crepa; se non crepa, e ci prova, non può (NON può) vincere le elezioni o governare. Il broglio fa parte della prassi, ormai. Basta il dado è tratto, inutile sperare colpi di coda, inversioni di rotta e compagnia bella. La democrazia non esiste e coglioni siamo noi a sperare che col voto si cambi mai qualcosa.
    Servirebbe un movimento di popolo, ma purtroppo vedo solo babbei zombificati. Sarò poco costruttivo, ma non mi sento di sperare niente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La Grecia sicuramente,qualunque sia l'esito delle trattative...infatti continuerà,seppur mitigata,l'austerità imposta e pure se ne andasse,non so come farebbero a sopravvivere,visti i danni che hanno patito.da un articolo inglese par di capire che resti loro solo il turismo....che putroppo è un po' poco per riprendersi dalla mazzata ricevuta in 5 anni...
      Però,molto diversa sarebbe stata la cosa se al posto della Grecia (cioè con un probabile vincitore contrario l'euro,tipo Le Pen) ci fossero state Francia o Italia...cosa che mi auguro,almeno relativamente alla Francia,perchè da noi con tutti i divide et impera,vinceranno sempre gli euristi...

      E basterebbe la Francia per far cader tutto il castello euro usuraio...è questa la speranza,o che siano addirittura i tedeschi a mollare l'euro.Oppure che imploda,perchè proprio non capisco come possa durare .Quindi,non disperiamo,la salvezza potrebbe venira da un'altra parte....da noi,anch'io la vedo dura.
      Invece di cercare di unirsi in un blocco antieuro,superando certe divisioni a volte ridicole,e orientarsi verso un unico grande obiettivo nazionale,non si fa altro che polemiche da bar,sul passato di questo o dell'altro,sui nudi di salvini o le vacanze di grillo,su ridicoli razzismi o fascismi (vadano in usa se vogliono vedere il VERO razzismo...)...insomma,la solita manfrina da galline di cortile pur di fasi le pulci l'un l'altro.Inutile far notare che pure Churcill si alleo con Stalin pur di sconficcere il nemico comune,o che all'assalto del Palazzo d'inverno c'erano bolscevichi,menscevichi e quant'altro,che la rivoluzione francese l'han fatta giacobini,girondini e vari...io che la così detta resistenza fu opera di molte formazioni eterogenee....insomma,che si vince non da soli,se non hai le forze per farlo,ma uniti.
      Nel caso,si litigherà dopo,quando hai preso la pelle dell'orso....assurdo prima,roba da pizzeria...
      Ma vallo a far capire....

      Elimina
  7. Fare previsioni sul destino dell'Italia,basandosi su come e se.. la Grecia saprà superare i suoi guai....solo con le elezioni e nuovi Leaders.
    Chiunque vince in Grecia...non può fare niente.... hanno bassissima potenza d'urto e/o di ricatto verso i Nordisti....
    Sono una piccola Nazione...scarsamente industrializzata e/o industrializzabile...che vive di turismo,e di agricoltura....Forse nel sottosuolo,qualche cosa sembra sia presente....ma è tutto "ipotecato" dal pesante debito estero...e non dimentichiamo il loro carattere di base...che della antica Grecia non conserva più niente....molto più vicino,oggi, ai popoli levantini....che ,dopo secoli di dominazione....li hanno in parte influenzati.
    La situazione Italiana è tutt'altra cosa...L'Ialia e lunga 1500Km.... i suoi abitanti,anche se riunificati(nel 1870) dalle Alpi a Capo Passero...conservano caratteri atavici...diversi...ma spesso,fortunatamente, complementari tra loro.
    Come esempio il Boom economico...dei favolosi anni 60...la somma dell'imprenditorialità della gente del Nord,e il più umile ma significativo e massiccio apporto della manualità e voglia di cambiare stile di via, lavorando.... dei tanti lavoratori del Sud.
    L'Italia ha un solo "grande handicap",che la appesantisce ,nel suo sviluppo...
    Fin dall'inizio...dell'unificazione.... la maggior parte dei "governi"....dal Tessitore(e il suo fratello intrallazzone)...con un paio di brevi parentesi di pochi lustri...fino ad arrivare ai giorni nostri... tutti governi chiacchierati!!!!...fino a quelli(che senza nessuna ragione furono chiamati )"tecnici"(ma tecnici de ché?)...e ... ai giorni nostri,quelli della discesa nell'abbisso... con i governi dei non votati...Perfetti amministratori riguardo ai Mercati....un po' meno rispetto agli amministrati.
    Mi si perdoni..."la puzza al naso"...ma l'Italia...è un gran Popolo(ben diverso dalla piccola Grecia)...forte di cervelli e di braccia operose...un Popolo che in poco tempo potrebbe "tornare" alle vette dell'idustrializzazione e della competitività.....e far andare,di conseguenza, di corpo(più volte al giorno)...la grande "ingessata" potenza teutonica...e stati vasalli...Nordisti.
    Le minacce di queste signore e signori(?),contro l'Italia potrebbero valere molto poco...attecchiscono solo con i "cacasotto" o gli allineati che hanno,talvolta, il loro tornaconto....e che, come pulci con i cani,ci infastidiscono da anni....
    La rovina(o l' uscita da questa onorata società) dell'Italia...significherebbe(come fai notare) il crollo di tutto il castello di carte che è l'Europa Unita....E addio "magnate" di pochi ai danni dei più.
    Io sono convinto(una volta almeno,casualmente, con Grillo,che lo ebbe a dire)che i nostri rapporti e i relativi trattati(incluso parte del debito) con i primi della classe,vadano completamente "rinegoziati",pena l'uscita dalla "gabbia"...."aut aut in natura tertium non datur".
    Certo per far questo ci vorrebbero un pugno di capaci,coraggiosi,onesti,puliti Italiani...che guardandosi bene intorno...però,per ora, non si intravedono...
    Quello che passa il convento...Camerieri Segreti di sua Santità..."il denaro".....Mezzemaniche contabili,con i calzoni lisi ai fondelli,buoni solo ad arrotondare in eccesso,accise,bolli,addizionali condominiali/rionali/municipali/comunali/regionali....quote rosa(?)..
    Spero e mi auguro che i 4 Italiani su 5(delle ultime elezioni) che hanno le idee più chiare,vadano la prossima volta a votare compatti i Partiti....che hanno più a cuore l'interesse del nostro Paese........sbattendosene delle minacce d'oltr'Alpe...
    Nell'ultime elezioni europee....abbiamo avuto già un positivo assaggino.....che il vento sta girando....e i sondaggi danno il "Giovin Signore"in declino...come da copione.
    Saluti Tonino




    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non posso essere che d'accordo nell'improbabilità di un paragone economico-industriale tra Italia e Grecia,e che questa possa condizionare in modo DECISIVO (come straparla la stampaglia allarmistica di regime) il futuro dell'Eurozona.
      Basta un dato,Italia 17-18% del Pil europeo,Grecia 2%...tanto più che Tsipras intende restare nell'euro.

      Il potere contrattuale,o di "ricatto" se vuoi,dell'Italia è invece forte,l'Eurozona non sopravviverebbe ad una uscita dell'Italia,e questo gli usurai lo sanno.purtroppo o "cacasotto",o gli squallidi servi senza dignità che ci governano,non sanno minimamente usare questo potere e continuano,come gli ultimi dati dimostrano,nell'economicidio del Paese.Gentucola,camerieri nati...!
      Noi siamo ancora in tempo col nostro apparato produttivo,pur ridimensionato,per riprenderci,specialmente uscendo da questa trappola dell'euro.Ma attenzione,il tempo non è molto,visto che chiudono 120 imprese al giorno.....
      Resta il fatto che qwuesta imbelle classe politica non può gestire nè il "ricatto",nè l'uscita,talmente incapace e assoggettata.Nessun orgoglio,nessuna voglia di fare gli interessi nazionali,ma solo smania di potere fine a se stesso.Mo viene in mente il tanto vituperato Craxi,l'unico che ricordi che abbia tentato di contrastare il padrone...e forse per questo ha pagato,perchè il resto era quanto TUTTI facevano,comunisti compresi.
      Questi ultimi poi,nonostante i vari cambi di sigle,hanno il servaggio nel loro dna,e si vede....non alzeranno mai la voce col padrone di turno,usi obbedir tacendo....

      Quanto alle prossime (e non lontane) elezioni,sono sicuro che il pentolaio se lo possa scordare il 40%....lui e il suo branco di incapaci.....
      Spero che presto succeda pure a Roma,perchè avete un sindaco nemmeno in grado di gestire un condominio.

      Elimina
  8. http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2015-01-08/la-bce-avverte-grecia-niente-fondi-senza-accordo-la-troika-151032.shtml?uuid=ABCjziaC

    RispondiElimina
  9. Lớp học kế toán tổng hợp thực hành tại hải phòng
    Lớp học kế toán tổng hợp thực hành tại biên hòa đồng nai
    Lớp học kế toán tổng hợp thực hành tại vinh nghệ an
    Lớp học kế toán tổng hợp thực hành tại hải dương
    Lớp học kế toán tổng hợp thực hành tại ninh bình
    Lớp học kế toán tổng hợp thực hành tại hưng yên
    Lớp học kế toán tổng hợp thực hành tại phú thọ
    Lớp học kế toán tổng hợp thực hành tại hà nam
    Lớp học kế toán tổng hợp thực hành tại vĩnh phúc
    Lớp học kế toán tổng hợp thực hành tại bắc giang
    Lớp học kế toán tổng hợp thực hành tại thái nguyên
    Lớp học kế toán tổng hợp thực hành tại thái bình
    Lớp học kế toán tổng hợp thực hành tại nam định
    Lớp học kế toán tổng hợp thực hành tại thanh hóa
    Lớp học kế toán tổng hợp thực hành tại tphcm
    Lớp học kế toán tổng hợp thực hành tại bắc ninh
    Lớp học kế toán tổng hợp thực hành tại hà đông
    Lớp học kế toán tổng hợp thực hành tại long biên
    Lớp học kế toán tổng hợp thực hành tại thanh xuân
    Lớp học kế toán tổng hợp thực hành tại cầu giấy
    khóa học kế toán toán dành cho giám đốc và nhà quản lý
    dịch vụ thành lập doanh nghiệp công ty trọn gói
    dịch vụ thành lập doanh nghiệp công ty tại hải phòng
    dịch vụ tạm ngừng giải thể doanh nghiệp
    dịch vụ kế toán thuế
    dịch vụ báo cáo tài chính

    RispondiElimina
  10. I veri esseri umani sono coloro che sanno venire in aiuto ai loro simili quando soffrono. Quest'uomo mi ha fatto un prestito di 85.000 euros... senza il tutto complicarmi la macchia al livello dei documenti che chiedono le banche in occasione delle domande di prestito. Ho deciso oggi di testimoniare nel suo favore voi potete contattarlo per e-mail: e-mail: (muscolinogiovanni61@gmail.com)

    RispondiElimina