martedì 13 gennaio 2015

CHARLIE E CHARLATAN

Prima di parlare di cose un po' più serie,permettetemi di fare alcune considerazioni sull'adunata oceanica parigina per testimoniare la solidarietà alle vittime della strage,la volontà di non aver paura di questi terroristi e l'assoluta confiance dei francesi nei principi della loro rivoluzione.
La Francia nazionalista non ha rivali sulle piazze,è capace di infiammare l'immaginario collettivo di due milioni di perrsone come nessuno: "noi siamo un popolo.....Parigi capitale del mondo...siamo tutti charlie...je suis questo o quello...bandiere tricolori...,.la Marianna imbandierata.....applausi...e colonna sonora costante,la Marsigliese,un inno capace di trascinare sulle barricate anche gli invalidi....
Tutto bello...! certo...ma anche no.....c'erano anche le prime file ....

Ai francesi intanto,un piccolo appunto...non li ho visti in strada dopo la strage di Tolosa,19 marzo scorso,dove il terrorista islamico Mohammed Merah (poi ucciso dalle forze speciali),ha fatto fuori, tra militari,insegnanti  e bambini di una scuola , 8 persone.
Merah aveva con sé un arsenale impressionante:
un AK 47, un Uzi[, un fucile Sten, un fucile a pompa Winchester, tre Colt M1911, una Glock 9 mm., una Colt Python, e una .357 Magnum.
Alla faccia dell'intelligence francese,forse guidata dal commissario Clouzot,come ha dimostrato anche nella strage di Parigi.
Velo pietoso su Gendarmerie e Servizi......

Ma torniamo alle prime file del corteo....torniamo alla grottesca sceneggiata dei leaders maximi ....vederli marciare sottobraccio alla testa di un corteo che era la loro negazione,manifestando per la libertà,la democrazia,l'unità (di chi?) e contro il terrorismo,vien da pensare al grande festival dell'ipocrisia di cui si son resi protagonisti.Meglio fossero restati a casa,una contraddizione contro tutto quello che il popolo francese manifestava

C'era il presidente ukraino Poroscenko,degno rappresentante di un governo golpista e nazista, i cui macellai e bande paramilitari di mercenari non hanno esitato a bruciare 50 persone ad Odessa,oltre ad essersi macchiati di crimini che non vedavamo in Europa dai tempi della guerra nell'ex-Jugoslavia.

C'era il premier turco Erdogan,che ha dato via libera al passaggio di ogni tipo di terroristi che combattevano in Siria contro Assad ,con armi francesi,inglesi e americane.
Milizie che sono poi confluite nell'ISIS,agli ordini del Califfo.
Ricordo che la Turchia è nella Nato.



C'era pure l'israeliano Netanyau,in un primo tempo non invitato,ma che si è presentato ugualmente.
Quello della mattanza di Gaza, 2000,dicesi duemila morti ,in gran parte civili e bambini.

C'era il Ministro della Giustizia Usa (O'Bamba ha pensato bene di starsene a casa),quelli che hanno creato l'Isis (detto pure dalla Clinton) e che hanno destabilizzato Medio Oriente e Nord Africa,coi risultati che vediamo.

C'erano i Sauditi,notoriamente doppiogiochisti e fornitori di armi e grana ai terroristi

C'erano,Juncker in testa,i maggiori responsabili del disastro europeo ed ukraino,con nessuna politica estera,se non quella degli struzzi...mi verrebbe un'altra parola....compreso il nostro Pentolaio e...udite,udite... Prodi....!
Ah ah...come siamo ben rappresentati!

Ed infine,il padrone di casa,il burattino Hollande,anche lui amico e fornitore dei terroristi golpisti siriani contro Assad ,che solo ora si sveglia dopo che la Francia è stata oggetto di numerosi atti di terrorismo puntualmente sottovaluati in nome dell'incapacità e del buonismo da mentecatti.
Non mancava Sarkozy,il turpe guerrafondaio di Libia....chissà,ci sarà stato pure il delirante suo compagno di merenda,Bernard-Henri Levy
Fa un certo senso,non dico quale, che certa stampaglia italiota dica che il burattino Hollande abbia raddoppiato i miseri sondaggi.Chissà che avrà fatto per meritarlo.... !....e che siamo di fronte ad una Europa unita.....La solita esagerazione,spettacolarizzazione trombonesca e imbonimento dei peones....

Sicuramente ho dimenticato qualche altro gentiluomo ......mancava il nigeriano Boko Haram (quello che imbottisce di tritolo le bambine),e poi eravamo al completo

Naturalmente in presenza di tanti galantuomini,non poteva essere invitata Marine Le Pen,
il 25% dei voti francesi.....alla faccia dell'unità del paese....! 
La vedremo poi questa presunta unità fra qualche tempo,quando l'emozione comprensibile per la vicenda si sarà attenuata....e ritorneranno ai problemi e divisioni di sempre,con disoccupazione,deflazione,euro usurai....!




Passiamo a cose serie,e cioè a quanto sta avvenendo nel mondo islamico e la peculiarità dell'Islam rispetto alle altre religioni,specie rispetto al Cristianesimo.....tentando possibilmente di chiarire un po' di cose...
E' noto che le religioni monoteiste per loro natura sono conquistatrici e ad exludendum,fatto che si può riscontrare in tutta la loro storia.Tutte hanno un Libro Sacro,cioè dogmi dettati dal loro  Dio a cui tutti devono attenersi...(a differenza di Greci e Romani, che non avevano alcun testo sacro paragonabile).
Il modo in cui queste religioni sono state gestite non sempre è stato ispirato alla pace che predicavano,anzi in svariati periodi addirittura in modo criminale :.inquisizioni,caccia alle streghe,agli eretici,torture,roghi,conversioni forzate....specie per le due religioni più combattive : :Islam e Cristianesimo,quasi sempre su fronti opposti.
Ora,quando questa combattività,questa azione di conquista e di proselitismo spesso violento vengono meno, questo tipo di religioni perdono inevitabilmente la loro forza di attrazione,paradossalmente proprio quando diventano più tolleranti,più aperte alla società civile.

Il Cristianesimo,dopo secoli di assoluto integralismo,si è aperto alla ragione,all'umano,alla tolleranza...mitigando le sue manifestazioni più crude pur non rinunciando all'opera missionaria,ma con metodi pacifici ispirati al Vangelo,forse fin troppo...(altra cosa è aprirsi al mondano,l'estremo opposto del dogmatico e sintomo di decadenza....fatto purtroppo in parte imputabile alla Chiesa di Roma )
Insomma ha cercato di coniugare in qualche modo fede e ragione,di farle coesistere e rinunciando all'intransigenza dogmatica,specie quando l'evidenza empirica la rendeva insostenibile.

Non così l'Islam,che non è mai stato attraversato da questa mediazione,da questo spirito che potremmo chiamare per comodità e impropriamente, illuminista.Ha sempre conservato un certo integralismo religioso,tanto che nella sua versione più estrema è assimilabile ad una teocrazia.
Libera Chiesa in libero Stato,non è un motto che si può applicare tranquillamente all'Islam.
Ci aveva provato Assad,la Siria era il paese che più ha accettato questa separazione,oltre ad una larga tolleranza religiosa......ma si vede in che acque stia ora...
Ma in molti altri Paesi musulmani,o sei musulmano,o sei infedele.Infedele non vuol dire solo diverso,ma spesso nemico,nemico da convertire o combattere.
E' evidente che una tale concezione "forte" della religione  (a prescindere dal giudizio che uno se ne può dare) non può che attrarre popoli da tempo vessati dal colonialismo occidentale e che sperano in un riscatto vero o presunto,attirando anche molti occidentali a seguito di un non indifferente vuoto di valori che si è venuto a creare in Occidente e che la Chiesa non riesce a colmare.
E qui sta anche la forza dell'Islam...riempire questo vuoto (bene o male) che si è creato.
Si pensi all'Europa,che ha rinnegato istituzionalmente le sue radici culturali e spirituali e dove l'unica preoccupazione sembra essere il 3%...
E' evidente che questa perdita di valori,di identità....non può che favorire il reclutamento,e verso l'Islam più integralista.Questi convertiti vanno a combattere con l'Isis,coi vari gruppi fondamentalisti,a costo della vita....mica a gridare hari krisna....
Il Cristianesimo,spesso arrendevole e coinvolto in scandali deprimenti,sembra aver perso questa forza e non in grado di ricostituire tutta una serie di valori scomparsi.
Tanto meno lo sono i laici e le loro istituzioni,ridotti a meri esecutori della volontà di potentati finanziari e multinazionali.Non più cittadini,ma sudditi....nel migliore dei casi,solo clienti consumatori.

Se non saremo in grado di recuperarli,difficilmente potremo preservare la nostra identità,attaccata da ogni parte.E con tutte le conseguenze del caso....


E qui veniamo all'altro problema.Che sta succedendo nel mondo musulmano?.
Come noto,l'Islam non ha un Papa come i cattolici,ma diversi imam che interpretano il corano in svariati modi,quanti sono le varie sette o correnti.E' un Islam variegato,come peraltro il Cristianesimo,ma senza una guida unica.Questo dal tempo degli ultimi califfi storici ,la più alta autorità spirituale dell'Islam.(reggente, facente funzione, vicario, alla guida politica e spirituale della comunità islamica universale).(*)
Nessuno da allora  può arrogarsi di essere l'unico interprete o vicario del Profeta.

Ma ora le cose stanno cambiando.....è sorto un nuovo Califfato,e molto poco pacifico....i terroristi hanno uno Stato,un territorio conquistato con le armi,....e un leader proclamatosi Califfo,Al Baghdadi che vuol diventare il Papa dell'Islam,unire i musulmani di tutte le confessioni e del mondo,ergendosi ad unico interprete e depositario dell'Islam, e che mostra la sua forza non solo militare,ma anche convertendo sempre più fedeli alla sua causa.Naturalmente non tutto fila liscio.
C'è una guerra in atto nel mondo islamico,non solo contro l'Occidente,specie tra le fazioni più integraliste per conquistare la guida dell'Islam con azioni sempre più eclatanti,tali da spaventare il nemico storico e acquisire sempre più la credibilità,la voglia di riscatto dei fedeli musulmani di tutto il mondo.  .Per ora pare che questa guerra stia vincendola Al Baghdadi....e con connivenze impensabili....

Di fronte a questa guerra,l'Islam così detto moderato resta passivo a guardare,nel migliore dei casi.
Non prende posizioni nette,è ambiguo...non condanna il terrorismo tout court,senza se senza ma, se non tirato per i capelli,come di fronte alla bestiale e tragica vicenda francese...e comunque non certo in blocco,come si osserva sui Social Network di tutto il mondo dove si inneggia al nuovo Califfo e alle sue imprese..C'è sempre un confine troppo labile...
Con questo,non commettiamo comunque l'errore banale di identificare ogni musulmano con un terrorista,perchè è ovvio che non è così.
C'è anche chi ha la volontà di convivere rispettando le leggi del paese ospitante o del paese d'adozione (se già cittadino)
Purtroppo,non è affatto scontato che alla luce di nuovi sviluppi,le cose non cambino...e in peggio..
Occhi aperti...
Il pericolo è che la vittoria dell'estremismo militare (e mediatico) faccia sempre più proseliti anche tra i moderati.
Per questo,la predicazione nelle moschee (fin troppe) non solo non devono essere di aperto appoggio a queste fazioni terroristiche (come successo),ma devono uscire da ogni ambiguità,condannando una volta per tutte questa visione estremistica dell'Islam che loro stessi dicono non essere giusta e che non può che danneggiarli..
Se questo non succederà,queste comunità resteranno sempre nell'area della diffidenza,se non nel rifiuto o del disprezzo...con inevitabili manifestazioni di intolleranza.La gente,si sa,non ha tanta voglia di fare distinzioni in presenza di certe  ambiguità o addirittura di connivenze..
Molti dicono che non esiste un Islam moderato,che nel Corano ci sono versetti ben poco incoraggianti la convivenza....ma come si diceva,l'interpretazione non è univoca....ma sopratutto la realtà,il modo di agire di gran parte dei musulmani nei Paesi Occidentali non è ispirato dalla sua interpretazione estrema
Certo non sono nemmeno da sottovalutare le pagine scritte da Oriana Fallaci e il piano di colonizzazione musulmana d'Europa,in certe importanti città giunta al limite di guardia.

Da qualunque parte si giri,questa situazione sembra essere di non facile soluzione,a prescindere da una fase acuta di emergenza come l'attuale.
Ma la soluzione definitiva,se c'è, di questo problema appare lontana,molto lontana (come per la questione israelo-palestinese)...specialmente poi se appiattita sul solito buonismo d'accatto che non vede mai oltre il proprio naso...e spesso,oltre il proprio interesse....

Ci sarebbe poi da ringraziare chi ha favorito la nascita del Califfato,chi lo ha armato e chi lo mantiene in vita ,magari per ragioni oscure,ma non tanto....
Infatti,ci sarebbe pure da chiedersi come mai ,sul piano militare,un ridicolo esercito ISIS,in territorio desertico,(non le montagne afghane impenetrabili) tiene in scacco militarmente Usa e Nato.? 
In due giorni sarebbe spazzato via,considerando che solo manipoli di curdi mal organizzati riescono a contrastarli.
Ovvio che c'è dell'altro...
Non è che fa comodo tenerli come spauracchio e far accettare per paura l'ombrello Usa in Europa? Ombrello non solo militare,ma economico finanziario,vedi la sciagura TTIP...che vorrebbe dire la totale sottomissione dell'Europa agli Usa,una nuova loro colonia.

-----------------------

(*)  il califfato  è una istituzione non contemplata dal Corano e dalla Sunna,anche se  la Sura II, versetto 28, dice: Quando il tuo Signore disse agli angeli "in verità io sto per costituire in terra un vicario (khalīfa)", gli angeli risposero "costituirai tu in essa uno che porterà corruzione su di essa e spargerà il sangue, mentre noi celebriamo le tue lodi e esaltiamo la tua santità?"; Dio rispose "io in verità so ciò che voi non sapete" E' evidente che il significato del termine khalīfa è qui quello di "Vicario, luogotenente spirituale e politico", non quello di successore di Maometto.
La questione del Califfato,dei suoi pretendenti ed eredi legittimi è alquanto complessa ,e non è qui il caso di discuterla.

-.

43 commenti:

  1. L'articolo che ci proponi,è molto complesso,tocca vari problemi che stiamo subendo nei nostri giorni...e i colpevoli di tutto ciò sono tanti...
    Io,brevemente,voglio limitarmi al concetto di libertà di satira,che è il punto chiave della "nebbia" che si è creata,intorno ai fatti accaduti e i personaggi interessati.
    La libertà di satira è sacra...."oggi" tutti lo affermano.
    Purtroppo,ci dicono che, una certa fazione al mondo... e solo quella... è intollerante,e fanaticamente non accetta la modernità e laicità delle idee e come tale,per caratteristica di base,usando la violenza impone il suo credo agli altri.
    Le cose non stanno ....così...ne parleremo più tardi...
    Oggi mi limito al concetto di"Satira"(tanto sbandierato), che rappresenta lo stile poetico...che con arguzia e "amarezza"mette alla berlina pregiudizi,stoltezze e vizi di alcuni uomini...doppi nei loro comportamenti....imbiancati fuori,come i sepolcri,pieni di vermi dentro.
    Io non sapevo niente di questa pubblicazione(che ha poco o niente a che vedere col giornalismo)..."Charlie."..però da un Blog amico ho linkato un sito indicato, che presentava alcune vignette che(" nell'intenzione dell'autore",come diceva il Manzoni)volevano essere satiriche...una in particolare mostrava la Trinità...un vecchio appecoronato,con i calzoni calati,con dietro un giovine,e per chiudere.. un triangolo stile massonico tra le natiche del più giovane.
    La satira ha come scopo,quando è seria e costruttiva il raggiungimento di un risultato....come dicevano i miei prononni..."Castigat ridendo mores"....Ma in quella specifica banalidiozia,espressa in forma grafica,dov'è la morale satirica?
    Per questecategorie di"satiri"(e purtroppo ce ne sono tanti) non si può provare che "comprensione"...Se il Creatore li ha fatti cosi doppiamente "semlici"ci sarà pure un motivo che ci sfugge, e che dobbiamo accettare.Doppiamente sempliciper le idiozie(in quel caso gratuitamente blasfeme) che partoriscono,e la beatitudine che provano nell' averle partorite.
    Pensavo che vendessero qualche centinaio di copie,ad amici,parenti,conoscenti....per farli campare...invece hanno una tiratura di milioni di copie.
    Una prova in più per gli psicolgi che si dilettano di statistiche...e affermano che la genialità è rara,mentre la stupidaggine è molto più diffusa,
    Finisco...dopo essere balzato sulla sedia,ad ascoltare un discorso di una "quota rosa straniera",che paragonava Charlie ad un Voltaire( entrambi figli della Francia.... terra dei"lumi"),
    Qui accumuliamo punti...siamo anche nel campo dell'ignoranza.
    Io ammiro lo stile di Voltaire...gli argomenti che tocca,e il modo come li tratta...basterebbe aver letto alcuni romanzi(Candido,Micromega) sopratutto "il Dizionario Filosofico"...e infine il trattatello "sulla tolleranza"...che finisce con una splendida preghiera(che invito tutti a leggere) al Dio di "tutti"gli uomini...che sprecano la loro breve via a litigare tra di loro...invece di amarsi e aiutarsi l'un l'altro a migliorare la loro esistenza.
    Non mescoliamo gli stracci con la seta...rendete a Charlie ciò che di Charlie e date a Voltaire ciò che è di Voltaire....Io da Cristiano,"non" praticante,di fronte alla vignetta del "trenino sodomita della Trinità"avrei sprecato,a loro indirizzo al più una metafora velata per invitarli ad andarlo a prendere pure loro "colà" come indicato in vignetta.Ma come vedi al mondo non siamo tutti tolleranti allo stesso modo.
    Tutto 'sto papiello pe dì..(che pur provando "profondo" dolore e "rabbia" per quanto successo agli incolpevoli redattori di quella rivista)...non mi sento e riconosco in Charlie...almeno per il modo di fare satira e scegliere i soggetti a cui indirizzarla....Con tutto il "bestiario" finanziario e amministrativo che abbiamo...non ci basterebbe una vita....a fare una satira allegra e costruttiva.
    Saluti Tonino
    .



    RispondiElimina
    Risposte
    1. In merito alla libertà di satira,farei qualche appunto pure ai francesi in merito all'attore comico del comico Diudonnè ,critico verso gli ebrei....come vedi,a prescindere da torti e ragioni,il trattamento è diverso da Charlie ,che pure trattava gli stessi argomenti.
      La satira peò non è solo ridendo castigat mores,ma anche iconoclastia,dissacrazione più o meno violenta
      Diventa difficile tracciarne il limite,che può essere lasciato solo al buon gusto degli autori e ai limiti posti dalle leggi penali.
      Voltaire,però no è solo quello della tolleranza,non era da meno nei pamphlets confronti della religione,magari a parole e non con vignette e dati i tempi.
      Certo tra Voltaire e Charlie,ce ne passa....ma pure lui patì le conseguenze del suo dire...
      Il vuoto moderno di valori ha prodotto anche questo.
      Glorificare Charlie certo no,ma nemmeno metterli all'inferno....e comunque non esiste paragone tra una vignetta e una raffica di AK 47.....questo è il confine..almeno in Occidente.
      Poi ogni singolo ovviamente ha le proprie reazioni,tutte pertinenti.Scegliere i soggetti e in base a che vengono indirizzati,sarebbe già autocensura.....forse solo il buon gisto può essere tirato in ballo in questa vicenda...noto perrò che i desinatari islamici a cui erano indirizzate,non è che usino termini molto diversi nei confronti di ebrei e cristiani.....dovremmo quindi subire perchè loro sono più suscettibili e tirano fuori i fucili?
      Non è questa la cura,perchè poi sai...un pezzo oggi,un pezzo domani....poi ci troviamo a non poter nemmeno più parlare....e questo vale pure per molti altri...

      Elimina
    2. scusa di eventuali errori e ripetizioni,ma ho scritto in fretta e senza rileggere

      Elimina
    3. Sì tutto veto ma ribadisco, hai voluto la Badolato nel culto? Prendilo e intascato, qualcosa non sarà tornato dalla trinità ma qualcosa da qualche altra parte, Prego, chissà che la voglia di fare i disegnini e crescere venga pure a Charlie che comincia a fomentare il prurito, anonimo. Asini,.shadow

      Elimina
  2. Comincio con la marcia degli stronzi mondialisti. Certo che strumentalizzare i buoni sentimenti della folla sotto choc per mettere in piedi questa squallida pupazzata all'insegna dell'embrassons-nous, è un'operazione che rasenta il cinismo. Come dire? I carnefici dei popoli europeo, marciano contro le loro stesse politiche.

    Vengo all'islam. Innanzitutto, la questione principale è l'immigrazione. Moderati o estremisti, non si possono riempire gli stati d'Europa di legioni e legioni di africani e di mediorientali. Quando i soliti Piddioti vengono a rimbeccarci che si trattava di "francesi" (parlo dei fratelli Kaouchi), mentono sapendo di mentire. Si trattava di algerini che hanno beneficiato dello ius soli. Pertanto se diamo retta alle leggi della genetica, anche se di seconda generazione, restano pur sempre degli africani del Maghreb, facilmente recuperabili alla"causa identitaria", per per paradosso per essi è l'islam fondamentalista.

    Io credo che la diatriba "islam moderato" contro "islam radicale" ai fini della salvaguardia della nostra identità sia ininfluente. Perché se anche i "moderati", una volta che sono qui a lavorare (quindi "integrati"), cominciano a pretendere moschee e negozi halal, alla fin fine c'è uno stravolgimento identitario del nostro tessuto urbanistico e sociale. In questo hanno ragione la Fallaci e ancor di più la Magli.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In merito alla marcia dei charlatan europei,leggere un demenziale articolodel giorno dopo di Roberto Napoletano,direttore del Sole 24 ore,tra l'altro,uno che di economia non capisce una mazza.Ebbene,tutto il piagnisteo d'occasione per dire "che ci vogliono gli Stati Uniti d'Europa....è il segno fisico della resurrezione politica dell?eripa che parte dai valori fondanti del cittadino....(invece di Charlie),,,scriviamo,io sono europeo....milioni i cittadini europei guidati da uno Stato europeo che si muove con la forza e la saggezza...."
      No dico,sembra scherzi a parte....!

      Per noi la situazione è u po' diversa dalla Francia.Per noi certo il problema è l'immigrazione concessa a chiunque e con controlli ridicoli.
      non dimentichiamo che i 6 milioni di musulmani in francia,derivano dal fatto che,dopo la fine del colonialismo nordafricano,fu concessa la cittadinanza francese a molti algerini,tunisini e marocchini,senza particolari problemi.Ma francesi o algerini,resta il fatto che sono musulmani....che,come quelli italiani,sono certo esposti al reclutamento fondamentalista per una seie di motivi che in parte ho illustrato.Loro in pratica ce li hanno in casa,oer noi il pericolo,oltre quelli che già abbiamo,sono quelli che possono arrivare.per ora ci salva,si fa per dire,in numero....pensa un po' se fossero il 10% come in Francia....!

      Ai fini identitari,certo la divisione moderati/fondamentalisti non conta una mazza,come fossero cinesi o indiani....questa distinzione semmai,vale solo per terroristi/non terroristi,come è giusto che sia perchè non tutti lo sono....(finchè dura..).
      Ma siamo noi che dobbiamo sempre riaffermarla questa identità contro tutti (nonostante Franceschiello...)e i deficienti vari,in primis piddioti,che stanno ripetendo l'errore che fecero con le Brigate .Rosse.
      Dico nonostante franceschiello,perchè un Papa che dice "ognuno deve procedere verso quello che lui pensa sia il bene"....Nietzsche sarebbe contento....!
      In questa nostra affermazione di identità (contro il mondialismo nwo) possiamo contare solo su noi stessi,visto lo sfacelo dei valori laici e anche in parte religiosi ufficiali....

      Elimina
  3. Resta da vedere chi tra le forze politiche ha per davvero il coraggio di dire: basta immigrazione! Basta Mare Nostrum, Basta Triton, non facciamone entrare più. Ierisera ho visto in tv in un servizio su Parigi, dei francesi iincazzatissimi contro noi italiani, rei di andare coi barconi espressamente a portaceli qui. ça suffit! - hanno gridato. ripetendolo poi in Italiano con BASTA! E una volta qui, essi si sparpagliano per la Francia e il nord Europa.

    Beninteso, una buona parte di questi resta pure in Italia. Dopotutto un Bengodi così, dove non si fanno galera se delinquono, dove lo trovano al mondo?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per ora lo sento solo da Salvini in modo chiaro e netto,poi c'è pure FDI e in parte certi dissidenti di FI...che poi lo facciano anche per calcolo politico,poco importa....importa che ci sia questa voce,come peraltro c'è in tutta europa.Sappiamo che molte colpe di questa situazione sono dell'Occidente,con le varie sconsiderate guerre,con primavere arabe e politiche dissennate.Più volte lo abbiamo denunciato....ma poi,quando si tratta di difendersi è inutile fare i masochisti consolandoci con questo senso di colpa....bisogna reagire e basta.Ad un certo punto,non interessa più di chi è la colpa,se attaccati,ci si difende.
      Io così la penso.

      Elimina
  4. Ho appena finito di vedere "Fatti e Misfatti"edizione delle 13,30 su TGCOM.....avevo il dubbio di essere solo uno dei soliti pochi perbenisti ....che si scandalizzava,fariseicamente, del trenino sodomita,della trinità che era rappresentato sul "santino"laico di quella rivista.
    E invece NO!...,sono molti che hanno avuto un attacco di prurito nel fondo schiena a veder bestemmiati(e la bestemmia non è satira,ed è ancora un reato)i simboli fondamentali della sua Religione.
    Confermo...che il creatore così prodigo a fare gli umani sembra essere stato(qui la satira,di un modesto ma affezionato credente, è voluta) un po' "stitico"a farne di intelligenti.
    La trasmissione,ripetuta stasera,in fondo è in linea con il nostro sconcerto ad esaltare come genialità....vignette,banali e volgari.
    Sembra quasi che ci hanno letto....tanto sono in sintonia.
    Domani è annunciata una trasmissione..."Top Secret"..che analizzerà i fatti accaduti,e le documentazioni che possediamo,che(a prescindere dall'unanime riprovazione per le atrocità che abbiamo subito)cercherà di seguire un filo di Arianna,per uscire dal labirinto della disinformazione nella quale ci troviamo(o ci hanno buttato).
    Domani me la vedrò,chissà che non escano informazioni utili a vedere con più razionalità,frenando il naturale sentimento....cosa è accaduto e perché.
    Saluti Tonino

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'ho vista pure io sta vignetta...certo è pesantina,specie per i credenti...non ci vedo grande genialità...solo dissacrazione....a volte cose simili si sentivano all'osteria o dai grandi bestemmiatori toscani.
      Ma il punto della vicenda non è questo.....come già ti avevo risposto nel precedente commento.
      Non sperare di districare questa vicenda con Top secret.....purtroppo resterà sempre aperta ad ipotesi varie,come accaduto per l'11 settembre Usa....
      Basta il nostro cervello,le ipotesi razionali si riducono a due,stante le varie incongruenze: la sceneggiata è stata preparata dalla Spectre,Cià,Mossad e chi più ne ha più ne metta....o dagli stessi terroristi....la stupidità di certi dettagli,può valere per uno o per l'altro...
      Ce ne potrebbe essere una terza improbabile,e cioè che queste varie incongruenze siano solo frutto del caso....cosa a cui non credo.
      Sia come sia,una cosa è certa: gli effetti che produrrà questa vicenda,in un caso o nell'altro,sono gli stessi: restrizioni di libertà personali.

      Elimina
  5. Hanno arrestato Dieudonné per una battuta (sicuramente di cattivo gusto, ma pur sempre una battuta). Magari gli rifilano 1000 frustate come al blogger saudita...in onore delle libertà occidentali.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Avevo letto.Per fortuna,non con gli stessi metodi del califfo,ma in Francia (ancora tirano in ballo il caso Dreyfus),chi tocca o fili ebrei,metaforicamente muore.
      La comunità ebraica detta legge in Francia (300 mila,contro i 30 mila italiani).
      Morale,la famosa marcia per la libertà ,subito contraddetta dai fatti....ma il segnale c'era già,l'esclusione del 25% dei francesi di Marine Le Pen....e le prime ipocrite file.

      Elimina
  6. @ johnny doe 14 gennaio, 2015 15:07

    Per ora lo sento solo da Salvini in modo chiaro e netto,poi c'è pure FDI e in parte certi dissidenti di FI...che poi lo facciano anche per calcolo politico,poco importa....importa che ci sia questa voce,come peraltro c'è in tutta europa.


    ====

    Purtroppo Salvini, come tutta la gran massa di politicanti, sociologi, filosofi e compagnia cantante, tende verso una visione superficiale del "problema" che tende a trattarlo, secondo i rispettivi ambiti e compiti, esclusivamente come affare politico o sociale o umano/umanistico.

    Il problema è l' islam e la sua concreta mancata conoscenza da parte di chi affronta questo tema.


    Paulus

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' chiaro che in una battaglia politica gli slogan non mancano.Non si può fare una conferenza di sociologia al popolo votante.Se poi vai a vedere la sua idea,è di bloccare o flussi e che se ne faccia carico anche l'europa.No clandestini,sì a chi lavora e favorire prima i cittadini italiani.Non mi sembrano tesi così estreme,peraltro in linea con molti Stati d'europa.
      Poi,battute infelici sono a 360 gradi per tutti.
      Il problema immigrazione non riguarda solo l'islam,ha anche altre implicazioni.
      Quanto poi all'Islam,è difficile capirci qualcosa anche per addetti ai lavori...le varie correnti sunnite,sciti...chi sono i moderati e chi no,che si predica nelle moschee,le due facce,quella di chi vive in occidente,e quella dei paesi mediorientali,dello Yemen,dei Sauditi doppiogiochisti,delle interpretazioni del Corano,del disegno strategico del Califfato.........capirai per l'artigiano della Val Brembana,per gli operai di Taranto o per il piccolo imprenditore di Treviso....!
      Fare una sintesigenerale di tutto non è facile....d'altronde la gente comune guada agli effetti di tale problema,meno alle cause....e gli effetti non sono dei più positivi.
      Poi c'è un vecchio adagio storico,sempre valido: il problema sorge col numero,cioè oltre un certo numero di nuovi venuti in una qualsiasi comunità,fossero pure finlandesi,eschimesi o inglesi,cominciano i problemi.

      Elimina
    2. Naturalmente,circa "Per ora lo sento solo da Salvini...",non implica un giudizio politico (che deve essere più onnicomprensivo),ma solo una risposta oggettiva alla domanda:"Resta da vedere chi tra le forze politiche ha per davvero il coraggio di dire: basta immigrazione!"

      Elimina
  7. @ Huxley14 gennaio, 2015 15:50

    Hanno arrestato Dieudonné per una battuta (sicuramente di cattivo gusto, ma pur sempre una battuta). Magari gli rifilano 1000 frustate come al blogger saudita...in onore delle libertà occidentali.

    ====


    In onore alle "libertà occidentali" ( spesso del ca@@o ) è stato arrestato da un corpo di polizia giudiziaria e non dalla muttawa saudita - fortuna sua - e nemmeno verrà fustigato in pubblico prima del grande salaat del venerdì.


    Paulus

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Avevo letto.Per fortuna,non con gli stessi metodi del califfo,ma in Francia (ancora tirano in ballo il caso Dreyfus),chi tocca o fili ebrei,metaforicamente muore.
      La comunità ebraica detta legge in Francia (300 mila,contro i 30 mila italiani).
      Morale,la famosa marcia per la libertà ,subito contraddetta dai fatti....ma il segnale c'era già,l'esclusione del 25% dei francesi di Marine Le Pen....e le prime ipocrite file.

      Elimina
  8. Fra la storia di Pupazzi e questa poco cambia, Francia unica ad avere credenziali e potenzialità per far crollare il monolite europeo così si è inscenato il teatrino con un nemico comune cioè Maometto, e si è preso mirato asilo di Charlie che già faceva casino e il monolite si è rinsaldare fine della Cianciana, io non sono Charlie ne tanto meno il pecora me francese amen shadow

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chi abbia inscenato non lo o,ma gli effetti sono stati quelli di far risalire nei sondaggi uno zero mai visto come Hollande (è vero che durerà poco,visto il personaggio) e rafforzarne la sua posizione filo euro.
      Continuo a credere che dopo il rito d'occasione,i francesi non dimenticheranno come sono messi e che burattino è il loro presidente.

      Elimina
  9. Vedendo i giornali di oggi.....aumentano(come c'era da aspettarselo) i "io non sono Charlie"...e quelli che si chiedono,quali siano le radici più profonde del perché i popoli di religione islamica,che vivono in medio oriente ...magari tranquilli,e tolleranti nella loro intransigenza religiosa(come successo per tanto tempo),all'improvviso,si svegliano, diventano integralisti,identitari e potenzialmente violenti.
    Non sono probabilmente(come qualche "improvvisato"politologo,si sforza a propagandare) le prediche del buon "Francesco"da piazza San Pietro a farli "incazzare"(visto che peraltro predica la fratellanza e obbliga se stesso e i due litiganti ad una preghiera comune)...ma forse più probabilmente.... le bombe a profusione che alcuni Stati storicamente colonialisti( o di recente fondazione)...gli buttano in testa,chiamandole... missioni di pace(?)....
    Questo in Irak,Afganistan,Siria,Libia,Palestina... bombe che stanno seminando(oltre milioni di morti),milioni di affamati e senza tetto) panico,mallattie disperazione....fame e morte....e tanto risentimento contro quelli che "nelle loro terre bombardate"non puoi contrastare.
    Tentare(da parte di qualche superficiale analista), di spostare la colpa sui Cristiani...può darsi che con Nerone funzionò,tempo addietro,per l'incendio di Roma nel 64 d.C.....ma da allora è passato molto tempo ,e sappiamo anni dopo come andò a finire.
    Oggi col WEB.giornali(anche alcuni triplogiochisti).TV....la"Gente"si fà facilmente un'idea "propria",spesso in disaccordo col coretto ufficiale....
    Penso che,se non vogliamo cadere(come predica Francesco,"vox qui clamat in deserto"in una terza guerra mondiale) molti Leaders,serenamente, dovrebbero fare l'esame di coscenza(se stanno facendo veramente gli interessi di tutti i loro "cittadini" e della pace comune....e valutare(se c'è) la loro percentuale di torto nelle incomprensioni,e relativi scontri in corso.
    Saluti Tonino

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' evidente che l'escalation fondamentalista e terroristica è dovuta alle bombe di Irak,Afganistan,Siria,Libia,Palestina...e alla politica dissennata di Usa,Nato,sebbene tali correnti ci siano sempre state,ricordi Settembre Nero,l''attentato di Monaco,Fiumicino....anche se collegati quasi tutti alla questione palestinese.
      Ma probabilmente,dopo i tempi di Bin Laden,c'è stato anche un cambio di strategia dei fondamentalisti,che ha portato alla creazione del Califfato,cioè .di uno Stato territoriale,Cosa che non è nata per caso,ma io credo strategicamente perseguita durante la guerra siriana dalla parte jihadista,rispetto a quelli di Al Qaida.

      Quanto al tormentone je suis charlie e viceversa (per reazione),è solo l'effetto di spettacolarizzazione,di esagerazione mediatica che subisce ormai ogni evento,dai più importanti a quelli da fiera,dai selfie alle secchiate gelate
      Tutto sommato credo che però non prevalga tanta riflessione in molte tv e testate stampa...viene accreditata la versione (e commenti) più superficiale.
      I Cristiani non credo abbiano tante colpe,più facilmente vittime,stando alle cronache.
      Non so se ci sarà una terza guerra globale(cosa a cui non credo),ma certo varie guerre stanno diventando endemiche,militari,economiche,finanziarie,religiose e sociali.Il problema è che chi ha tenuto il coltello dalla parte del manico per 70 anni,non vuole mollarlo.Se non si arriva a far capire che una tal situazione è insostenibile per tante cose,sarà sempre peggio.

      Elimina
  10. Centri il problema nelle ultime righe.
    In questo senso: la disamina, pur importante, dell'islamismo è secondaria, inessenziale ai nostri fini (ovvero le nostre vite in Italia nel 2015).
    Ritengo inessenziale anche il confronto tra ufficialisti dell'attentato e complottisti (ovviamente ragiono in termini grossolani).
    Quel che preme considerare sono gli effetti politici dell'attentato.
    E gli effetti sono di una blindatura esterna e interna del blocco Nato/Ue occidentale.
    Gli Stati Uniti (ovvero le multinazionali) che creano una nuova cortina di ferro (di cui l'Europa, utile idiota, è la trincea avanzata) contro il sorgere dell'Impero orientale (Russia, Cina etc).
    E questi effetti sono voluti?
    Secondo me sì. Basta guardare la prima pagina dell'eurista Espresso.
    Troppe divise, recita.
    Sottinteso: sciogliamo qualche corpo di polizia per far posto alla nuova polizia globale, europea, Nato, trasversale, così saremo tutti più sicuri da quei cattivoni con gli stracci in testa.
    Una Blackwater professionale, altro che l'appuntato Gennaro Lo Cascio.
    No Tav, no Euro, pezzenti, disoccupati finiranno con le ossa rotte ... Altro che Islam.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo,quel che conta sono poi i risultati,chiunque sia stato.
      la disamina islam-cristianesimo era solo una parentesi per illustrare il contesto politico-religioso in cui vanno inquadrati certi episodi.Per noi,per quanto ci può accadere sicuramente sono secondari.alla fine,chiunque sia che ci vuol combattere,a torto o ragione,bisogna solo difendersi: dai terroristi islamici,dai terroristi Usa-Nato,dagli eurousurai,dalle multinazionali che con il TTIP saranno più importanti degli Stati.....e via di seguito...
      Sintetizzando,gli effetti non possono che essere una limitazione generale. di libertà,che torna comodo a tutti i soggetti citati.

      Elimina
  11. @ Tonino

    Oggi col WEB.giornali(anche alcuni triplogiochisti).TV....la"Gente"si fà facilmente un'idea "propria",spesso in disaccordo col coretto ufficiale

    ====

    Sarà, ma io tutta questa maturazione di pensiero della gggente proprio non riesco a scorgerla; almeno in quantità apprezzabili.

    Infatti, come da vulgata ( menzogna ) d' ordinanza, la giustificazione a queste bande di tagliagole viene sempre offerta sul solito, consunto piatto d' argento: i bombardamenti - comunque criminali - sulle terre dell' islam.

    Il che corrisponde esattamente al target prefissato dagli islamisti più accesi ( ed in silenzio condiviso anche dagli appartenenti al cosidetto islam moderato, chi l' ha visto ? ): potersi vittimizzare per chiedere, anzi pretendere sempre di più.

    E dire che noi. itagliani, dovremmo conoscere bene la ormai frusta tecnica del chiagni e fotti.

    Paulus

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io sono un po' scettico sulla profondità di pensiero della gggente che,non dimentichiamo,non è solo quella che passa il tempo ad informarsi....alla fine,prevale sempre il concetto più facile e superficiale (quello spacciato dai media di regime) o che ha a che fare con l'emotività,più che la razionalità.
      Quello che accade sul web,è di una minoranza.Per far capire la sciagura euro ci son voluti anni di post,certo accompagnati dai suoi fallimenti,ma ancora una larga parte di popolazione è portata a dar la colpa in generale a corruzione,sprechi,la Cina.....il bersaglio più facile.

      Elimina
    2. @ johnny doe15 gennaio, 2015 19:25

      Anch'io sono un po' scettico sulla profondità di pensiero della gggente che,non dimentichiamo,non è solo quella che passa il tempo ad informarsi....alla fine,prevale sempre il concetto più facile e superficiale

      ====

      Esattamente.

      .. e il gatto, appollaiato sulla credenza ( letterale ), attese la trippa piovere dal cielo ....


      Paulus

      Elimina
  12. I complici dell'Isis hanno sfilato a Parigi in difesa della libertà di stampa e dei valori dell'Occidente. I vari Cameron e Hollande sono infatti i principali responsabili, unitamente a Barack O' bamb
    a, loro complice e sodale, di avere armato i miliziani islamici (sul significato del loro ultra-integralismo ci sarebbe molto da discutere) con il fine di rovesciare il governo laico (e socialista!) di Assad.
    Il fine di Gran Bretagna, Francia e Stati Uniti è quello conosciuto. Rovesciare un governo laico come quello siriano e sostituirlo con un altro indicato semplicisticamente come “islamico”. Il motivo è presto detto. Un governo religioso ha come prima preoccupazione quella di irregimentare i comportamenti dei cittadini. Niente alcolici, donne più o meno velate e via delirando. Al contrario, un governo laico (e socialista) si preoccupa di più del prestigio nazionale e di modernizzare il proprio Paese. Più progresso tecnologico e maggiore attenzione al rafforzamento dell'apparato militare. E qui casca l'asino, perché il primo reale avversario della Siria nella regione è e resta Israele. Il disegno di Parigi e Londra, e ovviamente di Washington, è allora quello di indebolire o meglio spazzare via Assad ed il suo governo, espressione della minoranza alauita, e sostituirlo con un altro che potrà pure fare la voce grossa e strillare alla guerra santa ma che più in là di tanto non potrà andare perché non ne avrà la forza. E non si sognerà di attaccare l'entità sionista. Questo il quadro generale dentro cui bisogna collocare le vicende siriane. Poi succede l'imponderabile. In primo luogo perché il governo siriano ha resistito agli attacchi militari degli “islamici” e a quelli politici e diplomatici degli “atlantici” filo-sionisti che pretendevano di dichiararlo illegittimo e di accreditare come rappresentante del popolo siriano una cricca creata e sostenuta da loro stessi. In secondo luogo, perché quegli stessi islamici, sostenuti ed armati dagli “atlantici” filo-sionisti, hanno finito per crescere troppo e i militanti hanno finito per scavalcare i propri capi e per rivolgere la propria attenzione altrove. Ammesso che i veri autori dell'assalto a Charlie Hebdo siano stati addestrati in Siria, nelle aree occupate dall'Isis. Quello stesso Isis che nel frattempo sta massacrando i cristiani presenti nell'area oltre ai membri dell'antichissima comunità zoroastraiana. Una strage che avviene, guarda caso, nel più completo silenzio dei criminali Hollande e Cameron che ne sono i primi complici, avendo fornito le armi ai killer. Ciao Tony

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Direi che la tua disamina sulla vicenda siriana è molto pertinente....pur con qualche precisazione ,ma non importante nel contesto illustrato.
      già,poi succede l'imponderabile,Assad resiste,Putin interviene....come,per altri versi,anche in Libia,ora un caos totale,con un governo impiantato dagli atlantisti che non è in grado di gestire il Paese......
      Quanto all'Isis,se volessero davvero eliminarlo militarmente e territorialmente ,basterebbe una settimana.
      Par siano stati addestrati in Yemen,e Al Qaeda rivendica pure l'attentato....tanto per far sapere chi dirigerebbe la barca del fondamentalismo...e non il Califfo.
      L'Isis non va tanto per il sottile,cristiani,zoroastriani,curdi...insomma,tutti quelli non in linea con loro.
      Ma qusti non contano,non sono in Europa,come Boko Haram....

      Elimina
  13. In pieno accordo con il nostro Dracula e Tony....ma vedo che più sopra c'è chi mi conferma la validità di alcuni proverbi.
    A Roma ne abbiamo uno sipatico...ma prfondo
    "Er gatto della credenza(mobile o sgabuzzino dove si conservano varie cose)... quello che fà penza"
    Saluti Tonino

    RispondiElimina
  14. Il buon,semplice "Francesco",mi ha lasciato di sasso...in una intervista sull'aereo per le Filippine...da buon Gesuita...ma sorprendentemente per un buon Cristiano...ha sentenziato così....
    No! alla violenza....sopratutto per opinioni contrarie..sulle volontà di Dio...(questo è mio)...troppo in contrasto tra loro in funzione dello spazio e del tempo e per i troppi Profeti che non sono mancati e non mancano in questo mondo.
    La gente "razionale"(continua Francesco)...non offende le altrui opinioni(sopratutto se religiose), anche per non essere offesi,e pretendere rispetto, per le proprie.
    Poi aggiungerei...sempre co' stì proverdi....uno preso dalla perfida Albione ...molto indicativo...perché "frutto spontaneo" della "loro natura".....comune ad altri gruppi sociali.
    "Non getti sassi chi abita in una casa di cristallo".....
    ne consegue che.....
    è comico fino a rasentare il grottesco sentire critiche di intolleranza religiosa...verso una o altra delle tante religioni,del mondo, da chi si trova(per puro caso) ad essere nato...magari in una tra le più identitarie e intolleranti....tra queste.
    Ciò include anche gli atei convinti...quando diventano "missionari" intolleranti... che la loro è la sola unica retta religione....(vedi.... lo Stalinismo...e le 50 chiese solo a Mosca fatte saltare per aria).
    Ebbene che ha detto "Francesco"per chiudere l'intervista....eh no! ...non tutto è consentito...se il mio amico (che gli stava vicino)offende mia madre,alla quale voglio bene...gli dò un pugno ...è naturale!...."IPSE DIXIT"....e mi trovo d'accordo con Lui.
    Le genti...termine spesso usato nel primo Cristianesimo per identificare,gli umili che costituiscono la maggioranza del genere umano... la folla,massa "priva" di identità...Io ho,"invece", l'impressione che lentamente sta evolvendo...ed è sempre "meno facile" prenderla per l'ano.....
    Attenzione,poi,agli apprendisti stregoni( sperando che non ce ne siano in giro) a non provocare l'ira di queste folle(quando queste inquadrano ognuna un miliardo e mezzo di seguaci)
    Solo come crudo calcolo delle probabilità)...possono avvenire tre fatti.....
    -Non succede niente di gravemente "eclatante"(come mi auguro Io) perché prevale il buon senso dei Governanti delle varie Nazioni
    -La terza e "ultima" guerra mondiale...,se la situazione sfugge di mano...e i vari popoli si mettono a litigare tra loro(in effetti Noi)...
    -C'è anche un terzo caso... che non litigano tra loro,ma per uno scherzo del destino(e per grazia dell'Altissimo),si "affratellano".....allora sicuramente,finalmente ci sarà pace sulla terra..anche se non immediatamente.....e senza qualche inevitabile colpo di coda.
    Mi auguro che i Potenti della terra facciano molta attenzione alla geografia demografica delle genti ...facendo ogni sforzo.ad affratellarle ... attenti a non creare contrasti di sorta... .perché queste "anonime genti" sono presenti e sparse in "tutto" il mondo...e non è piacevole vivere l'unica vita,concessa, in un qualsiasi Stato, tuttisottoposti ad una rigida polizia mondiale.
    Saluti Tonino

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io credo che certe frasi (che hai citato)del Buon Pastore della Plata,non siano molto in linea con Gesù Cristo...che parlava di porgere l'altra guancia..che le dica io o tu,ci sta pure...un po' meno un papa cattolico.
      se poi ci aggiungo pure questa "ognuno deve procedere verso quello che lui pensa sia il bene".,potrebbe assomigliare più al relativismo di Nietzsche che al Cristo:
      Se poi vuoi la mia idea di agnostico,quindi al di sopra di ogni sospetto,ho l'impressione che questo Papa sarà quello che darà il colpo definitivo al cattolicesimo,nonostante si prodighi per metter ordine negli affari terreni della Chiesa,un po' meno in quelli spirituali.
      Nell'ansia di esser troppo vicino al mondo secolare,devo dire che la frase del pugno andava forse bene per Don Camillo (che poi si sarebbe certo pentito davanti al suo Gesù crocifisso),non certo per un Papa,troppo amante dello spettacolo..
      Credo che invece,nonostante tutte le critiche sollevate e la sua indubbia mancanza di carisma,sia da rivalutare il discorso di Papa Ratzinger a Ratisbona del 2006..Un discorso,condivisibile o meno,ma da Para,non da don Abbondio curato di campagna,come il buon Francesco..
      Il fatto è che ogni considerazione critica su Islam ed Ebraismo,solleva immediatamente un diluvio di accese reazioni,mentre sul Cristianesimo si può dire di tutto senza problemi,a volte un vero sport....senza contare le migliaia di cristiani fatti fuori nel mondo con l'unica reazione di pregare per loro...predica bene ,ma razzola male..."se il mio amico offende mia madre,alla quale voglio bene...gli dò un pugno"...beh,non ho visto tanti pugni in queste occasioni (di morti,non di offese),solo inutili giaculatorie e genuflessioni...
      Chi si fa pecora,il lupo se lo mangia...a volte,il vero Papa sembra Putin...eh eh..

      Non difendo nessuno per principio,mi limito ad osservare i fatti, da buon agnostico.... a parte che diffido del gesuitismo.

      Quanto alle tre occasioni,escludo la seconda e sopratutto la terza....lo vedo lontano l'affratellamento - .si tirerà avanti alla bene e meglio con la prima,finchè durerà...poi dipenderà molto dal caso e dalle circostanze che si verranno a creare in campo mondiale.....

      Elimina
  15. Visto che parli del pugno di Pampurio, guardati un po' questo link:

    http://www.dagospia.com/rubrica-29/cronache/che-papa-rock-dopo-storia-cazzotto-bergoglio-ne-fa-altra-92620.htm

    se non sbaglio le corna sono quelle del demonio. A questo punto, che si tolga la veste bianca e la papalina, questo dissimulatore, e che si vesta da Lucifero con la coda,le corna e il tridente, questo emerite imbecille! Carnevale è alle porte.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non sono addentro al significato esoterico o meno di certi segni....ma sia come sia,diavolo o amore (come sostiene Dagospia)....sempre di corna si tratta,e non credo sia un atteggiamento degno di un Papa,forse Berlusconi...
      Questo sta scambiando un pontificato con una carnevalata....
      Se poi è come dici,sarebbe appunto più adatto un altro costume...

      Elimina
  16. Anche qui si parla di viaggio del papa all'inferno. E qui si è vestito proprio come un bonzo prestandosi allo scherno del testo di Battiato "Gesuiti euclidei vestiti come dei bonzi a corte degli Imperatori..."


    http://www.effedieffe.com/index.php?option=com_jcs&view=jcs&layout=form&Itemid=142&aid=311894

    RispondiElimina
  17. un "memento"ai mestatori nel torbido,(ammesso che ci siano,e se sì.... ovunquque siano)...la Messa di Francesco a Manila.....7 milioni di persone d'accordo...sul loro sperato futuro.
    E' vero che è "gente" anonima...che poco conta nello scacchiere mondiale(rivalutata da Paolo di Tarso...come "gentili"....ma non fresconi)ma 7 milioni....ben uniti e concentrati.... sono veramente tanti
    Molti di più di tanti stati e statarelli che come funghi,nacquero, nascono e muoiono...con facilità... nell'area tormentata.....del Medio Oriente.
    Sono del parere...riferendomi al tuo commento...che i due grandi blocchi religiosi....Cristiani,Islam(1,5 miliardi di fedeli ciascuno)...non hanno "nessuna intenzione" di litigare tra loro....sopratutto per le barzellette,stupide e volgari....nei loro confronti....di un giornaletto...da quattro vecchi Franchi...in oltraggio banale e gratuito. alle loro tradizioni.
    Il "cui prodest"ammesso che ci sia...non conviene a nessuno dei due blocchi...per cui...è mia impressione che...a parte alcune frange(che va a capire che hanno in testa,e chi li manipola)....l'identitarismo tanto pubblicizzato....non trovi un importante seguito nei tre miliardi di "Umani"....che vorrebbero,invece, vivere in pace...nelle loro terre...con le loro tradizionali e irrinunciabili convinzioni....senza dare facile seguito a presunti "veri o falsi" profeti....che si beano in guerre sante(sopratutto se non sfiorano loro).
    Lo hanno capito pure i Governanti(che i loro governati li guardano con attenzione)... e che le"Genti"non sono il "primo" gradino evolutivo primitivo dell'uomo...ma la parte migliore dello sviluppo umano...che nella semplicità senza la prevaricazione...spera di vivere la propria sola unica vita.
    Saluti Tonino

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mah...non saprei proprio.....che le genti comuni vogliano vivere in pace,è ovvio....ma visto come van le cose (e come son sempre andate) credo che contino poco,rispetto ad altri interessi e ai fanatici..
      Non ci sono DUE ISLAM,è uno solo (negli elementi di fondo).....diversi sono gli atteggiamenti delle persone,dei fedeli...attualmente alquanto passivi nel condannare chi invece vuole questa guerra,a quanto sembra,e come dimostra l'appello del governo inglese ai 1100 imam e rispedito al mittente..
      Quanto al Cristianesimo,è troppo remissivo per reggere il confronto,capisco la volontà di pace ...a quanto pare servita a poco per ammansire Hitler...
      La Storia dovrebbe insegnare sempre....è vero che non tutti gli islamici sono terroristi,ma è pure vero che attualmente tutti i terroristi sono islamici.....oltre a quelli Usa....stessi interessi,non certo per la pace.

      Elimina
  18. Altro che favorire Le Pen:

    http://www.lantidiplomatico.it/dettnews.php?idx=11&pg=10160

    L'attentato ha rivitalizzato il presidente fantoccio e quindi anche il governo filo UE

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non durerà molto l'onda,i problemi restano tutti sul tavolo,.passata l'emozione,la ragione tornerà...vedremo a marzo le elezioni...

      Elimina
    2. http://www.lantidiplomatico.it/dettnews.php?idx=6&pg=8220

      Elimina
  19. Buonasera…
    Sono Lucia che è stata molti fregata io hanno perso speranza poiché che vuole un prestito di 43.000€, ma io hanno inteso parlato della Sig.ra milani CINZIA. All’inizio ero un po’che diffida ma dopo le diverse procedure rassicurate per noi due io hanno finito per avere il prestito chiesto sul mio conto. Volete prendere contatto con essa se avete bisogno di un prestito presso una persona onesta e serietà ecco la sua mail contattate – rapidamente: cinziamilani62@gmail.com

    RispondiElimina
  20. I veri esseri umani sono coloro che sanno venire in aiuto ai loro simili quando soffrono. Quest'uomo mi ha fatto un prestito di 85.000 euros... senza il tutto complicarmi la macchia al livello dei documenti che chiedono le banche in occasione delle domande di prestito. Ho deciso oggi di testimoniare nel suo favore voi potete contattarlo per e-mail: e-mail: (muscolinogiovanni61@gmail.com)

    RispondiElimina