domenica 14 dicembre 2014

ROBOCOOP

LA COOP SEI TU (?)....MA LA GRANA E' COSA LORO...

Il vero sistema organizzato scientifcamente ed ovunque per il malaffare e il ladrocinio è quello delle COOP... che non si occupano solo di alimentari,ma di costruzioni,appalti d'ogni genere,finanza,assicurazioni ,finanziamento al partito,energia,rifugiati e ora col degno socio Soros,pure di intrallazzi internazionali....non pagano tasse come gli altri e funzionano pure da banca illecita.
Coprono ogni branca,come una piovra
Questo è il SISTEMA COOP,non fatti isolati ed estemporanei di malandrini occasionalmente riuniti.
.Sistema che da sempre ha un referente politico che foraggia e da cui trae coperture e privilegi.Uno scambio collaudato nel tempo
Un sistema da smantellare.
Le Coop impiegano gli oltre 10 miliardi del prestito dei soci in operazioni finanziarie, dai Bot alla Borsa.
Insomma le Coop sono finanziate, agevolate fiscalmente e non possono essere controllate dalla Bankitalia in quanto non sono banche.
Questi mostri creati dalla sinistra hanno imparato molto bene dai banchieri: privatizzano gli utili e socializzano le perdite,come nei recenti casi in Friuli.
Altro che leggi patetiche e commissari varati tartufescamente dal Pentolaio sull'onda della paura per la perdita di consensi ....ma senza mai affrontare il problema alla radice !
Si dirà,ma non sono i soli malfattori! vero,ma caso strano in quasi tutti gli imbrogli c'è una Coop di mezzo e comunque nessun sistema truffaldino è parimenti ramificato nel territorio nazionale.
Oddio,ce ne sarebbero altri,ma di natura ben diversa.....meglio tralasciare...
Se non smantelli questo sistema di malaffare legalizzato,è solo l'ennesima presa in giro.
Hanno pure ottenuto che il loro presidente diventi ministro del lavoro...una vera farsa...ora manca solo che Provenzano diventi ministro della giustizia.

Ed è pure inutile,nel caso di Roma, ch
e le varie truppe  cammellate mediatiche vogliano farci credere che quattro sfigati buttafuori,tra cui il cecato della Magliana,erano i re di Roma,i burattinai della mafia nera...ma ce pensate,i Badalamenti,i Riina,i Santapaola all'amatriciana che si riuniscono al bar o alla pompa di benzina....e che se preoccupano de farsi restituire un orologio da 600 euro...il tremendo boss cecato e soci...!

LINKS (tanto per non parlar al vento)














25 commenti:

  1. Finalmente lo stanno mostrando anche in tv e l'omertà si sta squarciando. Stasera alla Gabbia hanno Cooperativa Carnica, un servizio dal titolo "I privilegi inaccettabili delle Coop",

    http://www.la7.it/dirette-tv
    questi fanno finanza brutale, con agevolazioni fiscali che fanno concorrenza sleale alle comuni aziende nostrane.
    Un mucchio di trombati non potranno riavere indietro i loro risparmi perché i C/C sono bloccati. Farabutti schifosi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hanno mostrato , (mi è rimesto il verbo nella tastiera).

      Elimina
    2. E meno male....anche se continueranno,stanne certa....parchè il pentolaio è solo un bluff....e a Roma,è paese la disinformazione che cerca di addossar la colpa a 4 sfigati,invece che al sistema meso su da Buzzi...anche Marino il cretino passa per innocente....insomma,è tutta opera del guercio,der salsiccia,del monco......ah ah che ridere,che roba....che media!

      Elimina
    3. Al centro del malaffare c'è una COOP Rossa....un sistema esteso pure ad altre ,Ong comprese....esaltata da vari piddioti,ora tutti dispiaciuti...troppo comodo e comico esaltare il guercio a re di roma....vero Travaglio...?

      Elimina
    4. Il marchetta ha annunciato che Roma sarà città delle olimpiadi ah ah tanto per mettere qualcosina sotto coperta ah ah ah ah ...siamo un paese da medaglia d, oro dice,,,,,!,,!,,,,,,,, manetta ti va? ............

      Shad

      Elimina
    5. Sì...olimpiadi delle mazzette.....ma ormai la tecnica da venditore di piazza del pentolaio la conosciamo....appena gli succede qualcosa di storto,lui immediatamente rilancia una qualunque promessa,che ovviamente non potrà mantenere,tanto per imbonire e calmare le acque...così con le patetiche leggi anticorruzione,così con le olimpiadi....e rtutto il resto.Spiegherò prossimamente nei dettagli questa tecnica prossimamente.
      Sempre più farsa....ma i pennivendoli vermi,tacciono.

      Elimina
    6. anche i piddioti omertosi tacciono alla bruttto dio, quando si tratta degli altri si lanciano in picchiata come condor famelici sti omerdosi del cazzo.....ma la convizione che hanno da dove li deriva, ma forse che forse, gia che non hanno ancora ficcato dentro il nome dekll'innominabile vuoldire che specchi buoni sono finiti,,,,,

      Elimina
    7. è il lascito di sessantanni di rincoglionimento dei peones coi dogmi piddioti....e in cui i così detti intellettuali organici,i servi del padrone,hanno svolto un ruolo sciagurato.

      Elimina
  2. Un altro articolo relativo alle 'banche non banche' COOP:

    http://www.mondoallarovescia.com/la-storia-della-banca-clandestina-di-nome-coop/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ks....e la finanza,Bankotalia,magistratura....dove stanno?

      Elimina
  3. Ho trovato questa...

    Togliatti nel secondo Consiglio nazionale del Partito comunista italiano del 7 aprile 1945: «...Non è pensabile che un gruppo di avanguardia si organizzi isolatamente dalle masse per garantirsi condizioni di privilegio nella soluzione di determinati bisogni economici. Non possiamo dunque essere un partito di leghe e cooperative per la natura stessa del nostro partito».

    Evidentemente cambiò idea...

    RispondiElimina
  4. Se smantelli le coop smantelli il PD, quindi smantelli l'Euro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concatenazione quasi corretta.....a patto che al pd non subentrino al governo altri servi degli usurai,tipo Berlusconi,Ncd,e altri sciagurati....

      Elimina
  5. Johnny : "e la finanza,Bankitalia,magistratura....dove stanno?"

    Tutti dalla loro parte. Non è possibile essere arrivati a questo punto se non ci fosse stata la loro complicità.

    Forse mi sono distratta ma non ho ancora sentito la magistratura intervenire duramente contro la confisca di capanni industriali, di macchinari e utensili di tanti imprenditori poveracci usurati da Equitalia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sicuramente....ormai la storia di Mani Pulite e posteriore è chiara...fu risparmiato il pd dai magistrati,in cambio di una totale libertà e privilegi senza controllo...e se la magistratura è da terzo mondo lo si deve ai piddioti tenuti sotto ricatto dai magistrati,sempre pronti a riaprire i dossiers che hanno nei cassetti,nel caso dovessero alzare la testa.

      Elimina
    2. Ora aspetto la metro C di Roma e la tav.....caso strano la tav...ci sono denunce di malaffare,ma tutto tace.
      E le varie Coop e Ong che si occupano di rifugiati? A Lampedusa ci fu già uno scandalo Coop,come è finito? E i 225 milioni di euro evasi dall'Espresso-De Benedetti,condannato già in secondo grado,quando pensa la Cassazione di rispondere?
      Finirà tutto come Penati?
      Uno dei primi repulisti,nel caso dovesse cambiare il vento,sarà proprio nella magistratura,una cricca simile a quella politica.Le eccezioni non contano,e la Procura di Milano,vero porto delle nebbie,farebbe bene a togliere la gigantografia di Falcone e Borsellino nel Palazzo di Giustizia....inutile nascondersi dietro di loro,erano l'esatto contrario di questi magistrati.

      Elimina
  6. Anche se alla categoria dei “peggior sordi” appartiene la sinistra socialistoide e massonica che fa finta di non sentire,
    e di non vedere questo sistema coop truffaldino e del malaffare pur ritenendosi sempre dalla parte di chi “porta la pace e la democrazia” e “maestra di valori” (peccato che siano ultra-laicisti e anti-natura) . Sinistra che non ha capito, per la stolida ottusità di gran parte dei suoi fans, di essere dalla parte di quei poteri forti (fortissimi) ultramercantilisti, globalizzatori, che per prima dovrebbe combattere essendo gli attentatori delle sovranità nazionali e missionari di un regime totalitario come quello che sta dimostrando di essere la cosiddetta “Europa Unita”. Ma guai dirlo alle sinistre: peggior sordi non esistono, soprattutto dopo il lavaggio del cervello “progressista” imposto nelle scuole di Stato. Così abbiamo una sinistra che si batte per l’avvento di un mondo in mano all’ultracapitalismo globalizzatore dei banchieri e dei “filantropi” criminali alla Rockefeller, Rothschild e Soros: una bella evoluzione delle “idee de sinistra”, con guru alla Napolitano-Banalitano che non esita a distruggere il bacino d’influenza economico e politico dell’Italia (il Nord Mediterraneo e i rapporti privilegiati con l’Est) pur di ubbidire, da perfetto scagnozzo, ai diktat dei suoi superiori in grembiulino che infestano l’Europa: e questo è alto tradimento.
    Ciao Tony

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Stavano sempre dalla parte sbagliata...prima con l'Urss,ora con gli usurai....mai con il loro Paese.
      Per 60 anni il popolo italiano è stato oggetto di un rincitrullimento ideologico totale (anche con la complicità cattolica,non a caso cattocomunismo) che distorceva anche la Storia a beneficio dei loro miti,ad esempio, il mito resistenziale che ormai usciva dagli orecchi degli italiano,non capendo che alla fine il suo continuo essere inculcato non poteva che produrre un effetto contrario in molti,il rigetto.
      Ma il danno era stato fatto,con la compiacenza di intellettuali organici al servizio del mito e dietro laute prebende.Così si è venuta a creare una siuazione unica in Euripa,dove col crollo del muro (e anche prima) sono spariti tutti i Partiti Comunisti,meno che da noi a seguito di vari ricicli,sempre accompagnati dalla solita retorica e dai soliti marpioni.E' stato il metodo teorizzato da Gramsci,gli intellettuali al servizio del partito per egemonizzare la cultura del Paese.
      In questo la DC ha avuto grandi colpe,disinteressandosi totalmente della questione culturale,per dedicarsi alla egemonia economica dello Stato.Pensavano che bastasse la religione e la Chiesa a riempire questa mancanza,ma non è stato così,e alla fine sono spariti,non essendo supportati da nessun pensiero importante e laico.
      La stesa cosa che ora sta accadendo al Pd,privo ormai egli stesso di un pensiero forte,ma dedito solo al pragmatismo del potere.Resta in piedi ancora per quel retaggio mitologico in cui neppure lui crede,ma che nei peones imboniti da decenni ,ancora esiste nonostante tutto,tutti i rospi e contrordini che han dovuto ingoiare.
      E' questo il paradosso....! un po' come la squadra del cuore che non si cambia mai....anche se non esiste più.
      E' un discorso che ho sentito fare a più di uno di loro,vivono la politica come tifosi,non in base alla realtà.Un fenomeno tutto italiano che Craxi (non supportato da gente all'altezza e rubando come gli altrio che ribavano da anni) aveva capito benissimo,tentando l'operazione che fece Mitterand in francia,dove i comunisti sono marginalizzati da tempo a forza minore.
      Ma gli italiani sono sempre gli ultimi a capire come popolo,e ora ci troviamo (via Berlusconi,nato per il fallimento craxiano)) in mano al golem PCI - DC,il pentolaio.
      Un golem che incarna il peggio di 70 anni di trasformismo,un visione priva di qualsiasi pensiero culturale,etico e politico,il piddiotismo.

      Elimina
  7. La provenienza degli alimenti è imbarazzante: Egitto, Cuba, Uruguay, Cina, India... insomma, ma dove cavolo è finito il prodotto Made In Italy? In pratica tutto quello che mangiamo, beviamo, consumiamo viene da altri paesi, ma è marchiato Coop. Ecco cosa portate a casa.Video

    https://www.youtube.com/watch?v=XI5rh7qn29k

    RispondiElimina
  8. Un po' OT...ma in linea col malaffare di alcune coop-erative......che è ormai,almeno in Roma ,un fatto,assodato.
    Tutti si lacerano,in questi giorni, le vesti,e si strappano i capelli(Io no!perché ne ho pochi)...che il barile d'olio(tenuto gonfiato,vista la disonibilità odierna) è crollato(addirittura si vende,in molti luoghi, a prezzi più bassi del listino, cioè al mercato nero)....
    Ma questa,non è una piaga d'Egitto, è una grazia anticipata del "Bambinello"....perché noi consumiamo qantitativi immensi(diverse centinaia di migliaia di barili al giorno) di questa materia prima....
    -per produrre energia elettrica
    -per produrre benzine/keroseni/gasoli per autotrazione,riscaldamento,usi industriali vari....
    -e "importantissimo"....per la produzione di tutti i componenti basici della petrolchimica(detergenti,plastiche,gomme artificiali,manufatti per,l'industria, l'edilizia,la casa,gli arredamenti/elettrodomestici.).senza i quali torneremmo all'età del legno,della pelle,della lana e della carta....e metà popolazione.
    Un po' di calo,nel costo, lo abbiamo visto alla pompa ,nel fare(chi lo può) il pieno(????)....ma i grandi ribassi possibili....sulle bollette energetiche dei privati e degli operatori(piccole/ medie imprese....che potrebbero abbassare i costi di produzione....e quindi aumentare le vendite)....non si vede granché....quasi niente.
    Faccio una scommessa....vedrai che tutto questo ben di Dio(di risparmio) se lo cucca in buona parte il Moloch che tutto divora....lo Stato Tassatore(che oggi ha battuto il record"olimpico",senza aspettare il 2025,quello degli incassi...40 miliardi)....
    I più fervidi ingegni stanno sicuramente studiando nuove accise.,a pareggio..per coprire nuove,eventuali, "overheads" di molte opere private,miste o pubbliche.... in atto e in pectore)
    P.S. Overhead è un termine tecnico(è una voce di bilancio che non corrisponde ad oggetti reali),che però copre tante voci ,indispensabili, nell'acquisizione/esecuzione di un appalto...
    In America del Sud p.e.( assolutamente non Italia dove siamo onesti... e tanto meno a Roma come tante malelingue ,in questi giorni,insinuano)...copre rimborsi vari per compari che hanno presentato offerte,in concorrenza, con prezzi alti,per tenere alto il prezzo di acquisizione...entrature/facilitazioni in private e meno private organizzazioni. di controllo....last but not the least (ma quì saremmo in pieno malaffare)acquisto di componentistica a prezzi gonfiati da fornitori amici degli amici.... o affitti/prestazioni varie...un po' troppo fuori mercato...sempre da amici degli amici.
    Ripeto Noi siamo in Italia dove tutto,fortunatamente, ciò non avviene. o in maniera locale e limitata.. lo dicono i nostri Capi...E allora perché non vediamo sostanziali ribassi in tutto?????
    Sicuramente di ladri ne abbiamo pochi,in casa,rispetto ad altre Nazioni( da Noi,al più...qualche pensionato al supermercato che si frega una scatola di tonno).
    Saluti Tonino

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sul prezzo del petrolio avrei intenzione di farne un post,visto che quel che sta succedendo ha esclusivamente una matrice politica che può rientrare nella più vasta guerra valutaria in atto tra usa e russia e brics.
      Ci sono varie ipotesi che vedremo.
      Intanto godiamoci questo inaspettata diminuzione (e di meno entrate per lo Stato).
      certo,la diminuzione del barile di circa il 40% non corrisponde a pari diminuzione alla pompa,ma come tu sai nel prezzo della benzina c'è una componente altissima di accise.
      Per le aziende,a livello energetico, non si vede un gran che,perchè sono gravate da una bolletta elettrica esorbitante rispetto ai concorrenti,francesi ad esempio.
      Noi importiamo da loro la nucleare.
      Quanto al resto dei derivati industriali del petrolio,non saprei se l'iter del prezzo è lo stesso della benzina.non so a che norme ed accise sottosta.
      Qualcuno sii stratta le vesti perchè questa diminuzione ha anche effetti negativi sulla moneta che a sua volta influisce su molte cose.
      E quando mai è diminuito tutto per la diminuzione del barile? a volte addirittura nemmeno la benzina.!

      Elimina
  9. Il mio commento...necessariamente succinto....evidente per chi per decine di anni lavora o ha lavorato con questi "conti della serva" ...che regolano la redditività o no delle medie piccole aziende...non è immediatamente captato da tutti,e generalmente e spesso volutamente non toccato dai testi di macroeconomia....Sono atmosfere che naturalmente si fiutano,solo se sei vissuto nell'ambiente.
    Confermo che i derivati del petrolio...condizionano oggi il nostro benessere al quale siamo abituati....come esempi,riduttivi,ma omnicomprensivi...dentro casa le pitture delle pareti,tapparelle,i rivestimenti(e interni) dei salotti,la maggior parte degli elettrodomestici(telefoni,televisori,computers,mobili vari...)...e se apri gli armadi i nostri vestiti misto lana/resine varie,scarpe,cinte,borse.....e come prendi la maccina ...i sedili dove ti siedi,il manubrio col quale guidi..i fari....e a parte il motore...e "parte" della scocca ..."tutta plastica.....Entra al supermercato e guarda come ti sono confezionati, smerciati e imbustati i prodotti...mi fermo qui....ma potremmo scriverci un libro.....su queste migliaia prodotti.dove dietro ci sono migliaia di piccole aziende
    Questa è l'ossatura della media/piccola industria che dà lavoro a milioni di tecnici e operai.
    Non ci sono accise,in questo settore ...ma le tante note tasse....e i costi di produzione....,rimanendo invariati tutti gli gli altri costi...dipendono sensibilmente dal costo della materia prima e della bolletta energetica(il calo non è proporzionale...ma sensibile).
    Morale...crollo del prezzo della materia prima...e del petrolio che i "raffinatori" usano per produrre energia elettrica...risparmio per l'indotto.
    Ciò dovrebbe incidere sensibilmente sui problemi,nei loro conti, oggi denunciati dai nostri imprenditori,produttori di oggetti finiti.
    La mia era una domanda ,retorica,con la risposta scontata...chi sta godendo...oltre i petrolieri...e le grandi multinazionali che producono la decina di prodotti base della petrolchimica?????Non lo so lo chiedevo a te....ma ho il dubbio che i medio/ piccoli trasformatori di questi pilastri del consumo(petrolchimici basici)....per fare,nei loro impiantini, le migliaia di oggetti finali in plastica,....che sono in mano a "connazionali"(non multinazionali) e sono tantissimi(la piccola/ media industria) per ora vedono briciole.
    Per il nucleare....una considerazione aggiuntiva alla tua....anche in questo caso devi acquistare un combustibile(quello nucleare)...che non ti regalano....e a meno che non hai portaerei e/o capacità di reazione o raccomandazioni...è un cappio al collo(e se vogliono non te lo vendono...o non te lo vendono più...una volta fatto l'impianto)....
    In molti casi,per questi impianti, c'è spesso il risvolto pericoloso dell'uso del nucleare....i sottoprodotti.... si dice che c'è chi col pretesto di fare acqua dissalata ha costruito pazientemente(in mezzo secolo) un arsenale bellico....ti sei mai chiesto perché l'Iran non riesce a fare la sua centrale?....eppure spergiura che vuole solo sostituire le candele con le lampadine,nelle case..
    Conclusione...ad oggi in Italia...non appare evidente quella,se pur modesta ripresina,che ci si aspettava, conseguente ad un grande risparmio sul debito corrente estero....dovuto all'acquisto dell'olio..
    Qualcuno però ,almeno per ora e fin che dura,sta gogendo.
    Come vedi il mio commento(questo e il precedente) è una domanda ,più che una risposta...Saluti tonino.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guadagni o meno da questa situazione,dipende anche dai settori produttivi che fabbricano o trasformano i derivati e dai loro costi fissi e variabili.Quindi è difficile dire di quanto e chi beneficia nel ramo piccole medie aziende.
      Il "godimento" di questa situazione io credo che non sia di nessuno dei produttori e distributori del greggio (mi pare ovvio,se il prezzo cala,incassano meno) a ilvello economico (se non alla pompa),perchè tale operazione è essenzialmente politica come ho detto.Quindi i benefici,se l'operazione andrà in porto,saranno politici per gli Usa in questa guerra valutaria e contro Putin,o di Putin se non lo avrà.
      La riduzione del prezzo del petrolio sostiene il corso del dollaro,altrimenti sarebbe deprezzato e l'export russo,pur ricavando meno,è immediatamente convertito dollaro contro oro.Così sta facendo pure la Cina.Questa storia non va vista dal lato microeconomico,ma macroeconomico e valutario.
      Certo,chi guadagna in questo frangente sono sicuramente gli Stati importatori (italia compresa),che vedono calare la bolletta petrolifera.Ma ne parleremo più diffusamente al prossimo post.
      Ho solo accennato al nucleare nel senso che ne importiamo parecchio e che non c'entra molto con la situazione petrolifera, import che pesa abbastanza sulla bolletta energetica di Stato e delle aziende.
      Gli acquisti da paesi OPEC (-29,9%) e Russia (-18,6%) sono in marcata flessione. L'import di petrolio greggio (-26,1%) e di gas naturale (-35,0%) è in forte contrazione.Quindi il calo della bolletta petroifera dipende molto anche dalla mncabnza di domanda dovuta alla crisi.

      Elimina
    2. Inutile...se non aumenta la domnda,non può esserci nessuna ripresa.Se poi considero che l'import energetico italiano è di 55 miliardi e che paghiamo 70-80 miliardi di interessi annui agli usurai.....

      Elimina
  10. I prodotti eccezionali rendono migliore la vita di tutti i giorni. Scopri orologio da muro modello watch. Vai su http://www.vitalbios.com/A/MTQ3Nzc2MTYwNCwwMTAwMDAyNCxvcm9sb2dpby1kYS1tdXJvLW1vZGVsbG8td2F0Y2gtNjgzNy5odG1sLDIwMTYxMTI2LG9r

    RispondiElimina