domenica 9 novembre 2014

Convegno: EURO, MERCATI, DEMOCRAZIA 2014: L’ITALIA PUÒ FARCELA?

EURO, MERCATI, DEMOCRAZIA 2014: L’ITALIA PUÒ FARCELA?
Convegno organizzato da A/Simmetrie e Alberto Bagnai
Hotel Majestic- Pescara

Questo video,godetevolo a pezzi e con calma, dato che dura più di 5 ore,specie l'intervento introduttivo di Vladimiro Giacchè,che vi aprirà gli occhi su molte cose accadute in Germania,un pezzo di storia che forse non conoscete e che ha influenzato non poco la costruzione europea.
(da minuto 50 a ore 1,47).
Ma ovviamente anche tutto il resto.


32 commenti:

  1. Interessanti anche i contributi critici,lontani comunque dal bigotto filoeuropeismo.
    Intermezzo politico,ma in tema.
    Presenti e interventi pure di Salvini,Meloni,Colletti,M5s,Cuperlo e Bertinotti.
    Raccogliamo solo gli aspetti positivi...e non gli inevitabili aspetti di tribuna politica...specie dell'esponente M5s....

    RispondiElimina
  2. scusa non ho guardato il video lo farò, ma mi puoi dire cosa c'entra Cuperlo? per rispondere alla domanda, in cuor mio so che l'Italia non ce la farà, non tornerà mai più in parametri di normalità, il lavoro non esiste più, non c'è piu nessuna prospettiva o garanzia per nessuno (nessuno molto tra virgolette, esiste un'ampia fetta di società che guarda all'ebola e non vede altro, forse sta molto bene per poter disquisire del nulla in tranquillità) shadow

    RispondiElimina
    Risposte
    1. credo sia stato invitato come gli altri politici per un breve giro di domande sul tema Europa.
      Può farcela solo fuori dall'euro

      Elimina
    2. eh.......si.......... ma uscire? ma quando mai? non credo mai si verificherà questo acclamato evento..........purtroppo per noi...per tutti.........

      Elimina
    3. io credo invece che accadrà,la situazione non può reggere a lungo...il sistema imploderà.....e siccome siamo i soliti fessi,saremo pure impreparati..

      Elimina
    4. speriamo accada nel migliore dei modi, altrimenti vedo e prevedo che i soliti noti strombazzeranno all'unisono il loro "ve l'avevamo detto che era rischioso uscire" e questo sarebbe ovviamente il minore dei mali.....il fatto che la situazione è veramente grave! anche un insetto si renderebbe conto che la faccenda è artificiosa orchestrata a regola d'arte.....invece al contrario si ritiene sia una crisi,,,,di quelle che vanno e vengono perche l'economia è una molla! Rob de matt........shadow

      Elimina
    5. Sai,non sarà una passeggiata (specie se unilaterale),ma come ha notato anche l'inglese al convegno: perchè,ora la è?
      Nel medio termine,nessun sfracello,mentre andando avanti così,lo sarà.
      Certo,in ogni caso bisognerebbe prepararsi,avere un piano B come si dice,cosa che c'èpoco da attendersi da questi mentecatti

      Elimina
    6. no è vero è ovvio....non lo sarebbe comunque anche con gente piu preparata secondo me, ora stavo ascoltando una renzista dal debbio dire che le tasse esistono per migliorare la vita del cittadino ahahahahahahah ma dove vive sta sciacquetta...........qui con la scusa delle quote rosa hanno assassinato l'intelligenza per dare posto ad un esercito di chiaviche rincretinite

      Elimina
    7. ormai i renziani sono sdolo cabarettisti,appunto lì per gfar ridere con le loro uscite demenziali.....facessero solo questo..! Invece sono pericolosi,come il piccolo delinquente che li guida...già,le quote rosa sono il più grande insulto e disservizio alla categoria femminucce,una squadra di decerebrate mai viste...

      Elimina
  3. cosi dai tanto per ridere un po

    NEW CENTRAL GOVERNMENT PRESS RELEASED IN DATE 01/11/2014
    In order to defend the democracy stability, the new central government of the world is going to focalizing his attentiont on the development of particular political activities, essentially based on the reopening of concentrament camps. This measure, is going to becoming extremely necessary day by day, due by the controversial character of humans being, which restrain an objective and conscious partecipation to the longevity of democracy itself. The towards which the government is intending to proceed, is a large selection must be made on type and not on the base of race, religion or political position. The central government has established some requirements the people should have, to get the permission of keeping freedom and stay out of the camps to continue a normal life and so, the safeguarding of the democracy. The government has individuated this requirements on large part of italians citizens characterized by stupid actitude, lack knowledge of political dynamics, false moralism and high level of hypocrisy. These kind of people are better known in Italy with the name of PIDDIOTI, and they are rapresenting at this moment, the majority of population. The PIDDIOTISM is a pathologic and psychotic form of deviance widespread in Italy since the day the democracy was conceived and, despite her limits, she has proved to be the better political attitude to protect the democracy by the illogical point of view who attempt to subvert the system which the democracy has always keep to going on. For this reason and other related facts the New Central Governmet of the world has proclamed Italy as perfect model of LAND OF FREEDOM AND STABILITY

    Shadow

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah ah....! Che sarebbe questo comunicato? Una tua composizione?

      Elimina
    2. ahaah ahha si eh,,,,,,,,son compositore io, di versi......inutili ahah

      Elimina
  4. Ho visto che anche sul blog di Foa c'è il collegamento a questo convegno. Sei lì anche tu? Auguroni a tutti.

    OT: un piccolo favore. Tu che sei sui gruppi di FB, puoi mettere il link del mio post:

    http://sauraplesio.blogspot.it/2014/11/il-duro-matteo-del-giambellino.html

    sulla pagina FB di Salvini, che è questa qua:

    https://it-it.facebook.com/salviniofficial

    Grazie mille!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ok,fatto...c'era pure Foa al convegno...io solo il primo giorno,m'interessava in modo particolare l'intervento di Giacchè....ma brava anche Meloni...

      Elimina
  5. Grazie. Visto numerosi pezzi. Positivo che le forze politiche più disparate si parlino. Bravina e motivata, la Meloni. Un Berty Nights simpatico in grande spolvero, ma con un handicap non da poco: il peana su Papa Francesco. Se mi dice che il protettore dei Leokavallini Bergoglio è quello delle "radici cristiane", beh...allora è un po' come quei film che cominciano bene e finiscono male.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo l'intero programma del convegno

      Euro, mercati, democrazia 2014 – L’Italia può farcela?
      Le soluzioni alla crisi fra cessione e recupero di sovranità/responsabilità
      Convegno internazionale

      Programma

      Sabato 8 novembre, pomeriggio

      13:00-15:00 – Registrazione e caffè di benvenuto
      15:00-15:30 – Indirizzi di saluto:
      Anna Morgante, Presidente della Scuola delle Scienze Economiche, Aziendali, Giuridiche e
      Sociologiche, Università G. d’Annunzio
      Michele Rea, direttore del Dipartimento di Economia, Università G. d’Annunzio
      Piergiorgio Landini, Dipartimento di Economia, Università G. d’Annunzio
      Alberto Bagnai, Università G. d’Annunzio, a/simmetrie

      15:30-16:00 – Prolusione: Vladimiro Giacché “Annessioni monetarie”
      16:00-17:30 – Ritorno al futuro: scenari di uscita dell’Italia nel modello di a/simmetrie
      Modera: Antonello Angelini (a/simmetrie)
      Alberto Bagnai (Università Gabriele D’Annunzio), Andrea Boltho (Magdalen College, Oxford),
      Francesco Lippi (Università di Sassari).

      18:00-19:30 – Tavola rotonda: Il riscatto dell’Italia fra ideologia e politica
      Modera: Andrea Pancani (La7)
      Partecipano: Fausto Bertinotti, Andrea Colletti, Gianni Cuperlo, Giorgia Meloni, Matteo Salvini.

      20:30 – Cena

      Domenica 9 novembre, mattina

      9:00-10:30 – 9:00-10:30 – Tavola rotonda: Il rimbalzo del gatto morto: la ripresa dei paesi periferici fra
      propaganda e realtà
      Introduce: Alberto Bagnai (Università Gabriele D’Annunzio)
      Partecipano: Alekos Alavanos (Plan B), Piergiorgio Gawronski (SNA), Alberto Montero Soler
      (Università di Malaga).

      10:30-11:30 - Pausa caffè

      11:30-13:00 – Tavola rotonda: Informati o disinformati? La crisi e la retorica dei media
      Partecipano: Marcello Foa (Università della Svizzera Italiana), Riccardo Puglisi (Università di
      Pavia), Stefano Feltri (Il Fatto Quotidiano).

      13:00-14:30 – Pranzo a buffet

      14:30-16:00 – Tavola rotonda: Irreversibile? Lo smantellamento di unioni monetarie
      nell’esperienza storica.
      Modera: Christopher Granville.
      Partecipano: Claudio Borghi (Università Cattolica di Milano), Brigitte Granville (Queen Mary
      University, Londra), Sergio Cesaratto (Università di Siena).

      16:00-17:30 – Dibattito: Governare gli italiani è inutile?
      Modera: Mario Giordano (TG4)
      Partecipano: Alberto Bagnai (Università Gabriele d’Annunzio), Michele Boldrin (Washington
      University in St. Louis).

      17:30 – Chiusura dei lavori

      Per chi fosse interessato,qui trova tutto il convegno in streaming
      http://www.asimmetrie.org/past-events/euro-mercati-democrazia-2014-litalia-puo-farcela/

      Elimina
    2. Circa gli interventi politici,alla fine pur critici con l'Europa Cuperlo e Berty,non se la son sentita di dire : fuori!
      Sperano che si possa cambiare.
      Salvini e Meloni,ovviamente e nettamente per l'uscita.
      Il pentastellato,ancora insiste su sto referendum:nè sì,nè no...mah

      Noto che,pur essendo stati invitati,quelli di FI hanno declinato...e te pareva..! quando sento Toti,poi si capisce tuto.

      Elimina
    3. beh ma berty l'ultima volta lo si è visto non circolava in casa ULIVO,,,,,,abbiamo detto tutto. Cuperlo......vabeh cosa si può dire è comparso in area piddiotesca nel bel mezzo della farsa..........uno cosi dice implicitamente "sto cavalcando l'onda"...........conta meno di zero, un altra chiavica piddiotesca, pusillanimi e parassiti

      Elimina
    4. Nel migliore dei casi,certamente qualche piddiota meno piddiota credo che sia diviso internamente da una verità evidente delle cose e da una fedeltà al partito,nel peggiore nessuna divisione,ma compattezza idiota contro la verità e nel difendere i privilegi e le carriere,i renziani.

      Elimina
    5. parlo dell'euro,mentre intatte rimangono in tutti certe convinzioni ideologiche da araba fenice

      Elimina
    6. infatti sommando le cose a me risulta che siano delle chiaviche allucinanti............per un motivo o per l'altro, ma poi basta guardarli in faccia sti pezzenti, non sanno ne di carne ne di pesce, sembrano soggetti omologati fatti con lo stampino, basta osservare l'abbigliamento e capisci subito che sono chiaviche piddiote.....ma le faccie poi, tutte uguali tutte tutte, civati cuperlo fassina franceschini,,,sono pure umanamente insignificanti, non parliamo poi politicamente, sono il nulla piu totale.........almeno i destrosi si può dire siano boriosi per esempio........di questi nemmeno quello.........che ci vuole a prendere a calci in culo sta gente e a far sprofondare un paese in un incubo...........solo l'appoggio di Berlusconi probabilmente perche se no questi davvero potrebbero solo condurre le sagre e poco piu.

      Elimina
    7. Non siamo solo tifosi...! Concediamo a qualche piddiota meno piddiota di altri,il piano umano....certamente non quello politico.Non credo che umanamente Cuperlo,per quanto sempre astratto sui massimi sistemi,sia omologabile a una Picierno,ad una Serracchiani o Orfini..totalmente scartine umane e politiche.
      Anche tra i nemici non sono tutti uguali....
      Berlusconi è ormai una sciagura ambulante,per i suoi e per il Paese.
      Tutti i partiti hanno cercato di rinnovarsi,almeno come facciata,i vecchi leaders si sono defilati,l'unico ingessato da B. e FI...ma non sarebbe meglio che se ne andasse con Napolitano?

      Elimina
    8. Assolutamente! sgomberino la scena il prima possibile, napolitano, berlusconi e la melma piddiota soprattutto. Cuperlo? concediamo il lato umano? assolutamente no! di fronte a questa situazione se stai ancora pensando all'equilibrio del partito e non al resto di umano non hai niente, chi sta in politica riveste precise responsabilità e non puo concedersi ad astrazioni vagheggiamenti e voli filosofici vari, non sarai feccia, ma sei un automa e non un umano, Se tanto da tanto ovviamente,,,,,in genere i piddioti sono mezze scartine, ripeto basta guardarli in faccia,,,,,se penso a quella di Civati per esempio,,,,tante chiacchere e poi d'accordo su tutti i fronti con le sciagurate coreografie piddiottesche,,,,,se tanto mi da tanto non vali un cazzo nemmeno come persona, sempre dal punto di vista che politica significa responsabilità e se hai in mente di tenerti la seggiola pur di far carte false umanamente per me sei zero e puoi andare a zappare la terra, Non parliamo delle femmine piddiote, non ho mai visto tanta mediocrità per un briciolo di fama e 4 lire in piu al mese. Che schifo,,,,,,,,fanno pure la morale! Siamo a livelli bassissimi, forse non è ancora concime, concedo solo questo beneficio del dubbio. Con me i piddioti zero meno di zero,,,,,schiettezza, sempre!

      Elimina
    9. il punto che questi quando parlano di rivoluzionare, pensano a se stessi, le loro parole sono speculare alla loro caducità ideologica, politica, che sia di fronte oppure no alla questione euro. Se fate schifo ripeto, non è che tutti devono pagarne le conseguenze. Se fate in modo di essere onnipresenti ovunque (ricordo le angoscianti, col senno di poi parole, di Veltroni, il governo ombra) salvo poi defilare da qualsiasi responsabilità venga a loro attribuita. Se non avete compattezza al vostro interno............non significa che cambiando voi cambino anche le regole che determinano la situazione che vi sta intorno. Questi ritengono che zigzagando al loro interno perpetuamente, alla fine nasce un cambiamento radicale e tutto il resto intorno cambia da se, Ripeto, il PD, e la vecchia ideologia che lo ha generato all'alba dei tempi, per quanto abbia anche del buono, e oggi come oggi è di fatto l'antitesi di quello che stiamo vivendo (antitesi ma non la cura comunque) non sono il nucleo del mondo.........ovvero non deve esistere per forza. Ritenere di essere al centro e/o speculare ad esso, non è sinonimo ne di perfezione ne di idoneità........e comunque nessuno l'ha detto che voi siete il nucleo, ma dove sta scritto? nel nome del lato buono di un ideologia decaduta che avrebbe potuto essere diversa se,,,,,blah blahblah,,,,,si avrebbe potuto essere diversa soprattutto se voi, aveste mantenuto una linea di coerenza armonizzandovi con l'evoluzione dei tempi che di certo non correvano verso la vostra direzione,,,,,sono vittime di loro stessi e rompono le palle agli altri se non sono riusciti a mantenere fede ad un orientamento,,,,e vabboh non ce l'avete fatta ci sono tanti altri lavoro che (NON) potreste fare.......MA NON ROMPETE PIU I COGLIONIIIIIIIIIIIIII

      Elimina
    10. non avrei obiezioni su tutto ciò vhe dici a proposito dei piddioti,ma se permetti certe differenze trai i soggetti ci sono,e per quanto possa essere politicamente incomprensibile,non è la serracchiani....tutto qwui

      Elimina
    11. non ho nulla da obbiettare su questo paragone, ovvio che Cuperlo ha un background e lo si percepisce chiaramente, ma poi sul lato puramente pratico la vacuità di una serracchiani è incocludente quanto un "esiste un impianto liberista nell'europa e bisogna capire dov'è".......ahahaah dai.....puoi fare sto discorsi a chi è a digiuno completo anche del significato di liberismo, non in un convegno di questo tipo...cioè siamo obbiettivi.....poi a non essere la serracchiani ci vuole poco, basta essere un po di piu di una mezza chiavica...eh daih!....

      Elimina
    12. " "esiste un impianto liberista nell'europa e bisogna capire dov'è"...in effetti,qui ti do ragione...visto che non parlava alla festa dell'unità piddiota,ma a gente che qualcosa di macroeconomia ne mastica!

      Comunque il principio generale che volevo esporre,è che è sempre meglio aver a che fare con persone intelligenti,magari anche in mala fede,che con analfabeti di ritorno in buona fede,i più dannosi,perchè solo fanatici e ignoranti acculturati.
      Ogni riferimento non è casuale....
      Sai ,la famosa massima di Pittigrilli....

      Elimina
  6. Cuperlo mi fa letteralmente scendere il latte alle ginocchia. Si mette a fare la cronistoria sui Guido Carli, sull'entrata nell'euro come se non riguardasse né lui né il suo sconcio partito, il primo zelota fanatico di Eurolandia.

    Poi si mette a criticare il min. francese Valls, perché non vuole saperne di rom. Per quanto non mi piaccia la gauche hollandiana, l'unica cosa per cui sarei d'accordo con Valls, è proprio nel respingimento delle quote zingare.
    Parliamoci chiaro: questa è la solita sbobba de sinistra mondialista che vuole la libera circolazioni degli uomini dai 4 continenti, insieme alle merci e ai capitali. Chi finge di dire NO EURO (si fa per dire) ma poi dice SI alle "risorse",

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lui non lo so...ma certo così per il suo partito.Ma il fatto è cvhe pur riconoscendo ora la truffa dell'euro,non ha il coraggio di andare fino in fondo...parla di rivoluzione culturale,vabbè...campa cavallo....è dura rinnegare quello in cui si è sempre creduto e che ora è fallimentare....

      Elimina
    2. seh la rivoluzione culturale sul muso gli andrebbe pestata........perchè comporterebbe far sparire nullità umane come lui e i suoi colleghi per sempre, ma dall'italia ma dal mondo intero che ha bisogno di aria fresca, di acume, di brillantezza, scioltezza libertà questi vivono di dogmi che si sono autoimposti,,,,che differenza c'è dalle macchine? come possono asservire la causa di un nuovo umanesimo? cosa di per se gia fin troppo ardua ai nostri tempi e livelli............questi sono barbari in epoca moderna......fuori dai coglioni per sempre mandiamoli voi, questa gente non puo fare nessuna rivoluzione ne culturale ne politica perche umanamente non sono NIENTE!!

      Elimina
    3. quando manca senso pratico, pragmatismo ma soprattutto logica, l'unica cosa che si può fare è perdersi in vagheggiamenti filosofici

      Elimina
    4. Il fatto è che questa rivoluzione culturale,teoricamente necessaria,non è certamente in pratica quella piddiota,per carità....! semmai involuzione...poi non discuto se più o meno in buona fede (quella di Cuperlo),perchè in ogni caso una rondine filosofica non fa primavera fattuale.
      Già,anonimo.....Cuperlo assomiglia molto a Berty....vagheggiano su massimi sistemi (comunque bisognosi di decenni per inverarsi) mentre la casa brucia.

      Elimina