martedì 23 settembre 2014

IL CREPUSCOLO DI DRAGHI?


Draghi,capousuraio BCE,ha certificato l'impotenza dell'Europa  nel sanare la situazione,delegando ormai ai vari governi collusi il completamento del  piano di saccheggio tramite le auspicate riforme distruttive.
In sintesi, ancora più austerity.....come se la cura non si fosse rivelata il vero male.

Ha ammesso che in pratica la deflazione continuerà...l'inflazione sarà ancora sotto il livello istituzionale BCE (2%), e  per almeno due anni. Ha ragione Barnard,ormai il governatore è deceduto....ha finito le cartucce,ma il nemico "krisi" è ancora vivo e vegeto....manco è riuscito a far l'unica cosa che doveva fare:.portare almeno l'inflazione al 2%,che è pur sempre un misero risultato...in un quadro recessivo..

Intanto,come già avevamo ipotizzato,il decantato bazooka di qualche giorno fa promette di essere un flop.
Oltre a quanto già detto qui - http://www.stavrogin2.com/2014/09/draghila-solita-bufala.html -  le banche pare s'interessino poco  al miracoloso Tltro.
Hanno chiesto in prestito solo una esigua parte dei fondi a disposizione.
Ma Draghi " la partecipazione delle banche al nuovo programma Tltro è in linea con i valori attesi"  (Il Sole 24 Ore)
Ah ah....s'è visto....ormai è proprio alla frutta...!
La richiesta di rifinanziamento da destinare a imprese e famiglie (?), proveniente da 255 banche europee, si è fermata a quota 82,6 miliardi di euro. Gli istituti italiani hanno ottenuto oltre 23 miliardi.
Buona poi la domanda retorica: «Che fine hanno fatto gli immensi risparmi che i Paesi dell'area euro hanno potuto avere grazie alle misure prese dalla Bce?». 
Già,prova a dircelo,Tds a parte....in particolare la cifra usata dalle banche per ripianare i loro buchi di bilancio....
E meno male che lo stesso Draghi ha pure detto " la ripresa è debole, rischi di peggioramento"
Ma vah....e il bazooka..?

Questo stato di cose conferma che il capitale della maggior parte delle banche é liquido a sufficienza per poter affrontare richieste di credito... "ponderate al rischio". Ma in condizioni asimmetriche delle varie bilance dei pagamenti della eurozona e conseguente rischio sistemico di credito/mercato, a chi si esporrebbero,a chi dovrebbero prestare? Ovvio, a pochi o nessuno.
Quindi il "credit crunch" continuerà, e come già detto, per non voler leggerne la causa, ma solo l'effetto .
Inoltre,se poi consideriamo che i miliardi finiranno a banche italiane che vantano sofferenze per oltre 160 miliardi di euro (dati Banca d'Italia),stai fresco che prestino...!
In più, il punto è che oggi non vi è una gran domanda generalizzata di credito data la generale depressione/deflazione

Il sig.Draghi forse dimentica che le manovre di espansione monetaria realizzate soprattutto negli Usa dal 2009, poi dal Regno Unito, e recentemente dal Giappone,sono fondate prevalentemente sull’acquisto di titoli del debito pubblico o para pubblico  da parte delle rispettive Banche Centrasli,
Nel caso europeo attuale si tratta di una manovra di espansione monetaria tutta a favore dei mercati finanziari speculativi e delle banche, ignorando gli Stati e l’acquisto di titoli di debito pubblico .
Più che una crisi globale ,sembra esserci oggi una profonda crisi dell’Eurozona...(e della BCE)

In altri termini, le politiche demenziali imposte dalla tecnocrazia usuraia di Bruxelles, sostenuta dalle élite nazionali, hanno trasformato una crisi profonda, ma gestibile, in una catastrofe economica con conseguenze socialmente disastrose,minacciando pure l'assetto democratico dei vari Stati.
A fronte del fallimento delle sue politiche monetarie,Draghi evoca  la politica fiscale,la cui responsabilità ricade sui governi nazionali.
Tradotto, ridurre le tasse che gravano sulle imprese. Ma subito aggiunge una noticina finale, in cauda venenum: "l’abbassamento delle tasse deve avvenire nel rispetto dei vincoli di bilancio imposti dalla Commissione europea."
Te saluto Draghi....e pure i trattati....! E quale sarebbe sto vincolo,quello della Francia del 4,4%...o il nostro al 3%...?
Buffoni....!


Draghi porta ancora una volta. come esempio di successo delle riforme la Spagna.
Il  governo spagnolo ha risolto la questione dando libertà alle aziende in difficoltà di cancellare il contratto nazionale di settore, ponendo i lavoratori di fronte all’alternativa fra la riduzione, fino al venti per cento, del salario e l’auto-licenziamento. Dovrebbe essere anche la cura italiana,secondo Draghi.
“In Spagna,come in altri paesi in crisi, ribadisce Draghi, le riforme del lavoro hanno cancellato molte rigidità del mercato del lavoro attraverso le riforme strutturali con effetti positivi”. Infatti,non c'è male...eccoli di seguito gli effetti positivi...
Prima della crisi, la Spagna aveva un debito di poco superiore al 40 per cento del Pil, il più basso fra i grandi paesi dell’eurozona; nel 2014 si avvicina al 100 per cento. Il disavanzo di bilancio, inesistente prima della crisi, per il 2014 è previsto intorno al 6 per cento del Pil, pari al doppio di quello italiano. E la disoccupazione ha raggiunto, esattamente come quella greca, la spaventosa cifra del 25 per cento.
Questo il modello di successo proposto da Draghi

Leggere anche http://kappadipicche.com/2014/01/13/il-canto-del-cigno-della-spagna/

Due parole sulla riforma del lavoro che sta per essere votata in Italia.
Io credo che,in linea generale, vada vista sopratutto in prospettiva (visti gli effetti nulli che avrà sull'immediato),e cioè il cambiamento profondo e radicale che si determinerà a lungo termine dei rapporti sociali di potere.
E’ l’affermazione di una gestione autoritaria nei luoghi di lavoro, sostanzialmente liberata dai vincoli della contrattazione collettiva e della funzione di rappresentanza, di intervento e di controllo dei sindacati sulle condizioni di lavoro e salariali.
Un ritorno agli albori del XX secolo, spacciato come tributo da pagare alla rivoluzione tecnologica e alla competizione globale del XXI secolo.
Un bel progresso....

Circa i dettagli specifici,vorrei far notare che questa legge,spacciata come protezione dei lavoratori,vale solo per i nuovi assunti...l'art.18 resta per tutti quelli che già lavorano a tempo indeterminato.
Ci saranno protetti e non....cittadini A e B...forse anche in palese contrasto col dettato kostituzionale.!
Tanto per sgombrare il campo da facili e un po' futili polemiche,qui non si tratta solo di fannulloni,ma della possibilità di licenziare per un qualsiasi motivo anche chi lavora..pure se non mi è simpatico...il tutto senza la minima possibilità di difendersi,non essendoci più giusta causa   ....e decine infatti sono casi in cui non si trattava affatto di fannulloni.
Insomma,per sanare certe passate aberrazioni sindacali,non si può privare il lavoro delle giuste tutele e licenziare ad libitum...che è quello che vogliono gli usurai europei.
Si butta il bambino insieme all'acqua sporca...
Mi sembra poi alquanto strano che molti che dicono d'essere contro l'europa , poi approvino uno dei pilastri centrali della sua politica di demolizione dei diritti: la sua riforma del lavoro.

E questo è solo un capitolo di una strategia usuraia più generale mirante a ridurre sempre più la sovranità allo Stato e i diritti dei cittadini, e in questo scenario va inquadrata la riforma del lavoro che ci viene in pratica imposta....uno scenario dove già le classi medie e meno abbienti hanno già pagato (e stanno pagando) un alto prezzo in questi anni..

anche: http://paolobarnard.info/intervento_mostra_go.php?id=943 ....l Draghi che ha detto a Milano....incredibile,per salvarsi diventa keynesiano?......e per fortuna che c’era un cronista del Wall Street Journal.....

Video da "La gabbia"




NB: nella sua iniziale ironia,Barnard si richiama alle fesserie dette dal piddiota Adinolfi,uno dei soliti pirla....

38 commenti:

  1. Per contrastare Weidmann,Buba,che aveva sostenuto che Draghi avesse fatto un favore alle banche (ma pure quelle tedesche,caro Weid !),il nostro imperturbabile presidente Bce dice" Penso ai disoccupati,non ai banchieri!!"
    Ci vuole una bella faccia tosta,mr.Draghi! Si vedono i risultati di tanto pensiero.
    Sembra un teatro surreale,come avete detto voi,tra i ladri di Pisa,ognuno pensa al suo bottino.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già....il pentolaio ha un buon maestro....lo ripeterò fino alla noia,Draghi è uno di loro....altro che salvatore dell'Europa come starnazzano certi capponi della carta stampata.
      Forse non si ricordano i precedenti questi pennivendoli da strapazzo.Se poi per salvataggio vuol dire tenere in vita con aspirine la mucca da mungere (ce sono i creditori esteri...!),allora sono d'accordo.

      Elimina
  2. Ho letto anch'io questa intervista,Draghi ha anche aggiunto a difesa (il che pare un po' in contrasto con quanto affermato sui disoccupati):"Dal canale bancario passa l' 80% del credito alle imprese"
    Benissimo,fatto sta che finora di quel 80% una ben misera percentuale è passata alle imprese.I due Ltro sono stati un fallimento e tale pare promettere anche l'attuale Tltro.
    Come sagra delle bugie,non c'è male!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il nostro cacciaballe Bce finora ha favorito solo le banche e i grandi creditori esteri,suoi buoni amici.,altro che disoccupati....vedasi pure la Spagna dopo le riforme sponsorizzate da lui....esteri,suoi buoni amici.
      E' inutile,se lo stato non ha un quattrino,hai voglia di ripresa! se non stampa moneta e la immette direttamente nel circuito privato produttivo(infrastrutture,strade,ospedali,scuole...) non partirà nessun investimento in questa situazione di deflazione,non ci sarà nessuna creazione di reddito,quindi di consumi,quindi di produzione e domanda ,di nuovi investimenti privati,in definitiva di un buon accenno di ripresa.
      Resta un Qe stile Usa e Giappone (cosa che ora è impensabile comunque),ma anche questo sarà un palliativo temporaneo,restando intatti tutti gli altri vincoli economici e giuridici (cambio fisso,trattati...) che limitano lo sviluppo di uno stato non sovrano.

      Elimina
    2. scusa per la ripetizione non eliminata...esteri,suoi buoni amici...

      Elimina
  3. Circa la nuova riforma del lavoro,vi siete dimenticati di un altro elemento importante,di cui potrei essere fra non molto una vittima io stessa.Parlo dell'abolizione del divieto di dedimansionamento,in pratica la libertà dell'imprenditore di spostare un lavoratore da una mansione ad un'altra.
    Ebbene,poco tempo fa mi è stato proposto questo cambio e con salario ridotto,sebbene non ci siano grandi differenze sostanziali tra le due mansioni,da quanto ora svolgo.
    Lavoro in un ufficio,come impiegata,nel settore amministrativo da quasi cinque anni,da ragioniera prendo 1300 euro mensili.
    Dovrei andare in spedizione a compilare bollette di carico (lasciamo stare un evidente declassamento in termini di professionalità e possibilità di migliorare) a 1100 euro mensili.
    Naturalmente ho rifiutato questa proposta,che con la nuova legge rischia di diventare un obbligo accettarla.
    Vi sembra giusto?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non direi....ma proprio questi (ed altri)sono i rischi che questa riforma comporta,e bene hai fatto a richiamare questo elemento che avevamo dimenticato.
      Devo dire però che questa riforma non so fino a che punto sarà approvata come vorrebbe il pentolaio,l'opposizione su certi temi è forte ed è probabile che il testo definitivo possa essere diverso.
      Per il tuo specifico,e molto probabile che venga ridimensionata la norma della decurtazione dello stipendio e che si pongano limiti allo spostamento,in termini professionali.Ci sono emendamenti in tal senso.Vedremo.....comunque ciò non toglie che le intenzioni di questi lestofanti siano queste.

      Elimina
    2. Grazie della risposta,sono in parte confortata,ma non tranquilla.Ma poi mi chiedo,sempre i più deboli,i più esposti alle arbitrarietà debbono pagare?

      Elimina
    3. Cara Laura,stai tranquilla...voglio per una volta fare l'indovino....vedrai che questo demansionamento sarà modificato.

      Elimina
    4. Quanto alla tua domanda,ce la facciamo in molti....meno i cazzoni politici del governo,visto che una mezzapippa ha detto che con 80 euro si fa la spesa per due settimane...

      Elimina
  4. Credo che i giorni di Draghi alla BCE stiano per terminare, di sicurò si troverà qualche altra prestigiosa poltrona per il suo nobile posteriore. A giudicare dal Corserva e altri fogliacci forse sta per finire anche la breve (ma comunque troppo lunga) esperienza di Renzie. Ucci Ucci sento odor di Troikucci...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah certo,non sarà certo disoccupato...magari ,come molti vorrebbero,a sostituire il rottame del colle.Poveri noi...!
      Anche oggi i ragionieri fanno presente che per il Jobs Act mancano coperture....vedrai che tireranno fuori per il PIl,mignotte e spacciatori....incredibile!
      Nonostante il suo ottimismo,sembra però in corsia Letta....non arrivò a marzo....

      Elimina
  5. Sono veramente stufo di dar credito e di stare ad ascoltare dilettanti di economia reale....che ci incentivano a far entrare,ancora, capitali stranieri(svendendo quel po' che ci resta)...per risolvere i nostri problemi di scarsa produzioni di beni....
    E ancor più di averli ai vertici delle pubbliche amministrazioni...
    Non dò più,ormai da lungo tempo, nessun credito ad un pezzo di carta che attesta il conseguimento di lauree in economia e relativi masters(figuriamoci se le lauree sono,per di più, in filosofia o giurisprudenza)....come unica credenziale di competenza reale in materia economica....
    Quanto al titolo di Prof.....oggi non si nega più a nessuno,essendo ormai l'Italia un popolo minimo di Dottori.....Anche perché le nostre Università appaiono dopo il 200simo posto per le eccellenze.....Eppoi ho fatto pure Io l'Università...ed un ritorno tra la differenza tra chi lavora" in campo sul pratico"....e chi sul "teorico in ambienti condizionati"...alla fine me la son fatta pure Io.
    Eppoi...per i più increduli... c'è la "prova regina"dell'incapacità di tanti,reclamizzati, dotti/ retorici/teorici che ci affliggono con la loro eterna presenza( addirittura due nomi di questi "noti" Professori)in un recente passato sono stati proposti ...pure per coprire la massima carica dello Stato)....Da 20 anni,almeno, andiamo ogni anno peggio dell'anno prima.
    Io sono...per chi si rivolta le maniche della camicia(senza però mostrare un costoso orologio svizzero,come successo)....e,per chi, come recita la pubblicità..... "non vende sogni ma solide realtà".
    Sono per...... i Rag...Mattei e/o equivalenti(.... e tanti praticoni come Lui)...che dalle rovine di una guerra persa...hanno costruito un impero industiale all'avanguardia tecnologica.... e assolutamente non per chi l'ha svenduto e vuol svendere quel poco che resta per essere lodato come ottimo Manager...nel Mondo degli"affari"...e perchè ce lo chiede l'Europa o i Mercati(come direbbe Sgarbi,nel Post passato ma V......lo,Europa e Mercati)
    Molto....molto,molto più modestamente(per la loro posizione).... sono attratto come modello...per individui come mio Padre(e in Italia ce n'erano tantissimi)....che da modestissimo artigiano lavorando più di 12 ore al giorno,con la maestria delle mani,l'inventiva,e tanto sudore della fronte...ha fatto due figli laureati...e due figlie diplomate,che hanno svolto dignitosamente le loro attività.....E giuro....che non ha ricevuto nessun finanziamento,di nessun genere da nessuno.
    La ricchezza di una Nazione viene dalla somma dei prodotti,che si generano dall'operosità e il lavoro di milioni di piccoli/medi impenditori/atigiani...come erano,e spesso ancora in molti sono...gli anonimi Italiani.
    "Subisco" il commercio,come unica fonte di scambio di merci....ma mi fanno venire l'orticaria i commercianti di carta straccia(finanziatori,banchieri,investitori)...che per permettere il flusso produttivo...e fornirti questi pezzi di carta...pretendono una tangente..."L'interesse"....altrimenti,niente pezzi di carta...e chiudi bottega......
    Poi.... sia che siano.. principianti...o....navigati,esperti,draghi,maestri....nel "maneggio" della carta straccia...a cui deve soggiacere chiunque vuol comprare/produrre/vendere.....trattenendosi(per loro) una alta... percentuale,senza arte né parte,né fatica da parte loro....ebbene lo confesso....mi danno fastidio.....un po' come le pulci che succhiano il sangue ai poveri cani.
    Saluti Tonino

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per quanto mi riguarda,ormai applico pure io il credit crunch....non do credito a nessuno.
      Di garanzie non ne hanno,specie i politici e certi professori ,miracolati e miracolanti,tipo draghi.Eh ssì,perche questo signore,a prescindere da tanto altro,sarebbe già stato licenziato.Quale era il compito,l'unico della bce? Inflazione al 2%.
      Non solo verso l'alto,ma pure verso il basso.Siamo ad uno zero virgola,deflazione,ergo compito non eseguito...fuori!
      Il rag.Mattei,non solo si tirava su le maniche,ma combatteva contro quelli di adesso! mal gliene incolse,è vero...ma non si può sempre abbassare la testa!...e farsi pecora...è inevitabile che il lupo se la mangi comunque!
      Quello che tu apprezzi e che ti fa venire l'orticaria,tecnicamente si chiamano economia reale e finanza.Oggi l'economia reale é in mano agli stracciaroli cartacei.....miliardi senza lavorare....ed è l'origine di tutti i mali,da cui discende anche l'euro,operazione truffa finanziaria.
      Non solo danno fastidio,che sarebbe il meno,sono dei delinquenti legalizzati.
      Quando poi sento parlare di Borsa, su e giù,è solo grottesco.Una volta serviva per finanziare l'economia reale,le aziende....ora è solo un parco giochi,una bisca (e truccata) senza alcun rapporto con l'economia reale..
      Vedi aziende in fallimento che salgono illudendo il parco buoi,op aziende in salute che scendono.I polli sono o poveri peones investitori,alimento dei biscazzieri.

      Elimina
  6. Un governo guidato dai banchieri, dai finanzieri e dai politici e tecnocrati loro prezzolati il cui obiettivo è un grande mercato globale sul quale possano spostarsi a piacimento materie prime, prodotti finiti, merci, capitali e ovviamente forza lavoro. In Europa il principale attore di questo processo è Mario Draghi che soltanto grazie alla idiozia criminale dei deputati dell'Europarlamento è riuscito a diventare presidente della Banca centrale europea. Idiozia criminale perché soltanto degli imbecilli potevano eleggere alla Bce un uomo di fiducia della finanza anglo-americana. La stessa, è appena il caso di ricordarlo, che ha speculato massicciamente contro l'euro, Draghi in particolare è stato vice presidente per l'Europa della Goldman Sachs, lavoro per il quale mostrò di che pasta fosse fatto.
    Le nuove ambizioni di Draghi e del suo clan di amici banchieri e di tecnocrati (con un passato negli ambienti dell'Alta Finanza e delle multinazionali) sono state giustificate dalla incapacità (a suo avviso) dimostrata dai governi europei nell'affrontare la crisi economica in corso che, nonostante qualche timido segnale di ripresa, continua ad ondeggiare tra una recessione e una depressione vera e propria. E' appena il caso di ricordare che la crisi economica in corso è conseguenza della crisi finanziaria del 2007-2008 innescata dalle speculazioni delle banche e delle finanziarie anglo-americane, con in testa la Goldman Sachs di Draghi. Della serie: noi abbiamo contribuito a farvi ammalare, ora siamo noi che dobbiamo curarvi.
    In realtà Draghi resta il solito mistificatore amico delle banche che sono piene di liquidità ma continuano a non finanziare l'economia reale preferendo, come fanno quelle italiane, comprare i titoli di Stato che garantiscono il pagamento costante di interessi e la restituzione del capitale alla scadenza. Insomma , il massone Draghi dice i Paesi che hanno realizzato riforme strutturali (vedi il lavoro da rendere sempre più precario) stanno andando molto meglio di quelli che non lo hanno fatto o lo hanno fatto poco. Niente di più falso ,come la Spagna che vogliono farci credere rinata, ed invece sta peggio di prima !(Ovviamente formulando e falsificando dati a loro pro).
    Il Governo Renzi ( che è praticamente è un esecutivo di mezze calzette egemonizzato dal Massone oligarchico Pier Carlo Padoan, un tecnocrate imposto dai Massoni contro iniziati Giorgio Napolitano, Ignazio Visco e Mario Draghi) conferma che Draghi ha ragione. Anzi L'Ebetino, quello che si è precipitato negli Usa alla Silicon Valley.....dopo aver fatto precipitare il paese nella Lacrimon Valley ,bufaleggia ancora dicendo che si i può fare di più , dobbiamo rimettere in ordine l'Italia e farla diventare più competitiva. Per questo motivo servono le riforme. Sì, bravo bimbominkia cazzeggia...cazzeggia, mentre il giullare che monita al colle con la bocca a culo di gallina scorreggia...scorreggia... !
    L'Italia non è finita, ha insistito l'ebetino che ci ha portato in deflazione, con la mummiache gli da ragione e con buona pace dei gufi e degli “sciacalli”.(sic) Non arriveranno lettere di richiamo da Bruxelles. Ad esempio sul debito e sul disavanzo. Peccato che, rimanendo nell'ottica di Bruxelles, il debito sta al 135% e in autunno sarà necessaria una manovra di 25 miliardi. Dove troveranno i soldi non è dato a sapere...con la riforma del Senato?,con la riforma della Giustizia?, con la legge elettorale? Uhm! ho forti dubbi. Forse "riformando" loro il cervello, potremo vedere qualche risultato! Ciao Tony

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non potevo dir meglio di quanto hai detto tu sul biscazziere draghi e sul resto.
      vedrai che tireranno fuori il trucco del Pil...con mignotte e spacciatori per far diminuire VIRTUALMENTE il debito,aumentando il Pil.
      Eiba da matti....! a questi truffatori non viene in mente che i soldi dei mafiosi sono virtuali per il paese,perchè custodite in banche compiacenti estere o paradisi fiscali.E come faranno a calcolare i proventi mafiosio? Come al solito numeri alla cazzo,e come si intuisce facilmente manovrabili alla bisogna.
      in pratica un falso in bilancio,un gioco delle tre carte per illudere i soliti citrulli che le cose sono migliorate.
      Vedrai se non sarà così...!
      Se guardi bene,quale sarebbe la riforma che può rilanciare il Paese? Non esiste...certo puoi migliorare la PA,rendere in parte competitivo il lavoro,ma abbassando i salari (poi chi compra?),scordati che possano eliminare tasse in modo significativo....non parliamo poi di senato,province,legge elettorale che non c'entrano un cazzo con la ripresa.Manca la grana che può solo venire dalla stampatrice,dalla sovranità,dall'immissione di denaro pubblico nel circuito provato (infrastrutture,ospedali,scuole...quindi lavoro,redditi,domanda,ripresa....).
      Tutto il resto sono palliativi,tenendo presente il tempo...le misure che avranno effetto fra 5 o 10 anni,non servono per tirarci fuori dalla palude....e nemmeno trucchi contabili.

      Elimina
  7. Draghi….e i suoi sogni vaghi (Il Vate)

    Draghi maestro venerabile dell’ordine dei templari,
    come Benigni manco è comico, sembran sol giullari
    che voglion accelerar il “ fogno europeo” ed usuraio
    che tanto danno ha fatto pure al semplice operaio!
    Quel che a comando veicola i suoi show elettorali,
    cianciando al.. Ballarò di ceder sovranità nazionali
    gli han sempre garantito cachet extra e sensazionali
    purchè difenda i suoi padroni ..degli ordini mondiali!.
    Non sa il gran Maestro, dell’europea banca centrale
    che quando chiede a Noi col suo modo cosi’ banale
    la vera cessione di sovranità… compie illecito legale?
    Infatti, non prevede la nostra Costituzione attuale
    cessione di sovranità …ma solo una mera limitazione
    facciamolo capir una volta per tutte al gran Massone!!
    Purtroppo Mario Draghi dal nomen/omen rettiliano
    è un traditore assieme alla cariatide del Banalitano
    anche per colpa loro non siam più paese sovrano
    ed infatti si vede …con la bufala del debito italiano
    c’han tolto tutto e non abbiam più niente in mano!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ti sei guadagnato l'a corona d'alloro...

      Elimina
  8. C@@@@, che bel blog, mi ci riconosco appieno. Bravo, complimenti.

    RispondiElimina
  9. I draghi.....Caro Vate...vedo che te ne intendi.....se ti piace la musica,l'esoterismo,e vuoi capire un pizzico in più su cos'è la massoneria...e vedo che la cosa t'interessa....ti rimando al simbolismo massonico del "Flauto Magico".
    L'opera ...dopo una bella ouverture comincia con l'attacco del drago(storico nemico degli eroi) al "destinato" a salvare il mondo....ma le tre ancelle della Regina della notte....con tre colpi di lancia lo uccidono...permettendo al Principe Pamino...di cominciare il percorso iniziatico che lo porterà al buon governo del mondo.....(Ma esiste un Pamino in giro?)
    Ne è passato di tempo da quando SanGiorgio, immortalato da un artista italiano sulla sterlina aurea ,ci ha liberato dall'ultimo(almeno così pensavamo)drago.
    E invece no!!!..Come ci fai notare,pure loro ...cambiano pelle come i rettili (rettiliani)....ma dentro la nuova pelle alloggia,sempre l'eterno immutabile serpente.

    "c’han tolto tutto e non abbiam più niente in mano!"...così tu dici...ma se fai attenzione....almeno cerca la "spiegazione" di quel fastidioso dolore..... all'ano(tanto per far rima).
    Pace e bene Saluti Tonino


    RispondiElimina
    Risposte
    1. Noi invece di san giorgio abbiamo san matteo...un gabelliere! è proprio un destino cinico e baro....!

      Elimina
  10. leggi Tamino non Pamino....Pamina è la futura sposa di Tamino(figlia della Regina della notte...ciao Tonino

    RispondiElimina
  11. Purtroppo la manfrina la conosciamo già: va via Trichet (nomen/omen) , ne arriva uno peggiore: Draghi (custode del Tesoro).Se Draghi decade, ne arriverà un altro ancor peggio. Ormai la solfa è questa qua.

    Bella Napoli ha redarguito i suoi tacciandoli di corporativi e conservatori perché vogliono mantenere l'art. 18. Mi fa ridere 'sta storia della "crescita", un termine che mi fa venire il gorgoglione alla pancia. Ma quale?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah beh,certo....non mancano gli aspiranti al Soglio Usuraio...! Tutti membri della stessa banda di truffatori....
      Prova a pensarci....quale mai riforma potrebbe tirarci fuori dalla palude? Ovviamente,mica nel 2030....!
      Nessuna...per me...esaminale ad una ad una
      Se non immetti massicciamente denaro pubblico nel circuito privato produttivo (infrastrutture,scuole,ospedali,cantieri vari e quant'altro...vale a dire lavoro vero,quindi nuovo reddito,quindi domanda,aziende che producono e assumono....) hai voglia di ripresa!
      A questo serve lo Staso nei momenti di emergenza.
      Solo che questi sciagurati,avendo venduto la sovranità agli usurai,non hanno una lira....devono indebitarsi a tassi usurai,ma solo per continuare a respirare....e si ritorna al circolo vizioso.Non se ne esce.
      Oddio,giappone e usa ci riescono,ma hanno la stampante.....noi invece,furbi,l'abbiamo liquidata per rivolgerci agli strozzini.
      Una crescita c'è...degli imbecilli e della miseria...

      Elimina
  12. No(oltre San Matteo che si ostina a fare il gabelliere e a non convertirsi.... hai pure i "San Giorgio del Colle".....santi fasulli... ....che i draghi...invece di ammazzarli...li proteggono pure.....come è varia e imprevedibile questa magnifica Italia.
    Ciao Tonino

    RispondiElimina
    Risposte
    1. già.....nun ce facciamo mancar nulla.....

      Elimina
  13. Se questo non è un benservito...

    http://www.ilnord.it/c-3549_ATTACCO_SENZA_PRECEDENTI_DEL_GOVERNO_MERKEL_A_DRAGHI_IL_SUO_PIANO_DI_AIUTI_FINANZIARI_AI_PIIGS_NON_CI_PIACE_BOOM

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda,io poco credo ai litigi dei ladri di Pisa....per me é tutta la stessa cricca.E' ovvio che é una bocciatura,ma non credo per via degli aiuti ai Pigs.Non vedo quali siano questi aiuti.Primo perchè in pratica sono inesistenti,inoltre ne beneficiano pure le banche tedesche,anzi forse più dei pigs.
      L'attrito c'è di sicuro,ma io credo che siano attacchi preventivi per evitare un vero QE stile FED,più volte ventilato da Draghi e come menziona l'articolo.Gli Abs infatti riguardano titoli privati,non di Stato e le altre misure mirano alle facilitazioni del credito,nelle sue intenzioni.
      Non vedo lo scandalo.
      Oppure la querelle é per motivi che noi per ora non conosciamo,forse in relazione anche al controllo bancario BCE su banche che i tedeschi non vogliono far entrare nella lista (Sparkasse).
      Comunque sia, é chiaro che questo attacco pubblico mira a cambiar cavallo.Vedremo le prossime mosse.

      Elimina
  14. (Barnard)

    Prima puttanata: i prestiti alle famiglie ESCLUDONO i prestiti per i mutui, come dire il 99% di quello che le famiglie necessitano.

    Seconda puttanata: se le banche prendono in prestito dalla BCE soldi del TLTRO e se NON li danno a famiglie e aziende, sapete qual è la penalità? Che li devono restituire alla BCE in 2 anni invece che 4 o 5. Cioè: Draghi dice alle banche “Fate finta di prendere i soldi per darli a famiglie e aziende, usateli per specularci in Borsa in fretta, e ridateceli in 2 anni”, fine. Questa è tutta la verità del TLTRO.

    E così accade che il Credito di Pinco Pallo (una certa banca emiliana-romagnola) nega 5000 euro di fido a un negoziante di scarpe che ha i conti IN ORDINE, e lo fa chiudere. Perché? Perché la piccole medie banche italiane sono quasi tutte fallite (Financial Times) e perché sti stronzi usano i soldi del TLTRO appunto per specularci 2 anni nelle Borse e poi restituirli a Draghi. Si fottano quelli che lavorano in bottega e si fanno un culo così.

    RispondiElimina
  15. Per concludere,vi invito a leggere quanto segue:

    http://intermarketandmore.finanza.com/tltro-i-motivi-di-un-insuccesso-annunciato-68959.html

    Nel frattempo le banche,con TLTRO, rimborsano anticipatamente i precedenti LTRO in scadenza. Facciamo due conti e scopriamo che alla fine la cifra si avvicina molto a quella chiesta a prestito con l’inconcludente (ora lo possiamo dire) asta del TLTRO. Le banche hanno dunque usato il TLTRO come serbatoio da cui attingere a compensazione dell’LTRO in scadenza. A bilancio per le banche non cambia un gran che, ma ora con il TLTRO hanno un po’ più di ossigeno temporale.
    E se poi non prestano il denaro (cosa alquanto dubbia) lo restituiranno in BCE entro i prossimi 24 mesi, e che problema c’è? Sveglia Draghi....!

    le aspettative sull’inflazione in Eurozona,da Intermarket : per la scadenza più breve (2 anni) l’aspettativa è allo 0.6875%. Sensibilemnte SOTTO all’area target del 2%
    Te saluto Draghi....

    Sull'articolo 18: http://www.formiche.net/2014/09/24/la-spagna-senza-il-principio-dellart-18-i-risultati/

    http://frontediliberazionedaibanchieri.it/2014/09/standard-poor-s-gli-euroscettici-tedeschi-decretano-la-fine-della-falsa-calma-che-regna-in-europa.html

    RispondiElimina
  16. Trovato sui social, interessante:

    "Quello che sentirete in questo video è la traccia della conversazione radiofonica trasmessa il giorno 25 settembre 2014 durante il programma Radiofonico La Zanzara in onda su Radio24 Il Sole 24 Ore (la Radio di Confindustria). Il giornalista Cruciani e Parenzo intervistano il Gran Maestro della Massoneria D'Oriente Democratico Gioele Magaldi che nella conversazione afferma che Mario Monti, Mario Draghi, il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ed il Ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan fanno farte della Massoneria".

    Il Podcast della trasmissione è stato eliminato dalle scalette di Radio24, ma fortunatamente il file era già stato scaricato e la traccia audio è quella relativa all'intervista.

    https://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=sgNGKFBQ0u4

    (prima che sparisca anche da youtube)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. l'avevo già visto su Fb....non c' affatto da stupirsi,sebbene Magaldi sia solo un misero trafficante con la cui loggia alcuni movimenti sovranisti ebbero a che fare mesi fa,per poi finire in una bolla di sapone.
      Si proclamava infatti anti euro.....ma tu capirai che di questa gente c'è poco da fidarsi.Aveva persino invitato Barnard ad un convegno organizzato dalla sua loggia...che fortunatamente Paolo rifiutò.
      Meglio star lontani da certi individui....

      Elimina
    2. Certo questo signore è più informato del povero Parenzo che sembra vivere nel mondo di Alice.....quanto poi agli scopi che si propone,è molto difficile capirli.
      Che poi Renzi aspiri ad entrare in una certa loggia,è in linea con la megalomania del soggetto.E il posto migliore per accreditarsi sono gli Usa....

      Elimina
  17. La mia politica monetaria è giusta e perfetta, sostiene in ogni occasione l'uomo di fiducia della finanza anglofona. (Il massone ...fortemente coglione...ma dato dai media leccazampisti come sostituto del giullare al colle,mentre l'altro paramassone Visco alla P.d.c.),
    Di conseguenza se l'economia europea sta rallentando la colpa non è mia (asserisce il massone-coglione) ma è dei governi dei Paesi membri dell'euro e dell'Unione che non riescono a mettersi al passo con il Mercato Globale e non fanno quelle riforme “strutturali” che ne sono il naturale e necessario corollario. Sic! In primo luogo quella del mercato del lavoro che deve essere omogeneo in ogni angolo del mondo. Al'insegna del precariato e della flessibilità e consono agli usurai di Bruxelles! Così il lavoratore europeo dovrà essere gratificato dalla stessa mancanza di tutele di quello cinese. E possibilmente dagli stessi miseri nonché degradanti stipendi e dalla possibilità di essere licenziato in qualsiasi occasione.
    E' il Libero Mercato ragazzi.!!!
    E noi anglofoni ( e massoni -coglioni) abbiamo lavorato e stiamo lavorando per questo. Il tutto si realizza nella quasi indifferenza dei governi europei che hanno deciso anzi di scavalcare a destra il banchiere, il cui cuore, ed altro, si divide tra la City e Wall Street. Marionetta Draghi, con poco senso del ridicolo, ha sostenuto che l'Europa non è in recessione. C'è soltanto una crisi economica un po' pesante, per non dire pesantissima. Ma che volete che sia? Basta intendersi sul significato dei termini ed il gioco è fatto. Il futuro è luminoso e l'Unione si riprenderà. La Marionetta 2.0 Draghi (la disastrosa ed incompetente marionetta 1.0 Monti , ce l'ha appioppata il demens-giullare e servo al colle) ha insistito a sostenere che in Europa, anzi nell'Eurozona, lui (cieco) non vede rischi di deflazione. Ci sono soltanto rischi di inflazione molto bassa per un lungo periodo. Della serie: se non è zuppa è pan bagnato. Purtroppo, ha notato compassato il massone ,ex allievo dei gesuiti, “la ripresa è modesta, debole e fragile”. Ma non è colpa mia. Io, ha ricordato, ho prestato un sacco di miliardi (di euro) alle banche ma se queste non le hanno prestate alle imprese (per gli investimenti) e alle famiglie (per i consumi) io che posso farci? Affermazione falsa, come falso è il massone, perché i mille miliardi (novembre 2011-marzo 2012) prestati alle banche non sono stati vincolati a quell'utilizzo specifico tanto che gli istituti le hanno impiegate per comprare titoli di Stato. Il che ha assicurato ad esse entrate sicuri e costanti, profitti ed utili da distribuire agli azionisti, e dulcis in fundo la possibilità di ricapitalizzarsi gratis (la Bce ha messo l'1% di interesse).
    Una scelta che ha aiutato sopratutto la Bce e Draghi visto che la prima conseguenza è stata quella di calmierare le tensioni sui tassi di interesse con lo spread, ad esempio quello tra Btp e Bund, che è sceso dai 570 punti dell'ultimo periodo di governo di Berlusconi (novembre 2011) ai 160 circa attuali.
    In presenza, è questo è l'assurdo di un debito pubblico italiano passato dal 120 al 135% sul Pil. I prezzi stanno calando ma non crolleranno, ha assicurato Draghi, e la politica da lui definita “accomodante” della Bce (quindi in aiuto alle banche) continuerà ancora e lui spera che favorirà la ripresa e l'occupazione....doppio Sic!
    Gli ultimi prestiti della Bce alle banche europee sono infatti stati vincolati alla concessione di prestiti all'economia “reale” ma proprio per questo la risposta, vedi l'Italia, è stata piuttosto fredda. Ma guarda un po'. La politica monetaria, da sola, ha insistito, non può produrre crescita. Servono altri elementi da mettere in campo. La definitiva precarietà del lavoro è il primo che Draghi auspica. Tanto alla Bce il problema stipendi non se lo pone nessuno, tantomeno il massone-coglione. Ciao Tony

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Draghi in pratica ha gettato la spugna...la Bce è inutile,non serve a nulla,manco all'elementare e ridicolo compito dell'inflazione al 2%...!!
      Non serve a nulla questa europa,solo un danno ...
      Quando i dementi collusi che ci s-governano lo capiranno,sarà troppo tardi...

      Elimina
  18. Sinceramente...non capisco che può fare Draghi(oltre che fare sermoni ed elemosine).....per aiutarci....quando i nostri problemi sono....cosi gravi....siamo ...come si dice a Roma"al tubo del gas(se Putin,peraltro, ce lo continua a dare)
    -Siamo pieni di buffi(debito pubblico)che non riusciamo a pagare...nelle scadenze dovute...e con gli interessi imposti.
    E con le mani in mano...aspettando quaglie e manna dal cielo.
    Non voglio parlare di chi all'interno ha(con ritorni personali)cooperato a creare un bel malloppo,definito "debito pubblico"(basta ascoltare i TG o leggere i giornali)... malloppo che i nostri strozzini(che ne detengono buona parte)....ormai pretendono...pena i sequestri e pignoramenti.....
    Ma pretendono che si accorcino i tempi.....
    pignoramenti in tempi brevi...non con i tempi odierni dove gli strozzati,hanno almeno un po' di tempo prima di perdere tutto e poi impiccarsi(l'unico caso dove,paradossalmente, la disorganizzazione burocratica favorisce gli strozzati).
    Bisogna accorciare i tempi di recupero dei crediti(dice la UE)...eppoi il creditore faccia quello che vuole...se la spippi lui....chi se ne frega.
    Se si vuole aiutare,"invece",in maniera fattiva. uno che sta per fallire...si cerca di arrivare a delle transazioni,a dei rinnovi/ricontrattazioni del debito...come scadenze e interessi.....magari rinunciando al limite,pure, a qualcosa...un bel "saldo e stralcio".....non la cocciutaggine teutonica che portò a Weimar.
    E invece NO!!!...i soldi tutti e subito...senza sfioramenti...con una bella associazione(commissariamento),se necessario, per spartirsi le spoglie...togliersi dai coglioni un fastidioso concorrente sul mercato...e crearsi una colonia dove vendere prodotti....e appozzare mano d'opera a costi schiavistici....dicendoci di aiutarci.
    Il Nostro non eletto...pur non essendo un genio...è però abbastanza furbo...da aver subodorato un triste destino che aleggia sul suo capo(hai voglia a cercare di sopravvivere 1000 giorni,che passano presto),all'orizzonte non vede più un radioso futuro da Salvatore della Patria...e,allora,sembra che ce la stia mettendo tutta per farsi cacciar via(andandosene,dicendo, come Scipione quando lasciò Roma......"ingrata Patria non avrai le mie ossa")...ma gli altri(furbi come lui)ma un pizzico più intelligenti(si fà per dire) non lo vogliono il suo posto....è troppo scomodo.
    Come finirà?????
    Penso che si,rassegnerà,visto che tutti,pur contestandolo non"aspirano"alle sue glorie"....a dare con grande responsabilità,e senso democratico della sinistra(ma nel più profondo del suo inconscio)con un bel sospirone di gioia a dare le dimissioni(e poter ricominciare a dormire)
    Per combattere con problemi alla sua portata.
    riproverà,forse, a fare il Sindaco di una piccola città(come disse Marchionne)
    In fondo fare il Sindaco non deve essere difficile...dove,quando, non ci arrivano aumentano Tasi,Tares,IUC,contravvenzioni e quant'altro....e ci scappano(in tantissime analoghe situazioni) pure il pourboire....per amministratori allegri....(Vedi sempre i TG):
    Confermo,che se non esce fuori uno che la testa ce l'ha sulle spalle e non sulle palle.....che vaffanculi sia a Destra che a Sinistra...in Europa....all'estero......Mercati....Agenzie di Rating....etc
    e non ricontratti,il maltolto...il malloppo,tecnicamente definito debito....i nostri giorni(e quelli del Governo) sono contati...
    ma dove trovare/individuare un "galletto"nel nostro pollaio...ricco molto di capponi,polli e giovani e vecchie galline????
    Ho l'aria sfiduciata????che ne pensate???????
    Saluti Tonino

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Draghi poteva e doveva fare quanto per tempo non ha fatto,essendo perfettamente d'accordo con gli eurousurai.
      Invece di dar soldi alle banche,doveva darli agli Stati.,ad esempio.Ha lasciato incancrenire la situazione per 5 anni.....mi spieghi che ce ne facciamo della BCE,....e che ce ne facciamo dell'europa,se la situazione è questa?
      "Confermo,che se non esce fuori uno che la testa ce l'ha sulle spalle e non sulle palle.....che vaffanculi sia a Destra che a Sinistra...in Europa....all'estero......Mercati....Agenzie di Rating....etc.."

      Già,ora questo servirebbe prima che ci crolli addosso la baracca....purtroppo non vedo nessuno di tal calibro...
      L'unico che lo dice chiaro e netto,sembra essere Salvini...ma è una forza politica troppo piccola,inoltre non mi sembra una gran aquila....
      Che te devo dì....siamo in un vicolo cieco...chissà,forse la forza di grandi avvenimenti esterni potrebbe cambiar corso alle cose,o un default italiano....misera speranza,ma non vedo altro che nebbia....
      Non ci resta che ridere....mettiamoci Marino...

      Elimina