martedì 29 luglio 2014

CAPOLINEA RENZI...?

Mentre il pentolaio e il suo ascaro Galletti continuano il demenziale e grottesco cabaret dell'ottimismo senza fondamento ...straparlando che l'operazione Concordia è una dimostrazione che l'Italia può ripartire e bla,bla,bla...la pioggia di dati negativi si abbatte inesorabile su questo buffone da strapazzo.
Aspetta l'autunno pentolaio... e poi vedrai per dove ripartiremo....!
Dopo Meriam,ora manca solo Nibali al suo continuo show di consigli per gli acquisti......un incessante profluvio di parole.vuote,hashtags,twitterate,promesse,balle a tutto campo...l'importante é fare in fretta a dirle....più grosse sono e più lui gongola.
Diceva Abraham Lincoln: "Meglio tacere e passare per idiota che parlare e dissipare ogni dubbio”

Lui invece fa di tutto per dissipare questo dubbio...
Parla di piano industriale (forse manco sa che sia)...ma dove sta sto piano? Forse nelle svendite degli assets più produttivi? Straparla di + 1% di Pil a fine anno.....e va ancora bene se cresceremo di uno 0,2%.....!

Si vede che poi qualcuno gli ha detto di smettere di fumare erba avariata,e così in una intervista alla labbrocanottata  Gruber , il puppident premier ha ammesso che sarà difficile centrare l’obiettivo di crescita del governo dello 0,8% per quest’anno.
Ma poi l'incontenibile natura del peracottaro ha la meglio e,sempre per dissipare il famoso dubbio, ha aggiunto che una crescita dello 0,4%, 0,8% o dell’1,5% sarebbe indifferente, perché nulla cambierebbe nella vita ordinaria delle persone...!! Incredibile...!.
Solo uno psicolabile o uno spudorato bugiardo potrebbe pensare che in un Paese il cui pil è del 9% più basso di quello del 2007 e che presenta una disoccupazione prossima al 13%....una crescita zero o una dell’1,5% sia la stessa cosa!
Basterebbe per confinarlo in clinica psichiatrica...e questo buffoncello sarebbe un premier?
Se ne intendono di più all'osteria di sor Patata....!

Comunque sia, il nostro pagliaccione, ha dovuto ad ammettere le colossali fesserie dette urbi et orbi per tanti mesi...costretto da impietosi numeri e a seguito all’ennesima smentita (tutti gufi per lui...) anche da parte del FMI, che ha stimato la crescita italiana a non più dello 0,3%.
Per Bankitalia e Confindustria non andremo oltre lo 0,2%. Anche l’Istat avverte che la ripresa non c'è stata nemmeno nel secondo trimestre......(altri gufi...?)
Sondaggio choc di Unimpresa: il 64,6% delle aziende italiane teme il fallimento entro l'anno
La fotografia scattata su un'economia morta perché le banche non danno quattrini, il fisco si mangia il 70% dei ricavi, la pubblica amministrazione non paga, le fatture restano nel cassetto e gli investimenti dello stato sono spariti....
La situazione, avverte il presidente di Unimpresa, Paolo Longobardi, ''è da allarme rosso. La massa di imprese che alzano bandiera bianca si estende a vista d'occhio giorno dopo giorno e non si vede una via d'uscita''.
Il sondaggio Unimpresa è stato condotto fra le 122 mila aziende associate sulla base dei risultati del primo semestre 2014.
Molti istituti bancari chiudono improvvisamente linee di credito, scoperti di conto corrente e affidamenti anche ad aziende sane.
Le insolvenze bancarie ammontano a 170 miliardi...state freschi che queste adoperino eventuali elargizioni Bce per prestare alle imprese!

Dopo i dati dell’Istat e di Bankitalia che certificano l’allontanarsi della ripresa e l’impatto quasi nullo degli 80 euro elargiti con tanti proclami dal governo (ricordate gente,ricordate che diceva Matteuccio,il truffatore !), ieri è stata Confindustria a mettere il dito nella piaga.
Nelle regioni del Sud, dove fare l’imprenditore è quasi una scelta eroica e dove i finanziamenti, quando arrivano, sono risucchiati dalla malavita o si perdono in mille rivoli clientelari, la crisi sta producendo una desertificazione imprenditoriale.
«Si realizzano, dunque, sempre meno investimenti pubblici, sia che lo Stato li finanzi direttamente sia che li promuova indirettamente  e ciò è paradossale, se si considerano le difficoltà economiche che suggerirebbero l'opportunità di un'azione pubblica decisamente anticiclica».
Quanto al mercato del lavoro, al Sud sono senza impiego due italiani su tre.

Mentre fioccano dati sempre peggiori in campo economico, i partiti italiani, quasi tutti, si uniscono per approvare un insieme di riforme che niente hanno a che fare con l’efficienza e la competitività e il rilancio economico del paese (e anche qui pare che il pentolaio debba fare marcia indietro).
Riforme che comunque  si annunciano peggiori dell'esistente,Senato,Province,Italicum....un fasullo teatrino sempre ad uso dei peones italioti,visto che i veri problemi....domanda,fisco,disoccupazione....sono incapaci di risolverli,per una unica ragione che non dicono,e cioè che restando nell'euro non potremmo mai risolverli.
Il debito pubblico non fa che aumentare e ci vuol poco a capire il perchè.
Il pentolaio dice che “gli italiani stanno perdendo la pazienza”...vero...ma non certo per questo teatro politico..ma per la continua tassazione,per le sue sbruffonerie,e le continue balle senza vedere alcun risultato che risolva i loro veri problemi.
Non parliamo poi del problema immigrazione,...han fatto tutti di tutto per peggiorare la situazione...nessuno sa come risolverlo......ma bisognava essere dei dementi per aprire indiscriminatamente le frontiere a tutti e non valutarne gli effetti.....

Ormai non esiste un serio analista che non preveda la necessità di una manovra correttiva,nonostante tutte le smentite di questo governicchio di babbuini.
Per JP Morgan e Mediobanca sarà nell’ordine di 20 miliardi di euro, che è anche la stessa cifra di cui si parla a porte chiuse nel PD.
Una stangata, insomma, tanto che si vocifera che il ministro dell’Economia, Padoan, stia pensando a un prelievo sugli assegni pensionistici oltre i 3 mila euro..

Giorni fa, alcuni organi di stampa hanno ripreso una presunta affermazione resa in privato agli amici da parte di niente di meno che del direttore del Corriere della Sera, Ferruccio De Bortoli, il quale avrebbe definito Renzi “la rovina d’Italia” (toh...pure lui se n'è accorto...!).
De Bortoli avrebbe confidato agli amici che il governo sarà costretto a varare ad ottobre una manovra da 20 miliardi, che sarebbe in arrivo un prelievo forzoso, e che dopo arriverà la Troika.
E pare che il banchiere Giovanni Bazoli – presidente del consiglio di sorveglianza di Intesa-Sanpaolo, a sua volta azionista in Rcs (il gruppo editoriale che controlla il Corriere) – condividerebbe le idee del direttore.
Se De Bortoli,noto claqueur del pentolaio, arriva ad affermare queste cose, significa che verosimilmente ha informazioni che lo spingono a esternare simili frasi.
Non è improbabile che certi ambienti si siano stufati di questo jongleur parolaio,come successe a Monti e Letta...il capolinea si avvicina?

Anche in Europa,nonostante pugni sul tavolo che nessuno ha visto,proclami ebeti di vittoria (successe pure a Letta....),in pratica l’isolamento di Renzi è crescente.
Dopo tante parole al vento,l'Italia "determinante in europa",deve lottare per mendicare un posto che non vale nulla alla Mogherini...!
Il governatore della BCE, Mario Draghi, lo ha attaccato già tre volte indirettamente e senza mai citarlo, e tutto l'establishment usuraio gli ha già detto che la flessibilità che vuole (che poi ben poco risolverebbe) se la può scordare.
Ergo,fate i compiti e basta.Non rompete o coglioni...!
In certi  ambienti finanziari internazionali si ipotizzerebbe pure  un prossimo attacco dei mercati contro l’Italia, che è oggi l’unica economia a non mostrare segnali di ripresa.

Caro pentolaio,forse mi sbaglierò,ma credo che ormai sei arrivato a fine corsa.
La platea della fiducia si sta assottigliando velocemente,le balle non bastano più.....

Si annuncia un autunno molto caldo.....le cifre negative sono impietose,mentre le bufale del pentolaio sono sempre più pietose....ricordate i famosi slides,le famose tappe delle riforme..?
All'ovest niente di nuovo...nulla di fatto....questo buffone non eletto da nessuno e le sue comiche quote rosa (mi ricordano le "amazzoni" gheddafiane) se mangiano il panettone sarà un miracolo...nonostante il piddiotismo acefalo della maggior parte della stampaglia...che merita un commento.

Prendiamone uno per tutti : La Repubblica,lo squinternato foglio da imballaggio del  manipolo squadrista degli Scalfari, degli Zucconi, delle Spinelli,dei Giannini,del patetico Merlo... questi fascisti in sedicesimo.
Titola  "l’Estate fa sorridere il Sud...."
Provate ad andarci,al Sud...vedrete che sorrisi....un sacco di legnate non ve le leva nessuno....!

Ma si spiega solo così:



Tempi diversi,stessi metodi.....del nostro caro Eu-genio medagliato in foto...errori di gioventù perdonabili,ma non in vecchiaia....
Infatti,siamo sempre alle medagliette del padrone....al premio dei littoriali di leccazampismo...allora,come ora

Benny Dux, che essendo stato giornalista,conosceva bene la stoffa della categoria,nel 1931, promulgò una serie di direttive,di cui Scalfari (e altri lacchè di regime) ha fatto tesoro.
Eccone alcune:
Il giornale deve essere organo di propaganda dell’italianità e del Regime. 
Valorizzare le nuove opere italiane. 
Riprodurre in quadro le idee salienti espresse dal Duce nei discorsi più recenti. 
Movimentare tutte le pagine e specialmente la prima, con grandi titoli. 
Si raccomanda soprattutto un’ardente passione d’italianità e di fascismo, che deve illuminare il giornale in ogni suo numero.  Controllare le notizie e gli articoli dal punto di vista nazionale e fascista ponendosi, cioè, il quesito se le pubblicazioni sono utili o dannose per l’Italia e il Regime
Ottimismo e fiducia Improntare il giornale a ottimismo, fiducia e sicurezza nell’avvenire. 
Eliminare le notizie allarmistiche, pessimistiche, catastrofiche e deprimenti. 

Non è cambiato molto....al posto di "italianità " sostituite "europeismo".


Gli euristi necessariamente ricadono in due categorie: quella delle persone in malafede, e quella delle persone dalla limitata capacità di comprensione...poi ci sono i piddioti che approfittano di entrambe.

Infine,per non far torti a nessuno,non dimentichiamo una menzione speciale per un altro eroe....ci mancherebbe...!!




42 commenti:

  1. A Renzi, le vesti di Giulio Cesare gli sono male auguranti. Gaio Giulio Cesare guidò vittoriosamente le legioni romane tra il 58 e il 50 a.C. durante le campagne in Gallia. Tornato a Roma, celebrati i trionfi per le sue campagne vittoriose diede inizio a una profonda riforma della Repubblica, che riorganizzò sotto il suo sostanziale controllo. Fino a che il 15 marzo del 44 a.C., le Idi di marzo, venne assassinato in Senato da un gruppo di circa sessanta senatori che si consideravano custodi e difensori della tradizione e dell'ordinamento repubblicani e che per loro cultura e formazione erano contrari a ogni forma di potere personale, concetto impensabile per i Romani. Decisero quindi che era giunto il momento di eliminare il dittatore. Le idi di marzo del 44 a.C. furono funeste per Giulio Cesare... ricevette 23 coltellate. Sarà un presagio politico metaforico? E' il caso di dirlo alla fine è il popolo che... prende il coltello dalla parte del manico!! Ciao Tony... e complimenti per la foto della mummia al colle ora è "ibernato" dalle parti di Bolzano....ma ti assicuro è uguale-uguale!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Più che a Giulio Cesare a me sembra che il pentolaio assomigli a Servius Asinius Luridus,miles simplicius....tradotto in moderno romanesco " er fanfara...".....o se vuoi restare in tema con le pentole,Euclione della commedia plautina Aulularia (la commedia delle pentole)

      Ergo,non merita nemmeno coltellate,ma calci in culo...ad maiora Tony...!

      Elimina
  2. "Una stangata, insomma, tanto che si vocifera che il ministro dell’Economia, Padoan, stia pensando a un prelievo sugli assegni pensionistici oltre i 3 mila euro all’anno."
    Scusa caro Johnny ..Oltre 3000€ all'anno?? minchia dei Paperoni!!! ....o forse sarà 3000€ al mese...parrebbe più giusto e "congruo" o no??? Ciao Tony

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hai ragione,refuso che correggo....anche se sarebbero capaci pure di far questo....tks...

      Elimina
  3. Il piano industriale.
    Il Governo pianifica la modifica della soglia dell’OPA obbligatoria: ciò è propedeutico alla svendita delle multinazionali italiane di successo

    http://scenarieconomici.it/governo-pianifica-laumento-soglia-dellopa-obbligatoria-cio-propedeutico-svendita-delle-multinazionali-italiane-successo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Devo dire che certi concetti che stanno passando non li capisco.L'asso (!) che l’Italia furbescamente sta giocando è fare entrare i ricchi cinesi o arabi appunto negli assets di Stato con partecipazioni per adesso di minoranza: il messaggio è semplice, se qualcuno (i soliti usurai) vuole comprarsi assets strategici a prezzi di realizzo se lo scordi....."

      Già "per adesso di minoranza" (e fino a quando ?)la dice lunga sul futuro di questi assets....ma poi,mica i cinesi e gli arabi negli affari sono fessi,o molto diversi da altri squali , non è che comprano ai prezzi e a condizioni che vuoi (vedi Alitalia...),anzi....non vedo in pratica alcuna differenza nel cedere il 10% a cinesi,a inglesi o francesi....l'errore è soltanto quello di cedere questi assets redditizi....
      Funzionano? portano utili allo Stato?
      Quibdi meglio venderli e tenersi i bidoni...bene,tutto in ordine....

      La riduzione dell'Opa non la fanno certo per difendere gli assets italiani,ma solo per raschiare qualche soldo e tirare avanti da pezzenti...poi quando ti resteranno i mandolini da vendere,che farai....?
      Restate pure in questa truffa usuraia della Ue e dell'euro.....condoglianze...

      Elimina
  4. Quello di Monti era il governo della Goldman Sachs.
    Quello di Letta, il nipote, era il governo dell'Aspen Institute.
    Orientati a fare gli interessi della finanza anglo-americana.

    Non a caso il governo Monti realizzò lo scorporo della Snam, che gestisce la rete di distribuzione del gas in Italia, dalla holding Eni.
    Una richiesta che era venuta non soltanto dagli esponenti della canaglia liberista in Italia (legati mani e piedi agli ambienti di Wall Street e della City) ma anche da azionisti dell'Eni, come il fondo di investimento americano Knight Winke che si era assunto il ruolo di assillare il governo con tale questione che poi Monti aveva finito per risolvere a suo modo all'inizio del 2012.

    Anche Matteo Renzi, che nel 2009 il settimanale americano Time aveva definito “l'Obama italiano” (triplo sic!!!), si è mostrato fedele alla linea “atlantica” ed ha avviato le grandi manovre per mettere in vendita quote azionarie di società sotto controllo pubblico come Eni, Enel, Poste, Finmeccanica e Fincantieri tanto per citare le più note.
    Ma anche di Enav, Cdp Reti, Rai Way e Stm.
    Da notare che all'ultima assemblea dell'Eni, quella che ha approvato il bilancio 2013, i soci privati stranieri, per la prima volta nella storia della società, sono risultati maggioritari nei riguardi dell'azionista pubblico italiano,Tesoro-CDP.
    Soci stranieri che potrebbero aumentare la propria quota e decidere, tale eventualità non è poi così peregrina, che la sede dell'Eni venga trasferita all'estero, tanto per gettare le premesse di un futuro assorbimento da parte di un colosso concorrente come l'americana Exxon.
    Con tale scenario anche il ruolo dell'Eni sullo scenario internazionale andrebbe a farsi fottere.
    E con esso, qualsiasi possibilità dell'Italia di avere una politica energetica autonoma in Europa e nel mondo.
    Continua la colonizzazione del nostro Paese

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Obama italiano...è tutto dire...! Uno più peracottaro dell'altro!
      Ma che faranno dopo aver racimolato una decina di miliardi per tappar i buchi delle promesse-fesseria der fanfara?
      A questi dementi sfugge l'rnorme cifra di interessi cghe pagano ogni anno sul debito ,che non fa che aumentare.
      Politica del suicidio...

      Elimina
  5. Scusate se mi esprimo in modo non consono,alle mie abitudini,e al livello di ottima educazione che si tiene in questo Blog.....
    A me 'sta storia che un improvvisato qualsiasi,manifestamente incapace di risolvere in maniera positiva i problemi economici che ci perseguitano nel Paese....ricorra al solito "geniale" colpo di genio(al quale nessuno aveva mai pensato)e che sa tanto di furto ......dei tagli sulle pensioni....
    essendo Io un pensionato....mi ha cominciato a "rompere i coglioni".
    Caro Premier e caro Ministro...smentite che sono solo chiacchiere per crearvi ,daparte dei vostri avversari antipatia nelle vostre azioni....che pure Voi ce capite come/meno de quelli de prima..
    Il taglio delle pensioni è una genialità nemmeno più pensabile per il fruttarolo sotto casa....che peraltro non guadagna i vostri stipendi.
    Se non avete altre idee o capacità tecniche di scorta...ma solo l'ennesimo salasso ai soliti noti....fatevi da parte...chi vi obbliga a fare un lavoro che sembra superiore alle vostre forze....
    annatevene...visto che nessuno ve ci'ha chiamato...
    "Ma"ma moglie mi rimprovera...ma dove lo metti il il 41,92% che corrisponde a poco più di uno su cinque degli Italiani e stranamente pure ai miracolati con gli 80 euro...
    Rispondo a mia moglie che gli altri circa 4 su 5 ,che "sono di più" ...e che"non" vi hanno votato vi seguono con apprensione..... vi pregano.....
    "ve lo chiedono per favore .....fermatevi....ci state ammazzando" ... e si augurano che lasciate spazio a chi ha idee più felici dei soliti tagli....tanto già rimproverati alla Signora dal pianto facile.
    Certo se "questi"Managers sono la nostra "spes" ....ultima dea ...di salvezza...almeno quella alla fine,come ci ricorda Ugo,ebbe il coraggio, e si decise"a lasciare i Sepolcri."...
    Come siamo combinati e come ci esorta il buon Padre non ci resta che pregare... che se ne vadano da soli,prima che....come chi l'ha preceduti qualcuno li cacci via....durante la chiusura per ferie..
    Saluti Tonino..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Speriamo che sia solo una voce,Tonino....ma che ci aspetti un salasso mica piccolo è ormai opinione di tanti osservatori,e non solo italiani.
      Bella fine gli 80 euro.....! ma come si poteva pensare di risolvere qualcosa con questa carità elettorale?
      Io dico che siamo alla presa per il culo ,ma quel che fa più rabbia e poetà che tanti fessi piddioti ci abbiano creduto (che poi sono il 41% del 50%...).
      Coraggio,il panettone non è detto cvhe lo mangino....!

      Elimina
  6. @Tonino....Mi associo alla tue preghiere Tonino che questi se ne vadano lasciando il posto a chi ha idee più felici....nel frattempo, nella tua qualità di pensionato,(beato Te diranno "gli eso-n-dati dalle lacrime fornerine) non perdere la "spes"...pare che qualcosa si muove....leggi qui ..Ciao Tony
    http://www.ilfattoquotidiano.it/2014/07/28/la-riforma-fornero-davanti-alla-consulta-dubbi-sulladeguamento-delle-pensioni/1075176/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Più che preghiere occorrerebbero i bazooka per schiodare questi mentecatti,er fanfara in testa.

      Elimina
  7. Err.Corr. Pardon smanettato ( e ) anziché (a)..."pare qualcosa si muova"... Ri... saluti Tony

    RispondiElimina
  8. Il 'brand' Renzi è la sintesi perfetta del nulla politico che affligge quest'epoca. Non a caso è stato definito l'obama italiano.

    http://www.controinformazione.info/una-perfetta-operazione-di-marketing-politico/

    Personalmente ho qualche dubbio che cadrà, nessuno indossa il giubbetto di Fonzie meglio di lui.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già,l'Obamba de noantri.....non potevano scegliere meglio i leccazampisti....l'ironia della Storia...!
      Io non sarei così sicuro che er fanfara la sfanghi,continuando di questo passo con le bufale.....anche Letta in quell'estate sembrava inamovibile,poi improvvisamente (anche per lui il tempo delle balle finì) ha dovuto lasciare.
      Comunque vedremo,ha ancora sei mesi di tempo rispetto a Letta...

      Elimina
    2. Volevo fare alcune osservazioni sulla fretta,sulla frenesia che fa girare er fanfara come una trottola ovunque sui media,per ossessionare gli italiani con le "riforme",certe riforme....e non altre che servirebbero.

      Certo c'è la volontà di far vedere agli italiani che lui si muove,che non sta con le mani in mano (non a caso continua a battere che vogliono questo e che per questo ha avuto il consenso...entrambe le cose poco vere....gli italiani vogliono ben altro e le elezioni europee non sono le politiche,lui è un non eletto come tutto il governo.Inoltre sarebbe bene spiegare COME vorrebbero che queste riforme venissero fatte...non basta evocare la parolina,non è indifferente il contenuto.)
      Prendiamo il Senato: la vera riforma sarebbe stato abolirlo,ma cassata questa strada,quel che si profila è peggio...a parte il fatto che non si capisce che potrà fare di diverso da quanto oggi fanno regioni,comuni.....ma una tal riforma costituzionale che inerisce anche all'elezione del PDR,non può essere fatta in quattro e quattrotto e come vuole lui...merita di essere approfondita,non è la solita leggina...
      Perchè allora insistere su una fretta fuori luogo?
      Vuole andare alle elezioni? Anche con una legge elettorale che in caso di vittoria gli permetterebbe di tutto?
      Può essere....ma,conoscendo l'uomo,sa che deve far vedere qualcosa al popolo,non importa come (per questo è pericoloso)....e questa riforma è l'unica cosa che può fare,mentre per tutto il resto che interessa agli italiani per riemergere dal baratro,nulla può...pur avendo promesso.I numeri lo condannano e lui è impotente,come lo era Letta.
      Ecco perchè tanta fretta su tutto quello che poco conmta per risolvere la situazione di deflazione.In Europa gli han sbattuto la porta in faccia...e la gente (ma anche certi poteri) hanno capito che non combinerà nulla in merito

      Elimina
  9. Intanto nella Regione Sicilia se ne vanno in pensione a poco più di 50 anni con qualche centinaio di migliaia di euro di pensione....si stanno dimettendo per tempo.... prima.. di ventilate leggi "capestro"....come i topi che fiutano che il vascello sta affondando...
    Intanto mi chiedo ...Sempre con "richiesta di scuse" a chi legge il tuo Blog, per le licenze poetiche dialettali...ma che"cazzo" di lavoro,così specialistico e importante facevano questi luminari da essere "retribuiti"(a spese nostre) e così lautamente....dell'ordine di.....
    cinquecentomila euro l'anno.(non sono nemmeno calciatori)
    Ma il neoSavonarola Fiorentino...(che allora ebbe le palle e il coraggio di prendere di petto i Medici^non i poveracci^...ricchi mecenati,banchieri e strozzini verso il popolo...scorticato per il loro bel vivere)....di queste palesi /ingiuste/inaccettabili asimmetrie di trattamenti di gente che lavora(oltretutto veramente) come autonomi...,nel privato o come professionisti....rispetto a queste "cariatidi che in realtà "non"reggono niente ,ma che stanno facendo crollare tutto.... con il loro non ,o non saper fare........
    Questo neo predicatore dell'onesta retribuzione..... non si accorge di niente.
    Questo nuovo "Martello di Dio alias Savonarola"è capace solo di martellare i "coglioni"di chi,con duro lavoro,disgraziatamente per lui ha un reddito...da tassare....e i soldi che gli levano vanno a pagare i bagordi,e le ruberie della pubblica amministrazione e degli istituti di credito.
    Tutte(anche se non eccezionali) Energie sono profuse all'ottenimento ..di una legge elettorale(democratica perché votata dal popolo),che permetta un governo"stabile"(pur con pochi percento^...circa 20,0....?^ di voti)...in modo che il risultato gli consenta la giusta critica,e autorità...l'avete voluto/scelto ........piatevela in der.....
    Cosa che oggi con i numeri e la presenza delle opposizioni non potrebbe dire(anche se,invece con faccia abbonzata, lo dice con quel 40% all'europee )....Sei,invece, costretto a fare accordi...calmarti,venire a compromessi.....mentre scrivo,pero al TG, ho sentito...non so a che proposito "tireremo dritto"
    Gli hanno detto, pertanto, fai un po' di elemosine...in Democrazia diventano voti concentrati....della minoranza che vota si ottiene pur sempre una maggioranza...se sono di più relativamente a tutti gli altri presi singolarmente ).....a creare casino per disorientare la maggioranza(dei contrari o nonvotanti)...lasciaci fare a "Noi"(I suoi Sponsors) che abbiamo una millenaria esperienza.....di pratica pastorale.
    Saluti Tonino

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non gli interessa la Sicilia,la Toscana,il Lazio....lui vola alto e cerca l'applauso generale.....non potendo risolvere nulla,come nel commento precedente ho esposto.
      E lì di applausi ne prende pochi...meglio la squadra di scherma,la Concordia,Merian,Nibali.....sai quante ce ne sono di situazioni Sicilia..! basta leggere i giornali,è una continua malefatta ovunque nelle amministrazioni regionali (queste sì he erano da abolire...!)

      Le tre presunte riforme - senato,province,legge elettorale - servono più a lui che agli italiani...oltre ad essere inverosimili pasticci senza senso.E non parliamo di abolizione,per favore....e solo un cambiare look perchè nulla cambi.Abolizione vuol dire altro,ma non ha avuto il coraggio,sto fanfara.
      Per il resto,ti rimando al mio commento più sopra.

      Elimina
  10. UN OT (ma mica poi tanto...) SULLA CHIUSURA DEL GIORNALACCIO DI REGIME,L'UNITA'...

    Volevo scrivere un paio di righe in merito,ma poi ho trovato magistrale questo stralcio tratto dal blog di Alberto Bagnai,che vi ripropongo.

    ...Avete acclamato l'avvento di un governo di sociopatici, espressione diretta di quelle élite europee criminali che, come dice il mio amico Alberto Montero Soler, hanno dichiarato guerra non tanto alle classi subalterne (questa non sarebbe una novità), ma alle stesse leggi della logica economica. Avete legittimato come vittoria della sinistra, come necessario snodo "tecnico", la sconfitta politica più grave mai subita dalle classi subalterne in questo paese, avete cinto queste macchine di distruzione, i Monti, le Fornero, del peplo rosso che li legittimava come "de sinistra", voi, lo avete fatto, voi, per Dio, scrivendo dal giornale di Gramsci! Avete, per odio ideologico, trascurato di soffermarvi su un piccolo "dettaglio": che se anche quello che veniva tolto di mezzo era un vostro nemico, il modo in cui egli veniva eliminato era incompatibile con la sovranità democratica del nostro paese, era espressione non della volontà popolare, alla quale veniva accuratamente impedito di esprimersi, ma della volontà di élite che voi non potevate non vedere all'opera, a meno di essere dei completi idioti, e delle quali vi facevate ossequenti e proattivi zerbini, nella consapevolezza che vi avrebbero sempre protetto, che per voi un tozzo di pane ci sarebbe sempre stato. Avete acclamato come "liberazione", infangando il nome e la memoria della guerra partigiana, l'avvento di un regime pinochettiano, che si era fatta vanto e bandiera di restringere il perimetro dello Stato, cioè di riportare indietro le lancette della Storia, cancellando qualsiasi traccia di quel minimo di socialdemocrazia europea che si era riusciti a importare nel nostro martoriato paese. Avete, per anni, continuato a sostenere questo e i regimi successivi, senza dare un minimo spazio ad alcuna voce critica (e sì che trovarla non era difficile: ce n'era e ce n'è una sola, a sinistra), con la tracotanza di chi si sente al di sopra di qualsiasi legge morale, con la iattanza di chi pensa di potersi dispensare da qualsiasi dovere di solidarietà verso i propri prossimi morenti, quelli che scrivevano a me lettere come questa, che a voi nessuno ha mai scritto, perché nessuno ha mai pensato che foste persone, che aveste un'etica, una dignità, dopo aver visto quel titolo infame, nessuno ha mai pensato che poteste essere qualcosa di diverso da tramiti passivi, da ecolalici ripetitori di un messaggio scritto da altre mani, che a voi veniva consegnato solo perché lo legittimaste col vostro marchio. Avete tradito la vostra etica professionale, che vi avrebbe chiesto di fornire anche qualche fatto, oltre alle vostre porche e disinformate opinioni, e avete tradito la vostra appartenenza di sinistra, schierandovi senza se e senza ma con un regime del quale tutti, perfino Zingales, denunciano la matrice criminale, insita nella deliberata intenzione di usare la violenza economica come strumento di indirizzo politico, e tutti, perfino Fassina (Fassina, capite? Fassina? Siete stati sorpassati a sinistra perfino da Fassina!), perfino Fassina, disais-je, riconoscono il chiaro orientamento di classe, ovviamente a danno delle classi subalterne, alle quali voi, in tutta evidenza, ritenevate di non appartenere...
    Ma quest'ultima deduzione era sbagliata!

    Quindi, adesso, crepate, e se possibile fatelo in silenzio.
    (segue)

    RispondiElimina
  11. (seguito)

    Non biascicate scuse risibili. La colpa ovviamente non è del web. Chi mente chiude anche sul web. Vedete, ve lo spiego con parole mie, quelle che tutti capiscono, tranne chi non vuole capirle. Per il regime ormai siete inutili. Il regime pensa di aver vinto. 40% in Italia (vedrai quanto dura!), 60% o giù di lì al Parlamento Europeo... E allora, sapete, siccome siete diventati inutili, siete sempre stati costosi, e non siete particolarmente belli da vedere (nonostante tutta l'arte di Klaus Davi) ecco che, come economia vuole, come vuole l'economia che piace a voi, quella delle riforme che tanto avete decantato, arriva la mannaia. Ve lo dico con molta semplicità e quasi nessuna acredine. Tutti i mentitori chiuderanno. Morirete tutti (professionalmente, s'intende). Qualcuno cercherà di farlo con dignità. Voi avete rinunciato anche alla dignità:

    Se proprio ci tenete ad esprimervi, prima inginocchiatevi sulla tomba di ogni suicidato, chiedete scusa a ogni moglie, a ogni figlio, a ogni fratello, a ogni sorella, a ogni madre, a ogni padre, che dal regime che avete appoggiato, dal regime che avete legittimato nel nome di Gramsci, ha visto sottrarsi il sostegno e l'affetto di una vita. Invece di esibire le vostre riverite pance, implorate perdono da quei lavoratori che avete tradito. Potete dire che non avete capito, potete dire di aver sbagliato, potete dire che vi hanno pagato per farlo, potete dire che stavate eseguendo ordini (questa l'ho già sentita, e funziona sempre)

    Mio commento:anche la servitù é in deflazione....arrangiatevi..
    E che non venga in mente al governo dei ricottari di far pagare a noi l'eventuale salvataggio di questo misero tazebao...

    RispondiElimina
  12. Le ultime di Barnard....Il trucco è semplice. Uno diventa presidente del Consiglio e deve far vedere che le cose con lui vanno bene.
    Il governo deve avere i conti in ordine, Renzi lo deve dimostrare alla padrona, la Merkel (di cui è notoriamente il coccige, cit. P Barnard).
    Ma siccome esiste una cosa che si chiama bilanci settoriali (l’hanno pensata degli economisti con una testa 97.000 volte quella di Renzi), se Renzi vuole dimostrare che il settore governo va bene mentre in realtà tutta l’Italia è nella merda oltre l’immaginabile, l’altro settore, cioè tu il privato, deve andare da cazzo, da piangere, da impiccarsi al proprio colon, deve crepare per permettere a Renzi di sorridere coi conti del suo settore, che non è il tuo.

    Renzi ti deve, a te privato, 75 miliardi di euro (questa è la vera cifra, secondo la Ragioneria dello Stato), che Padoan diceva che vi sarebbero stati pagati ieri, poi ieri è diventato dopodomani, poi in realtà è fra 1300 anni. Bè, rubandoti 75 miliardi è facile per Renzino dire alla Mekel che i conti non vanno male.
    Ma non basta. Sempre per far vedere quanto scintilla il settore governo, Renzi spazza sotto il tappeto che le banche italiane si sono viste aumentare i crediti marci, putrefatti e morti, quelli che non gli saranno mai più ripagati, del 24% in un anno, per un bel totale di 169 miliardi di euro. Sempre soldi tuoi, tu privato, che sono cazzi tuoi, perché poi le banche li incassano alla fine, tranquilli. Li incassano da Draghi che li dà a loro invece che a voi, ai vostri ospedali, strade, scuole o posti di lavoro. Ma intanto Renzi va fortissimo coi conti pubblici, va fortissimo col culo tuo signor settore privato.
    (nota dell’autore: e fa bene, perché gli italiani sono stupidi, ma stupidi talmente stupidi, che fa bene, Renzi)....Ciao Tony

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'unica cosa ormai scontata....c' un pirla colossale al comando...e qualche altro milione che lo seguono....e per inciso,manco i conti pubblici vanno tanto bene.-..

      Elimina
  13. Bellissimo il pezzo di Bagnai sulla chiusura dell'Unità....complimenti perché ha azzeccato perfettamente il nocciolo del problema descrivendolo con parole che altro non sono che frecciate al cianuro per quei completi idioti, che si facevan ossequenti e proattivi zerbini, schierandosi senza se e senza ma con un regime del quale tutti han denunciato la matrice criminale, insita nella deliberata intenzione di usare la violenza economica come strumento di indirizzo politico.
    Se Gramsci fosse ancora in vita, la saracinesca l'avrebbe già abbassata anche lui da anni, e purtroppo alla fine a rimetterci invece dei capi (proattivi zerbini)che cascheranno comunque in piedi, spiace,forse, per gli 80 lavoratori, che si ritroveranno ahibò senza lavoro. (niente finte lacrime tanto chi scriveva idiozie, e sviolinate, troverà facilmente asilo per la sua penna servile, molte "testate" li stanno aspettando). In ogni caso "ben gli sta" a chi ha preferito la faziosità e la falsità a discapito della trasparenza e della e della verità. Ciao Tony

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se per lavoratori,ti riferisci a redazione e giornalisti,non mi dispiace affatto.....pure loro facevano parte dello zerbino....quanto a Gramsci,fatte salve tante altre qualità,devo dire che la sua idea dell'intellettuale organico è all'origine dello zerbinaggio al partito,e meno alla verità...ma almeno allora aveva certe scusanti,ora nessuna....

      Elimina
  14. hai scritto che secondo il sondaggio unimpresa il 64% delle aziende è a richio fallimento..... ...da quel che ho letto si parla di dissesto finanziario.... ciao

    RispondiElimina
  15. E adesso,che giornale compra lo zoccolo duro del popolo delle primarie?....L'Unità si è disgregata..."non più vincoli ma sparpagliati"....sono in sincera apprensione democratica per il popolo (unido que jamas serà vencido)e il loro conseguente disorientamento...ah! come li capisco "poveracci".
    Non posso fare commenti positivi o negativi,sull'effettivo valore. della storica "testata"(non capocciata)....che...non c'è più....
    Non ho mai avuto l'occasione di leggerla( o comprandola o trovandola occasionalmente da qualche parte)....ed è strano perché per altre "testate",anche blasonate.... pure di sinistra...ho avuto occasione di dargli un'occhiata occasionale..... avendone trovati fogli appallotolati in scatoloni...contenenti uova o sevizi di piatti e di caffé....per evitarne la rottura.
    Mi vergogno ma non ho mai comprato (se non saltuariamente)qualche giornale...al più tanto tempo fà il Messaggero(per vedere i films nei vari cinema)...e i necrologi...
    per controllare se c'era qualche nome "noto".....
    Sicuramente "sbagliando"...ho sempre considerato la maggior parte degli articoli dei giornali e dei giornalai(tutti nessuno escluso)..."rubando una immagine musicale"...delle variazioni su un tema...scritto da un altro....più bravo/forte/tosto/in posizione di comando.
    Gli articoli finali che ne escono,prolissi che leggiamo...sono in genere abilissime manipolazioni letterarie di poche essenziali notizie/concetti...provenienti da approvate Agenzie...o da veline cadute sui tavoli dei direttori...dopo tanto aver svolazzato dall'alto.
    E non dimentichiamo il "memento" che da qualche parte devo aver letto...in qualche libro romanzato sul complottismo....."finanziamo tutti i giornali ,di tutti gli orientamenti....l'importante non è informare. ma creare confusione....perché la cosa più pericolosa per chi comanda è.... l'Unità... del popolo(sa tanto di torre di Babele)...
    Saluti Tonino

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se per questo,pochi lo compravano...il giornale piddiota é la Repubblica....quanto alle tue considerazioni generali sulla stampaglia,non posso essere che d'accordo...se ancora qualcosa leggo,è per divertirmi a sentire incredibili e comici leccazampismi e constatare il livello miserabile di disinformazione.
      Già...un'altra "unità" è la cosa più pericolosa....per loro..
      Come diceva un grande disincantato "a un dato momento, non leggi più gli articoli... solo la pubblicità... ti dice tutto... e la pagina dei necrologi.... sai quel che la gente desidera... e sai che sono morti... questo basta!" (Nord)
      L.F.Céline

      Elimina
  16. La notizia, bucata incredibilmente (e chissà perché…) dai grandi media, è una bordata contro il Governo Renzi sparata dalle colonne del Financial Times: “I conti dell’Italia sono in rosso e le privatizzazioni annunciate, come quella di Poste Italiane, risultano un flop.” Le conseguenze potrebbero essere disastrose: “O una manovra da 20/30 miliardi in autunno oppure prelievi forzosi su conti e pensioni.” Di male in peggio.
    Ciao Tony

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Appunto...i conti pubblici....anche questi lo scaricano,magari per i loro interessi,ma tant'è......uuhmm,fosche previsioni sul pentolaio...pure un suo fan Della Valle non l'ama più...stando al gossip,pure De Bortoli e il Gran Banchiere....mah..
      Quanto alle Poste noto un paradosso....si fa entrare una società statale in Alitalia,che poi si vorrebbe privatizzare....quale è e sarà la governance delle Poste? Non a caso l'obiezione del suo presidente Caio...fermo restando che non vedo quale interesse possa avere in Alitalia le Poste....distruggeranno anche queste,vedrai....e nonostante il 49%,in Alitalia comanderanno gli arabi sulla cordata di pezzenti senza soldi del 51%.....
      La manovra tutti gli osservatori la ritengono più che probabile,vediamo che coniglio tirerà fuori stavolta...

      Elimina
  17. Occhio che da quando hanno trombato il coniglio De Bortoli al Corserva, il coniglio parlò e assunse coraggio. Pare che tra le sue voci dal sen sfuggite ci sia quella che Renzi ci rovinerà e ci porterà tutti al massacro. Mi dirai: che scoperta! Sì, ma detto dalla Voce del Padrone fa un altro effettaccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' già una decina di giorni che il coniglietto spara sul fanfara pentolaio,già sapendo del suo licenziamento (e questo già la dice lunga su questa stampaglia...prima no,eh...?).Cosa che avevo accennato nel post.Ma dispiace pure a Fiat (padrona di Stampa e Corserva....qui nessun conflitto...!) in attesa di prossini e già ventilati incentivi per la rottamazione auto,come avvenuto in Spagna.
      Idem Della Valle,per la questione della probabile abolizione incentivi alla bolletta elettrica dei treni,leggi Italo,di cui é socio.
      Solita ipocrita fuffa....da cui poco c'è da sperare...solo interessi particolari,anche se può tornar utile contro questo dilettante incapace e deficiente totale o stolto esecutore d'altrui volere.In entrambe i casi...una rovina per il Paese.

      Elimina
  18. Occhio che da quando hanno trombato il coniglio De Bortoli al Corserva, il coniglio parlò e assunse coraggio. Pare che tra le sue voci dal sen sfuggite ci sia quella che Renzi ci rovinerà e ci porterà tutti al massacro. Mi dirai: che scoperta!

    Sì, ma detto dalla Voce del Padrone fa un altro effettaccio.

    RispondiElimina
  19. Mia moglie mi trova frastornato o di più... preoccupato, e mi ha chiesto il perchè....Le ho risposto che al Tg,di sfuggita, ho ascoltato che un consulente in prestito(molto lodato per la sua preparazione),esperto in taglia/cuce/aggiusta se ne ritorna,a casa... al F.M.I.(che ce lo aveva prestato per risolvere i nostri problemi)...anche Lui "sconsolato" per non aver concluso gran ché..."male stavamo...male restiamo".
    Riconosco,che essendo Lei ex insegnante di lettere...non necessariamente deve sapere che cosa è il F.M.I....il suo scopo,la sua utilità,la sua necessità...e chi ne beneficia dalle loro attività....Anche perché mi vergogno a dirlo..... "manco Io" ho mai capito,esattamente "a che e chi serve"...e allora per svicolare,e per non far scoprire le mie lacune in materia economica...l'ho messa sul ridere...svicolando sulla cultura.
    Risposta non lo so....sicuramente un'organizzazione importante che si chiama... Fondo Monetario Internazionale... F.M.I.
    E' un puro caso....che non ci lega niente... che il noto logo vada casualmente a somigliare con una sigla/dizione... che talvolta si metteva in epoche oscurantiste(addirittura...fino a 50 anni fà)su alcuni documenti dei figli illeggitimi(senza uno o tutti e due i genitori).....( F)igli di (M)adre( I)gnota.
    (*)Appendice puramente linguistica..."il romanesco figlio di mignotta"....sembra provenire proprio da Filius Matris Ignotae.
    Tu che su questi argomenti(quelli economici non linguistici) hai le idee più chiare di Noi....perché non ci dai una tua opinione che per risolvere dove e come tagliare In Italia....abbiamo avuto la necessità di ricorrere a risorse estere,addirittura all'eccellenza del sistema economico mondiale.....rimango sorpreso che in Italia non c'è gente capace di tagliare...ma se è l'unico settore che non è in crisi!!!!....Boh?....Si capisce subito che sono solo un povero tecnico con qualche rudimento di linguistica.
    Saluti Tonino

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il così detto mano di forbice,se ne tornerà presto a casa perchè,come sempre abbiamo detto,il pentolaio vende fumo,in pratica non ha soldi per far ciò che promette.Questo ha detto a chi sa leggere.
      Dopo avercelo presentato come un genio (ma pure Bondi...),ora il fanfara scopre che non serve....! Che comica...! E che lo paghiamo a fare allora!
      Ora non piace più al napoleoncino di Pontassieve,pure lui gli ha detto che è un buffone,certo con un linguaggio tecnico...
      Quanto all'FMI,o Fondo misfatti Internazionali,a cosa serve? Puoi tranquillamente dire alla tua ex insegnante che è un cravattaro in grande stile.Vedrai che capisce subito...! Infatti si presenta da chi ha bisogno,presta,ma a condizioni usuraie e sopratutto con condizioni economico-politiche onsostenibili per il povero bisognoso,fino a consegnarsi mani e piedi all'usuraio.
      Certo,era nato (o spacciato?) con diverse intenzioni,ma tale è ora.
      Direi però che l'illustrazione che tu fai dell'acronimo,è pure calzante....figli di mignotta.....

      Il fatto è che non vogliono tagliare,anche il Fanfare è un politico e cerca consenso.
      Vuoi un esempio dove tagliare? Il Senato tutto,metà dei deputati e i mille enti inutili ancora intatti.
      Secondo te,come mai il piano Cottarelli pronto da mesi,non è mai stato dato alle stampe,almeno conoscerlo,se non la misera presa in giro delle auto blu?
      Se perde voti,Tonino,se perde voti.....! manco il famoso tetto agli stipendi dei manager pubblici è riuscito a tagliare,dopo la grottesca polemica con Moretti-FFSS...
      Se non lo sai,sta storia è saltata....!
      Detto questo,devo però dire che per quanto si tagli,non riuscirai mai a tagliare per compensare annualmente gli interessi che paghi agli usurai del mercato per finanziarti.
      E qui ritorniamo sempre a bomba.....gabbia euro,europa...non se ne esce Tonì...se non ne usciamo...!

      Elimina
  20. Giuro, non avevo visto il commento di sopra :-). E comunque su De Bortoli vedo che la pensiamo allo stesso modo. Costoro - chissà perché - "cantano" solo quando vengono trombati da quei poteri forti che hanno così ossequiosamente servito.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh già....chissà mai perché...! Forse no n hanno capito (come i piagnucolosi dell'Unità) che i servi sono sempre liquidabili,sono a tempo...in fondo ciò che meritano....

      Elimina
  21. "Er Fanfara"
    Trovo questo riferimento spesso,nei tuoi commenti ai tuoi Lettori.Mi piace,il ^simbolismo usato^..."er fanfara"....e allora tra amici,conoscenti,anche sconosciuti,lho talvolta menzionato,per varie discussioni economico/politico/sociali per centrare una tipologia di personaggi.
    Ma è tuo???,è venuto a galla(ed è il caso di dirlo)dal tuo inconscio e lo utilizzi nel razionale,per esprimere tutta una concatenazione logica di comportamenti,che si dipanano come da una matassa da quel nucleo centrale?????o lo hai rubato a quacun altro???
    Siamo nel campo difficile(irrazionale) di come si reagisce a tutto ciò che si sintetizza in un "simbolo".
    "Fanfara"...usato con variazioni in tante lingue...è sicuramente un termine onomatopeico....un po' come esempio.. "tortora"in Italiano(dal Latino TurTur...tipico verso del simpatico animaletto)...nel nostro caso Fan..Far
    Fanfara indica un numero "ristretto" di strumenti...tutti rigorosamente "a fiato",sempre di metallo,"selezionati" però...da un più vasto complesso di cui fanno parte....una"banda"...(absit iniuria verbis).
    Gli strumenti sono selezionati per la loro "alta" sonorità che hanno...destinati,quindi, a farsi sentire un po' da tutti(anche i deboli d'udito)....ci sono trombe,tromboni,vari tipi di "corni",bombardini ,etc.
    Quante volte abbiamo battuto le mani,a storiche ed "amate" riunioni ..p.e. di alpini o di bersaglieri...che ci ricordano con le loro sfilate,precedute dalle loro fanfare...i tempi belli di un Italia(purtroppo passata) gloriosa e rispettata nel mondo..e gli Italiani fieri di essere tali.
    Ma "er fanfara"(minuscola dovuta) de oggi...pur correndo pure lui(con i suoi colleghi musicanti) come un forsennato,eseguendo pezzi di "rumore" militaresco"...e suonando brani moderni di stile dode(caco)fonico,troppo spesso di autori "stranieri"....non ci addolcisce l'animo come le romantiche sopracitate fanfare di una volta..."quando in Italia pur avendo poco non ci mancava niente...ed eravamo padroni di casa nostra".
    Quando,oggi, occasionalmente sento o vedo in Tv...il complessino.... "er fanfara"& Co..invece di commuovermi,come per le Fanfare dei vecchi tempi...mi cadono le gonadi a terra ,come a chi ha deciso di smettere di lottare...contro un destino purtroppo troppo avverso...e un avversario non sempre fuori casa,
    Oggi le tipologie dei governi sono peggio di quelle passate dei Papi o re...
    -Morto 'n Papa se ne fà 'n'antro
    -Morto er re(minuscola dovuta)...viva er re
    -cacciato(siamo in Democrazia)"er fanfara/equivalente" te ne trovi 'n altro uguale e contrario...
    Oggi vige l'artenanza democratica...."a magna ,'n pò peruno 'n fà male a nessuno"
    Saluti Tonino(e scusate per l'ampio OT,e l'epitaffio in memoria di tempi passati)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma guarda,mi veniva in mente fanfarone,tra i vari termini da affibbiare a questo babbuino,ma poi ho trovato che la versione romanesca er fanfara,fosse più pregnante e incisivo nell'illustrarne la personalità profonda.
      Fanfarone era troppo affettuoso....idem fanfaronate...
      Comunque tks per le etimologie e i piacevoli ricami tuoi.
      Speramo proprio de no,Tonino.... cacciato sto fanfara,è difficile trovarne uno simile!

      Elimina
  22. visto che ami le etimologie,vado in temporaneo OT

    Mignotta: . deriva dalla parola francese mignot, variante di "mignon" che vuol dire "grazioso, vezzoso, civettuolo".

    Baldracca : da "Baghdad", città araba ritenuta dissoluta e depravata per antonomasia. I fiorentini, nel medioevo, ne storpiarono il nome come solo loro sanno fare, al solo scopo di usarlo come ingiuria.

    Cicisbeo: sembra che il termine derivi dall'incrocio fra il verso del bisbiglio lezioso (ci-ci-ci) e la parola "babbeo".

    Farabutto: nell'antica lingua germanica, freibeuter significava "predone, brigante, corsaro".

    Mariuolo: cosa c'entra la Vergine con un insulto destinato a designare un furfante, un disonesto, un imbroglione? E' presto detto: anticamente, quando le donne non godevano di pari dignità rispetto agli uomini, nelle chiese c'erano delle zone, recintate da balaustre, dove solo i maschi potevano entrare. Nelle sacre rappresentazioni si preferiva far interpretare a un uomo il ruolo della Madonna. Così, succedeva che dei ceffi dediti fino al giorno prima al vizio e al malaffare, si vestissero con abiti femminili e recitassero la parte dell' Immacolata, fingendo atteggiamenti pii e devoti che non erano certo i loro. Da questa usanza deriva il termine "mariuolo", cioè "colui che fa la Maria": appunto uno che truffa e imbroglia.

    Piaga: la ferita si rimargina,mentre la piaga continua a rimanere aperta ...un vero tormento...proprio come certe persone lagnose e moleste, di cui non c'è verso di liberarsi:dal greco plaghè, che vuol dire "percossa", E che indica pure la soluzione

    Vigliacco: .due offese al prezzo di una! Infatti, "vile" significa semplicemente che non ha coraggio, ma "vigliacco" unisce questa parola italiana con un'altra spagnola, bellaco, che significa "ribaldo". .

    Ho scelto solo etimologie di termini molto attuali...

    RispondiElimina
  23. Tanto per gradire,ormai tutto è in tema.

    - er fanfara pentolaio si è rimangiato un altra promessa: la carità 80 euro non sarà più data ad altri mendicanti.

    - Articolo: Israele: quasi umani. Ma non troppo
    (M.Blondet 01-08-14

    Soldati americani morti in Ucraina

    Come sapete, Washington, tutti i Paesi europei e tutti i loro media, accusano Vladimir Putin di aiutare con armi ed uomini i ribelli del Donetsk (senza mai dare una prova), ossia di compiere atti di guerra contro «un paese sovrano».
    Ebbene: c’è invece la prova che «istruttori» americani, appartenenti alle forze armate USA, combattono alla testa delle truppe del Governo di Kiev. La prova è dovuta al fatto che il 29 luglio, le foze di autodifesa del Donbass hanno attaccato una colonna di armati di Kiev, uccidendo tre istruttori che sono risultati ufficiali americani; e ne hanno ferito uno che è un pezzo grosso: il Generale Maggiore Randy Allen Key (FOTO 6 Randy Allen Key). Lungi dall’essere un «consigliere», era lui che dirigeva l’operazione punitiva contro la gente del Donbass. Probabilmente il comandante del reparto di Ranger, 180 membri, il cui invio in Ucraina era stato rivelato da Washington Times il 22 luglio:«Since the Ukrainian army crumbles soon Ukraine will be sent to a group of American advisers who strategize suppression of pro-Putin separatists and determine what material investments and other assistance required for this suppression».
    Dei 180 Rangers, in una settimana, ne sono già stato uccisi dieci, l’ultimo (per ora) a Mariopol.
    Domanda agli europei che hanno adottato le note sanzioni contro la Russia: sarebbe il caso di applicare le stesse sanzioni contro gli USA, dato che è contrario al diritto internazionale mandare truppe comandate da Generali in un Paese sovrano per partecipare ad una guerra civile.
    Ma no, cosa si va a pensare. Il presidente Poroshenko, parlando alla CNN il 21 luglio, ha detto che il suo Paese aspira a diventare «MNNA» (che sta per Major Non-NATO Ally, importante alleato non-NATO): lo status di una dozzina di Paesi dal Giappone alle Filippine, e che comporta che sono gratificati di basi e truppe americane di stanza sul loro territorio.
    Evidentemente si stanno bruciando le tappe, e l’Ucraina è già il primo Stato-satellite americano alle frontiere della Russia. In cambio, ha detto Poroshenko, «l’Ucraina potrà usare la leadership e l’assistenza americana nei nostri sforzi per troncare a corruzione, rianimare le nostre istituzioni finanziarie, riformare la nostra politica energetica e il nostro settore agricolo. In più, abbiamo bisogno del gas naturale Usa per non essere sotto ricatto di Mosca»... insomma ha steso il cappello, spera che gli americani davvero prendano a carico il cui Paese che sta collassando, mentre la guerra costa troppo (i militari si sono fatti stanziare altri 791 milioni di dollari per stroncare i ribelli, su un bilancio già in deficit per 2,5 miliardi). Obama ha promesso: «Siamo nella stessa barca», ha detto a Poroshenko. La barca di Obama non è esattamente in buone acque, essendo stato messo sotto querela dal Congresso per abuso del potere esecutivo.
    Le acque potrebbero peggiorare, se è vero quel che rivela l’Independent

    Avete letto qualcosa in merito nei tazebao del regime italiota?

    RispondiElimina