venerdì 16 maggio 2014

IL GOVERNO DADAISTA

Nel corso dell'ultima trasmissione la Gabbia,condotta da Paragone,dopo le solite fesserie dei vari formigoni,montiani e piddiote di turno,il giornalista del Fatto,Andrea Scanzi ha riassunto con lucida sintesi la situazione: dopo tre mesi,di tutte le sparate e le balle del Pentolaio delle Cascine,è rimasta solo la fasulla mancia elettorale degli 80 euro.
Fasulla,in quanto già mangiata da vari aumenti (carburanti,tassa sui risparmi...),specie quello relativo alla Tasi.

Tutte le meravigliose riforme e i giochi di prestigio sono impantanati nella palude parlamentare, e forse è pure meglio,visto il loro contenuto.
Ci si potrebbe infatti chiedere in che modo le riforme così prospettate del Senato,delle Province e la Legge elettorale possano contribuire alla ripresa economica del Paese e della domanda in particolare (questo é il vero problema...),per non parlare del Jobs Act che, nelle attuali condizioni del paese,poco o nulla serve (se non alla eterna precarizzazione del lavoro).
Se poi spera che la fasulla mancia elettorale 80 euro (unico mantra di questi dilettanti) faccia ripartire la domanda,siamo alla ennesima comica presa in giro del Paese.
Eh sì....! Perchè ,caro piazzista da sagra, per le riforme vere (fisco,PA....) ci vorrebbe Mandrake,mica un buffone come te..!E se non esci dall'ero,nemmeno Mandrake...ci può mettere una pezza..!
E il pagamento dei debiti della PA alle imprese? Altro cavallo di battaglia del pentolaio?
Dopo rinvii su rinvii,il diafanoide Del Rio dice che se ne parlerà nel 2015.
Campa cavallo....

Dovevano spaccare il mondo,ma agli italiani ha rotto ben altro....

Poi ieri,a conferma ancora peggiore delle parole di Scanzi,arrivano i dati ISTAT.

Nel primo trimestre del 2014 il prodotto interno lordo (PIL) è diminuito dello 0,1% rispetto al trimestre precedente e dello 0,5% nei confronti del primo trimestre del 2013.
Il calo congiunturale è la sintesi di un incremento del valore aggiunto nel settore dell'agricoltura, di un andamento negativo nell'industria e di una variazione nulla nel comparto dei servizi.
(Nello stesso periodo il Pil, in termini congiunturali, è aumentato dello 0,8% nel Regno Unito e ha segnato una variazione nulla negli Stati Uniti. In termini tendenziali, si è registrato un aumento del 3,1% nel Regno Unito e del 2,3% negli Stati Uniti.)
La variazione acquisita per il 2014 è pari a -0,2%.
Cresce ancora il numero dei fallimenti aziendali. Secondo i dati diffusi dal Cerved, tra gennaio e marzo sono stati 3.811, il 4,6% in più rispetto allo stesso periodo del 2013. 
I tecnici dell'Istituto di statistica evidenziano una fase "sostanzialmente di stagnazione" dell'economia italiana.
(Fonte: Istat )

Il Pentolaio: "Dato che non fa piacere, ma sono ottimista"....come no! ci sono tutti i segnali....tante luci in fondo al tunnel....! Che non sia il caso di mandare al governo l'Enel....di luci se ne intende un po' di più di questi elettricisti dilettanti..!
E continua,il paraculo fiorentino "resto molto fiducioso...i numeri sono molto incoraggianti".
Come no!Si vede....Ma questo scemo del villaggio,ci é o ci fa?
Un Del Rio sempre più fotocopia del suo padron giullare,dice che se lo aspettava....ah ah ah...!

Jarry e Tzara li avrebbero subito arruolati nel movimento dadaista...compreso Padoan che in un twitter (ormai l'unica forma ebete di comunicazione di questo sgovernicchio) dice:"testa alla crescita, occhi sui conti, cuore all’occupazione"....ah ah...che roba,ragazzi....il popolo ha fame di pane,dategli delle brioches.....farsa continua....!!!!
Jarry stesso non avrebbe saputo far meglio dell' happening dadaista messo su da questi buffoni.Naturalmente con l'impresario del Colle.....

                                          il governo dadaista al lavoro

Ora che faranno,accuseranno l'Istat di essere sfascista? Perchè questa è l'unica risposta che questi mentitori riescono a dare ad ogni obiezione del loro  funesto operato,tutto fumo e niente arrosto.

Inoltre Bankitalia ha certificato che il debito pubblico, nel mese di marzo 2014, è salito a 2120 miliardi di euro, con un rapporto debito/pil, nel primo trimestre,vicino al 136%, in aumento di oltre 3 punti percentuali rispetto ai valori registrati lo scorso 31 dicembre 2013.

Tutto ciò induce a ritenere che le previsioni  contenute nel DEF 2014, siano già saltate in aria.
Le solite previsioni fasulle e imbonitrici....tutto a puttane....! ma chi sono questi geni che mai ne azzeccano una...? Prevedevano una crescita del + 0,8% del Pil,poi ridotte dall' FMI a 0,6%,....e ora siamo tendenzialmente a -0,2%...!!!!!
Pertanto, anche la fantasiosa possibilità di riduzione del debito pubblico ipotizzata dal governo, si rivelerà del tutto irrealizzabile. A questo punto,é molto probabile  che si arrivi a soluzioni "irrituali" nella riduzione debito pubblico, come la ristrutturazione del debito o imposte patrimoniali una tantum.
Con buona pace per i sognatori..... e per i risparmiatori.

Non è finita.Grazie al Pentolaio, ci saranno subito benzina e riscaldamento più cari per sostenere l’Expo 2015. Infatti, nel decreto sull'emergenza abitativa, il cosiddetto 'DL casa', all'articolo 13, vengono destinati, dal governo, ben 25 milioni di Euro, per l'Expo 2015!
Sì, avete capito bene, sembra impossibile ma è così. L'ebetino stanzia altri 25 milioni di euro per continuare a foraggiare quella cupola politico-affaristica chiamata Expo 2015. Infatti, quelli che sosterranno questa cifra saremo, ovviamente noi, dal momento che, grazie a prima firma Rossi (ovviamente Pd), è passato un emendamento che aumenta, per 13 milioni, già dal 2014, le accise proprio sui prodotti energetici e sul riscaldamento ad uso civile.
Come dire, i loro sporchi affari pagati direttamente col nostro portafoglio. Quindi, le accise aumenteranno più volte: per l'Expo, come appena visto....per coprire, come clausola di salvaguardia, una parte del cosiddetto 'bonus Irpef' e per coprire altre spese del governo da destinare all'edilizia.
E pensare che sono le stesse accise delle quali Letta aveva già previsto aumenti per finanziare, tra l'altro, la famosa prima rata Imu!

Ignobile bufalaro Renzi, quanti erano gli eurini che ci volevi dare in più? 80?
Guarda caro ballista che due conti col pallottoliere li sappiamo ancora fare...!.

E' sempre più chiaro che restando nei vincoli dell'euro e dei demenziali trattati UE,non usciremo mai da queste sabbie mobili....la situazione del Paese e degli italiani non potrà che peggiorare,fino ad affondare miseramente.

Il  25 maggio.....contro il Pentolaio e....


22 commenti:

  1. Anche il secondo trimestre parte con i migliori auspici:
    "I consumi petroliferi italiani nel mese di aprile 2014 sono ammontati a circa 4,9 milioni di tonnellate, con una diminuzione pari al 3,3% (‐165.000 tonnellate) rispetto allo stesso mese del 2013."

    http://mondoelettrico.blogspot.it/2014/05/i-consumi-petroliferi-italiani-nel-mese.html

    Ancora dall'articolo: "I consumi del petrolio e dei carburanti sono degli indicatori sensibili dello stato dello stato di salute della nostra economia", quindi il bimbominkia ha tutte le ragioni per essere ottimista, tranquilli.. nessuna manovra correttiva, nessun prelievo forzoso, la ripresa è dentro di noi (musica e parole di Montimer), se non la vedete è colpa vostra, brutti pezzenti sfascisti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vedrai dopo le elezioni...! Manovra in arrivo....Ora persino i sindaci fanno i furbi,vogliono incassare la rata di giugno Tasi,ma non comunicano le aliquote....indovina perchè...
      Intanto,altra smentita al bimbominkia.su stop pensioni d'oro e maxi liquidazioni
      Padoan " "ogni decisione sulle clausole contrattuali in merito alla remunerazione degli amministratori afferisce esclusivamente al rapporto negoziale tra società e manager ,sulla base di autonome deliberazioni del CDA della società."
      Amen....Affari loro,non nostri...

      Su questo blog,fin dall'inizio del golpe renzo-napolitano avevamo previsto il fallimento,anche se ancora molti italiani rincoglioniti dai media ci credono.Sempre meno per la verità e per fortuna.
      Da uno che diceva "non sarò mai premier se non passando per le elezioni",c'era poco da fidarsi.La prima delle quantità industriale di balle che ha spacciato e spaccia..

      Elimina
  2. il problema da risolvere rispetto il passato di quando avevamo la lira, è che il nostro debito pubblico è esternalizzato, quindi tornare ad una moneta nostra con il debito in mano agli strozzini la vedo un 'ipotesi drammatica.... ci hanno infognato per benino sti cravattari. D.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. intanto il debito in mano agli strozzini esteri ora risulta essere il 30-35% del totale.
      Quindi non è poi così drammatica la questione come i soliti euroascari vogliono presentarla.
      Vedi il Giappone,con un debito doppio del nostro ma quasi tutto in mano ai giapponesi.Ma loro stampano...la loro moneta,a differenza di noi che veniamo "stampati" dall'euro

      Elimina
  3. Oramai non fanno neanche più ridere.
    I dati “ Istat” del primo trimestre 2014 non lasciano spazi a troppi dubbi e interpretazioni: il sistema è complessivamente marcio. Marcio non solo nella gestione ordinaria e quotidiana della cosa pubblica, nelle menzogne raccontate e nei trucchetti esperiti dalla classe politicante; è marcio nelle radici, nell’origine illegittima del potere dell’eurocrazia, del sistema-euro, della “fabbrica del debito”.Il nostro debito pubblico, nella sostanza, continua a salire.
    Insomma, la spesa pubblica viene tagliata, lo stato sociale è moribondo, strombazzano ai quattro venti di voler “ridurre gli sprechi”, la tassazione raggiunge livelli di assurdità contabile, e il debito continua a salire, come è naturale e matematico che sia in un contesto di moneta-debito presa a prestito da un ente sovranazionale che sul prestito pretende interessi e li pretende anche puntuali (“fiscal compact”, lo chiamano).
    Senso della decenza? Macché. Continuano a dirci di avere fiducia. Si ergono a paladini, dicono che andranno a Bruxelles e ribalteranno questo mondo e quell’altro, salvo poi tornare, con le orecchie rosse e il capo chino, con in tasca al massimo qualche elemosina o qualche dilazione.
    Continuano a tempestarci di messaggi di fiducia nell’Europa e nell’euro, il vecchio demente al colle monita più Europa senza la quale dice precipiteremo nel baratro..dimenticando (beata demenza senile) che il fondo del baratro l'abbiamo già toccato con la sua mario-netta Monti.
    Che soluzioni propongono? Le solite squallide facezie, le solite sparate moraliste, i soliti raschiamenti di barile; questa volta pare vada per la maggiore la quotazione in borsa delle Poste.
    Intanto, per la schiavitù da debito, per l’ansia da insolvenza, per la cronica mancanza di liquidità, si continua a uccidere, a uccidersi, a commettere crimini violenti. Le notizie di questo tipo oramai sono relegate ai trafiletti di cronaca, quando vengono diffuse. Tutto invece va bene, dicono: gli ottanta euro rilanceranno l’economia, mille clandestini al giorno ci porteranno ricchezza, le banche ci aiuteranno.
    Povera nazione, povera Europa...poveri noi!!!
    Ciao Tony

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che aggiungere di più di quanto hai detto...!
      Un quadro perfetto della situazione agonizzante del paese e dell'incapacità oltre che della menzogna di questi squallidi parolai.
      Purtroppo,non ci sono soluzioni finché saremo aggangiati ad una moneta come l'euro.E' vero,i problemi italiani sono molteplici,ma senza risolvere questo,saranno sempre o solo pannicelli caldi,nel migliore dei casi.la malattia non si cura con aspirine o peggio ancora,con annunci fantascientifici..
      Tutti sacrifici inutili.....ora pensano di svendere quote ENI ed Enel....10 miliardi..per decurtare il debito di 2000 ed oltre....semplicemente ridicolo e demenziale...perdiamo aziende in utile,per cosa? Nulla...
      Già...povero Paese,poveri noi....finché non ci liberiamo di questi carneadi al governo e degli usurai europei...

      Elimina
  4. INFO

    Ecco, ora con l'allargamento della platea degli 80 euro,( allarga di almeno 1.3 milioni di persone (le coperture sono uccel di bosco.....come mai poi deciso da Equitalia e non dal goverrno? Siamo alla farsa elettorale....
    Inoltre,ecco qui, le prime 2 righe del Dlirpef dove si legge che gli 80€ NON sono strutturali!

    Decreto Legge 24 aprile 2014,numero 66

    Misure urgenti per la competitività (!) e giustizia sociale

    Art.1 - Riduzione del cuneo fiscale per lavoratori dipendenti e assimilati

    1- In attesa dell'intervento normativo strutturale ( sempre attese...ormai é come aspettare Godot) da attuare con legge di stabilità 2015....(campa cavallo...!)

    Strutturali un corno....!

    RispondiElimina
  5. Ecco di chi è quel cesso in alto? Di Duchamp? non poteva essere più pertinente per questo governo.


    La copertura degli 80 euro l'hanno fatta decidere all'Agenzia delle Entrate, che non è proprio la stessa cosa di Equitalia, anche se agiscono in tandem. La seconda delle due è addetta al recupero crediti.

    Il perché dell'Agenzia delle Entrate, non saprei. Forse perché dispongono di software per il ricalcolo.. O forse perché in uno stato non più SOVRANO non esiste più una Ragioneria di Stato. Non saprei esattamente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nemmeno io so il perchè di questa uscita della Agenzia Entrate...che c'entra con una tal decisione? Che sarà sempre e comunque tutta da vedere.Se già ballavano prima le coperture,figurarsi ora..! da dove vengono i soldi?
      Cercherò di approfondire,ma per ora di certo non ho trovato nulla.Si parla che sarà l'Inps a pagare (e te pareva....!),ma come sempre,le cose non sono mai chiare.A parte il fatto che ogni giorno c'è una novità che invalida quanto deciso dieci minuti prima.Un guazzabuglio totale su tutto,una continua smentita di un organo su quanto deciso da un altro,non si sa mai quello che è effettivo o solo promesso....insomma un casino totale dove ognuno dice quel che vuole.

      Ecco il perchè del cesso capovolto.....spacciato per un oggetto artistico,ma sempre cesso resta....come questo governio

      Elimina
  6. :"testa alla crescita, occhi sui conti, cuore all’occupazione"...
    .Mi hai fatto ritornare giovane...le goliardate...e le barzellette un po' spinte..."ma"cariche di tanta,tanta verità...
    Una volta ...nel corpo umano...si creò una pesante lotta...tra tutte le membra...per decidere quale fosse la più importante...e alla quale tutte le altre dovevano sottostare...."per "un buon funzionamento"dell'intero organismo...
    Il Cervello...Io sono la parte pensante...senza di me non si decide niente...
    Il Cuore...Io sono la parte vitale...senza di me non arriva energia al corpo..
    I Polmoni....noi pompiamo l'aria che permette tutte le funzioni energetiche...
    Il "Culo"(mi si perdoni il verismo)....Io sono quello che elimina tutte le scorie...
    Tutti a ridere...per l'affermazione finale...il Culo come capo????roba da pazzi.
    Ma il Culo si "offese" (si ritirò sull'Aventino)e smise di defecare(altro pardon)...si rifiutò di fare la sua funzione....
    Capo un paio di settimane...scompenso generale nell'organismo..il cervello sragionava...il cuore fibrillava...i polmoni si soffocavano...(PIL basso,Spread alto,Borsa in caduta)
    Breve riunione.... e dopo....dibattuta decisione... all'unanimità decisero di sottomettersi alCulo(di nuovo pardon) e lo fecero "Capo" incontrastato di tutto il corpo...come da lui richiesto.
    Questi ricominciò ad effettuare le proprie funzioni...tutto tornò come prima....finalmente si riviveva accetabilmente

    Morale goliardica(in lingua originale)....
    Quando il Capo,finalmente (ri)comincia a fare lo"stronzo"...tutti gli altri organi funzionano egregiamente.
    Non è che Qualcuno ha preso per oro colato questa favoletta che si raccontava(alla bisogna) con risvolti politici/amministrativi/aziendali.... per criticare allora situazioni "ridicole" di sinergie tra le parti di uno stesso organismo....Ciao Tonino

    RispondiElimina
    Risposte
    1. che sia il culo il capo nell'attuale situazione non ci piove,solo che non si vive certo accettabilmente,almeno per molti...
      Infatti,il cervello ha quasi smesso di pensare (in basso e alto loco),il cuore é sottoposto a notizie da infarto (qualcuno ha pure smesso di funzionare) e i polmoni di molti respirano a mala pena già a metà del mese...((PIL basso,Spread alto,Borsa in caduta)....
      Insomma,anche il culo racconta balle....

      Elimina
  7. l'uscita dell'agenzia delle entrate è addebitabile al loro uff. giuridico che ha evidenziato profili di incostituzionalità sul ddl irpef del resto già adusbef ne aveva parlato. Si voleva evitare l'ennesima figura di M al governo ( man on sarà evitata ). E' vero le coperture non ci sono ma in quanto al pagamento si farà affidamento sui sostituti d'imposta , cioè saranno i datori di lavoro ad anticiparli ( bello fare i magnanimi con i soldi degli altri ) e questo significa mettere ancor di più a rischio il settore delle PMI che nel primo trimestre ha gia visto 3880 chiusure e fallimenti !!!!avete tutti ragione ci sarà sicuramente una manovra correttiva , in quanto già ora calcolano gli esperti vi è un buco di 8mld nei conti pubblici, aggiungo anche che la commissione UE a rimandato a dopo il 25 la discussione sulla nostra richiesta di rimandare il pareggio di bilancio al 2016. certo un bel quadretto !!! ritengo , ma è opinione personale, che il pentolaio abbia le necessarie coperture politiche internazionali per sparare tutte le supercazzole che vuole , è lì a fare da garante che il nostro destino si compia e i poteri forti lo appoggeranno.in quanto a napolitano resterà finche ve ne sarà bisogno

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho capito...ma evidenziare profili di incostituzionalità (ma non é la Corte che deve decidere?) é un conto,rendere effettiva la cosa é un altro.Non spetterebbe al governo comunque? con un decreto o che?
      Quanto alle coperture,le troveranno a danno degli stessi beneficiari,come contenuto nel decreto collegato alla spending review per gli enti locali,art.47,tabella A "Concorso delle Province ,Aree Metroplitane e Comuni alla riduzione della spesa pubblica:
      Voci coperte da codici SIOPE e numeretti vari,ma che si riferiscono a tagli della sanità,farmaci,mense e trasporti scolastici.
      (riporto da Italia Oggi,inserto sugli Enti Locali).

      Capito? Un ulteriore dimostrazione che questi fasulli 80 euro (tutto quel che rimane delle fantasmagoriche promesse) costeranno molto di più ai poveri beneficiati
      Quanto poi alla crescita della domanda,siamo alla favola di cappuccetto rosso....
      Oltre al fatto che,non essendoci i soldi,si fa bella figura col culo altri,come fai notare.Gli stessi imprenditori che dopo una sfilza di promesse mancate,si vedono rinviare i crediti verso la PA al 2015....o a mai più...

      Può essere pure che gli usurai concedano di rimandare il pareggio di bilancio,ma non sarà una concessione gratuita.....e comunque ,siamo sempre ad una rincorsa per tappare buchi da una parte,mentre si aprono da altre parti.
      Non so se il pentolaio goda ancora di tanter coperture internazionali,visto che parla troppo fono ad ottenere l'effetto contrario.Per non parlare della squadra di dilettanti femminucce di governo che non fanno altro che straparlare e rendersi ridicole.
      Un test saranno le elezioni,se ne esce male,credo che non godrà più di tante coperture,anche se condivido il suo ruolo ,a cui pure tu accenni nel finale.

      Elimina
    2. In qualche modo,le rivelazioni di Geithner tirano in ballo pure Napolitano,che sdi affanna a smentire ma a cui nessuno crede.Forse anche questo non serve più ai padroni del vapore?

      Elimina
  8. Questa la dedico a Tonino,se non la sapeva...

    http://corrieredelmattino.altervista.org/notizia-shock-roma-tassa-sullurina-ritorna-dopo-2000-anni/

    Marino, il ridicolo non ha limiti....

    RispondiElimina
  9. Leggi cosa ci riserva l'ignobile Pataccaro appena dopo le elezioni. Faccia da kiulo che non è altro, di tutto blatera fuorché di questa imminente gragnuola dell'unica mucca sempre più spremuta rimasta agli Italiani: la CASA!

    http://www.lastampa.it/2014/05/18/economia/conto-alla-rovescia-per-la-tasi-ma-i-comuni-sono-in-ritardo-delrio-valutiamo-una-proroga-7oeRe8nzVKYXMlTN4VhtWK/pagina.html

    Capito il barbatrucco? Cambiano sigla e in un'altra sigla come TASI ci mettono dentro sia la casa che la spazzatura e tutti gli altri servizi comunali annessi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Avevo letti qualcosa di simile da altra parte.Un'altra dimostrazione di improvvisazione di questi prestigiatori da sagra,oltre che di ennesima presa in giro.Le vicende sulla casa da un anno sono l'icona di una incredibile farsa,finita inevitabilmente in tragedia per gli italiani.Non ci sono parole per definire questi deficienti.
      Poi,siccome sono malizioso,il ritardo dei comuni sembra cadere a puntino dopo le elezioni.Chissà che aliquote! Meglio non spaventare gli elettori.

      Ormai é certo che questi fasulli 80 euro,costeranno il doppio agli italiani...

      Elimina
  10. Sempre il bimbominkia: "Dico votate chi volete ma non mandateci i buffoni"... una volta tanto seguiro i suoi consigli (voto per chi mi pare), poi di buffoni a Bruxelles ce n'è già in sovrannumero, a partire da Barroso, Van Rompuy, Shultz e resto della compagnia.
    Brutte notizie per noi, le proiezioni meteo danno bel tempo per domenica 25, il che significa aumento dell'astensionismo e buone notizie invece per le truppe cammellate pidiote (che come si sa partecipano a qualsiasi elezione, pure quelle tarocche e a pagamento).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prendiamolo in parola.....Chi più buffone di lui...!
      Probabilmente i votanti saranno comunque intorno al 50%,se va bene....ma non è detto che questo avvantaggi i piddioti...molti altri "contro" ci andranno...voglio essere fiducioso.
      Se poi non sarà così,e gli italioti non capiscono che questo voto ha risvolti pure interni,e che una sconfitta del pentolaio,probabilmente segnerebbe la sua fine.....se non capiscono questo (visto che si lamentavano di non poter votare),allora hanno tutto quel che si meritano,in Italia e in Europa.

      Elimina
  11. Grazie per l'informazione.....ma che altro ti puoi aspettare....da tale giunta di "provetti ecnomisti"..che con la pausa di un destro...hanno governato sinistramente la città"Santa"....riducendola un lazaretto..con continuità per oltre venti anni.
    Comunque .....visto che ti va di giocare...ieri... "domenica"...nel solito giro a PortaPortese....alla ricerca "del libro perduto"(ne ho circa 5000) dai librari di "libri vecchi"...si formano capannelli... che con le gonadi cosi gonfie"prossime allo scoppio"...giocherellano verbalmente su tante mezzecalzette ...che si "improvvisano valenti amministratori"...magari con trascorsi su attività come la ricerca delle cause della stitichezza dei cani domestici...o attività equivalenti.
    Sono riuscito con molto sforzo "solo" ad ascoltare ...e stare zitto...ma le battute più da avanspettacolo sono state...
    -Un commento ad una vecchia notizia(con foto) letta sui giornali sul primo cittadino in bicicletta, sembra..senza casco(peraltro alcuni giornali riportarono che andò pure per terra)...splendido esempio di risparmio sia ecologico...che economico(no auto blù)...ma seguito da scorta di tre vigili..in tenuta sportiva da far invidia ai"girini" che vediamo in questi giorni per le vie d'Italia...tutti giustamente(da codice)..e intelligentemente(per sicurezza)...col casco d'ordinanza...
    Un "signore"sicuramente molto colto,raffinato ed educato...ma pure scoglionato...si è permesso un lapidario commento....il casco(a parte il codice)un ciclista se lo mette per proteggere la testa(che contiene il cervello)....chi non se lo mette forse pensa che non c'è niente da proteggere nel suo caso....e quindi ..."se ne frega"
    Da verificare...sembra invece che voglia togliere la "lupa"come uno dei simboli di Roma..perché???? Se fosse vero....
    Certo che questi centro sinistri...."^^una^^ ne pensano e ^^cento^^ ne fanno".... vedi il "piccolo scrivano fiorentino".
    Tornando alle cose serie...ho appena ascoltato Salvini al TGCOM...e i punti che difende e porta avanti nella sua campagna elettorale...mi è piaciuto pur essendo un"polentone"....per noi modesti "terroni"...e mi chiedo come considerazione finale...perché ciò,oltretutto, corrisponde alla realtà......
    Perché invece di vivere in una accozzaglia di Stati chiamati....Europa...sotto il tallone del 4° reich teutonico....non scegliamo,liberamente, di vivere nella "nostra Italia unita"( anche col sangue di molti nordisti nel Risorgimento)...e,ancor più unita, nel periodo del boom economico(anche col lavoro e la fatica di tanti sudisti emigrati nella terra comune al Nord).
    E che sia il Nord Italiano...tecnologicamente più avanzato ad essere "la locomotiva Italiana"e non la "crucconia"...pescando energie ed entusiamo nelle genti del sud...che non aspettano altro di(ri)lavorare ...come nei favolosi anni '60...
    Fossi Salvini...i Neo leghisti....i veraci Neodestri...e anche buona parte degli scontenti Grillini batterei questo tasto in maniera ostinata...sul tema fisso del tuo articolo..che mi permetto di smussare.....molto meno Europa,più Italia...che non deve però rendere conto a Stati stranieri,se pure comunitari o a superAutorità di sorta.
    .".i nostri conti ce li facciamo e chiudiamo in casa nostra"...
    benvengano accordi tra stati vicini che siano forieri,però, di guadagni per i due contraenti(si chiamano sinergie)e non come oggi accade,nel nostro caso....puro sfruttamento(con l'incapacità.... e ti viene il dubbio la complicità...di nostri "concittadini"....che magari hanno interessi anche altrove)....Che ne pensi?????
    Ciao Tonino???

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda,su Marino....uno che faceva la cresta sulla nota spese come un rubagalline di paese,non val la pena spendere parole.Ti rimando alla classifica umana di Don Mariano...mettilo tu dove merita.

      Quanto all'annosa questione NORD-SUD,torto e ragione stanno da ambo le parti.Per questo non se ne esce,a prescindere da tattiche elettorali.
      Fermo restando che vivere a Gela o Rosarno (cito a caso...),non è la stessa cosa che vivere a Fiorenzuola d'Arda o Castelfranci Veneto (sempre a caso...)
      Tutti gli Stati d'Europa hanno un sud ed un nord,ma da noi la frattura é certo più profonda,ed è inutile cercarne le cause.Faremmo notte.
      Osservo solo che (a prescindere dalle differenze economiche,frutto di scelte sbagliate) per limare,uniformare,amalgamare una Nazione occorrono ideali comuni perseguiti da tempo ed incarnati in uno Stato che li rappresenti come patrimonio comune dei proper cittadini.
      Nel bene e nel male,questo é accaduto solo in due occasioni in Italia: coi Romani e col fascismo.

      Non esiste una questione meridionale,ma una questione italiana da sempre..Dove tra Pisa e Livorno,Parma e Reggio emilia esistono più odi e differenze che tra Milano e Palermo.
      Chiedo: quale é la Weltanschaung italiana?
      E qui mi fermo....

      Chissà che l'avversione verso questa europa di trafficanti e strozzini non riesca a fare il miracolo di unire da nord a sud tutto il popolo italiano attorno ad una nuova visione del vivere comune e di Patria,distrutti da governanti incapaci e corrotti, e da una sinistra ipocrita che ora vorrebbe impugnare questo vessillo dopo averlo per anni gettato nella polvere..


      Elimina
    2. Per il resto: padroni in casa propria e amici,accordi con tutti.Sempre mirando all'interesse nazionale e non a quelli di elites transnazionali,di cui fan certo parte anche nostri "concittadini".....

      Elimina