mercoledì 5 marzo 2014

CARO MARIO MAURO...VATTENE AFFANCULO TU...!!



Le ultime parole famose:" C’è un uomo che sta salvando la Grecia: è Samaras."...... perchè non vai a dirle in Piazza Syntagma.....!

.E COMUNQUE......A NOME DI TUTTI GLI ITALIANI EUROSCETTICI CHE QUESTA MEZZAPIPPA,AVVELENATA DALLA TROMBATURA,HA PUBBLICAMENTE E VERGOGNOSAMENTE OFFESO,TI CI MANDIAMO ALLEGRAMENTE NOI A FARE IN CULO....SPERANDO CHE ,VISTI I TEMPI....NON GODA....

6 commenti:

  1. A fare in culo lui questo patetico saltafossi che cambia partito ogni sei mesi a seconda di come si sveglia la mattina.

    "Samaras sta salvando la Grecia"-> Questa poi, lo stesso Samaras esponente del partito che ha truccato i conti della Grecia? Ma per piacere.

    Mauro, ma vai a lavorare in miniera va, che quello è il posto per gente come te

    RispondiElimina
  2. Che esseri luridi e vergognosi! Oltre alla mancanza di senso del pudore, manca pure il senso del ridicolo!

    RispondiElimina
  3. Questi sono i "prodotti di risulta" della catastrofe Monti. Sbroccare in questo modo contro chi non la pensa come lui, fa sospettare interessi reconditi nel mantenere in piedi ciò che ha già distrutto la Grecia e sta distruggendo l'Italia...
    Da Sciolta civica coi casinisti , ai popolari un declino inarrestabile per questa accozzaglia di buffoni.
    Questo genio prenda una sedia, un microfono, si metta in mezzo a una qualsiasi piazza di una qualsiasi città italiana e ripeta quello che ha detto, sicuramente si ritroverà il microfono in culo.......solo li possono collocargli l' escrementoeuro.!!!.
    Alle elezioni europee saranno lui, quelli come lui e tutto il baraccone dell'UE che saranno "mandati" da milioni di europei incazzati!! Ciao Tony

    RispondiElimina
  4. Che dirvi ragazzi....non se ne può più di questi vermi....non voglio aggiungere altro....lo rimando un'altra volta affanculo...

    RispondiElimina
  5. Chissà che, con queste nobili a acute dichiarazioni, non gli arrivi ancora qualche ossicino da parte dei padroni. Aveva una così bella poltrona, poverino.

    RispondiElimina