giovedì 2 gennaio 2014

LA PREDICA DEL PULCINELLA

Cari amici lettori ...intanto un saluto e un augurio che il 2014 sia l'anno che ci possa liberare al più presto da questo governo fantoccio e dalla tirannia dell'euro....e sopratutto dal Pulcinella di cui più sotto commento parti del  testo del suo ultimo sproloquio di fine anno che ho recuperato in rete....non avendo avuto nessuna intenzione di ascoltarlo e vederlo dal vivo...a parte il fatto che ero in tutt'altro e più interessante affaccendato....

Passo senz'altro al salmo della salma....

"Non passerò dunque in rassegna i tanti problemi da affrontare..."...
E  te credo,manco uno risolto.....Sono sempre gli stessi.
Ma non erano questi (8 mesi fa) i problemi da affrontare e che hanno determinato la seconda fasulla rielezione della salma?
E non era lui a dire che si sarebbe dimesso in caso di mancate riforme?Non era nato per questo il governo dell'inciucio? Manco la legge elettorale son stati in grado di fare.
Meglio stendere un velo pietoso.

Già...meglio passare alla patetica retorica delle letterine al direttore....in pratica un elenco di quanto non fatto e a cui il nostro Pulcinella così risponde: 
"Ringrazio tutti coloro che mi hanno scritto, anche esprimendo apprezzamento e fiducia, e talvolta critiche schiette (già...peccato che manco una ne leggiamo qui...), per il mio impegno di Presidente. Non potendo sempre rispondere personalmente, traggo da ogni racconto, denuncia o appello che mi giunge, stimoli per prospettare – nei limiti dei miei poteri e delle mie possibilità (ma vah...non li abbiamo visti questi limiti...tutt'altro!) – i forti cambiamenti necessari nella politica, nelle istituzioni, nei rapporti sociali.(ma ci prende in giro? e chi li ha visti i "forti cambiamenti"? tutti i suoi sforzi sono stati di conservazione di questo demenziale status quo e di far durare un governucolo di incapaci....e abbiam pure visto con quali mezzi...)
Ne traggo anche la convinzione che ci siano grandi riserve di volontà costruttiva e di coraggio su cui contare.(l'unico coraggio su cui dovreste contare,e che non avete,é quello di andarvene tutti)"

Ma il capolavoro retorico e tartufesco é quanto propone per uscire dalla crisi.

"Il coraggio degli italiani è in questo momento l’ingrediente decisivo per far scattare nel 2014 quella ripresa di cui l’Italia ha così acuto bisogno. Coraggio di rialzarsi, di risalire la china. Coraggio di praticare la solidarietà : come già si pratica in tante occasioni, attraverso una fitta rete di associazioni e iniziative benefiche, o attraverso gesti, azioni eloquenti ed efficaci – dinanzi alle emergenze – da parte di operatori pubblici, di volontari, di comuni cittadini, basti citare l’esempio di Lampedusa. 
Coraggio infine di intraprendere e innovare : quello che mostrano creando imprese più donne, più giovani, più immigrati che nel passato."

Capito? Dopo aver in massima parte determinato con due governi fantocci alla distruzione di gran parte del paese,chiede il coraggio degli italiani con una spudoratezza senza limiti.
Non lo chiede al suo inutile governo,e a lui stesso,di denunciare la vera causa dei guai della Nazione e di agire di conseguenza....il coraggio di non inginocchiarsi ad ogni diktat degli usurai europei,il coraggio di eliminare i tanti privilegi delle varie caste....il coraggio di riformare istituzioni decrepite ed inefficienti.....il coraggio che dovrebbe avere chi guida un paese..
No....! Questi conigli,questi azzeccagarbugli da sagra,con in testa il loro capataz ...lo chiedono agli italiani , come se già non ne avessero avuto abbastanza da sopravvivere e tollerare ancora questi truffatori..!!!
Come se per uscire dalla crisi bastasse il tipo di coraggio che cita....Lampedusa,associazioni benefiche,solidarietà.....miserabile retorica d'accatto e palese dichiarazione di impotenza su quanto un governo ed un presidente vero dovrebbero fare e suggerire....

Creando più imprese? Ma dove vive questo zombi quirinalizio? Ne chiudono decine ogni giorno di imprese...!!

Il salmo prosegue poi con le banalità che sentiamo da anni,fino all'affermazione ipocrita:
"Non tocca a me esprimere giudizi di merito, ora, sulle scelte compiute dall’attuale governo..."
Forse dimentica che il suo buffone di corte Letta non fa un passo senza chiederlo a lui...é una sua creatura,il suo valletto di camera....e se qualcosa fa di suo (di solito cazzate...vedi salva Roma e milleproroghe...) é subito richiamato all'ordine.

C'è poi da ridere quando afferma: "La nostra democrazia, che ha rischiato e può rischiare una destabilizzazione...".
Caro predicatore di fine anno, é già destabilizzata la democrazia,anzi latitante da tempo....e indovinate un po' chi ne é responsabile.....proprio il nostro Pulcinella che da due anni impedisce agli italiani di scegliere i governi che vogliono,che nomina inutili saggi,che a tutti dice che si deve fare come vuole lui, che fa campagna acquisti di parlamentari per far durare la sua deforme e nociva creatura governativa.
Tralascio il solito bla bla bla d'occasione....sul Papa,i marò,terra dei fuochi,sulla pace nel mondo,diritti umanitari,l'amatriciana......

Conclude con : "...ho assolto il mio mandato raccogliendo preoccupazioni e sentimenti diffusi tra gli italiani.... (peccato che nessuno se ne sia accorto...)....Conosco i limiti dei miei poteri (a noi pareva invece di no)...Nessuno può credere alla ridicola storia delle mie pretese di strapotere personale.(ah ah,buona questa...)...Resterò Presidente fino a quando la situazione del paese e delle istituzioni me lo farà ritenere necessario e possibile, e fino a quando le forze me lo consentiranno”.(c'è da sperare solo nella seconda ipotesi....)
 Fino ad allora e non un giorno di più ; e dunque di certo solo per un tempo non lungo (sì,buonanotte...lo diceva pure a febbraio). Confido, così facendo, nella comprensione e nel consenso di molti di voi. (puoi scordartelo)

Insomma,un inutile salmo pieno di retorica e banalità...una ennesima presa in giro urbe et orbi a reti unificate.Speriamo sia l'ultima volta....

Ah,dimenticavo.....Sull'Europa,sull'euro,sulle banche....non pervenuti....tutte cosucce....bene,bravo,bis,evviva il  Pulcinella...!!!


12 commenti:

  1. bello...bello davvero! Salvato nei piu divertenti.....amatriciana continuerà a farmi ridere per un po, anche solo a livello onomatopeico....ahahah....una vera pennellata d'autore! Shadow...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. una fortuna non averlo ascoltato....c'era da rompere il televisore per tanta facciatosta e fesserie...chissà la faccia dei poveri italioti che chissà che si aspettavano....

      Elimina
    2. Questa è per tuo suocero Shad...

      Stefano Fassina, vice ministro dell'Economia ed esponente di punta del Pd, ha dichiarato: "Uscire dall'Euro sarebbe una sconfitta storica per il PD".

      Ecco perché il PD ed i mass media che ne sono espressione fanno di tutto per convincere l'opinione pubblica che uscire dall'euro sarebbe un disastro, per loro naturalmente ... mentre ben 6 PREMI NOBEL per l'economia sostengono che sarebbe la salvezza del nostro paese!
      Quest'altra aquila PD ha candidamente confessato che il partito viene prima del Paese,con tutto il danno che ne consegue....come sempre hanno fatto d'altronde...

      Elimina
  2. Aggiungo questo commento a quelli entusiastici dei media leccazampisti.

    Lo hanno scritto tutti i giornali, e lo hanno detto in tutti i Tg: Napolitano ha fatto il boom di ascolti con il suo discorso di fine anno. Ok! Le analisi più dettagliate, però, dicono altro. Come mostrano i dati dello studio Barometro su dati Auditel, le cose sono andate diversamente, e parlare di “boom” per il discorso di “Re Giorgio” probabilmente è fuorviante.

    Se il lieve miglioramento rispetto allo scorso anno (un 2% in più, non il 12% come detto da tutti i media in un primo momento…) è un dato incontrovertibile, sono altrettanto veri gli altri dati che parlano di un flop clamoroso del discorso presidenziale. Dal 2006 al 2013 (anni di presidenza Napolitano) sono stati più o meno 1,2 milioni gli italiani che hanno deciso di non ascoltare più il discorso di fine anno del Capo dello Stato. Uno share negativo che ha toccato il – 13%. E anche i dati sull’età media dei telespettatori lascia perplessi: nel target 15 – 54 anni di età si registra la percentuale più bassa di sempre (45,4%). Date un’occhiata a questa tabella:

    http://www.lafucina.it/2014/01/02/il-falso-boom-del-discorso-di-napolitano/

    RispondiElimina
  3. Solo il grande presidente Pertini ebbe la libertà interiore di dire no a queste pagliacciate dell’ego, di cui l'oligarca è cultore, standosene singificativamente ad abitare nella sua casa privata anche da Presidente… Utilizzava lo studio quirinalizio, ma solo come ufficio, non come reggia personale.
    Un gigante morale. Ma non se ne sono visti altri in quelle stanze...
    Gli altri, piccoli piccoli… hanno sempre pensato di farsi grandi vivendo al centro di un antico lusso sfrenato, fatto di ori, quadri preziosi, specchi, tappeti, arazzi, lampadari enormi… centinaia di servitori e attendenti…
    Orpelli che trasudano nefandezze antiche e moderne.
    E il discorso che ci ha fatto è sostanzialmente il solito:

    Non vi azzardate ad ostacolare chi vuole togliervi sovranità e libertà… la crisi lo esige. Io sono il notaio della svendita e non permetterò che voi resistiate all’opera dei governi non eletti che io ho imposto. Chiunque si opporrà, politico o cittadino, a questa cessione di libertà e di beni è un disfattista, un delinquente, un terrorista, un nemico dello Stato... E attenti che se non mi date retta me ne vado e vi lascio in guai inenarrabili, peggio dell' Apocalisse!.
    Ma sentiamo, per ripulirci la mente e il cuore, cosa ne dice invece il Presidente Uruguayano Mujica, un grande saggio dei nostri tempi, un altro che vive nella sua casetta avendo rifiutato ogni fasto:
    La repubblica è nata per tentare di dimostrare che nessuno è meglio di nessun altro.
    Il presidente della repubblica è un funzionario…
    Non è un re, non è un Dio.
    Non è lo sciamano di una tribù che sa tutto.
    E’ un funzionario, e come tale deve andarsene ed essere sostituito. Sono contro la rielezione.
    Ci sono meccanismi feudali che sono sopravvissuti nelle nostre repubbliche.
    E quindi stendiamo tappeti rossi… grandi apparati… il genere di cose che facevano i re.Non mi piacciono queste cose...
    Pertini… Mujica… Napolitano: …le persone non possono essere giudicate, ma i loro comportamenti sì…
    e Napolitano è il più brutto esempio!
    Ciao e Buon Anno a tutti!! Tony

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non posso che condividere Tony....Pertini ha forse avuto la disgrazia di arrivarci troppo vecchio....altra tempra,altre esperienze.....questo è sempre stato imburrato dall'unto del potere,un membro costante apparaticik 'antan che ha cambiato idea continuamente...su molti punti...da Gramsci a Goldman sachs,un bel percorso,senza considerare i GUF....un simil scalfari,altra salma che ora s'atteggia pure a san Tommaso,dottore della chiesa..

      Elimina
  4. Questa analisi ,rubata alla rete, sintetizza perfettamente lo stato in cui ci hanno ridotto!! (Ciao Tony!)
    Il Presidente Napolitano ha ieri nuovamente blindato il governo Letta: non vuole elezioni per il 2014.

    Vuole in pratica che le parti politiche mantengano congelato il gioco democratico e si mettano tutte insieme a fare le riforme. A cominciare dalle riforme costituzionali. Secondo lui assolutamente necessarie per un paese così malridotto.

    Altrimenti minaccia di andarsene e por fine al grande sacrificio che ha fatto facendosi eleggere per la seconda volta.

    Vuole in pratica continuare la dittatura dell’emergenza.

    Tutto si è dovuto accettare negli ultimi anni perché c’era la crisi finanziaria, poi perché era diventata una evidente crisi economica, e poi perché il paese è ovviamente caduto in depressione e in una crisi di sfiducia.

    Ed ora quale è la panacea? Fare le riforme elettorali e costituzionali.

    E cosa c’entrano le riforme costituzionali con la crisi economica? Nulla.

    Ma allora perché questa pressione forte e continua? Perché questo continuo clima da tragedia imminente, da tracollo da un momento all’altro se non si fa qualcosa?La risposta è abbastanza semplice: per farci fare qualcosa che non avremmo fatto; per estorcerci qualcosa che va in direzioni che non avremmo preso.

    E allora in sintesi ha funzionato così:
    i grandi poteri di manipolazione mondiale hanno scatenato la crisi finanziaria per conquistare stati e continenti con i propri dipendenti;
    in Europa il potere gesuita-massonico con la crisi finanziaria ha conquistato la guida totale delle istituzioni europee e di molti paesi europei;
    in Italia i dipendenti degli stessi poteri, sulla spinta dell’emergenza, hanno occupato i vertici politici ed avviato un’intensa operazione di cessione all’Europa delle nostre libertà e di svendita ai loro amici dei nostri beni.

    Ed ora con la scusa di un indecente porcellum e della corruzione della casta, è pronto un piano di riforma costituzionale che produrrà uno stato più facilmente controllabile e dominabile dai grandi oscuri poteri trasnazionali. Senza che tanti poteri locali, libere minoranze e gruppi di pressione possano più “dare fastidio” ad europeisti e mondialisti con la loro voglia di difendere i nostri interessi locali, regionali, nazionali.

    Ecco tutta questa strategia della tensione della crisi continua è servita a mettere maggiormente al potere gli uomini dei poteri oscuri centrali, ad accorciare le loro linee di comando, ad eliminare i disturbi delle libertà e delle classi politiche locali. Senza crisi non ci avrebbero mai costretti ad approvare queste cose. Hanno malridotto il nostro Paese per forzarlo in certe direzioni. Ed ora strepitano per costringerci a fare quello che dicono loro per uscirne.
    Ci hanno volutamente impoverito e messo sotto pressione per comandare e controllare meglio e di più.

    Cosa fa Napolitano in questo ambito? Il garante ferreo di questi trapassi e di queste forzature.

    I toni drammatici salgono proprio ora anche perché gli stessi poteri temono che il prossimo parlamento europeo abbia una forte rappresentanza antieuropeista.

    Cosa possiamo aspettarci in questi mesi pre-elettorali?

    Naturalmente strategia della tensione: gli antieuropeisti devono apparire fuori di testa, disturbatori, divisi tra loro, violenti. La loro immagine deve apparire sporcata e frazionata, per assicurare agli europeisti la vittoria. Speriamo di no, ma qualcuno potrebbe portare la strategia della tensione fino ad atti di terrorismo anti-europeo. La vicenda dei forconi evidenzia questa volontà di usare come strategia della tensione le giuste rivendicazioni di tanta gente. Immettendo elementi di fratturazione dei movimenti e inserendo fascisti e neonazisti, che sono le solite pedine di ogni strategia della tensione degli ultimi 60 anni.

    Noi speriamo che tutto questo protervo attacco alle nostre libertà porti per reazione al risveglio di coscienza di tanta gente in più. Che sia sempre meno manipolabile. Questo per noi sarebbe già un gran bel risultato.

    E sta avvenendo…

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche in questa rappresentazione avrei ben poco da obiettare Tony.
      In pratica è la realtà che stiamo vivendo...anche se ho sempre la speranza che un governo, sostenuto i pratica dal pd (fin lì...) e da un manipolo di mezzepippe quasi già pentite,non duri molto.
      Certo,il pulcinella del colle in questo gioco molto conta,appunto da garante di squali finanziari e cricca politica euro.
      Diventa però sempre più complicato far bere questo calice amaro agli italiani,sospendendone i diritti di voto sine die.Non potendo farlo per le europee,i cui risultati potrebbero innescare una crisi decisiva,sicuramente metteranno mano a tutto l'arsenale per scongiurare una vittoria antieuro.
      Non so se ci riusciranno,anche perchè lo squallore e le bufale che ci propinano continuano senza sprezzio del ridicolo.
      Il tasto sulle famose riforme é infatti solo una scusa,non le faranno mai (forse solo la legge elettorale,ma tirandola il più a lungo possibile),una patetica scusa per far continuare lo stillicidio del Paese.

      Elimina
  5. SI PREGA Prendetevi il tempo per leggere la mia breve TESTIMONIANZA , potrebbe essere di aiuto a voi o qualcun INTORNO A TE

    Il mio nome è la signora Vera Johnson dal Messico . Vorrei
    condividere le mie testimonianze , con la brava gente di questo mondo su quello che una grande magia mago chiamato Regina Zara ha fatto per me . Questa grande donna ha riportato mio marito Ex con la sua grande incantesimo. Questa è la mia storia :
    Ero sposata a quest'uomo di nome James , siamo stati insieme per molto tempo e abbiamo apprezzato il nostro sé di , ma quando ero in grado di dargli un figlio di 6 anni mi ha lasciato e mi ha detto che non può continuare più. Era fuori per 8 mesi, poi stavo cercando di modi per farlo tornare . Ho incontrato diverse spiritualista , ma non è stato in grado di aiutarmi fino a quando un mio amico mi ha parlato di questa grande donna che l'ha aiutata una volta ha dato il suo contatto e-mail a me: queenzarasolutiontemple@gmail.com . Poi ho contattato la regina Zara e lei mi ha chiesto di fornire alcuni elementi che si
    usato per qualche sacrificio , ecco 48 ore Quest'ultimo mio marito è venuto verso di me scusandosi e due settimane quest'ultimo sono andato dal medico e il medico ha confermato che avevo 2 settimane di gravidanza Oggi sono una mamma di un bambino e mio marito mi ama più ora e stiamo tutti vivendo felicemente insieme .
    Regina Zara è una donna inviato da Dio per aiutare le persone di questo mondo Grazie ancora una volta Great Queen Zara per

    quello che avete fatto per me .
    Questa grande donna mi ha anche detto che posso anche contattarla su uno dei seguenti problemi elencati di seguito :
    1) Se volete che il vostro ex indietro .
    ( 2) se avete sempre brutti sogni .
    ( 3 ) Lei vuole essere promosso nel vostro ufficio .
    ( 4 ) Volete donne / uomini a correre dopo di te.
    ( 5 ) Se si desidera un bambino .
    ( 6 ) Se avete bisogno di assistenza finanziaria .
    ( 7 ) curare l'HIV e altre malattie .
    contattarla ora soluzione immediata a tutti i vostri problemi e sarete felici di averlo fatto .

    queenzarasolutiontemple@gmail.com
    Grazie per il tempo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie del commento,ma credo abbia sbagliato indirizzo.

      Elimina
  6. dịch vụ thành lập doanh nghiệp công ty tại Hưng yên, vĩnh phúc, phú thọ, hải dương, quảng ninh, thái bình, Bắc Giang, Thái Nguyên, Nam Định, Thanh Hóa, Hà Nam, Ninh Bình, Hã Tĩnh, Nghệ An
    dịch vụ thành lập doanh nghiệp công ty tại Bình dương, biên hòa, huế, đà nẵng
    dịch vụ thành lập doanh nghiệp công ty tại Huyện Nhà bè, cần giờ, Hóc môn, củ chi, bình chánh
    dịch vụ thành lập doanh nghiệp công ty tại Huyện Hoài đức, sơn tây, thường tín, ứng hòa, phú xuyên, mỹ đức, thanh oai, đan phượng, quốc oai, phúc thọ, sóc sơn
    dịch vụ thành lập doanh nghiệp công ty tại Quận 1, 2,3,4,5,6,7,8,9,10,11,12 TPHCM
    dịch vụ thành lập doanh nghiệp công ty tại Huyện Đông anh, gia lâm, mê linh
    dịch vụ thành lập doanh nghiệp công ty tại Quận Thủ đức, bình thạnh, tân phú, Gò vấp, phú nhuận, bình tân, tân bình
    dịch vụ thành lập doanh nghiệp công ty tại Hải Phòng
    dịch vụ thành lập doanh nghiệp công ty tại Bắc Ninh
    dịch vụ thành lập doanh nghiệp công ty tại Quận Cầu Giấy
    dịch vụ thành lập doanh nghiệp công ty tại Quận Long Biên
    dịch vụ thành lập doanh nghiệp công ty tại Quận Hà Đông
    dịch vụ thành lập doanh nghiệp công ty tại Quận Thanh Xuân
    dịch vụ thành lập doanh nghiệp công ty trọn gói

    RispondiElimina