giovedì 28 febbraio 2013

BREVE SINTESI DELLA SAGRA ELETTORALE


Come volevasi dimostrare,a poco son servite le elezioni...o meglio,l'unica nota positiva è l'eliminazione di una serie di mezzecartucce tipo Fini,Bocchino,Ingroia,Casini,Giannino,Ambrosoli,Di Pietro,la Bonino....c'è una lunga lista a cui purtroppo bisogna dare un "contributo di solidarietà" per pensionarli,un'altra puttanata della repubblica bananiera,ma tant'è....almeno ce li siam levati dai coglioni.....
Stupisce che ancora una volta il berlusca tenga botta....molto meno che l'armata brancaleone montiana sia stata presa a pesci in faccia...d'altronde ci voleva uno stomaco da struzzo per votarla.
Resta lo smacchiatore mancato (e la povera fruttiVendola,ridotta al lumicino),una versione pensionato arci della famosa macchina da guerra occhettiana,un collezionista di metafore da brividi di ridicolo che non sa più dove sbattere la testa.
Ora cerca di coinvolgere Grillo nella melma parlamentare,che fesso non è e che provocatoriamente gli rimanda "si faccia un Governo di soli 5 Stelle sostenuto da PD PDL" ....una presa per i fondelli,perchè sa benissimo che non è possibile....e manco gli conviene levar le castagne dal fuoco a pd e pdl (nonostante il dilettantismo politico di certi suoi militanti inciucisti..)...che a loro volta non faranno mai un governo di unità nazionale,sanno benissimo che alle prossime elezioni,fra qualche mese,grillo se li mangerebbe....
Eh sì,perchè è inevitabile che a breve si faccia un'altro festival dell'urna cineraria...e chissà,forse in questo caso si potrebbe pure essere tentati.....se si parlasse del vero problema che abbiamo sul groppone,e cioè l'euro e i crucchi che lo sfruttano a loro esclusivo vantaggio....Molti dicono che sia un voto antieuropeo,ma io poco ci credo...non mi pare di aver sentito molti dire che bisogna uscirne,perchè solo questa è la soluzione ai nostri problemi....forse solo gli astenuti ci credono fino in fondo....a proposito,vorremmo pure sapere la % di schede nulle e  bianche da aggiungere ai non votanti....
Piuttosto,attenzione per ora  al trombato Monti che è ancora in carica e che potrebbe pure durare più del prossimo mese....non trovando una soluzione,vuoi vedere che Napolitano...è l'Europa che ce lo chiede....

venerdì 22 febbraio 2013

VOTI A PERDERE....




Ragazzi,come più volte detto,noi ce ne andiamo al mare,appena oltre confine.....ci vediamo martedì,quando questa farsa mediatica del voto sarà terminata..col risultato di sempre,cioè il  nulla
Ci sia almeno risparmiato il tanfo che mai come stavolta esce dall'urna...
.L'emblema principe ad illustrare questa pagliacciata elettorale è certamente il chattanooga chou chou Giannino....solo più pittoresco degli altri....ma identica cialtroneria.
Ci vuole un bel fegato per partecipare a questo gioco.truffaldino...che mai ha messo sul tappeto i veri problemi,ma solo carte truccate per i gonzi.....
Secondo il nostro status di colonia,tutti i padroni si sono sentiti autorizzati ad intervenire in questa kermesse di cadaveri politici ambulanti,a difesa dei loro interessi ..addirittura due compari di merenda si son messi a litigare per contendersi il favore della Merkel....io son più bravo di lui a governare.....una gare ad accreditarsi come sguatteri....mentre uno stuolo di economisti condominiali si son premurati giornalmente di farci sapere quale fosse l'interesse dei mercati....non dei cittadini,badate,ma dei mercati...quasi le due cose coincidessero.
Poco più di una espressione geografica....a questo sei ridotta,Italia...!!



domenica 17 febbraio 2013

BOCCONANI

Una gustosa storiella goliardica,un divertissement che dedichiamo al prof.Mario Dieciminchiate...alla Fornero (pare che ora vada a piangere in Germania...) e a tutti i laureati alla scuola radioelettra bocconana.
Se Mario é er mejo,speriamo che vadano tutti a quel paese....quello dei crucchi.


Un affermato dirigente, laureato Bocconi, decide che quest'anno farà vacanze alternative. Basta Mar Rosso, basta Kenya, basta Maldive: sceglie quindi di passare due settimane dalla zia, che ha una fattoria.
Il primo giorno si alza molto tardi, e si ritrova solo in casa Alla sera quando la zia rientra dai campi, le dice: "Sai zia, oggi mi sono annoiato parecchio, vorrei potermi rendere utile con qualche lavoretto, in modo da ricambiare anche la tua ospitalità. C'è niente che posso fare per aiutarti?"
E la zia: "Volentieri. La settimana scorsa abbiamo raccolto il fieno; dovresti contare quante balle di fieno ci sono, così so quante ne posso vendere ai vicini. Io domani mi alzerò presto perché devo andare al mercato a vendere le uova, ci vediamo domani sera."
Il giorno dopo, il nostro amico dirigente, lo passa a contare le balle di fieno.
Alla sera quando la zia rientra le dice: "Ho contato le balle di fieno: sono 5842!!".
"Bravo nipote, hai fatto proprio un buon lavoro."
"Grazie zia; potresti darmi qualcosa da fare anche per domani?"
"Ma...veramente...non saprei..in effetti ci sarebbe un lavoro abbastanza urgente da fare, però mi scoccia dovertelo chiedere..."
"Non farti problemi zia, sono contento di poterti aiutare. Di cosa si tratta?"
"Dovresti concimare tutti i campi, così posso andare al mercato a vendere la frutta."
"Ottimo, così potrò stare tutta la giornata all'aria aperta. Spiegami come devo fare, e vedrai che per domani sera sarà tutto a posto."
Detto fatto; il giorno seguente lo trascorre a spandere letame sui campi della zia.
Alla sera la zia: "Bravo hai fatto un lavoro perfetto, mi hai fatto proprio un gran piacere!!!"
"Già e devi anche sapere che mi sono divertito molto. La vita di campagna comincia davvero a piacermi. Cosa posso fare domani?"
La zia: "Io devo potare gli alberi, ma immagino che tu sarai un po' stanco, per cui ti assegnerò un lavoretto facile e poco impegnativo: la settimana scorsa ho raccolto le patate, e prima che io vada a venderle al mercato tu dovresti dividere quelle grosse da quelle piccole."
Alla sera quando rientra, la zia trova ancora tutta la montagna di patate da dividere e il nipote con due patate in mano:
"Ma come, te ne sei stato li tutto il giorno con quelle due patate in mano?
L'altro giorno mi hai contato tutte quelle balle di fieno, ieri mi hai concimato tutti i campi e hai fatto dei lavori perfetti, non avrei potuto chiedere di meglio.
Oggi, che dovevi semplicemente dividere le patate hai fatto nulla, come è possibile?"

"Sai zia, il fatto è che noi della Bocconi, finché si tratta di contar balle e spandere merda non abbiamo problemi......."



giovedì 14 febbraio 2013

IL GIULLARE DEL COLLE

Giorni fa il vostro presidente si è subito premurato di imbavagliare stampa e magistratura sulla vicenda MPS (ormai quasi sparita dai fogli da imballlaggio della stampaglia nazionale) adducendo la bufala dell'"interesse nazionale"....tradotto dal napolitese,quello del suo partito,sempre pronto ad identificarsi con le istituzioni secondo i dettami della dottrina.

Ora abbiamo a che fare con lo smantellamento di Finmeccanica che, come interesse nazionale,non é neanche lontanamente paragonabile allo squallido traffico e ladrocinio MPS.
Sono accuse da asilo...e i primi effetti per l'interesse nazionale già si son visti

Ma il pulcinella quirinalizio tace,secondo la famosa teoria dei due pesi,due misure.
La verità è che prima con il presidente Guarguaglini,fatto dimettere e poi assolto,e ora con Orsi,l'obiettivo è di sostituire questi dirigenti con uomini della cricca usuraia che svenderanno poi questa azienda ai soliti amici degli amici.Un film già visto in passato...
Vale anche per l'ENI.......

Ecco perchè il pulcinella,servitorello degli usurai,tace.

Quanto al  pm di Busto Arsizio,mi viene in mente la casalinga di voghera...forse non sa come vanno gli affari internazionali....altro moralizzatore del mondo da asilo infantile.... può non piacere,ma se non paghi le mazzette,specie in certi paesi,non vendi una mazza....mandate lui a trattare con gli sceicchi o capi tribù del petrolio ad esempio....povera Italia...guardano i bruscolini altrove e non vedono le travi in casa.....salvo poi svegliarsi sempre alle vigilie elettorali....un paese di tafazzi e squallidi pseudomoralisti masochisti.......ma non gliene frega nulla della morale in fondo,infatti lo scopo è un altro....

Ancora il pulcinella,tanto per capire la musica che ci attende:


Il  Presidente della Re-non pubblica in un recente discorso al Corpo Diplomatico:

"Potete essere certi che, nel naturale succedersi dei parlamenti e dei governi, le assi portanti delle nostre relazioni internazionali non cambiano, come non cambia il rispetto degli impegni presi".

Come dire.. che qualsiasi governo con qualsiasi programma venga eletto .. le politiche nei confronti dell'Europa non cambieranno di una virgola.

Con tanti saluti alla democrazia... e voi,popolo di pecore italiote nasoturate.... votate,votate.....!!!

Chissà che dirà ora questo rottame "sempre prono",visto che i Francesi non rispetteranno il tetto del deficit e che  il mafioso Olli Rehn,pur di mantenere lo sfruttamento della baracca,dà loro ragione.
A testimonianza delle politiche fallimentari di questa truffa chiamata UE.
Se aspettavamo lui o i parassiti politici che ci circondano,stavamo freschi..!!
Sono sempre gli ultimi ad accorgersi della loro funzione di servi scemi,utili idioti della cricca usuraia europea.



martedì 12 febbraio 2013

NON LASCIATEMI SOLO.....


"Non lasciatemi solo, pregate per me, perché io non fugga per paura dinanzi ai lupi".

È con queste parole – quasi un’inusitata implorazione – che ha avuto inizio, più di sette anni fa, il pontificato di Benedetto XVI; parole che oggi risuonano come un’inquietante prefigurazione rispetto ad un avvenimento senza precedenti nella storia moderna come quello dell’abdicazione di un Papa.
Si tratta infatti di un avvenimento che, al di là delle poco convincenti giustificazioni “ufficiali”, evoca nell’opinione pubblica un senso di disorientamento e di sconcerto; complice anche la sincronicità con una crisi politica, economica e morale globale che appare, ogni giorno di più, senza precedenti e senza apparente via d’uscita.
È evidente, infatti, come un atto del genere, al di là delle “normalizzanti” giustificazioni massmediatiche, presupponga una situazione di stravolgimento e un travaglio senza precedenti all’interno della più grande istituzione religiosa del mondo; scatenando peraltro, com’é ormai congenito al fluido mondo della cultura di massa contemporanea, un tam tam di illazioni e suggestioni d’ogni tipo, frutto da una parte di un confuso apocalittismo e catastrofismo, ma anche della percezione lucidamente radicata fra i più, di star vivendo un periodo di inusitata trasformazione del mondo.

Sul sito http://www.parrocchie.it/correggio/ascensione/scontro_in_Vaticano_2012.htm, ad esempio, campeggia da mesi un’inquietante articolo dal titolo
“Vaticano: complotto per far dimettere il Papa? in cui si afferma esplicitamente:
  “La Massoneria ecclesiastica, attraverso queste continue fughe di documenti e di lettere, sta cercando di spingere il Papa alle dimissioni per indire un nuovo Conclave nel tentativo di mettere a capo della Chiesa Cattolica uno dei suoi. Sarebbe la reale vittoria della Massoneria sulla sua più acerrima nemica… Dopo, la strada verso il New World Order sarebbe completamente spianata!”.


Di certo, al di là delle sconcertanti previsioni o delle mere illazioni, c’è il dato di fatto che tutto il pontificato di Benedetto XVI sembra essere trascorso all’ombra (o piuttosto sotto il peso) di un rapporto ambiguo e decisamente “pericoloso” con i Poteri Forti che dominano la scena in Occidente: stiamo parlando, per intenderci, di quei poteri reali, spesso poco visibili ma apparentemente onnipresenti, che caldeggiano la creazione di un Nuovo Ordine Mondiale.


Una delle critiche più diffuse sul web alla figura di Benedetto XVI – anche su molti siti cattolici – riguarda la sua debolezza (a volte bollata addirittura come connivenza) verso quei Poteri Forti occidentali che propugnano la costruzione di un Nuovo Ordine Mondiale: debolezza piuttosto sconcertante, data la storica ostilità che i poteri “mondialisti” hanno sempre dimostrato verso tutte le religioni, specie verso il Cattolicesimo.
Di fatto, sembra che tali Poteri Forti abbiano perseguito fin dall’inizio, nei confronti del pontificato di Benedetto XVI, una cinica ma efficace strategia del bastone e della carota, passando dagli scandali mediatici montati ad arte (da ricordare, quello riguardante il famoso “Discorso di Ratisbona” che fece infuriare il mondo islamico a partire da una frase volutamente estrapolata dal contesto, o l’ancor più capzioso “scandalo del preservativo” creato dalla stampa francese durante un viaggio pastorale in Africa) ad una ricerca di consenso o persino di legittimazione da parte dello stesso Pontefice.
 Un Pontefice, Papa Ratzinger, a capo di una Chiesa aggredita e priva di qualsivoglia difesa, e pertanto facilmente ricattabile dall’esterno come dall’interno.

Ed é forse questa la chiave di lettura per interpretare certe sconcertanti “aperture” del Pontefice verso il Nuovo Ordine Mondiale a partire dal famoso (o per alcuni famigerato) discorso del 25 dicembre 2005, quando un Ratzinger appena eletto pronunciò le parole: 
“Uomo moderno, adulto eppure talora debole nel pensiero e nella volontà, lasciati prender per mano dal Bambino di Betlemme; non temere, fidati di Lui! La forza vivificante della sua luce ti incoraggia ad impegnarti nell’edificazione di un nuovo ordine mondiale”.

Una sconcertante “benedizione” ad un potere mondiale notoriamente cresciuto in un contesto massonico e anticristiano che è stata persino ribadita, più di recente, nel documento del Pontificio Consiglio della Giustizia e della Pace, dal titolo: Per una riforma del sistema finanziario e monetario internazionale nella prospettiva di un’autorità pubblica a competenza universale; in cui si afferma senza mezzi termini la necessità della costituzione di un’Autorità Pubblica Mondiale a partire dalle stesse istituzioni sovranazionali oggi esistenti (ONU, Fondo Monetario Internazionale, Banca Mondiale, ecc.); ovvero, a partire da organizzazioni che per decenni hanno fatto, di “valori” ben poco cattolici come quelli della riduzione maltusiana delle nascite, della propaganda abortista e dell’indebitamento dei paesi poveri, un vero cavallo di battaglia!

Eppure Papa Benedetto XVI è quello stesso Cardinal Ratzinger che nel 1999, nell’introduzione al libro di Michel Schooyans, professore dell’Università Cattolica di Lovanio, dal significativo titolo di Nuovo Disordine Mondiale (trad. ital., Cinisello Balsamo 1999) – sottotitolo La grande trappola per ridurre il numero dei commensali alla tavola dell’umanità- affermava non senza coraggio: 
“Le tesi portate avanti da Schooyans, oltre ad essere un autentico pugno nello stomaco, esprimono dunque una linea interpretativa che potremmo definire autorevolissima della posizione della Chiesa riguardo ad un problema, quale quello della “vita” e della sua strumentalizzazione, che è preconizzato come un tentativo di “dittatura mondiale” perseguita dai paesi più ricchi e che si avvale, nella visione proposta, di importantissimi strumenti politici quali l’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità), l’O.N.U., le ONG, la Banca Mondiale e tutte le organizzazioni ad esse collegate. Secondo l’Autore, il Nuovo Ordine Mondiale altro non è che il tentativo di imporre la “filosofia dell’egoismo” dei paesi ricchi ai paesi poveri o in via di sviluppo, ed il dominio di pochi su tutti gli altri”.
Ed è da queste indubbie contraddizioni che è nata in molti la percezione di un Papa fragile e indeciso, ricattabile da Poteri contro i quali egli non sembra aver voluto (o potuto) opporre alcuna resistenza.

Proprio in queste ore, pertanto, sul web rimbalza di continuo la domanda se non sia partita proprio da questi “Poteri” l’ingiunzione a Benedetto XVI di abbandonare il Pontificato, di …fuggire davanti ai lupi, per riprendere la metafora delle stesso Papa appena eletto; una decisione che, qualunque siano le reali ragioni che l’hanno originata, rischia di essere foriera di gravissima confusione e di temibili scandali per un mondo cattolico già profondamente indebolito e lacerato.


Il documento è scaricabile in PDF presso il sito: http://www.pcgp.it/dati/2011-10/24-999999/RIFORMA-MONETARIA-italiano.pdf


(Enrica Perucchietti e Gianluca Marletta.)
----------------------------------------------------------
Al di là delle varie ipotesi più o meno fantasiose ed inquietanti che si possono fare in queste occasioni,è indubbio che la scelta di questo Papa fu senz'altro sbagliata; di tutto la Chiesa aveva bisogno,meno che di un Papa teologo e studioso...ma invece di un grande Papa combattente,considerato il particolare e tormentato momento che stanno vivendo i cristiani di tutto il mondo.
Quando una religione monoteista,per sua natura poco tollerante,viene meno a questa intrinseca natura e diventa troppo accomodante o addirittura appare rinunciataria,paradossalmente imbocca la via del declino
L'Islam insegna....
Può darsi che Ratzinger si sia accorto infine che fare il Papa non fosse il suo mestiere o che qualcuno glielo abbia pure fatto notare e che per il bene della Chiesa abbia fatto "il gran rifiuto"
O può pure darsi altro...come gli articolisti ipotizzano...
Vedremo da chi sarà il nuovo Papa se sarà o meno il bene della Chiesa.
Anche per essa,sebbene non sia una normale istituzione come altre e possa sembrare blasfemo quanto vada dicendo,credo valga la norma che le idee ,per quanto divine possano essere ,camminano sulle gambe degli uomini.
E le gambe di Ratzinger erano alquanto fragili per il compito che aveva davanti,come egli stesso paventava già all'inizio: "Non lasciatemi solo, pregate per me, perché io non fugga per paura dinanzi ai lupi".
Questo è un momento molto difficile per la Chiesa,forse decisivo.


lunedì 11 febbraio 2013

MPS= Massoni Per Sempre




"In realtà, se c'è un massone implicato fino al collo nella vicenda, quello è proprio il Venerabilissimo Maestro Mario Draghi, governatore di quella Banca d'Italia che tutto fece tranne che intervenire energicamente al tempo della strana acquisizione di Banca Antonveneta da parte del Monte dei Paschi di Siena."
(il fratello Magaldi)

pare che molti si siano dimenticati di Mr.Britannia...addirittura i soliti pennivendoli disinformati o collusi,lo indicano come salvatore dell'Europa,distinguendolo da Monti.
In realtà,due facce della stessa medaglia.
Si è visto nell'ultimo summit usuraio europeo,dove Draghi,succube della Bundesbank,ha fatto sconti agli amici e dato qualche briciola a Monti,il quale,da quel ballista che è ha spacciato per vittoria un misero osso gettato al cane sotto la tavola.



Mr.Britannia è il più pericoloso sgherro degli strozzini europei,di cui cura gli interessi da sempre e fautore di un'europa che sta crollando sotto il peso di una politica economica suicida.
Ha poi un bel dire nel giustificarsi che fu lui ad ordinare le ispezioni all'MPS...saremmo curiosi di saperne i risultati e i provvedimenti che ha preso.
Naturalmente nessuno.
E pensare che qualche idiota lo propone pure come successore a quel rottame del colle!
Basta vederne il cursus honorum....!


venerdì 8 febbraio 2013

BANCHIERI E PD?...MA CHE DITE..!!


Visto che il travicello del Colle invita a mettere in sordina le malefatte della cricca politico-finanziaria del Monte dei Fiaschi, noi facciamo esattamente il contrario.
Interpretando a rovescio quanto dice il pompiere quirinalizio,si è sempre sicuri di essere nel giusto.

Dopo i compagni che sbagliano (il famoso Greganti e i cento altri pescati con le mani nel sacco) ecco un'altra perla del pallottoliere bersaniano.
Sepolto dall'evidenza MPS,ora dice che é "localismo".
Insomma,a Roma c'erano solo le tre scimmiette che non vedono,non sentono,non parlano.Naturalmente,questo vale solo per loro,non per gli altri.
Localismo come per Penati (a proposito,che fine ha fatto? sono mesi che i solerti magistrati lombardi indagano,se la prendono comoda...),per la richiesta di arresto del senatore Tedesco in Puglia.....per il sindaco di Genova Marta Vincenzi indagata per falso....per Lusi....per la cricca lombarda della nutella.....
Anche la famose frase "abbiamo una banca" era localismo e Consorte (Unipol),un perfetto sconosciuto alle Botteghe Oscure.
Così come quando Fassino-Bersani andarono dal governatore Bankitalia Fazio per la scalata a BNL.
Non erano loro,solo dei sosia locali.
Insomma il PD,oggi Partito Deutschebank,con  banche e banchieri mai ha avuto a che fare,figuriamoci con MPS!
La Fondazione era in mani loro,ma che volete...l'Mps é solo una piccola banca locale...! E la Coop una cooperativa di lavoratori locale...!
Come già pubblicato in altro post lo testimoniano le acute e intelligenti dichiarazioni di molti esponenti PD di spicco che hanno fatto ridere l'intera nazione,a proposito di localismo....già,pare che di molto localizzato ci sia solo l'ipocrisia di questi piccoli cervelli in confusione,in preda al panico di finire come la gioiosa macchina da guerra di famosa memoria......

Infatti che dire di Bazoli (Banca Intesa,che D'Alema voleva candidato premier) e Profumo,ex-Unicredit (quest'ultimo neo capataz di MPS e indagato per evasione fiscale....per la serie onesti ai posti giusti) tutti in fila per le Primarie...anche loro sosia degli omonimi banchieri..!!|
Profumo per aiutare la moglie candidata Bindi.... Bazoli per il nipote Alfredo Bazoli candidato Pd e il genero Gregorio Gitti,ex-Pd,ora candidato Monti,come l'altro genero Fabio Coppola.
Non é finita,c'è pure la cognata Francesca ,grande elettrice di Ambrosoli in Lombardia e pronta a candidarsi a Brescia.
E di Mussari allevato nella Coop Orsa Maggiore (altre esperienze non si conoscono,come avrà mai fatto a far cotanta carriera....) che dava 600 mila euro all'anno al partito....ovviamete per i disoccupati...

Come dice il povero  sbranatore di mortadelle Bersani:" Fuori i banchieri dai partiti"....
Come annessi e connessi MPS,mettiamoci pure la moglie di D'Alema docente all'Università di Siena e Aldo Berlinguer,figlio di Luigi il Rettore,qui laureatosi e subito passato ad Antonveneta.

Insomma,chi osa ancora dire che i piddini hanno a che fare con le banche?

I magistrati hanno definito la cricca bancaria MPS "associazione a delinquere"...il resto al vostro buon cuore...

Ma ora passiamo a Bankitalia,altri che se c'ero,non vedevo,non sapevo....Ieri abbiam dovuto sentire le dichiarazioni esilaranti di Draghi,il quale esonera la BC da ogni responsabilità,affermando inoltre che fu lui ad ordinare le ispezioni.
Ci dica mister BCE,a che risultato hanno portato queste ispezioni?
Che le ha fatte a fare,se il risultato è quello che abbiamo davanti?
 Ci permetta di avere forti dubbi su quest'altra panzana...qui tutti sapevano tutto...compresa la Tarantola che nel 2007,a seguito di mancata vigilanza su una faccenda derivati MPS,dichiarava di " non procedere a sanzioni per l'inesistenza di presupposti per l'emissione di provvedimenti".
Si è poi visto come invece stava la faccenda....un triangolo omertoso tra Abi,Consob,Bankitalia.....occorre ancora ricordare che MPS è socio di Bankitalia?
A dar retta a queste aquile,loro controllavano tutto....fatto sta che nella migliore delle ipotesi son rimasti fregati come dilettanti,mentre invece nell'ipotesi più realistica sapevano tutto e facevano gli indiani.....caro Draghi,queste palle come quelle che è un bene che l'euro sia una moneta forte, le può raccontare alla Merkel....a noi fanno un po' pena.
Ciliegina sulla torta,arriva il WSJ a svelarci di un prestito segreto,di cui solo ora sappiamo,di 2 miliardi fatto da Bankitalia a MPS nell'autunno 2011.Come chiarezza e trasparenza non c'è male....!
Ora,per la serie rinnovamento,hanno messo presidente dell'ABI,un certo Patuelli,un baby pensionato e salma politica riesumata dalla prima repubblica.La sua prima frase "Fuori la politica dalle banche"...
Un altro...!!
Nooo... gente!,qui siamo ormai in un incubo di una realtà che supera qualsiasi immaginazione...in una gigantesca e generale presa per il culo....
Qui se c'è un sistema criminale è quello bancario,BCE compresa,copia sbiadita e succursale della Bundesbank
Magari ci dica anche caro Mr.Britannia come ha fatto il suo gemello di disgrazie Monti a dare 4 miliardi ad una banca piena di debiti e di buchi ancora da chiarire e che in borsa il 25 gennaio capitalizzava 2,9 miliardi !
E sfatiamo pure il mito che la vede salvatore dell'Europa,caro Mr.Britannia....lei ha salvato solo gli interessi delle banche ,quelle tedesche in primis....che non sono esattamente l'Europa,ma solo proprietà di privati speculatori.Quanto all'euro non può salvarlo nessuno.

E ha pure il coraggio di dire che l'epoca delle svalutazioni competitive è finito ! Guardi che qui si tratta solo di svalutazioni difensive...se non vogliamo affondare in una guerra tra monete che l'euro è destinato a perdere se non svaluterà.
Noi come Italia,la guerra l'abbiamo già persa....grazie a gente come lei,Monti,Amato Prodi,Napolitano,il Pd dei banchieri...che ci costringono a restare nella truffa dell'euro e a sottoporci alle sue demenziali politiche recessive.

Ultima per la magistratura....che ne dite intercettare meno zoccole e travestiti e
più banchieri?


Qui sopra  una foto di Fassina...devo dire ormai un mio beniamino del " pensiero prostrato"..neo-corrente filosofica del pensiero debole piddino.
Altri due must sono Franceschini,guinness incontrastato delle maggiori fesserie nel più breve tempo possibile,e Letta Enrico,il "pizzinaro disabitato"

mercoledì 6 febbraio 2013

PD = PREZZOLATI DEUTSCHEBANK...




Funerale a Berlino.Per l'Italia,ovviamente....
Prima il premiato maggiordomo Monti,ora anche Vil Coyote Bersani corre dalla Merkel a prendere ordini e compiti da fare.
Non ricordo simili inginocchiamenti esteri pre-elettorali e nemmeno tante ingerenze tedesche nelle vicende elettorali italiote.
Dopo l'investitura a sguatteri del Reich,vediamo questi due miseri giuda pronti a collaborare per un nuovo governo della filiale italiana della Deutsche Bank.
Tira una brutta aria di questi tempi per l'Europa alemanna....i crucchi credevano ad una pacchia infinita,salvo poi accorgersi che i bei tempi sono finiti pure per loro.
C'è quindi bisogno di solerti caporali  nei paesi satelliti che rincitrulliscano le sturmtruppen con il solito giochetto destra-sinistra...e che convincano il pueblo a farsi ulteriormente spremere dal Reich.


partito banchieri proletari

C'è solo un ma....in questo piano.
E cioè,che questi due kapò,oltre che traditori,sono anche degli incapaci e credibili come pinocchietti da sagra.
C'è da ridere a crepapelle sentire quello che fino a dieci minuti fa ha tassato anche l'aria , e che ora dice di volerle abbassare,di non voler l'aumento iva.....e una serie di altre incredibili fesserie per  acchiappare un pugno di voti per il suo fallimentare partito.
Vedere poi i doichpiddini coprirsi di grottesco con le dichiarazioni su MPS,sulla trasparenza e sulla necessità di un passo indietro della politica (si pensi in certe Regioni alla rete di potere POLITICA-MPS-UNIPOL-COOP),siamo al più incredibile e comico teatro dell'assurdo.
Solo dei monoliti eterodiretti come i votanti nasoturati italioti possono credere a queste sanguisughe,al cui confronto anche il più sfrenato bunga bunga arcoriano appare roba da educande....i banchieri han preso il posto delle zoccole...questo il vero bunga bunga,il tourbillon di miliardi rapinati che pagheranno gli italiani

Si diceva inetti e incapaci......infatti SI  MISURAVANO CON DEGLI ZOMBIES,ORA RISCHIANO DI PERDERE.....per questo invocano in ginocchio l'aiuto dei panzer,che ovviamente non sarà gratis...ma poco importa a loro,come sempre,pagheranno altri....
Se nonostante tutto,questi parassiti traditori riusciranno a spuntarla,vuol dire che il popolo italiano merita ampiamente tutto quanto gli sta capitando.
Al primo che poi si lamenta,bisognerebbe solo rompergli la zucca vuota che si ritrova....



scelta lubrica

domenica 3 febbraio 2013

NEW ECONOMY....


Sorridiamo un po'.....


LE PUTTANE SALVERANNO L'ECONOMIA?
(una provocazione  dell'economista Mac Faber.)



Ecco una curiosa teoria economica che è stata annunciata negli Stati Uniti.
Il tipo si chiama Marc Faber.
È un analista in borsa e uomo d'affari, un imprenditore che ha successo.
Nel giugno 2008, quando l'amministrazione Bush ha studiato un progetto per aiutare a rilanciare l'economia americana, Marc Faber ha scritto nel suo bollettino mensile un commento con molto umorismo:

"Il governo federale sta valutando di dare a ciascuno di noi una somma di 600,00 dollari
Miei cari connazionali americani:
Se noi spendiamo quei soldi al Walt-Mart, il denaro va in Cina.
Se noi spendiamo i soldi per la benzina, va agli arabi.
Se acquistiamo un computer, il denaro va in India.
Se acquistiamo frutta, i soldi vanno in Messico, Honduras e Guatemala.
Se compriamo una buona macchina, i soldi andranno a finire in Germania o in Giappone.
Se compriamo regalini, vanno a Taiwan, e nessun centesimo di questo denaro aiuterà l'economia americana.
L'unico modo per mantenere quel denaro negli Stati Uniti è di spenderlo con puttane o birra,che sono gli unici due beni che producono ancora qui. Io sto già facendo la mia parte ....."

Risposta di un economista italiano, anche lui di buon umore:

"Carissimo Marc,la situazione degli americani diventa realmente sempre peggiore. Inoltre mi dispiace informarla, che la fabbrica di birra Budweiser recentemente e'stata acquistata dalla multinazionale brasiliana AmBev.
Pertanto Vi restano solo le puttane.
Ora, se queste (le puttane) decidessero di inviare i loro guadagni ai loro figli, questi soldi arriverebbero direttamente al CONGRESSO DEI DEPUTATI ITALIANI qui a Roma, già che qui esiste la maggior concentrazione di figli di puttana del mondo."