domenica 27 ottobre 2013

NAPOLITELLUM

La legge elettorale, in Italia, si fa in sei persone. Fine della Repubblica parlamentare, fine della democrazia, fine della Costituzione. Giorni fa Napolitano ha convocato al Quirinale i 3 capigruppo di maggioranza al Senato, il Ministro Quagliariello e il presidente della commissione Affari Costituzionali al Senato, Anna Finocchiaro.
Grandi teste pensanti....

Lega,M5S e altri esclusi protestano...fino a chiedere l'impeachment della cariatide quirinalizia..

E' solo l'ultimo episodio di una costante intromissione del pulcinella del colle nella politica italiana,in spregio alla Kostituzione,checchè ne dicano i soliti pretoriani che immediatamente scattano a sua difesa,tra cui sempre si distingue il prefetto der pretorio,la Pizia Eugenia.
Scrive oggi nella predica settmanale sul suo foglio da imballaggio:
"Occorre quindi togliere al Senato i poteri della fiducia al governo e riservarli soltanto alla Camera dei deputati."...Alla faccia della Kostituzione...!!!(indovinate il perché di questa demenziale affermazione....il più bel compendio alle insopportabili ipocrisie di questi pasdaran della Kostituzione.... la difendono facendone carta straccia).
Ma tutto questo per arrivare a dire "che non c'è alcuna forzatura nell'intervento di Napolitano,che deve restare sopra le parti e sopra le parti è sempre restato" (da ridere....)
Non c'è che dire....leccazampismo d'antan.....!

Leggiamo qui di seguito....molto istruttivo:

"Il presidente della Repubblica viene accusato di aver "interferito illegalmente nelle attività del Legislativo, dell' Esecutivo e del Giudiziario", e di aver avviato "l' esercizio di una propria funzione governante": che è "inammissibile", "autoritaria" perché non regolata, e "altamente pericolosa perché non sostenuta da alcuna responsabilità politica". Il presidente della Repubblica, ha aperto un "incostituzionale circuito tra partiti e presidente", e assunto comportamenti da "capo di un partito" violando "un inderogabile dovere di imparzialità". Il tutto, avverte il documento, nella "piena consapevolezza" di essere "al di fuori dell' ordinamento costituzionale". Con la "strumentalizzazione" dei media "per conquistarsi una parte dominante nei conflitti da lui stesso aperti". "Si è fatto portatore di un personale disegno per la soluzione della crisi italiana che prevede lo scavalcamento delle regole fissate dalla Costituzione per modificare la forma di governo e la stessa Costituzione".

L'avrà detto Grillo,la Lega o il solito Berlusconi....?

No,spiacenti....é quanto invece affermato dal PDS (il partito democratico della sinistra) a suo tempo riportato....indovinate un po'.... da La Repubblica scalfariana...!!.
La richiesta di impeachment fu votata dai gruppi parlamentari del PDS, del quale faceva parte Giorgio Napolitano. Napolitano all’epoca chiese a Cossiga di prendere atto della "inevitabilità delle sue dimissioni"  .....grande,veramente stupefacente...!!

Non dovrebbe Napolitano dimettersi adesso per le stesse ragioni per cui chiedeva le dimissioni di Cossiga nel 1991,e come formulato dalla bozza bozza stilata da Luciano Violante - dove si dice che Francesco Cossiga abbia "intenzionalmente" varcati i limiti costituzionali per "modificare la forma di governo"?
Se per questo, per il pulcinella attuale di limiti superati e di queste imputazioni.ce ne sarebbero in abbondanza...altro che modificata la forma di governo....!

Resta ammirabile come questo partito di trasformisti abbia sempre il "salto della quaglia" nel suo Dna....a seconda della convenienza,ovviamente....stessa cosa sull'Europa e l'euro,e proprio da parte della nostra cariatide del colle....da strenuo oppositore ad entusiasta paladino....

Gli articoli originali de La Repubblica:

http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/1991/12/07/parte-impeachment-cossiga-ti-accusiamo.html

Come le canne al vento.....

Vero é che in Italia “l’impeachment” non esiste come istituto giuridico. 
Il Presidente della Repubblica può essere messo in “Stato d’accusa” :

"Il Presidente della Repubblica non è responsabile degli atti compiuti nell’esercizio delle sue funzioni, tranne che per alto tradimento o per attentato alla Costituzione. In tali casi è messo in stato di accusa dal Parlamento in seduta comune, a maggioranza assoluta dei suoi membri. Con legge costituzionale sono regolatele le procedure del giudizio avanti la Corte costituzionale e le sanzioni penali e costituzionali. Per atti diversi da quelli compiuti nell’esercizio delle sue funzioni, il Presidente della Repubblica risponde penalmente, secondo la procedura stabilita con legge costituzionale, previa autorizzazione deliberata dal Senato della Repubblica a maggioranza assoluta dei suoi componenti. Si applicano le disposizioni di cui all’art. 94."

Ma nessuno gli impedirebbe di dimettersi....e di finalmente andarsene felice all'altro mondo.
In questo ha già fatto abbastanza....

16 commenti:

  1. In effetti sarebbe ora che si ritirasse.Io sono più caritatevole,mi basterebbe che se ne andasse a portare a pisciare il cagnolino.

    RispondiElimina
  2. Sì, appunto non esiste l'impeachment nella nostra Costipazione, Mi piacerebbe sapere cos'è questa smania di sfoggiare parole straniere, che si adattano a repubbliche presidenziali. Però, esiste lo stato d'accusa e l'alto tradimento. Mi piacerebbe sapere quelle denuncie della Musu, di Barnard e di altri che fine hanno fatto. Siamo al porto delle Nebbie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...e le dimissioni,come a suo tempo fu costretto,da una forsennata campagna di stampa diffamatoria da questi strenui difensori,il poveretto Leone...che non fu un gran presidente,ma che con l'affare Lockeed non c'entrava affatto.
      Giochetto ripetuto con Cossiga...
      Tutte queste denunce non avranno nessun effetto,la magistratura è parte integrante della cricca oligarchica che governa il Paese per conto terzi...ed è ben difficile che salti fuori il famoso giudice a Berlino....

      Elimina
  3. E' da Novembre 2011 dal golpe perpetrato dal Pulcinella che siamo entrati «in un periodo di anomalia costituzionale , dopo che i partiti hanno messo parecchio del loro sino a portare il paese al collasso, evento che avrebbe avuto gravi ingerenze da parte degli Usa ed Elites finanziarie!!. Da quel golpe ,Il paese è stato essenzialmente governato da tecnocrati provenienti dall’ufficio del presidente Repubblica, i burocrati di diversi ministeri chiave e la Banca d’Italia. Il loro compito è stato quello di garantire la stabilità in Italia nei confronti dell’Ue e dei mercati finanziari a qualsiasi costo. Questo è stato finora raggiunto emarginando sia i partiti politici sia il Parlamento a livelli senza precedenti, con un interventismo onnipresente e costituzionalmente discutibile oltrechè deprecabile del p.d.r. che ha esteso i suoi poteri ben oltre i confini dell’ordine repubblicano. L’interventismo della Cariatide voltagabbana (a suo tempo contrario ad euro ed Europa)– è particolarmente evidente nella creazione del governo Monti e del governo Letta, che sono stati e sono entrambi espressione diretta del Quirinale che hanno portato il paese al disastro dell'esonomia reale con ben 6 mln di disoccupati. Di fatto si è instaurato un regime oligarchico-quirinalizio, ove con prevaricazioni ancora golpistiche ,ben coadiuvate dai media di regime e relativi pennivendoli (Sta-po-mpa,Corserva e Re-Giorgio-pubblica)...il vetusto, dal pannolone robusto, servo degli Obamb-Ue si è messo nel suo ormai fuso cervello l'idea o meglio l'insano obiettivo che volenti o nolenti noi tutti dobbiam divenir figli di Troi(k)a.!!! In pratica questo "rottame" ha sospeso di fatto la democrazia, relegando il paese alla miseria in nome e per conto di un Europa che di fatto non esiste, checchè ne dica anche oggi sull'inserto del Corserva ,l'altro suo servo e Mario-netta in seconda " il Lettamaio" !.Su Lettura ,infatti lo zerbino scendiletta ,vaneggia con L'uomo dei Sogni (si vede che la burLetta sogna parecchio... distante anni luce dalla realtà soprattutto economica del paese) di Jean Rufin esaltando il suo eroe Jaques Coeur..Sic!! Sentirlo alla Sorbona ieri e leggerlo sul Corserva oggi mi e' venuto il senso di nausea soprattutto quando questo "coglione" parla dell'Italia come Stato Fragile anziché di Stato F A L L I T O !!!...veramente disdicevole per non dire Vomitevole!!.Esattamente come colui che al colle ne tira i fili , e al quale anziché allontanarlo con l' Impeachement come dice Grillo, bisognerebbe colpirlo con mazze e pietre come diceva Pertini, od anche solo a potenti calci in culo nonostante l'effetto "paraculo" dei pannoloni che Scalfari procura quotidianamente ,per se e per lui!! Ciao Tony

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già...Di fatto si è instaurato un regime oligarchico-quirinalizio...per conto terzi..! Se poi parli di repubblica presidenziale,gli amici della cariatide insorgono a squittire come ratti...!

      Quanto al pizzinaro,nel discorso tenuto alla Sorbona,c'è veramente da vomitare,così come la standing ovation di cui parla il Corriere della Serva.
      Sentite: "Che sarebbe l'Italia senza l'euro? L'europa non è la caisa della crisi,al contrario,i problemi attuali come la disoccupazione sono dovuti a una mancanza d'Europa....se non avessi avuto lo scudo comunitario,non avrei potuto dire no a chi voleva aumentare il debito"
      E infatti si vede che è diminuito il debito,dal 127 al 133%...!!! E l'Italia,senza Europa,non sarebbe certo il paese allo sfascio che tu e monti avete prodotto!!

      Europa che per questo lurido servo "é sempre stato punto di riferimento per la capacità di inseguire progetti di importanza visionaria.."(Corserva)
      L'abbiamo visto il progetto visionario,morire per maastricht...!!

      Vergogna senza fine per questi vermi traditori...!

      Elimina
  4. La Pizia Eugenia poche ore fa era in tv dal pinocchietto del tempo che fa. Che slinguate a sor Pampurio, non soltanto al Pulcinella! "Mi ha telefonato lui. Chi? Pampurio, Pampurio, diceva la mia segretaria... è in linea... Non ci credevo. E' così che poi l'ho incontrato. Mercoledì non posso, mi diceva per telefono, potremmo vederci martedì alle 15,30? Ero sconvolto, andava benissimo. Sono andato, eravamo in una stanzetta con sedie appoggiate il fila contro il muro, io gli ho detto che se ci sedevamo così per parlare ci veniva il torcicollo, e ho spostato la mia sedia e lui con le sue stesse mani ha spostato la sua!"

    Ragazzi, da pisciarsi, ve lo giuro. Ma abbiate pietà per lui, ha le mani che gli tremano assai. E faccio una scommessa: prima di tirare gli spaghi chiederà il prete, altro che noncredente.
    Tommaso4ever

    RispondiElimina
    Risposte
    1. patetico emmerdeur....come dicono i francesi...non vede l'ora di parlare con Dio.....speriamo presto...

      Elimina
  5. Poi dicono che siamo arretrati..la prima forma di monarchia all'interno di una repubblica. La corte di servi, ruffiani e marchettari invece non si distingue per particolari originalità, lingua (e penna) ben sincronizzata e scattante.
    Ai sudditi io mi permetto di ricordare un famoso aforisma di Mark Twain:

    "Se votare facesse qualche differenza non ce lo lascerebbero fare"

    Sicuramente ancora più vero, dopo questa 'riforma' elettorale.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Più che monarchia ,un puttanaio ipocrita...e il bello é che la cricca si oppone ad una repubblica presidenziale,visto che una democrazia parlamentare non è degna di questi burattini.L'unico voto che conta è quello dell'elezione diretta dell'esecutivo ormai,sul modello francese o simili.
      Da libertario anarchico,non è la soluzione che preferisco,ma in Italia è ora di togliere ogni potere di interdizione a questa banda di affaristi parlamentari.
      Il problema è che non si vede all'orizzonte uno straccio di possibile statista che incarni questo ruolo.
      perchè mai difendono questa Kostituzione archeologica,stupidamente detta la K. più bella del mondo? Perchè difende i privilegi di questa consorteria di accattoni,consentendo loro di formare le maggioranze che vogliono contro il parere degli elettori e per i loro miseri giochetti affaristici.Per questo il voto non vale nulla,votare per uno è votare per l'altro in pratica.
      Hai più sentito parlare dell'abolizione di una delle due camere,un doppione inammissibile?Un rimpallo vergognoso di leggi che vanno e vengono,unico al mondo.Ma questo è il potere di questi gaglioffi.
      Questo è uno Stato che va rifatto istituzionalmente da capo a piedi,così come la K.

      Elimina
  6. Quale riforma elettorale, Huxley? Quella fatta da 6 pirla con la benedizione del nonno? Io ci andrei cauto; ogni giorno cambia qualcosa nel nostro paese di m. liquida.
    Perciò tutte le previsioni traballano. C'è un solo zoccolo duro: il tanfo, che va solidificando contro quasi tutte le leggi fisiche.
    T4e

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ci vogliono dei geni per partorire una 'riforma' che blindi il sistema già in uso negli ultimi 2 anni, occorre renderlo semplicemente più efficente. Una 'riforma' per consentire di attuare più rapidamente le 'riforme' desiderate dai vari draghi e draghetti. I mercati non aspettano..

      Elimina
    2. Qualsiasi legge elettorale non risolve il problema di un esecutivo sempre sotto scacco.E' la kostituzione da cambiare,la forma di Stato e di esecutivo.
      Ma si può mai fondare una Repubblica sul lavoro? Oggi ci sarebbe da ridere...unico esempio al mondo!
      Si può mai accettare che una K. non contempli il referendum propositivo?,norma che toglie ogni potere popolare? oppure che non contempli la revoca del mandato,facendo sì che bande di voltagabbana sovvertano la decisione degli elettori?
      Oppure che non sia chiarito in modo inequivoco se la magistratura è un Ordine e non un Potere?
      Oppure che ci siano due camere che fanno la stessa cosa? o che ci siano mille parlamentari,la maggior parte lì solo per far numero?
      Quelli che difendono una tale K.lo fanno solo per i propri interessi....questa k.è nata per impedire di governare a uno o all'altro,è evidente,e risente del clima in cui è stata fatta,un mondo che non esiste più.
      La k. non è sopra il popolo,ma viceversa,che la può cambiare quando vuole,direttamente senza bisogno di passaggi parlamentari,ma con referendun propositivi.
      Insomma,è stata fatta per sottrarre il potere al popolo e consegnarlo a cricche affaristiche....oggi poi non ne parliamo...!

      Elimina
  7. E allora, finché non solidifica, attenti alle onde.

    RispondiElimina