giovedì 31 ottobre 2013

IL GOVERNO ALIENO

Bisogna proprio dire che questi  miseri servitorelli  del governo e tutto il puttanaio parlamentare stanno su un altro pianeta,un'altra galassia...
Anche la rappresentazione che del Paese offrono i media (salvo qualche rara lodevole eccezione) è surreale.
Si parla di tutto,meno di quel che conta.Europa ed euro son quasi sempre totalmente assenti nelle interminabili maratone di fritto d'aria televisivo,dove  giornalisti e parlamentari sono invitati solo per ingannare il pubblico teleutente,con la ruffiana compiacenza del conduttore.
E' sconcertante lo scollamento tra la realtà effettiva e quella virtuale che giornalmente viene offerta ad un popolo sempre più alla deriva.
Il pizzinaro dalla trista figura Letta e il suo sancho panza Saccodanni continuano a raccontar balle su balle agli italiani, inventando sempre nuove malefatte a favore delle banche(rif.abbassamento del limite di contanti) e strombazzando finte vittorie per un paio di pagliuzze senza effetti ,ma ignorando puntualmente la trave dell'euro che ci schiaccia.
Dopo mesi di ottusi pensamenti,fanno una sciagurata  legge di stabilità (piena di tasse e senza totale copertura) presentata come le tavole dei comandamenti divini,ma destinata ad essere invalidata come carta straccia dopo pochi giorni dagli stessi autori che si augurano venga cambiata in Parlamento.
Ma non lo potevano immaginare prima come sarebbe stata accolta? Non potevano pensarci prima a non scrivere certe demenziali decisioni? Pensavano che gli italiani fossero tutti felici e contenti? A che gioco si esercitano? Solo a far bella figura coi loro padroni usurai per presentarla in tempo agli esami.?
Come dire,noi buttiamo lì  cifre assurde in ossequio al padrone,poi se altri la cambiano,non è colpa nostra...noi il nostro dovere di servi zelanti ,il compitino l'abbiamo fatto.....nei secoli fedeli....

Sono talmente fuori come balconi che insistono ancora grottescamente con le luci e riprese che solo loro vedono,vivono in un mondo di favola e fantasia autoreferenziale che non ha nessun legame con la situazione reale che il Paese sta vivendo.
Ascoltare  il ministro della pubblica distruzione Saccodanni ,detto "tre passi nel delirio",che ripete placidamente col suo faccione da furbo salumiere che la crisi globale è finita, che l’Italia deve agganciarsi al treno della ripresa mediante riforme strutturali, è come trovarsi di fronte al mago Gabriel,un campione del più guignolesco trash televisivo.

 Il rapporto Debito/PIL supera il 133%, i senza lavoro sono 6 milioni di persone,per i pagamenti dei debiti pregressi della P.A chiedere a "chi lì ha visti ?". .....mentre dal Governo Alieno partono misure "impressionanti" (così le ha definite l'altro buffone alieno Obamba...) e concrete per il rilancio dell’economia reale: 14 euro mensili in busta paga per i lavoratori....

Per fortuna che non tutti stanno sulla galassia di Andromeda....e non é certo gente che passa casualmente per strada, ultimi arrivati....
----------------------------

"La recessione si è appiattita, e questo è tutto", dice Antonio Guglielmi di Mediobanca . "Il rapporto tra debito pubblico e PIL è aumentato di 15 punti percentuali  (al 133%) nel corso degli ultimi 15 mesi, perché non c'è crescita. E' tutto a causa degli effetti dell'austerità e del moltiplicatore fiscale. Stiamo facendo lo stesso errore che hanno fatto in Grecia."

Mr. Guglielmi ha detto che il governo ha previsto per il prossimo anno una crescita dell'1% , passando dall' 1.7% , all'1.8% all'1.9% e così via. E' una finzione. ( Citigroup ha detto che la crescita sarà più vicino allo zero sino al 2017) . "A mala pena siamo cresciuti dell'1% all'anno durante i migliori anni del boom globale. Come faremo a farlo ora in tempi molto più difficili? "

Prof. Giuseppe Ragusa della Luiss Guido  Carli di Roma ha detto che il governo si sta arrampicando sugli specchi, sperando che la ripresa mondiale riuscirà in qualche modo a portare l'Italia fuori dal guado. 
"Loro non stanno facendo nulla. La politica è completamente passiva, non funzionerà, perché siamo in una trappola del debito, ed a differenza della Spagna abbiamo continuato a perdere competitività nei confronti della Germania negli ultimi tre o quattro anni."

Il Prof. Ragusa calcola che il debito aumenterà ogni anno di un 5% del PIL, anche se la crescita tornasse ai livelli pre-crisi di circa lo 0.6%. 
Questo farebbe crescere in maniera esponenziale il rapporto debito Pil fino a quasi il 150%, al di là del punto di non ritorno per un paese senza moneta sovrana.

Ragusa ha detto che le politiche di salvataggio della Banca centrale europea hanno indotto il Tesoro italiano a prendere in prestito su scadenze brevi, dal momento che il sostegno BCE copre solo il debito fino a tre anni. Questo ha ridotto la durata media del debito da 7,6 a 6,4 anni, con un maggior rischio di crollo. .
"Temo che i nodi verranno al pettine entro il primo trimestre del prossimo anno" ha detto.

Il tasso di cambio sta portando alla resa dei conti. Da giugno l'euro è salito quasi dell'8% contro il dollaro - e quindi lo yuan cinese. E' una situazione grottesca per una regione impantanata in una disoccupazione record che probabilmente anche il prossimo anno resterà indietro rispetto al resto del mondo di un ampio margine, secondo le stesse autorità comunitarie.

Il governatore austriaco della BCE Ewald Nowotny dice che Francoforte può far poco a riguardo.
Eppure, la Banca del Giappone ha appena fatto scendere lo yen del 22% grazie a una strategia massiccia di reflazione. La Banca nazionale svizzera sta tenendo il franco a 1,20 €, giurando di difenderlo contro il mondo intero. E' molto facile indebolire una valuta.
Ciò che il signor Nowotny intende è che l' UEM è politicamente incapace di organizzare una tale politica.

Per l'Italia questo è un massacro. Mediobanca dice che l'economia Italiana è molto sensibile al tasso di cambio a causa delle tipologie di prodotti fabbricati (price sensitive), più della Germania. Gli ultimi report segnalano come nel corso degli ultimi 40 anni ogni volta che l'Italia ha agganciato il cambio alla Germania la crescita della sua produttività e competitività si è indebolita, e come si è velocemente ripresa dopo ogni svalutazione.

l rapporto sostiene che il rischio è quello di un ripetersi del destino dell'Argentina, quando nel 2001 il suo ancoraggio al dollaro è crollato. E ha citato il cosiddetto "Ciclo di Frenkel"(1) , quando arriva alla settima e ultima fase del "collasso", il brutale epilogo di ogni sistema a cambi fissi e di ogni unione monetaria che non riesce a soddisfare le quattro condizioni di base di un'area valutaria ottimale.
Che sono la mobilità del lavoro attraverso le frontiere, la flessibilità dei salari e dei prezzi, i trasferimenti fiscali e i cicli economici allineati. L'area dell'euro non ne soddisfa nessuna.

L'Italia è il più virtuoso dei grandi Stati UEM, con un avanzo primario di 2.5% del PIL. Questo naturalmente significa che può lasciare l'euro quando vuole, senza incorrere in una crisi di finanziamento, ed è abbastanza grande da superare lo shock.

Un sondaggio Ipsos questa settimana ha rilevato che un record del 74% di italiani sono insoddisfatti dell'euro. Ormai si tratta di un matrimonio senza amore. Un altro battibecco con Berlino, e diventerà un aspro conflitto.

Stralci da: http://www.telegraph.co.uk/finance/comment/ambroseevans_pritchard/10416038/Mediobanca-hints-at-Italian-euro-exit-unless-Germany-shifts-on-EMU-policy.html

-----------------------
E' triste constatare come questo 74% sia in pratica privo di ogni serio riferimento politico.La domanda non è soddisfatta da una offerta all'altezza.Il bacino potenziale antieuro in realtà sarà anche sovrastimato,ma è indubbio che è ormai molto ampio e via via più importante.Forse qualche crepa nel muro usuraio si sta aprendo.
Infatti le acque si stanno agitando: inviti al Caimano di mettersi alla testa di un movimento antieuro,Grillo che pensa di spostarsi a destra per imitare la Le Pen,in Rete sta nascendo un nuovo soggetto politici che ha già raggruppato una ventina di movimenti.....insomma,a maggio ci saranno elezioni europee che potrebbero mettere definitivamente in crisi il modello usuraio e anche questo governicchio di mezze tacche..
Vedremo se saran rose che fioriranno o l'ennesimo fuoco di paglia.


(1) Il ciclo di Frenkel 
(di cui ampiamente abbiam parlato nel blog: http://www.stavrogin2.com/2013/04/centro-e-periferia.html )


Il ciclo di Frenkel è una teoria dell’economista argentino Roberto Frenkel che descrive ciò che avviene quando un Paese economicamente meno sviluppato si aggancia alla valuta di un’area più forte, ed in assenza di interventi politici che compensino gli squilibri; quindi una situazione di area valutaria ottimale inefficiente, o non ottimale.
Il modello, inizialmente formulato con riferimento alla dollarizzazione dell’Argentina (vedi anche crisi economica argentina) durata fino al 2001, viene ora utilizzato per spiegare la crisi in corso in Europa in seguito all’adozione della moneta unica[1]

Il ciclo si svolge in sette fasi:

1- Il Paese accettando l’unione monetaria, liberalizza i movimenti di capitale.

2- Affluiscono i capitali esteri, che trovano conveniente investire in un Paese dove i tassi di interesse sono più alti, ma è venuto meno il rischio di cambio.

3- l flusso di liquidità fa crescere consumi e investimenti, quindi crescono Pil e occupazione.

4 - Tuttavia aumentano anche l’inflazione e il debito privato; inoltre si creano bolle azionarie e immobiliari.

5 - Un evento casuale (crolli finanziari....) crea panico tra gli investitori stranieri, che arrestano i finanziamenti.

6- Inizia la crisi: si innesca un circolo vizioso tra calo del Pil e aumento del debito pubblico. Il governo taglia la spesa pubblica o aumenta le tasse, aggravando la recessione.

7- l Paese è costretto ad abbandonare il cambio fisso e a svalutare.


34 commenti:

  1. a proposito del sondaggio ipso, ti segnalo l'esito del sondaggio
    di scenarieconomici.it divulgato domenica 27 ottobre a Pescara. non per polemica ma per avere esattamente il quadro
    della situazione. GFC

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Conosco quel sondaggio,anche per tipologia di categorie sociali e politiche,dove si dice che gli antieuro sono PDL e e Grillo,contro il PD.

      http://www.scenarieconomici.it/sondaggio-esclusivo-scenarieconomici-it-sarebbe-favorevole-alla-reintroduzione-di-una-valuta-nazionale-al-posto-delleuro-si-48-no-45/

      dove comunque la maggioranza è sempre antieuro.

      Elimina
  2. Lo stesso sondaggio di un anno fa mostra cifre completamente diverse a favore dell'euro.Forse i stanno svegliando.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. pare sia la maggioranza anti....a forza di battere,chissà che il chiodo non penetri nei cervelli...

      Elimina
  3. Sarà sempre peggio,come gli ultimi dati della disoccupazione dimostrano.Dopo quasi un anno di governo Letta,400 mila in più...
    E' inutile,se non usciamo dall'euro,siamo finiti.Possibile che non si capisca questa verità elementare?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io credo appunto che il peggio debba ancora venire...anche per varie complicazioni internazionali...guerra delle valute,accordo Usa-UE,banche in fallimento....

      Elimina
  4. Non so se avete notato la "koppia" piu' scema del mondo come si contraddice e questo la dice lunga sulle vere intenzioni di queste nullità al governo!! A proposito della legge di stabilità e relativamente ai soldi che rientreranno in busta paga grazie al cuneo fiscale si parla di 14 euro or divenuti 10, il romanesco e burlesco Sacco di m... sosteneva ,dallo zerbino rosso ora assurto a reuccio su raitre per meriti pubblicitari, che per calcolare i 14 euro( o 10 euro che siano ) bastava fare semplicemente una divisione !! ( l'mporto dei soldi messi a disposizione diviso il numero di quelli che ne usufruiscono). Chiaro come il sole!! Ebbene il Lettamaio ,in altra conferenza stampa sosteneva che i 14 euro non erano altro che una "poderosa sola" inventata dai media ,soprattutto quelli cattivi che non vogliono bene al suo governo!!! Sic!! Lascio a Voi le riflessioni in merito ,questo tanto per capire da che gente siamo governati , veri incoscienti , incapaci ed inetti anche solo a rilasciar dichiarazioni!!! Una vergogna ,un insulto agli italiani!! Ciao Tony

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Provi a dirci lui,misero pizzinaro, quanto hanno in più in busta paga....!
      Anche Mediobanca è cattiva e spaccia sole? Anche ormai quasi tutti gli economisti? basta guardare i numeri e anche all'asilo si accorgono del fallimento...prima monti,poi il suo pizzinaro....e dei loro degni malfattori della UE:
      Qui l'unica vera e colossale sola é il Lettamaio (e i suoi degni compari....)

      Elimina
  5. Effetto Saccomanni,eliminazione contante.

    http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=12526

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Laura,non ci sono più parole per descrivere questo sola di banchiere....crede di avere a che fare con dei bambinelli che bevono tutte la cazzate che spara....

      Elimina
  6. Faccia da salumiere Mani nel Sacco? Troppo gentile. Dovrebbero scritturarlo sulla scena teatrale a interpretare il ruolo shakespeariano di Shylock nel Mercante di Venezia. Sarebbe perfetto per quella parte. E il coltellaccio in mano non gli servirebbe certo per limitarsi a tagliare fette di salame.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La sostanza è questa,ma l'immagine è da pizzicagnolo,quello che ruba sul peso....una faccia da prodi....

      Elimina
  7. Gli aruspici "elegant-gauchistes" delle cause perse, han "già letto" nei visceri del Fatto giornaliero e di Servizio Pubblico-Servire il Popolo che il pericolosissimo puzzone nemico di classe n°1 si sta ri-posizionando in area " €, no grazie...
    Ergo, alla larga... anti-€ = Front National= "Destre irresponsabili" sarà il nuovo leitmotiv, cavallo di battaglia dei nostri eroi...
    I lettori - più avveduti di quanto pensano alla Terza Internazionale - riconoscereranno senza dubbio l'esegesi di rito gauchista, san dove attendersi la fregatura e si regoleranno di conseguenza...
    Ma al PD... ai dirigenti della sinistra "storica" non frega niente di stare adesso dalla parte sbagliata... da veri campioni-surfisti della storia sanno benissimo che l'importante è, dopo sana autocritica, stare dalla parte "giusta" domani...

    Il sondaggio di scenari economici dimostra, se ce n'era bisogno, che lo spazio politico per una sinistra no euro è praticamente uguale a zero.

    RispondiElimina
  8. La Corte dei Conti ha bocciato al Legge di Stabilità.. Informatevi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo sappiamo ,non è una novità...pure la stessa Bankitalia ha sollevato perplessità....a parte certe mancate coperture....se poi il tuo commento ha anche altri risvolti,puoi pure comunicarceli...

      Elimina
  9. Orpo, il dormiente si sta svegliando. Cominciavo a credere che servisse un altro milione di disoccupati per far entrare nelle teste dei nostri conterranei un minimo di grano salis. Meglio così. Resta però un grosso problema, sottolineato da Johnny: manca un referente politico. Mister B. è un grosso problema. Pur essendo, alla luce delle testimonianze dirette e dal golpe del 2011, uno che ha provato a uscire dal €uro, la sua figura non unisce, bensì divide. Per non parlare del fatto che la sx non vede l'ora di poter usare il suo vecchio, stantio e unico(!) cavallo di battaglia. Potrebbe essere solo una mia idea, ma credo che la sx vuole tenere B. sulle spine fino alle prossime elezioni. Il colpo di grazia potrebbe toglierle l'unico motivo per cui esiste. Resta il M5S. Guardando i sondaggi si scopre che questa manica di fenomeni (in tutti i sensi) era favorevole al euro nel 2011, mentre ora sono stati folgorati sulla via della Lira, a differenza di un elettorato di cdx favorevole alla moneta unica, ma con un picco del solo 52% nella lega. (i sinistroidi sono a dir poco patetici...)
    Continuo a non nutrire speranze e illusioni. Vediamo come va a finire.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Diciamo che è probabile realtà che la maggioranza degli italiani sia ormai stufa dell'euro.Chi raccoglierà il frutto politico-elettorale (elezioni europee,a maggio)?
      A sx non c'è spazio,essendo quasi tutti favorevoli agli usurai,come il sondaggio per categorie politiche ha evidenziato.Non a caso Grillo ha detto ""Siamo populisti. Se andiamo verso una deriva a sinistra siamo rovinati"
      Da quanto ne so molta parte del movimento pensa la stessa cosa.
      Il bacino di pesca resta l'area di centro-destra e non votanti,ma con due concorrenti:lui e il cavaliere.
      (vero è che in Rete si sta formando un nuovo soggetto politico che sta raccogliendo molti gruppi,ma il solito vizio ad excludendum non promette bene).

      Il problema di mister B (a prescindere dalle sue vicende giudiziarie),è che è troppo ricattabile dagli usurai,come già avvenuto,per le proprie aziende.Diventa quindi improbabile che voglia davvero presentarsi come campione degli antieruro,una sorta di Le Pen italiano.
      Quindi i casi sono due,sic stantibus rebus:o Grillo riesce ad ottenere anche i voti dell'area di centro dx( la famosa alleanza m5s-pdl,ventilata da qualche giornale) o la frammentazione,la divisione delle forze antieuro perderanno.
      Ricordo che i deputati italiani da eleggere sono 72 su base proporzionale,credo con sbarramento al 4%.

      Il problema di queste elezioni europee è chi sarà il Le Pen italiano,visto che l'area di sinistra antieuro in pratica non esiste come consistenza numerica.

      Già,vedremo come finirà,ricordando più in generale,che come già successo con Fini,i problemi veri di Mister B gli vengono dal suo stesso partito...dai Quagliariello,Alfano e soci che han perso l'occasione di mandare a casa sto governo inutile.
      Una classe politica di servi pavidi,inconsapevole del ruolo che in Europa ha l'Italia...anche gli usurai di fronte ad un vero leader antieuropa,non avrebbero alzato le pernne più di tanto,ben consapevoli loro che l'IItalia non è la Grecia.
      Quindi tutti gli sfracelli paventati in caso di caduta del governo non avrebbero incisi più di tanto.
      Una alleanza stretta poi con i francesi della Le Pen,avrebbe chiuso il gioco,nonostante la sx e la stampa di regime.
      Ma per questo ci vogliono le palle....non degli eunuchi democristiani...

      Elimina
    2. Ricordo inoltre che di solito le elezioni europee sono una fotocopia di quelle politiche nazionali,con una astensione molto più consistente.
      Ma forse questa volta potrebbero essere davvero sganciate da questa sorte,assumendo un significato molto più importante,e cioè un vero e proprio referendum sull'euro.Ed è anche probabile che per questo carattere,l'astensione diminuisca di molto.
      Per questo diventa importante,al di là di ogni schieramento tradizionale,che ci sia un leader antieuro vero in questa battaglia che raccolga voti da ogni parte,astensione compresa.

      Elimina
  10. La Signora che è venuta lapidariamente a informarti (evidentemente ti ritiene un quaquaraquà disinformato) lo sa o no, che anche il garante della Privacy e le Procure bloccano i provvedimenti di Equitalia, ma che questa va avanti lo stesso a massacrare la gente?

    Questo è solo un esempio...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mah...nel caso ce lo dirà....sinceramente però non ho capito il senso,a che mirava,il commento della nostra signora...

      Elimina
  11. un passaggio di sfuggita lo faccio sempre,,,,grazie per il post. Io comunque sono convinto che andrà sempre peggio.......ciao shadow,,,

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Inguaribile ottimista...!! Peggio per la situazione italiana (e qui posso essere d'accordo) o per la possibilità di riscatto?
      Ciao shad...e non mollare la battaglia....!

      Elimina
  12. Scusa se faccio (ancora) la parte dell'avvocato del diavolo, ma per quanto riguarda quel 74% non ci conterei troppo, bastano un paio di giorni di terrorismo da parte media sulle conseguenze dell'uscita dall'euro (già vedo i titoloni e apertura della cosidetta informazione) per far tornare molti pecoroni riottosi nel recinto.
    Per quelli come certi miei colleghi, che l'altro giorno esultavano per il voto palese non credo ce ne sia bisogno, per altri conoscenti (neppure di sinistra) che voterebbero Renzi neppure.
    Bello il faccione di SanchoManni, mi ricorda il tizio che, nel 2000, mi propose l'acquisto di bond argentini...d'altra parte la filosofia è sempre quella: se sei tanto stupido da credermi, cavoli tuoi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo,credo sia eccessiva,neppure io ci conto....ma credo che la maggioranza comunque sia veramente stufa dell'euro....e i titoloni hanno sempre minore efficacia di fronte alla realtà e alle insosdpettabili dichiarazioni da ogni parte.Senza sottovalutare quando sta accadendo in francia.
      Il bacino di pescaggio per le europee non è certo a sx,dove sin tutti favorevoli all'euro,ma a dx e tra i tanti non votanti in questo tipo di elezioni.
      Per più dettagli,leggi la mia risposta ad Eric.

      Per sanchomanni non posso che essere d'accordo,la faccia è quella di un bonaccione che usa la vaselina....

      Elimina
    2. Adesso il nostro Sancho litiga anche con l'Istat, rea di fare previsioni (secondo me già ottimistiche) per il 2014 'non in linea con quelle del governo'. Mi sono preso la briga di vedere le previsioni di Monti relative al 2013: partiti da un +0.5% furono tagliate allo -0.2%...ciao core... siamo già al -1.8%. Ci sarebbe da ridere se non fosse una tragedia.

      Ecco il link sulla fuffa governativa:
      http://www.aciclico.com/politica/previsioni-pil-italiano-2012-2013-tagliate-dal-governo-monti.html

      Elimina
    3. Questi buttan lì numeri a caso,per il 2014 avevano previsto (su che basi poi?) una crescita del PIL,smentita da tutti gli osservatori internazionali e,se ben ricordi,che dopo la sospensione della procedura d'infrazione,in giugno,sarebbero stati sempre sotto il 3%.R infatti,si sta vedendo ora....
      Insomma è una balla continua,puntualmente smentite,una presa in giro colossale da due anni a questa parte.Ed il bello è che tuttev queste misure non servono a nulla,anzi come si vede,peggiorano la situazione.Ultima balla il bonus delle assunzioni.

      Elimina
  13. Napolitano, che ci ha regalato le nullita' Lettamaio e Saccommerde..., il cambiamento non lo propaganda, lo pratica, fino al punto di fare le riunioni dei capigruppo di maggioranza come qualsiasi segretario di geo(rge)partito. Siamo diventati una repubblica presidenziale di fatto e credo abbiano fatto un grave errore i promotori della manifestazione del 12 ottobre a non dirlo con forza dal palco, raccogliendo un sentimento profondo di chi era in quella piazza. Le timidezze e le reticenze sul ruolo negativo del presidente della Repubblica indeboliscono la lotta in difesa dei principi di fondo della Costituzione. D’altra parte un pesantissimo colpo a quei principi è già stato assestato, ancora una volta principalmente da Pd, Pdl e Lega, con la costituzionalizzazione del pareggio di bilancio. La riscrittura dell’articolo 81 è infatti la madre di tutte le controriforme, perché cancella di fatto tutti i principi sociali contenuti nella prima parte! Come può la Repubblica rimuovere tutti gli ostacoli economici e sociali che si oppongono alla piena eguaglianza dei cittadini, se ogni anno deve tagliare di decine di miliardi le spese sociali, e solo per pagare gli interessi sul debito(90 mld/euro) senza violare l’obbligo costituzionale di pareggio? Non può, e così con questa controriforma le politiche di austerità diventano obbligo perenne!!. L’Europa(e soprattutto i peones italioti) devono capire che le politiche di austerità non sono una parentesi, ma il modo di condurre da qui in avanti un continente che deve accettare pienamente la società di mercato. Per raggiungere questo obiettivo, i popoli europei i devono liberarsi delle Costituzioni antifasciste e sinistrorse che promettono una eguaglianza che non ci può più essere.La controriforma costituzionale non è solo frutto delle classi dirigenti del nostro paese, ma viene prepotentemente richiesta dalla finanza internazionale, come venne formalizzato il 4 agosto 2011 dalla lettera al governo di Draghi e Trichet. Il Fiscal Compact e i patti ad esso connessi hanno fatto il resto: al di sopra dei nuovi costituenti, oltre i saggi incaricati di rivedere la nostra Carta, stanno i mandanti e i controllori. Sopra di loro stanno quelle istituzioni tecno-finanziarie che impongono le politiche di austerità con quei vincoli che per il Babbione demente al Colle, sarebbe da incoscienti mettere in discussione. Mentre sarebbe la SOLA SCELTA SAGGIA DA COMPIERE!!!. La difesa della Costituzione repubblicana oggi non si fa solo contro la destra berlusconiana, ma anche contro le scelte politiche di Giorgio Napolitano e contro quei vincoli europei che ci hanno imposto la costituzionalizzazione dell’austerità. Bellissima questa analisi di Cremaschi che condivido appieno , oltre che a ennesima dimostrazione della anomala realta' che ci circonda!!! Ciao Tony!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non parlarmi della K che è una negazione del potere popolare,che relega il popolo ad una inutile appendice.A prescindere dall'ambiguità di diversi commi,della troppa interpretabilità voluta,e che ha consentito con dubbi cavilli legali gli scempi che ne hanno fatto,finché in queta Cartapecora non ci sarà il referendum propositivo e la revoca del mandato parlamentare,è un insulto chiamarla la più bella del mondo.
      Sottraendo al popolo la possibilità di proporre direttamente leggi e permettendo uno stravolgimento della sua volontà elettorale,non fa che garantire lo status quo e i privilegi della casta politica .E te credo che certi marpioni come Rodotà e Zagrebelsky non vogliono che si tocchi.Questi due punti non sono dettagli,ma fondamentali perchè il popolo eserciti la sovranità,di cui è l'unico depositario.La Sovranità è del popolo ,non della K.,che il popolo deve poter cambiare quando vuole.Non sono leggi divine,ma fatte da uomini in tempi archeologici e con ben altri intenti...non tanto di governare,ma di impedire a qualcuno di farlo.
      Leggiti la K svizzera e capirai la differenza.

      Quello che dici è stato possibile perchè il popolo non ha avuto nessuna parte nel mettere il pareggio di bilancio in K,essendo esautorato da ogni potere,se non quello del voto...che non basta certo a definire una democrazia.
      Salvo il titolo Quinto,per me va rifatta da una nuova assemblea costituente dove sia escluso qualsiasi membro che abbia avuto a che fare con questa miserabile classe politica.
      Una ultima battuta...ma fin lì...è ridicolo fondare una Repubblica,una identità di una Nazione sul lavoro,unico esempio al mondo....ci sarebbe da ridere oggi....non è che si poteva trovare qualcosa di più profondo e stabile per l'identità di u popolo?.

      Elimina
  14. Mi compiaccio che qualche altro giornale abbia chiamato il governo Letta un governo di marziani,simile alla nostra titolazione del post....anche se troppo benevolo,Marte è troppo vicino...questi stanno molto più lontano come alieni...anni luce dal Paese Italia.
    Quando sento questo parassita di Letta dire che è la prima volta che una legge finanziaria non mette tasse,mi vien da scorticarlo vivo e metterci del sale.....una vergogna senza limiti...
    E pure la balena Cancellieri che fa la furbacchiona subito soccorsa dalle truppe cammellate di governo,del colle pulcinellesco e dal procuratore Caselli....ai quali va ricordato che la procedura richiede che un detenuto in gravi condizioni di salute e che voglia chiedere la scarcerazione,deve farlo tramite avvocato al giudice preposto.Questa è la regola....che non prevede telefonate del ministro,con o senza legami col detenuto....
    Annare' ,acca nisciuno é fesso....questi si fanno le regole come vogliono...e si salvano a vicenda...una cricca insopportabile da abbattere al più presto,alla faccia del Pulcinella che predica ogno giorno stabilità,senza accorgersi che un popolo incazzato potrebbe mandarla in frantumi ,e di brutto...aspetta e vedrai...meglio instabili e vivi che stabili e morti..

    RispondiElimina
  15. Vorrei proporre una"fesseria"che però "lavorerà" molto nel profondo,del "cervello".... e del "sentimento", di chi ritiene che l'adesione all'Euro sia stata la vera iniziale catastrofe dell'Italia.....e la certezza che "chi" ne fissò il cambio con la lira.... è un autentico sprovveduto(poca intelligenza)....a digiuno completo dei più banali rudimenti di economia spicciola.
    Ripristiniamo ,con legge appropriata.....l'obbligo di esporre per tutti i costi....i valori in Euro e in vecchie lire.....
    Vedere,e verificare "tutti" i giorni ,che i costi e prezzi di tutto....merci,tasse,canoni, bolli,etc..... sono raddoppiati se non triplicati...mentre stipendi,salari e pensioni sono rimasti immutati o diminuiti.....sarebbe un'ottima e "martellante,persuasiva, pubblicità".....che l'adozione dell'Euro è stata per Noi Italiani,non un affare ,ma una emerita "Caz.....ta",e chi lo ha voluto e oggi ancora lo difende ,"conseguentemente" è un emerito"Caz....ne".....che non merita nessuna fiducia,per incompetenza manifesta della realtà.....in tutte le prossime elezioni a venire.... Fino a quando,arriveremo a un bel partito antiEuro,e perché no,antiEuropa .
    Ci riprenderemo,finalmente, la nostra modesta ma solida liretta....e il possesso(sovranità) della nostra terra.....Ciao Tonino

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non c'è bisogno del doppio prezzo per sapere che o prezzi sono raddoppiari e triplicati dopo l'adesione all'euro e cher il potere d'acquisto delle famiglie e pensionati è calato del 40% in 10 anni.I dati sono ufficiali.Certo,pubblicitariamente,l'aggiornamento prezzi in lire,colpirebbe gli italiani...!
      C'è anche chi come Prodi,fiutato il vento fallimentare,ha detto ieri che bisogna rivedere Maastricht....!!!! dimmi tu con che ipocriti maiali abbiamo a che fare!
      In Francia il partito antieuro è già realtà,come da altre parti...in italia si litiga ancora si dx e sx....ciò che impedisce un vero fronte antieuro.
      In rete c'è una polemica continua contro certi cazzoni,transfughi di sx,che vorrebbero essere loro,quattro gatti,il partito antieuro,escludendo molti gruppi non di sx.Capito,gli italioti...?
      Come sempre,non capiscono una mazza....altro che il caimano,sono questi iduioti politici la rovina del paese...!

      Elimina
  16. Prima che lo tolgano da Web...come è stato per il video del Corsaro "La cariatide al Colle" che raccontava le malefatte del pulcinella Vi invio questo video da duplicare prima che lo tolgano..ovviamente se interessati! Oggi è in atto in Italia il piano etnicida e liberticida di cui parlava Dulles grazie anche alla complicità di coloro che fanno parte dei cerchi della Finanza laica e cosmopolita e della sinistra internazionalista, in particolare di quella legata al comunismo bancario di taglio trozkista.
    Un piano anti-sociale che prevedere attraverso la disintegrazione culturale, la perdita di sovranità nazionale... con la complicità dei nostri Governi made in Trilateral, Bilderberg, Aspen, NWO. Ciao Tony
    http://www.youtube.com/watch?v=9o2uqT23dpw&feature=player_embedded

    RispondiElimina
  17. è il piano nwo.in pratica.. punti citati si stanno puntualmente realizzando...

    RispondiElimina