domenica 1 settembre 2013

SIRIA: ULTIMA ORA

I RIBELLI AMMETTONO CHE SONO LORO I RESPONSABILI MA CHE È STATO UN INCIDENTE

Saturday 31 august 2013


I ribelli siriani hanno ammesso al giornalista che lavora anche per Associated Press ,Dale Gavlak, che sono loro i responsabili per l’incidente con le armi chimiche, altre conferme provengono dalla Turchia.

Angelo Iervolino- 31 Agosto 2013
 Notizia bomba che arriva dai giornalisti americani di www.infowars.com/ del famosissimo Alex Jones. Fonte molto attendibile, l’articolo a firma del inglese Paul Joseph Watson.
I ribelli siriani del sobborgo di Ghouta a Damasco, collegati ai jihadisti di al-Qaeda Jabhat al-Nusra (Nusra Front), hanno ammesso al corrispondente Dale Gavlak che lavora anche per Associated Press che sono loro i responsabili per l’incidente con armi chimiche della scorsa settimana.

Andiamo cauti,aspettiamo altri riscontri,anche se la notizia sembra veritiera.

Leggere intero articolohttp://informare.over-blog.it/article-siria-ultima-ora-i-ribelli-ammettono-che-sono-loro-i-responsabili-ma-che-e-stato-un-incidente-119808161.html

http://6viola.wordpress.com/2013/09/01/sono-stati-i-sauditi-mosca-risponde-di-maurizio-blondet/

Fonte http://www.infowars.com/rebels-admit-responsibility-for-chemical-weapons-attack/

24 commenti:

  1. A sorpresa Barack Obama dopo aver lasciato intendere che l'attacco contro il regime siriano sarebbe stato questione, prima di ore, poi di giorni, ha deciso di prendere tempo, chiedendo «l'autorizzazione all'uso della forza» al Congresso. Congresso in `ferie´ che non tornerà in sessione solo il 9 settembre e Obama ha chiarito che aspetterà che Camera e Senato, «tornino a riunirsi», senza chiedere un rientro anticipato per il dibattito sulla Siria.

    La decisione di Obama apparentemente sembra un cedimento a quanti al Campidoglio, dal presidente della Camera, John Boehenr, chiedeva un passaggio parlamentare. E Obama, forse sentendosi più solo dopo che la House of Commons britannica ha bocciato, non meno a sorpresa, la richiesta del premier David Cameron di intervenire militarmente al fianco all'amico di sempre, gli Usa, ha deciso di prendere tempo.

    La legge Usa, infatti,non lo obblighi in alcun modo a chiedere il via libera del Congresso. Il «Wars Power Act» del 1973, prevede che il presidente sia tenuto notificare a Camera e Senato entro 48 ore l'inizio di un'operazione militare e deve chiedere un voto solo se l'intervento dovesse prolungarsi oltre 60 giorni.

    http://www.dagospia.com/rubrica-3/politica/obama-cambia-mestiere-dopo-aver-lasciato-intendere-che-lattacco-contro-il-regime-siriano-sarebbe-61936.htm

    Non sarà che sista scoprendo la bufala delle prove?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci sono diversi senatori, principalmente repubblicani, come Rand Paul (il figlio di Ron) che promettono battaglia. Penso che ne vedremo e sentiremo delle belle.

      Elimina
    2. Non so come andrà al Congresso,ma questa guerra è una follia....basata su gigantesche bufale prive di ogni logica,se non quella di una guerra a tutti i costi che non si sa come potrà evolversi e per ben precisi interessi tutt'altro che umanitari.
      Non sarebbe ora di piantarla? Non sarebbe pure ora che per difendere a tutti i costi Israele si arrivi ad una guerra generale?
      Non sarebbe pure ora che l'Italia smetta di essere una portaerei americana con una settantina di bombe nucleari a bordo?
      Avremo pur perso la guerra,ma questo mutuo non scade mai?
      Tanto vale che ci annettano come 52esimo stato americano....

      Elimina
    3. Non so nemmeno io come andrà al Congresso. Vista la sorpresona a Londra non so se sia così scontato come pensavo fino a qualche tempo fa. Credo che i libertari del partito repubblicano potrebbero tentare la carta dell'ostruzionismo al senato, che sarebbe micidiale.

      Sì, sarebbe il caso di piantarla di avere gli yankee a fare la polizia del globo terracqueo. L'Europa, se fosse una cosa seria e non un club finanziario dovrebbe servire proprio a questo, ossia a smarcarci da questa ingombrante governante d'oltreoceano. Purtroppo non è così, anzi a Bruxelles sono i più fidati camerieri di Washington.

      Comunque Obama ha dei deliri di onnipotenza che manco Bush padre e figlio messi insieme. Robe da matti

      Elimina
    4. Già....é mai possibile che non possiamo essere uno stato libero di sceglierci gli amici che vogliamo? fare una politica economica che vogliamo e per i nostri interessi,cercare di essere autonomi nelle scelte e non i soliti barboncini di qualcuno?
      Il fatto è che ci sono troppe quinte colonne degli interessi altrui in ogni campo.E qui torna in ballo una classe politica di servi,senza dignità che svendono la nazione.
      Classe politica è inappropriato,classe di invertebrati....
      Pur nei legami internazionali,c'è modo e modo di interpretarli....ma non quello di svendere il paese politicamente ed economicamente.

      Elimina

  2. Il responso dell'ONU sulla Siria: la mancanza di logica e la malafede

    http://www.ariannaeditrice.it/articolo.php?id_articolo=46034

    http://dadietroilsipario.blogspot.it/2013/09/i-ribelli-jihadisti-ammettono-le-armi.html

    Come mai quando si tratta di mistificazioni le parole dei ribelli sono valutate come oro colato, senza verifiche, mentre in questo caso nessuno si sente in dovere di menzionare l'assunzione di colpa?
    Come mai le prove da lei raccolte non sono prove e non meritano di essere inserite nel fascicolo di presentazione al Congresso?
    E' vero che il resoconto della coraggiosa giornalista, degna di questo nome, Dale Gavlak, stranamente non è apparso per l'agenzia per la quale è corrispondente da 20 anni, che strano eh? Cosìcché il Sig. Kerry, (il "pacifista" degli Skulls&Bones che ha confessato aver commesso atrocità in Vietnam ma "stranamente" a piede libero) possa vantarsi di avere tutte le fonti che raccontano le stesse balle come un gregge di pecore?

    O forse questo accade perché le testimonianze da lei raccolte, sbugiardano ancor di più la faziosità di certi ispettori Onu? O perché minano la credibilità di una istituzione che deve riferire quanto comandatole?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. dopo tanta fretta,è probabile che la causa della sospensione siano le tue ultime domande.....e che in pratica,nessuno vuole questa guerra,compreso il popolo americano.

      Elimina
  3. Il toro che disse cornuto al somaro: John Kerry contro Assad: "E' come Hitler e Saddam"; http://notizie.it.msn.com/topnews/john-kerry-contro-assad-e-come-hitler-e-saddam

    La Siria sfida Obama: «Sventato
    l'attacco Usa, il mondo ride di lui»; http://www.corriere.it/esteri/13_settembre_01/siria-sfida-obama-sventato-attacco_51263568-12e9-11e3-b29f-7fb8749168ea.shtml

    ...certo che sarebbe bello vedere l'abbronzato premio nobel (preventivo) per la pace, combattere fianco a fianco dei tagliagole. Oddio, non che non l'abbia già fatto in libia...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'ha già fatto in Libia infatti....in parte in Egitto....Kerry é come la Clinton,due macchiette su misura per due buffoni di presidenti...almeno a Bush non han dato il Nobel.....uno sputtanamento mondiale per questi dilettanti di politica estera sempre pronti a far guerre disastrose (Afghanistan,Iraq.....) con al seguito i soliti cagnolini.E meno male che il parlamento inglese ha mandato a quel paese il mascherone Cameron.

      Chi è stato in Afghanistan (come il sottoscritto),senza essere un genio militare,capisce subito che è un paese che non potrà mai essere controllato da nessuno.Figuriamoci occuparlo!

      I dittatori? Metà dell'ONU (una org.parassitaria e inutile) è cmposta da questi signori,compresi i cari sauditi....amici degli amici...non a caso Putin minaccia ritorsioni contro di loro,in caso di attacco....questi sono i fabbricanti di bufale insieme a quel pagliaccio del qatar....
      Ce ne sarebbe del lavoro da fare.....ma è la solita storia dei due pesi due misure...

      Elimina
  4. I russi dicono di avere le riprese satellitari del lancio dei due missili con testata chimica, sono partiti da una zona controllata dai ribelli e sono finiti sui ribelli.... forse per dare la colpa ai siriani? (Bye Tony) Bell'articolo:----> http://www.quieuropa.it/siria-putin-smaschera-il-piano-del-nwo/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Avevo letto...sarà ammessa dai bufalari come prova?

      Elimina
  5. Eppure abbiamo superato un po' tutti i 18 anni.....e continuiamo a dire Obama,pensa,Obama dice,Obama decide....
    1)Ma vogliamo prendere atto tutti che Obama non decide un" c...o"...chi decide è la cricca che lo sostiene(e i pretoriani che lo difendono)...altro che basso Impero Romano.
    lui legge solo il discorso scritto da altri...il suo contributo alla decisione è vicino allo"zero"....è il destinato a prendersi le colpe ,quando e se le cose vanno male...perché ufficialmente la decisione è la sua.
    Lui pure lo sà.....apposta... parte e frena,sperando che questo"amaro calice"non lo debba bere....spera che la veglia organizzata da Don Bergoglio,la prossima settimana....convinca i suoi "datori di lavoro"a desistere dal folle gesto.
    2)le azioni sperate...di un'annessione controllata della Siria del sud da parte di forze non più Siriane...non partono dalla gerarchia che in Usa vive tranquilla nel benessere.....ma da spinte locali....tanto meno partono da altre gerarchie che vivono una vita altrettanto agiata altrove.
    Ed è giusto che non ci si trovi d'accordo,tra questi benestanti,che vivono tranquilli un pò dappertutto nel mondo....
    Ma perché crearsi queste rogne...quando il problema(ammesso che esiste)sicuramente si può risolvere più"saggiamente".....senza scatenare l'ultima guerra mondiale.
    Per accontentare pochi fanatici "dell'Apocalisse" rischiano di scatenare il risentimento generale mondiale(che andrebbe solo a loro discapito)....
    Come in tutti gli eventi ci sono mandanti,esecutori e vittime(tre carte)....ma la disposizione delle tre carte come servite,sul banchetto, dal baro di turno ...sembrano non convincere nessuno....nessuno vuol partecipare al gioco.
    Troppi e irreparabili danni...per ben modesti benefici locali...Ciao Mar

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si dice Obama per comodità onnicomprensiva,ma è chiaro che alle spalle ci sono altri che dici,ma pure lui non è che sia l'ultimo del carro,visto che è poi il responsabile,almeno agli occhi del mondo.
      E non è detto che non pensi le stesse cose.
      Ma a prescindere da tutto questo,è che è una guerra inutile come ormai molti nel mondo hanno capito.Un'altra grana,come non ce ne fossero già abbastanza in iraq,egitto,Libia,afghanistan...e per chi?
      Per i fanatici dell'Apocalisse?
      Oddio,qualche interesse geostrategico ce l'hanno pure Usa e Israele....resterebbe solo l'iran integro e fastidioso....

      Elimina
  6. C'è anche questa questione di mezzo: Quell’Oleoductistán che disturba l’Arabia Saudita -
    http://www.ilfarosulmondo.it/wp/?p=23688

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se per questo c'è pure qual giacimento marino al largo della Siria....

      Elimina
  7. C'è anche questo pezzo di Blondet sulla presa di posizione della Russia contro gli Usa:

    http://www.rischiocalcolato.it/2013/09/sono-stati-i-sauditi-mosca-risponde-di-maurizio-blondet.html

    Se bombardano Putin dice che loro bombarderanno l'Arabia Saudita, stato canaglia al servizio degli Usa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo avevo letto....pare che l'anima nera di questa vicenda che soffia sul fuoco sia proprio quel principe saudita che Putin ha mandato a quel paese e non a casa se ci fossero ritorsioni le farebbe sui sauditi,che appoggiano la fazione estremista dei golpisti.

      Elimina
  8. Tutto falso, si tratta di una infernale macchinazione del perfido Vladimir allo scopo di far passare per fessi il dinamico duo O'Bama e Kurry (sai che sforzo)...
    Per ritorsione Re Abdullah nasconderà alcune fiale puzzolenti sotto la poltrona di Van Rompuy, sai le risate, ammesso che qualcuno se ne accorga.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se non fosse una tragedia per la popolazione,tutta sta vicenda montata da O'Bamba e quel mentecatto di Kerry sarebbe una inverosimile farsa...con uno che ripete ossessivamente "abbiamo le prove",ma non le mostra...forse non hanno ancora finito di fabbricarle...non sono ancora pronte.
      Con la vergognosa informazione che ci ritroviamo basterebbe far sentire un nastro tra Topolino e Paperino per convincerla che sta parlando Assad con un suo generale.
      Siamo al surreale.A sentire certi mezzibusti tv parrebbe che che sia in corso una battaglia tra angeli terroristi e il demonio Assad.Non esiste il minimo dubbio,tutti al seguito del guitto Kerry,cervello e logica al macero.
      L'osservazione più semplice e di buon senso l'ha fatta Putin.
      Ma è mai possibile che Assad,che ormai ha quasi sconfitto sul campo i golpisti e con gli ispettori ONu in casa,sia così fesso da usare il gas?
      Certo un Kerry l'avrebbe fatto....ecco perchè il buon senso,la logica di Putin non hanno campo presso gli Usa...

      Elimina
    2. A parte il sarcasmo, c'è da ancora una volta da osservare che la segreteria di stato USA, tra gridolini di soddisfazione alla vista di un uomo massacrato (Clinton) e ripetizione ossessiva di patetici mantra (Kerry) fornisce in toto l'idea del marcescente decadenza in cui versa la 'nazione guida' del mondo. Come mettere un autista strafatto di metanfetamine alla guida di un pulman sui tornanti di una montagna, a piena velocità per giunta.

      Elimina
    3. Sembra sempre più così....e c'è pure come Polito,oggi sul Corserva,che li prende sul serio....quasi quasi si dispiace che obamba debba passare attraverso il congresso,e pur inneggiando ipocritamente alla rinascita dei parlamenti (inglese e Usa),mette in guardia dei pericoli di sta cosa,quasi da impedire rapide soluzioni dei gendarmi mondiali.
      Naturalmente,pure lui nessun dubbio,nessuna parola sui santi terroristi che combattono il demonio.
      A tal punto è ormai la coscienza democratica di questi pennivendoli,che meriterebbero un vero dittatore,poi ci sarebbe da ridere....vabbè che si metterebbero subito a scodinzolare...

      Un'ultima cosa sui gendarmi del mondo.Durante la guerra fredda,poteva pure avere un senso star loro fianco a fianco e appoggiarli in toto.Un pericolo vero c'era,l'interesse generale prevaleva magari anche su interessi specifici usa.
      Ma dopo il crollo dell'Urss,questo ruolo è alquanto mutato.Con la scusa di difendere il mondo (da chi poi? non vorremmo paragonare Iran o siria all'urss,ammesso e non concesso che lo siano un pericolo ?),le giacche blù perseguono solo loro personali interessi economici e geostrategici,e vogliono pure l'aiuto di tutti,ai quali andrà qualche briciola.
      Questo è un inganno bello e buono,questo ruolo ha perso di significato.
      C'è pure da chiedersi perchè mai altri dovrebbero accettare che il gendarme sia negli interessi Occidentali,pure loro potrebbero pretendere questo ruolo per l'Oriente,e ne avrebbero gli stessi diritti.
      Ma la logica non ha campo....quindi è inutile lamentarsi se poi si difendono o abbattono torri gemelle e quant'altro.
      Purtroppo chi paga sempre sono gli innocenti.
      Se la politica e le sue organizzazioni internazionali (non certo un Onu,privo di alcun potere,che a nulla serve) non riescono a risolvere certe questioni,saremo sempre in mano a dei pazzi

      Elimina
  9. Ecco un piccolo estratto sulla figura di Obama,colto da internet altro che le fandonie che raccontano i giornali di regime pieni zeppi di giornalisti pennivendoli prezzolati che della deontologia professionale ne fanno uso come la carta igienica...veramente una vergogna! Quel che più fa imbufalire e' che ci credono degli stupidi!!!
    "Rendetevi conto che Obama è stato un disastro. La spesa federale discrezionale è più bassa di quanto lo sia mai stata in mezzo secolo, mentre i disavanzi di bilancio sono in calo più velocemente che in qualsiasi altro momento a partire dalla seconda guerra mondiale. Che cosa vuol dire? Significa che Obama sta succhiando lo stimolo fuori dall'economia per mettere sotto pressione i salari e portare le persone che lavorano all'opprimente povertà del terzo mondo. E' un modo nascosto di affamare la bestia, e sta funzionando come se fosse un incantesimo. La classe media lo sta prendendo in poppa mentre i compagni ricconi di Obama se la ridono lungo la via per la banca". 

    Ciao Tony

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho letto da qualche parte questo articolo completo.....Obama,un dilettante politico,alla fine risulterà in gara con bush jr.

      Elimina
  10. Il giornale americano “World Tribune” ha rivelato che tra i leader dei ribelli in Siria ci sono ex consulenti musulmani dell’amministrazione del presidente Barack Obama.

    http://geostrategy-direct-subscribers.com/rebel-leaders-in-syria-were-muslim-advisors-to-obama-administration/

    RispondiElimina