sabato 10 agosto 2013

UN PAESE DI FESSI

Effetto Congo-Boldrini.....via Pisapia....

Non trovo altro termine.....FESSI....non è possibile che con un paese alle corde demenziali amministratori impieghino il danaro pubblico in queste ipocrite operazioni.
I razzisti sono gli italiani,mentre su Malta che ci sdogana clandestini,nessuno dice niente.
E questo la dice lunga di quanto a certuni importi la questione,ma solo dei riflessi politici interni....leggi, interessi di bottega...e di obbedire ai loro padroni mondialisti....
Anche perchè i maltesi ci mettono poco per mandare a farsi fottere certi tanto amati personaggi nostrani da vaudeville e le loro truppe cammellate di vispe terese anime belle.....che mai hanno capito una beata mazza....

Se gran parte degli italiani non sono razzisti,di fronte a certe sciagurate vicende,presto lo diventeranno...ma forse i burattinai e i loro sguatteri è proprio questo che vogliono....
il paradosso è che noi dobbiamo perdere identità storica,culturale,spirituale per farla conservare ad altri che arrivano...non bisogna offenderli con crocefissi,natali,versi di Dante......ma basta con ste rotture di coglioni....!!!

Solo un piccolo florilegio.....

BOLOGNA – Giorni fa avevamo scritto che, presto, sarebbe finita con le nostre checche costiere a distribuire ai ‘migranti’ appena sbarcati, carte di credito ‘no-limits’. Bene, a Bologna sta già accadendo. Secondo la denuncia di Manes Bernardini (Lega) infatti, a cinque nigeriani, il Comune di Marzabotto avrebbe consegnato 5 carte di credito prepagate con 2mila 500 euro ciascuna, che gli immigrati avrebbero utilizzato a Bologna per birre, cibo e hotel di lusso a spese del Comune.

Scrive il consigliere regionale e capogruppo leghista in Comune Manes Bernardini, che sulla vicenda annuncia un’interrogazione in Regione: “E’ uno scandalo, una vergogna senza pari, un attentato alla tolleranza” sbotta l’esponente del Carroccio. “Sia chiaro: noi le ‘notti brave’ degli immigrati non abbiamo intenzione di pagarle. Se queste sono le premesse siamo pronti a stimolare un’azione di disobbedienza civile contro questa politica della vergogna. Abbiamo sopportato fin troppo, questa è un’offesa alla decenza che sprona alla ribellione politica”. Quindi l’affondo contro il Comune: “Ci deve spiegare le ragioni di un simile trattamento di favore nei confronti degli immigrati, che giudichiamo un ‘affronto’ verso i tanti nostri concittadini cassintegrati e senza lavoro, i nostri anziani che avrebbero diritto ad aiuti, invece gettati al vento per il sollazzo degli stranieri”.
“L’amministrazione di Marzabotto deve delle risposte. Che ci aspettiamo da subito. I cittadini del comune devono sapere che hanno pagato pernottamento in pieno centro storico di Bologna, birre e Coca cola agli immigrati, quando con la scusa dei tagli si mettono a rischio i servizi e li si carica di tasse”.
“Questa sinistra ha superato il limite della decenza e sta facendo pagare ai cittadini il fardello della sua ideologia. Quando si supera il limite l’unica risposta può essere quella della piazza, per questo invochiamo un moto collettivo di indignazione, la stessa che proviamo noi nel costatare come vengano gettati al vento i soldi dei cittadini e come la nostra gente venga regolarmente discriminata, in maniera tanto palese da risultare offensiva e da riempire di rabbia”.

http://voxnews.info/2013/08/10/bologna-immigrati-in-vacanza-con-carta-di-credito-del-comune/


l bilancio del Comune di Bologna riscontra quest’anno un disavanzo di 17,4 milioni.

Per questo la giunta Merola prevede l’aumento di alcune imposte. Ad esempio un aumento dell’Imu per la prima casa (da 0,4 a 0,5) - 120 euro in più per ogni famiglia – e l’istituzione di una nuova tassa sui rifiuti, la Tares, che accorperà l’attuale Tarsu a cui si aggiunge una componente nuova di zecca pari a 0,40 centesimi di euro al metro quadro. Mediamente, ogni cittadino bolognese vedrà quindi aumentare l’attuale tributo sulla raccolta dei rifiuti solidi urbani di circa 40€. E fanno 160€.
E nel caso poi l’Imu venga alla fine abolita – dubbioso – i soldi verrebbero comunque raccolti da trasferimenti di altre tasse.

Lo stesso Comune di Bologna però regala ogni anno – e quindi anche quest’anno – circa 60mila euro al circolino gay Cassero così distribuiti:  ”48.000 euro per la sede e 10.000 per il Festival ‘Gender bender‘”.

Si tratta di priorità.....

http://voxnews.info/2013/06/02/comune-bologna-in-rosso-60mila-euro-alla-discoteca-gay/


MODENA – Segni di resistenza sul territorio. Per opporsi allo scandaloso pagamento deciso del Comune delle bollette dei nomadi del campo di via Nuova Ponente, per un totale di 70mila euro, è stata organizzata una manifestazione e una raccolta firme: in 3 ore, ne sono state raccolte oltre mille. Con un via vai di cittadini esasperati dalla miopia politica di un’amministrazione totalmente avulsa dalla realtà.

La manifestazione è stata organizzata ieri mattina davanti a Palazzo Scacchetti da Fratelli d’Italia, e sostenuta da altre forze d’opposizione, contro la decisione dell’amministrazione di mettere a bilancio anche quest’anno, nuovi stanziamenti per i nomadi. Le firme raccolte, verranno allegate ad un ordine del giorno che verrà discusso in consiglio comunale, dov’è prevista la presenza di numerosi cittadini che sul tema sono particolarmente arrabbiati. Tante le persone che ieri al banchetto di raccolta firme, chiedevano se fosse presente il sindaco nel suo ufficio, per andargli a parlare di persona del problema, o per esporgli quanti furti avessero subito nel corso degli anni a causa dei nomadi.

«Dal 2006 il Comune ha speso 476mila euro per pagare le bollette ai nomadi: nessuna regola impone di pagare le utenze ai residenti del campo – attacca Antonio Russo, promotore della manifestazione – l’amministrazione ha scelto di devolvere ai nomadi 70mila euro, che sono soldi nostri, pur senza averci interpellato. Ci sono persone che arrivano a fatica alla fine del mese, che arrancano pur di sbarcare il lunario onestamente e si vedono costrette a fare una fila infinita per essere inseriti in qualche graduatoria per accedere ai servizi sociali: questo mentre l’amministrazione privilegia i nomadi permettendo che continuino a bivaccare e danneggiare i cittadini con episodi di criminalità».

Al banchetto di ieri erano stati messi a disposizione due fogli per firmare: il primo per raccogliere il parere favorevole di chi sostiene che i contributi ai nomadi siano leciti. Il secondo per chi voleva firmare contro. Inutile dire che il primo foglio ha ospitato solo una firma, mentre il secondo ha registrato 140 adesioni nei primi 20 minuti.

Ma il Sindaco insiste, e ha ribadito l’intenzione, non solo di pagare le bollette agli zingari, ma anche di avere in mente per loro una sistemazione in case popolari.  L’esempio a cui farebbe riferimento il Comune di Modena, è quanto successo a Carpi anni fa, quando gli zingari vennero trasferiti in massa del campo, in abitazioni a Concordia e a San Martino Spino, tramite il pagamento di un mutuo – da parte del comune –  con una banca di Reggio Emilia.

Come si vede, le banche sono dalla loro parte. Tra ‘colleghi’ ci si aiuta.

http://voxnews.info/2013/06/24/modena-rivolta-contro-la-marchetta-di-70mila-euro-del-comune-ai-rom/


LECCE – Nuovi lavori in vista al campo nomadi Panareo, che ospita gli zingari di etnia rom. Con una spesa monstre di 930 mila euro, così suddivisi: 30 per cento a carico del Comune e 70% dalla Regione Puglia. Ne hanno discusso oggi, in commissione Urbanistica, due geni, l’assessore ai Lavori Pubblici, Gaetano Messuti e la dirigente di settore, Claudia Branca.

Dopo la spesa di alcune centinaia di migliaia di euro per l’installazione di alcuni casette unifamiliari – insufficienti – si procederà con abitazioni bifamiliari che prevedono alcuni spazi in comune, cucina e soggiorno. Gli zingari sono già sul piede di guerra, perché erano state promesse loro casette unifamiliari.

Ma attenzione, non basterà. Infatti alla domanda del presidente della commissione, Angelo Tondo, che ha chiesto se con quest’ultimo sperpero di denaro il problema delle dimore ai Rom verrà risolto, la risposta è stata negativa: i residenti nel campo – ha affermato la dirigente – aumentano di anno in anno. Quindi ai circa quattro milioni di euro già spesi, se ne dovrebbero aggiungere ulteriori.

Intanto, le associazioni che da sempre si occupano del business immigrazione hanno sollecitato un incontro al sindaco, Paolo Perrone, al vice sindaco con delega ai Servizi Sociali, Carmen Tessitore e agli assessori ai Lavori pubblici, Gaetano Messuti e all’Urbanistica, Severo Martini: vogliono la loro fetta di soldi.

Si tratta di dodici sigle xenofile tra cui l’ Associazione Campo sosta Panareo, il Comitato per la difesa dei diritti degli immigrati, l’Ufficio diocesano Migrantes, l’associazione Popoli e culture, la Rete antirazzista, i Laici Comboniani, l’associazione Avvocati di strada. Una banda, insomma.

E’ incredibile che una regione che vede la prossima chiusura delle fabbriche Natuzzi e che ha una disoccupazione ‘greca’, trovi risorse da sperperare per costruire alloggi lussuosi agli zingari. E anche in Puglia funziona l’alleanza Pd-Pdl-Vendola, il sindaco di Lecce è infatti di cdx.

http://voxnews.info/2013/07/02/choc-a-legge-1-milione-di-euro-per-le-casette-agli-zingari/


Anche: http://bastacasta.altervista.org/avvisate-le-maitresse-dei-clandestini-unioncamere-lo-dice-chiaramente-numeri-alla-mano-non-abbiamo-lavoro-per-nuovi-stranieri-2/

49 commenti:

  1. Tra l'altro, hai letto l'intervista di oggi al corriere a quel demente di franceschini (il minuscolo è voluto)? La preoccupazione maggiore è per gli esodati e i poveri... Si, viviamo in un paese di fessi perchè non siamo manco capaci di incazzarci "abbastanza". E l'abbastanza è ancora poco.

    RispondiElimina
  2. Non l'ho letta,ma il soggetto promette poco....a suo tempo lo inserimmo nel Guinness dei primati per il "numero più grande di cazzate nel minor tempo"
    Forse di incazzarci sì,ma non come diceva Oscar Wilde : "La disobbedienza, per chiunque conosca la storia, è la virtù originale dell’uomo. Con la disobbedienza il progresso è stato realizzato; con la disobbedienza e con la rivolta."
    Resteremo fessi....

    RispondiElimina
  3. Gente,ormai pensano solo a rom,immigrati,clandestini,ius soli,omofobia,matrimoni gay....
    Governo finocchio da terzo mondo....!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. finocchio maschio o femmina...

      Elimina
    2. per carità! maschio e femmina,sennò chi lo sente Vendola!

      Elimina
    3. che c'entra Vendola coi finocchi... ?....ormai siamo a livello da avanspettacolo trasteverino....

      Elimina
    4. dicono sia il suo ortaggio preferito.ne mangia spesso,fa bene alla pelle

      Elimina
    5. a meno che uno non abbia la faccia da....

      Elimina
    6. nel caso,doppiamente bene

      Elimina
    7. ok....e dopo questa penosa esibizione del duo benny and johnny,non ci resta che appellarci alla clemenza della corte....

      Elimina
    8. mi appello al quinto emendamento

      Elimina
    9. quello di cazzeggiare certi cazzoni

      Elimina
    10. concesso....la seduta è tolta...

      Elimina
  4. A proposito di sinistra,razzismo e dintorni.

    Palmiro Togliatti, alla assemblea ONU del 1947, disse’’Ci dovrebbe essere una differenza di salario tra lavoratori bianchi e lavoratori negri’’.

    http://zecchinellistefano.blogspot.it/2013/07/il-razzismo-eurocentrico-fase-terminale.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. quindi,se lo dice il Migliore,siete autorizzati ad usare "negri"....senza problemi....

      Elimina
  5. Supponente, presuntuosa, moralista e bacchettona. Pensavo che il peggiore Presidente della Camera fosse Fini, anzi, fini...to e invece, ci ritroviamo questa signora che di simpatico non ha proprio nulla. E' irritante più che mai e, quando cammina, per la superbia sembra volare. Non rinuncia mai ad assumere quell'aria snob che le consente di guardare dall'alto al basso chiunque le rivolga anche la più piccola osservazione. Eh sì, perché se qualcuno osa farle un appunto, la signora alza il nasino(rifatto) al cielo e tira dritto, facendosi proteggere dalla scorta(tutti trombati Sel!). La "signora degli ultimi", già, ma quali? Di certo non di quegli Italiani che ogni giorno lottano per mettere insieme il pranzo con la cena o per pagare le bollette. Con l'ipocrisia ed il buonismo dei sinistronzi , lei preferisce occuparsi degli ultimi che vengono da paesi esotici e adora fare lezioni di tolleranza, facendo passare gli Italiani per un popolo poco ospitale, dimenticando però che ci sono paesi dove la condizione femminile versa in condizioni disperate. Fa inviti e proclami per i diritti degli extracomunitari che a suo dire non vengono rispettati in Italia, ma non posso fare a meno di chiedermi: la signora ci è o ci fa? Perché non parla dell'inciviltà di certe società da cui provengono i suoi protetti, ove si pratica la tecnica barbara dell'infibulazione e dove la personalità delle donne viene celata orribilmente da un burqua? E che dire delle case popolari agli zingari e ai Rom che questa rifugiata camerale privilegia discriminando gli italiani che ne hanno diritto? Anche queste cose sono da importare in Italia Signora Boldrini?? DIMISSIONI!!! (saluti Tony)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. fa il paio con l'altra.....ma nessuno mi toglie dalla testa che quester due non sian lì per caso.....
      Questa continua manfrina italiota su rom,clandestini,camminanti (ancora mi devono spiegare chi sono...)....è sollevata certamente ad arte se si pensa che questo è un governo che dovrebbe occuparsi di ben altre cose,che non fa....ma che in fondo non può fare....nessun governo può fare finchè resteremo nell'euro....solo qualche aspirina....
      Tornando a bomba,tutti i paesi d'europa hanno grosse limitazioni sull'immigrazione,ma i razzisti siamo noi.....e anche questo la dice lunga sui veri interessi connessi a questo problema...che non sono certamente umanitari.Questa storiella la raccontino all'asilo.....Pare che gli unici problemi siano campi rom,alloggi gratis per immigrati,moschee.......i casi che ho postato poi sono demenziali,ma è solo un poicolo campionario....insomma,un paese di fessi...

      Elimina
  6. "il paradosso è che noi dobbiamo perdere identità storica,culturale,spirituale per farla^^ conservare^^ ad altri".....
    sia... già "presenti",che... nuovi arrivati.

    Così enunci in apertura....
    Ma il "paradossale" è che a criticarci(palesemente senza fondamento)) ad essere attaccati,naturalmente, alle nostre tradizioni secolari ....sono proprio i più radicali e irremovibili a voler ( e a parer mio giustamente)rinunciare o solo cambiare le proprie anch'esse secolari....ed integrarsi.
    Fai una statistica su chi sono i soggetti più aperti e lungimiranti....e confronta quanto,invece, siano aperti e elastici a cambiare le loro tradizioni.
    "Chiaramente" escludiamo "i maestrini dalla penna rossa"(*),che in TV e giornali esternano le direttive liberali dei loro datori di lavoro,di qualsiasi natura.....purchè ben retribuite.....Ciao Tonino
    (*)chi è il maestrino dalla penna rossa che ti viene in mente?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. a parte le due del governo,pisapia,saviano,preti vari,il papa (ma questo fa il suo mestiere)....non saprei,qua ce n'è una fila di maestrini.....è difficile scegliere....
      I rom non si integreranno mai,non è nella loro storia e non sono interessati,idem i musulmani....gli ebrei poi son gelosissimi della loro tradizione...insomma a cambiare dobbiamo essere noi a casa nostra.
      Forse tu ti riferisci a lungimiranti che in questo momento non mi sovvengon proprio,anche perchè son reduce da abbondanti libagioni.... bye

      Elimina
  7. Un vecchio adagio veneto recitava." Donne e buoi dei paesi tuoi" mai come adesso mi sovvien tale proverbiale e sensato detto vista la realta' che stiamo vivendo.Siamo invasi da orde di extracomunitari, immigrati clandestini,zingari,rom..ecc. provenienti dai quattro punti cardinali del pianeta…….. ma che cavolo vogliono qui a casa nostra? le donne, le figlie, i soldi, le case, la loro religione, le loro regole, la loro delinquenza e pure la libertà totale di agire indisturbati e delinquere su tutti i fronti… violenza sessuale, fisica, morale, furti, scassi, rapine, omicidi, borseggi, e che altro? vogliono pure sanità gratuita, alimenti e poi portano qui anche le famiglie proprie…!! Pure il papa Bergoglio..(altro Giorgio..come non ce ne fosse gia'uno con caratteristiche da ducetto)che da Lampedusa incita all'accoglienza salvo poi "pararsi il culo" (passatemi la volgarità)chiudendo a chicchessia le dorate porte dello Stato Vaticano!Non sono razzista,sarei per una politica migratoria controllata e soprattutto proporzionata all'accoglimento e all'integrazione che il paese ospitante puo' offrire,! Qui invece siamo al collasso, sbarcano da tutte le parti, te li ritrovi a flotte nelle spiagge,nei bar,sottocasa,nei posti piu' disparati. E se un tempo, quando erano due o tre per lungomare, si poteva chiudere un occhio in nome della simpatia che facevano, oggi l’occhio te lo chiudono loro a botte,o col piccone, anche a chi ha la divisa;Non solo se ti azzardi a criticare vieni subito tacciato dai sinistronzi a dai S.E.L.(Sempre Ebeti Lestofanti)di razzismo,xenofobismo,negazionismo ecc. Si proprio loro i sinistri,acerrimi sostenitori di questa poliltica "portavoti" perpetrata da quella tipa,paraculata alla Camera dei rifugiati(frase cult di Johnny) e autoe(LETTA)si a protezione di questa stirpe-precaria, a cui Lei (frutti-Vendola)vende, giorno dopo giorno, i prodotti(fuffa e nikibanane) direttamente dal bancofrutta vendoliano. Noi,invece, vorremmo solo vivere in pace da Italiani protetti da uno stato decente e capace che oggi purtroppo non c'è!(forse chiediamo troppo…. ma chi siamo noi? paghiamo e zitti??…).Riprenderci la nostra libertà,la nostra terra,le ns. tradizioni e quant’altro. Non è razzismo ,ma sopravvivenza. (Con simpatia Tony)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Immaginati se gli svizzeri dovessero aprire le frontiere a tutti,quello che si chiede a noi con l'abolizione del reato di clandestinità..!
      Dopo un paio d'anni gli svizzeri non ci sarebbero più...si tratti di neri,gialli,finlandesi o canadesi....
      Oltre un certo limite non è possibile l'accoglienza a chiunque,il paese verrebbe snaturato.E' un altro modo di colonizzazione.Fossero anche i più bravi ragazzi del mondo....
      Abolire il reato di clandestinità,come vorrebbe la congolese,vorrebbe dire invasione....se poi aggiungiamo le attuali condizioni del paese,che metà dei carcerati sono immigrati (e che presto saranno tutti liberato),che non c'è lavoro...è addirittura criminale.
      In italia si fa solo retorica intorno a questo problema perchè in ballo ci sono ben altri interessi che quelli umanitari,portati avanti con la menzogna e con il supporto di tante anime belle magari in buona fede,ma che non capiscono una mazza.
      Tranquillo,se va avanti così questi dementi politici lo vedranno il vero razzismo.....ma ripeto,è quello che vogliono,così potranno presentarsi ai peones come buoni e bravi rispetto ai beceri razzisti che loro stessi hanno creato,e far passare qualsiasi cosa....boldrini e la congolese sono due agenti dei mondialisti come letta,i monti,i saccomanni,lo sono degli usurai.
      La gente ancora non capisce che l'Italia deve essere distrutta...sembra fantascienza,esagerazione...ma tutte le piste,senza bisogno di tanti complotti,portano a questo...

      Elimina
  8. Un vecchio adagio tedesco(Hai!)dice che i bambini che si somigliano... giocano bene insieme.
    Vorrei trovare uno ,che mi dicesse in faccia,e non attraverso le TV e i giornali,che è opportuno...meglio...obbligatorio,che Io debba rinunciare al mio orgoglio di essere,Italiano,geloso della mia tradizione plurimillenaria...e magari del mio aspetto(nemmeno da divo del cinema) di montagnardo ciociaro/abbruzzese trapiantato a Roma e che lascerò,felice, ai miei nipotini che mi somigliano...
    E soprattutto,rinunciare ad essere attaccato alla terra,così bella, che i miei antenati,con secoli di"duro" lavoro e tanta cultura e intelligenza, mi hanno lasciato in eredità....e che,invece sta trasformandosi lentamente in una discarica.
    Come premessa su un "vecchio" libro di storia,che parlava della Patria(Hai!),c'era scritto che una "cosa"generica,in questo caso la terra dove siamo nati è di tutti, ma solo quando "non" ci sono eredi.

    Mi scuso in anticipo,ma noi che"cazzo "ci siamo nati a fare in Italia se chiunque entra...è padrone pure Lui.....senza aver fatto niente per esserlo.

    Prova a fare questi discorsi nell'area degli statarelli della "mezza luna fertile"...o nell'Arabia Felix/Emirati....e sai i calci nel"culo"che ti rimedi....
    Di nuovo pardon per il linguaggio un po' figurato....ma ne abbiamo piene....(come si è corretto Bossi) le"scatole"di questi discorsi campati per aria.....che come risultato finale portano ad un degrado progressivo e irreversibile delle nostre condizioni di vita....(a meno.... visto che siamo in Italia.... qualcuno anche su questo "nun ce magna sopra"....Ciao Tonino

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aspirazioni legittime,Tonino,credo di ogni popolo.....
      Io ho da qualche tempo un'idea su chi "ce magna"....e non mi riferisco tanto allo squallido giochetto di bottega di certa parte politica (che c'è,eccome...!) e alle torme di tafazziste e rincitrullite associazioni (spesso retribuite,,,) di anime belle sempre pronte a salvare il mondo (si fa sempre bella figura gratis..),e magari ignorare il loro vicino di pianerottolo in difficoltà....(cosa già vista...)...
      No...questi sono strumenti inconsapevoli di un gioco più grande e credo anche ben studiato: la cricca mondialista del nuovo ordine vuole il meticciato universale....distruggere stati,istituzioni di base ed individui...senza radici,senza identità storica,culturale,spirituale...già distrutti economicamente...dei perfetti zombi senza arte nè parte,forza lavoro da sfruttate con il loro consenso,e che interpretano come libertà certe cazzate oggi in voga.....basta che non rompano i coglioni con rivendicazioni politiche ed economiche...
      Si comincia,come sta avvenendo,a distruggere gli Stati nazionali,le loro istituzioni di base tradizionali e infine l'individuo in base ad un volemose bene universale senza senso,ad un concetto distorto di accoglienza,ad un grottesco melting pot....l'immigrazione è il loro strumento...e i soliti fessi applaudono pure...
      Alla fine,una grande platea di zombies senza radici,senza riferimenti,docile e bruta forza lavoro al servuzio delle elites.
      Così la penso...
      Nessuno si chiede come mai c'è un continuo incremento di certe cosidette libertà o fesserie civili,mentre contemporaneamente quelle politiche ed economiche spariscono...

      Elimina
  9. Tonino.....dimenticavo la fruttiVendola...questo farebbe entrare pure i cartaginesi e mongoli....

    RispondiElimina
  10. Mi riallaccio all' l’interessante e coraggioso discorso del premier magiaro Orban diretto a condannare lo sfruttamento dei popoli e la distruzione della loro sovranità nazionale, economica e alimentare. L’attuale unipolarismo di marca statunitense – ha detto infatti il primo ministro di Budapest – mira a stravolgere ogni aspetto dell’umana realtà favorendo la diffusione di Organismi geneticamente modificati (Ogm) attraverso le multinazionali come la Monsanto. Per questo la battaglia del governo ungherese contro gli Ogm e il divieto assoluto che vengano importati è una lotta legittima contro i danni provocati alla salute dei compatrioti da parte di tecnocrati e multinazionali d’Oltreoceano senza scrupoli.

    Ma Orban non si è fermato qui e nel suo intervento ha condannato il piano del mondo unipolare tutto proteso a distruggere non solo le nazioni e le rispettive Costituzioni, ma il principio stesso che anima la famiglia,la cultura ,la religione che rappresentano nel contesto nazionale la componente essenziale e imprescindibile senza la quale non potrebbe esistere l’idea stessa di patria, la continuità della stirpe e quindi la tradizione. Il progetto di sudditanza delle nazioni viene imposto dall’unipolarismo di stampo americano, dai Signori del danaro, dalle lobby della finanza internazionale, dai tecnocrati e da tutti quei poteri forti nemici della sovranità nazionale, avvalendosi di strategie e tecnologie che mirano a modificare radicalmente le leggi della natura e della stessa società in nome di un presunto “progresso” che rappresenta invece un’involuzione completa dell’essere umano e della realtà fenomenica, di cui la natura è una componente imprescindibile.

    L’azione dell’usura internazionale allo stesso tempo si estrinseca creando ulteriori debiti attraverso prestiti particolarmente onerosi, che finiscono per convogliare le nazioni in un circolo vizioso da cui non escono se non con un’economia devastata dalla recessione e da una povertà endemica diffusa in quasi tutte le classi sociali.
    Da qui ,si evince quanto asserito da Jonny Doe ,che la politica mondidalista e' volta alla distruzione dei paesi checche' ne dicano i Ns. imbecilli politici! Un ignorante su Fb mi disse che oggi non esistono razze,esiste solo quella umana...Sic! Ed io gli risposi che è dalla notte dei tempi esistono popoli,razze e tradizioni e che e' impossibile integrarsi con certa gente ,meticci,mussulmani ,rom ecc. insomma far di tutta un'erba un fascio è un macello, ne va della dignita',della cultura e della personalità dell'uomo stesso, che si ritrova appeso ad una graticola meticciata, individuabile da un numero, dal nulla assoluto! Nonostante cio',anche mettendo in campo dialettica sopraffina e discorsi convincenti..."rien a faire" dall'ignorante mi beccai del "razzista" e avanti così. Questi continuano a ragionanare come i muli o meglio come i cavalli col paraocchi..tiremm innanz!! salvo cadere come gonzi al primo ostacolo. Fortunatamente, in parecchi, Orban compreso , la pensano come me e questo se non altro e' uno stimolo a non mollare ne arretrare di un millimetro. Ciao a tutti (Tony)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dire che esiste solo la razza umana,non vuol dir nulla,come dire esiste l'uomo....che scoperta...!solo che tra questi ci sono geni,coglioni,criminali,santi assassini.....così come ci sono popoli diversi,storicamente,culturalmente,spiritualmente....formatisi in secoli di storia...questa è la realtà,i sogni sono altro...
      Che poi ci siano principi generali (ma formulati sopratutto dagli occidentali...) che riguardino l'intera umanità (sarebbe interessante però sentire in merito che ne pensano tribù africane,amazzoniche....) è anche vero,ma certo non riguardano immigrazione incontrollata,improbabili integrazioni....
      Questi son quelli che si lamentano (giustamente) ad esempio della colonizzazione occidentale dell'Africa,della distruzione di etnie, delle culture e tradizioni locali,delle credenze spirituali e religiose....i poche parole,della distruzione della diversità....ma non vedono quella che si sta praticando nel loro paese,e non certo per motivi umanitari.....questa è la scusa che ha consentito guerre di aggressione,distruzione di popoli....il passepartout per ogni misfatto.
      a diversità è ricchezza,l'uniformità una sciagura.

      Passando poi all'attualità,c'è da notare una curiosa situazione.....e cioè che in Europa le principali forze di opposizione (uno Stato compreso,Ungheria...) ai diktat economici e culturali dei mondialisti,sono di destra....ma non doveva essere la sinistra a difendere certe prerogative di libertà?
      Invece sono i loro più fedeli esecutori,compresa la politica del meticciato universale.....ma è ormai noto che questi capiscono sempre dopo....

      Elimina
    2. Mi verrebbe da dire che la tanto invocata proletarizzazione universale marxiana,la stanno realizzando i mondialisti....con l'aggravante che non di proletarizzazione si tratta,ma di schiavizzazione....

      Elimina
  11. "Che epoca terribile quella in cui degli idioti governano dei ciechi" William Shakespeare

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pensa che epoca è quella in cui ciechi e idioti governano dei sordomuti.....
      La nostra...

      Elimina
  12. Caro Johnny e T4e purtroppo mi dovete ancora sopportare.
    Genesi 4,1....Abele era allevatore di pecore ....Caino Agricoltore(coltivatore).
    Mi sono sempre chiesto perché il Dio dei nostri Padri aveva antipatia immotivata,per lo "stanziale" agricoltore Caino,mentre "gioiva" alle offerte di Abele....il nomade allevatore di pecore che notoriamente si mangiano tutto il frutto della fatica degli agricoltori.....Forse era un Dio carnivoro e non vegetariano?....Boh?...so solo che Caino si ruppe le scatole e uccise il fratello che non rispettava le sue fatiche di agricoltore.....figuriamoci che sarebbe successo se fosse stato solo nomade.... e nemmeno allevatore.
    Il dramma(attenzione alla metafora)fu che Caino il maledetto,regredì al primo stadio della storia del progresso umano(cacciatore,allevatore, agricoltore)...tornò alla barbarie....del cacciatore.
    Ma passiamo ad altra scena...oggi se alle candidate di Miss Italia(eliminato)voi ponete la domanda..."cosa vorreste di più....."....invece della scontata "pace nel mondo"come eravamo abituati a sentire...risponderebbero..."una società multiculturale,multietnica,multirazziale"....pena la squalifica dal titolo.
    Ma entriamo nell'etimologia..."una volta" era chiara la differenza tra "cultura e civilizzazione"(o se preferite erudizione)...due cose inconciliabili...anche se agli occhi dei poco neuron-dotati non è evidente....invece è fondamentale.
    Cultura viene da "colere"coltivare....una forza che intrinseca in potenza(nel seme) è però foriera di grande raccolto....con un seme ottieni una pianta che dà fiori e frutti a profusione... spontaneamente...ma ancor molto di più con l'apporto dell'ingegno e lavoro umano.
    Civilizzazione,confina con erudizione...(dal latino e-rude...sgrossare,srozzare)..p.e. prendere un pezzo di marmo e dargli la forma di un umano un animale.... altro.
    Ma quell'opera,che(se di valore) solo un portatore di cultura può fare,non migliora in niente nel futuro l'opera così fatta...anzi se lasciata all'intemperie regredisce col degrado del tempo al pezzo di pietra originale.
    La storia dell'umanità è piena di popoli che conquistati da altri gruppi portatori di cultura hanno conosciuto periodi di benessere......ma al mancare di questa presenza,per vari motivi(vedi i Romani nel 4= secolo in Britannia) sono regrediti alle loro naturali primitive posizioni.

    Ma allora,sopratutto T4e,annoiato,a questo punto,mi chiederebbe,"ma che vuoi dimostrare con questa chiacchierata"...NIENTE...perchè l'evidenza non "HA bisogno" di dimostrazioni.
    Basterebbe un poco di conoscienza storica per avere l'evidenza,che quando si mischiano tra loro elementi incompatibili...il risultato globale è un drastico calo del livello del prodotto finale....in questo caso della civiltà....e le chiacchiere delle facili mescole restano solo chiacchiere....spesso pretestuose.
    Eh!!!coma la fai difficile...Allora risposta.... una per tutte...
    La più grande civiltà che il mondo ha conosiuto....la Romana,è crollata sotto le invasioni delle "orde barbariche" sia occidentali,che orientali.
    Qualche seme,però , si salvò,e fortunatamente anche qualche oscuro agricoltore...e dall'Italia... terra faro di cultura e esportatrice di civilizzazione..... è ripartito...il RINASCIMENTO....che ha fatto (ri)uscire i barbari dalle caverne dove erano ritornati...
    Ciao Tonino....Si prega di non fare inutili commenti superficiali....buonisti e sopratutto Pseudo Democratici...perchè anche se scherzando ,gli argomenti trattati sono vitali per il nostro comune oscuro futuro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Meglio,(Caino)non regredì, lo fecero regredire....la Storia la scrive chi vince...e Caino perse...
      E chi non ricorda l'annosa querelle tutta teutonica tra Kultur und Zivilsation,già in opposizione per opera di Kant...! se ricordo bene,e sinteticamente,in tedesco Kultur indica i valori naturali e istintivi dell'essere umano, mentre il termine Zivilisation un corpo di norme e comportamenti convenzionali, o anche capacità tecniche trasmissibili.
      Thomas Mann, disse che "…la differenza fra spirito e politica comporta quelle fra cultura e civilizzazione” e, più avanti, si può leggere: “la “germanicità” è cultura (nel senso di Kultur), anima, libertà, arte.... e non civilizzazione, società, diritto di voto...(Zivilastion)

      mi sfugge però il nesso discorsivo che lega Caino (Kultur o Zivilasation ?) e Abele ..ai Romani...

      Fermo restando che le cause del crollo romano sono molteplici (tra cui certamente quella citata),bisogna ricordare che i Romani furono sempre tolleranti e accoglienti con le altre civiltà,le loro tradizioni,religioni....anzi da una,quella greca ne furono soggiogati culturalmente (quelle difference aujourd'hui ...!!),ma mai vennero meno alla propria tradizione,alle proprie leggi....una fusione perfetta,non a caso chiamata civiltà greco-romana che trasmisero a mezzo mondo....credo molto improbabile oggi una cosa simile,anzi...

      Elimina
  13. @Tonino. Condivido appieno i tuoi commenti,che solitamente leggo e trovo piacevoli oltreche' sensati. Pero' un dubbio su quella parola"CONOSCIENZA"anzichè "CONOSCENZA"che vedo usi in piu' commenti e mi lascia nel dubbio! Leggendoti,ti trovo buon conoscitore di etimologia della parola pero'questa "conoscienza" non mi suona.Posso anche sbagliarmi, non essendo io un'esperto, pero' a scuola mi hanno sempre insegnato che il rispetto del postulato del latinismo e'corretto nella maggior parte dei casi, ed essendo la parola derivata dal latino la grafia corretta è conoscenza senza la i, come la parola tardo-latina da cui deriva, cognoscèntiam, a sua volta derivata dal verbo cognòscere. La i, infatti, non viene pronunciata e risulta superflua anche per la pronuncia del gruppo -sc-(Treccani). Altra ipotesi- La grafia corretta è quella di Conoscenza, senza la ‘i’. Questo ha una spiegazione perfettamente legittima: contrariamente a come molti pensano, conoscenza non deriva dalla parola Scienza, che come vedete la ‘i’ la vuole. Deriva piuttosto dalla parola latina che significa conoscenza. Se ancora avete qualche dubbio, pensate che anticamente si diceva cognoscenza. Senza quella traditrice ‘i’. D'altronde pure Dante citava nella divina Commedia: « Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza. » Pure il Palazzi cita solo "Conoscenza" come la mia maestra elementare mi ammoniva "Scienza e Coscienza (con i derivati). Tutto il resto è "SCE. Ma c'e' chi pure sostiene "Conoscienza" La radice è la stessa, il verbo scio, in latino. Conoscenza = cum scio, con sapere. Lo Zingarelli le mette tutte e due..! Chi ha ragione?Socrate è stato uno dei più grandi insegnanti della storia e non diceva certo "so di non sapere" per incoraggiare gli ignoranti che non considerano la cultura importante. Lo diceva per instillare dubbi nei sapienti, per dire loro che la condizione migliore per l'apprendimento è quella della curiosità, la quale implica per forza uno stato di "non sapere". Socrate sapeva di sapere, eccome! Allora caro Tonino, tu che sai di sapere dammi la soluzione "CONOSCIENZA O CONOSCENZA",così almeno evito di far figure da somaro in giro!!Grazie e Ciao Tony

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ormai qui siamo in piena accademia etimologica,sembriamo i saggi del Concilio di Nicea....si o no filioque? Una battuta amici...
      Quanto a Socrate sono anni che sto prendendo appunti per un libro che non scriverò mai...è cioè che i veri sofisti non erano Gorgia o Protagora,ma l'esimio Socrate.Per ora mi fermo qui....

      Elimina
  14. Beh..? Johnny un tuo sentenziar in merito anziché far il Pilato di turno sarebbe gradito, visto che Tonino, sara' in cantina(camera di consiglio) a rispolverar vecchi tomi per l'ardua sentenza.( Espositana?)...a meno che non sia a sfogliar la margherita tra un Pinot grigio(bianco secco) o un barbera d'annata (rosso robusto)e allora addio soluzione!(meglio un intervista al Mattino di Napoli). Passatemi sta' conoscenza..grazie! visto che il tuo nuovo post incombe ed esige conoscienza!! Grazie Tony

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per carità....! non mi immischio in questioni etimoteologiche troppo sottili come una i in più o in meno,già abbiamo due specialisti che disputano e sarei sicuramente di troppo e d'impiccio.
      Mi accontento di sapere la conclusione.

      Elimina
  15. Caro Tony,ho letto con molta attenzione,e apprezzato,la tua lunga dissertazione sulla grafia corretta di conoscenza,e capisco che sei ben "sicuro" di evitare figure di "somaro"sul non uso della"i"nella parola... anche senza il mio aiuto....pure se lo chiedi.

    Purtroppo per esperienza so che esistono "asini"peggiori in giro... pure se indovinano dove omettere le "i" quando dovuto.

    Basta seguirne i discorsi(verrebbe da dire le chiacchiere),leggere(dai commenti che fanno) gli argomenti,ridicoli, a cui danno importanza ....e(facendo un piccolo bilancio) contare l'alto numero di parole graficamente corrette spese per spiegare concetti di contenuto praticamente "nullo"....
    "Chiaramente" non è il tuo caso....è una considerazione generale...riferita ad altri
    Io che sono di estrazione tecnica,e non mi vengono complessi(continuo ad uscire da casa),se metto una "n"davanti ad una "p" o una "i"dove non dovuto...non sarei mai stato capace di scrivere un si dotto un dotto trattato(un po') prolisso per un argomennto così banale....."Aquila non captat muscas"....dicevano i latini che contavano.
    Il mio Maestro(a differenza della tua ) diceva che la lingua la fa chi la parla....l'importante è esprimerci concetti seri e non banalità....perché questa sola è la "vera" cultura.

    Ad un tema come quello che hai sopra scritto....il "mio" Maestro(che metteva due voti) ti avrebbe dato un bel 7 per la "bella" forma... ma poco più di "zero" per lo scarso contenuto.(come vedi abbiamo avuto Maestri differenti)

    Confesso(in risposta alla tua domanda di aiuto di evitarti figure da somaro)... che non posso aiutarti in nessuna maniera,a non farne ,se,usualmente, perdi tanto tempo a dissertare sul "nulla"...(unico consiglio in questi casi sarebbe tacere,ma è roba da saggi ...
    Altrimentise continui così, potresti far venire il dubbio a chi ti ascolta o ti legge che sai solo dove mettere le "i"(con i relativi puntini).
    Anche Socrate che hai citato...si "ammazzerebbe" dal ridere a leggere il tuo Panegirico....sulla "vera cultura"...
    Simpaticamente... Ciao Tonino

    RispondiElimina
  16. Caro Tonino ,non avermene, sono un irrimediabile perfezionista,cultore della forma a discapito della sostanza...pensa la mia maestrina nel dettato mi ha sempre dato 10 in calligrafia e 7 nel dettato.Gia' da lì si vedeva l'artista con la testa fra le nuvole , anche ai quei tempi non ero per niente saggio ,anzi, quando lo stesso mi indicava la luna io guardavo sempre il dito com'era fatto, proprio come uno stolto!Ora sono maturato un pochino ,sai la vita è maestra e a suon di batoste a destra e a manca s'impara che l'essenziale,il nocciolo,il nucleo e soprattutto il contenuto, nudo e crudo è sìcuramente importante.Però, mi e' rimasta appiccicata addosso anche la forma,il contorno,il gusto del bello, della musicalita' dei suoni e delle parole.Che ci vuoi fare,nella vita e' anche bello sognare,amar belle donne,gustar le parole di una poesia.....insomma unir l'utile al dilettevole!! Tante belle cose ,con simpatia Tony

    RispondiElimina
  17. x Tony
    Nella mia risposta sopra purtroppo sono saltati dei pezzi all'ultima frase:
    Anche Socrate che hai citato...si "ammazzerebbe" dal ridere a leggere il tuo Panegirico....sulla "vera cultura".....
    In effetti,nel copia incolla,a tarda sera, ho fatto un po' di casino....la frase finale che volevo inserire ,suonava così...
    Anche Socrate(famoso per il conosci te stesso)e fino alla fine dubbioso se era meglio morire o continuare a vivere....dopo aver letto il tuo Panegirico di "Elogio alla vera cultura"....avrebbe deciso "sicuramente" per il morire,"ammazzandosi" di risate invece di dover bere la cicuta...
    E ciò facendosi "declamare" ,più volte,dai suoi amici ...i pezzi più profondi e divertenti del tuo, "trattatello".
    Ancora più simpaticamente Ciao Tonino

    RispondiElimina
  18. Caro Tony,ancor più caro,per l'amicizia che mi dimostri.
    La notte(o il sonno) porta cosiglio....infatti debbo chiederti scusa,per la forma un po'rude,che ho usato nel rispondere al tuo commento...ma era una reazione a caldo.
    Dopo aver letto e riletto il tuo commento,sento di essere stato ingiusto e esagerato nei tuoi confronti...non ho dato il giusto peso alle due frasi(iniziale e finale) più importanti del tuo scritto...
    1)Tonino. Condivido appieno i tuoi commenti,che solitamente leggo e trovo piacevoli oltreche' sensati.
    2)Allora caro Tonino, tu che sai di sapere dammi la soluzione "CONOSCIENZA O CONOSCENZA",così almeno "evito" di far figure da "somaro" in giro!
    Inoltre debbo lodare la "discrezione" che hai saputo usare ,e non far pesare...per indicarmi un mio errore di ortografia.....Non mi sono assolutamente offeso della lunga e dotta spiega etimologica(peraltro inutile) che mi hai fornito,perché non ci vedo nessun intento offensivo nei miei cofronti....."anzi" un aiuto a migliorarmi.
    Vedi,inoltre, con questo caldo,soffriamo un po' tutti di tanti malesseri momentanei....c'è chi gli prende in cacarella,chi in "logorrea",chi ancora peggio...in "somarofobia"...speriamo in giorni più freschi......Ho mi raccomando non propagandate la parola"somarofobia" se no ce la troviamo nelle attività delle pari opportunità

    Ti ringrazio in anticipo per la stima che mi dimostri ....e per la richiesta "accorata" di aiuto che alla fine mi invii,di evitare di fare figure di "somaro".....cosa che sicuramente non ti succederà mai nella vita.
    Il punto,però, è tutto qui...malgrado la mia buona volontà ad aiutare il prossimo in difficoltà..nel tuo caso non saprei come aiutarti...se mai tu avessi qualche accenno di "somarofobia"
    E' semplice.... la mia modesta cultura è praticamente nulla per quanto riguarda i "somari"...non li frequento e,riconoscendoli subito, cerco di evitarli se ne incontro....
    Ed allora,pur di volerti aiutare, ti devi accontentare di pochi consigli popolari,che potrebbero risultare però inefficaci.
    -Non ti soffermare troppo a guardare dentro lo specchio,e indagare su ciò che vedi(puo risultare deprimente)....guardati invece intorno,per la strada, e ti sentirai subito rincuorato.
    -Ricorda che"melius asellus vivus ,quam doctor mortus".
    -Ricorda che il buon Dio ti ha dato due orecchie per ascoltare(di più) ed una sola bocca per parlare (possibilmentedi meno)
    -verifica prima di parlare che il collegamento cervello-lingua funziona,
    -.E soprattutto non avere paura,se qualche volta ti sbagli(e ti esce un raglietto anche a te)....fregatene....tutti sappiamo che..."i ragli dei somari non salgono in cielo".
    Pertanto non ti abbattere "sursum corna"( qui "forse" devo controllare l'ortografia) .
    Se ti va di giocare.... mi trovi sempre disponibile...anche a tre....(chissà perché quando leggo i tuoi commenti e quelli di Johnny mi viene intesta il romanzo del dott.Jekill e mr.Hyde)...Boh ?
    Salutoni per un ottimo ferragosto,a Voi tutti,con simpatia Tonino.


    -

    RispondiElimina
  19. ops... leggi(per asellus)... mortuus non mortus.....altrimenti mi ci scrivi un altro "trattato"(questa volta di arte oratoria),che solo a leggerlo e per capirlo mi si fondono tanti neuroni e mi si "fottono" un sacco di sinapsi,Ciao Tonino

    RispondiElimina
  20. Naturalmente,il cattivo,Mr.Hyde....sarei io....
    Ricambio il buon ferragosto a te e a tutti...ma fatevi comunque sentire...

    RispondiElimina
  21. Caro Tonino,ho visto che a bocce ferme,hai ben colto il "contorno" e le "sfumature" del mio discorso-penegirico , e mi fa piacere che riconosci una "velata( neanche tanto)" rudezza nel tuo primo commento a caldo!Non fa parte del mio carattere offendere la persone tanto piu' per tal "scempiaggine",anzi trovo nell'offesa l'ignoranza di chi non sa dar spiegazioni alle argomentazioni e ne rifugge calunniando!!Ottimi i consigli, ne terrò debito conto..consigliandoli pure a chi ci legge, quello dell'asino che raglia ,soprattutto nei sermoni domenicali, lo riservero' per Scalfari, che da gonzo qual'è, crede pure che gli asini volino oltre a ragliare, tanto in cielo non vanno lo stesso! Ti ringrazio in ogni caso delle belle parole che denotano persona di animo nobile! Auguro a Te e amici del Blog un sereno ferragosto.Con amicizia Tony.

    RispondiElimina
  22. X il mio amico linguista Tony-
    Divertiamoci un po' per non pensare alle nostre tristi vicissitudini politico- esistenziali....e visto che ormai siamo ridotti ad un popolo di "ac.cul.turati"(c'è pure chi ne gode) riprendo e "termino" l'argomento....Mettiamo i puntini sulle "I" dove dovute.
    Super carissimo Tony,dopo un po' di ricerca,a vol "d'uccello",e per darmi scusanti alla mia cultura classica,limitata all'età dell'oro(un po' vetero Ciceroniania) ti do' le mie conclusioni e opinioni sull'argomento....
    Riprendo il tuo"giusto" monito linguistico...
    1)Posso anche sbagliarmi, non essendo io un'esperto, pero' a scuola mi hanno sempre insegnato che il rispetto del"" postulato del latinismo"" e'corretto nella maggior parte dei casi, ed essendo la parola derivata dal latino la grafia corretta è conoscenza senza la i, come la parola""" TARDO-LATINA""" da cui deriva, cognoscèntiam, a sua volta derivata dal verbo cognòscere(qui non concordo...vedi dopo).
    Ho due piccole osservazioni da fare....
    -I "volgaroni" Dante e Boccaccio"che primi usarono la parola "canoscenza"non hanno tradotto dal latino,aulico...ma al contrario, hanno pescato una parola parlata dal"volgare" linguaggio del popolino.... che come fai notare,proviene da un"dotto"ma decadente " tardo-latino "cognoscéntiam".. che col latino vero.... poco ha a che vedere.
    Il tardo latino...era una appendice culturale(da vecchi tromboni e legulei),che faceva tanto "in",ma demodé,"scimmia" del latino classico....Quanti conoscono le opere tardo-latine di Dante e Petrrarca....nemmeno loro se le ricordavano.
    I dotti tardolatini(dal 600 fino al "latinorum manzoniano)scrivevano in un latino artificiale....Oggi,inoltre, i tardolatini sono tutti "estinti".
    -E'improbabile che "cognoscéntiam",derivi da un verbo,usato, nel latino classico...."cognòscere".... "come tu fai notare"....perché i Latini classici,questa parola(cognoscèntiam) "sembrano ignorarla"....per esprimere la "Conoscènza"(senza i per farti piacere)....usavano tanti giri di parole ...tutti sinonimi tra loro....intelligendi vis,cognitio,""scientia"""(con la "i"),ratio,""scientia""alicuius rei...
    Cognoscèntiam, sembra che se la siano inventata "i volgari "Stilnuovisi".....che il grande oratore(quasi mio paesano)d'Arpino avrebbe bollato di"burrinismo".
    Alla fine,mi appello alla "clemenza" della Corte,per essere assolto dal reato di somaraggine....
    Visto che il Dizionario della Crusca(vol II ediz.1834).....Per "conoscenza"(non trovando antiche etimologie valide) si rifà, ma solo come "concetto" al termine usato nel latino "cognitio"... e che per farci capire il significato di quel "neologismo" dantesco(di allora)...ci spiega che conoscenza,alias iscienza(siamo nel 1834) viene dal latino "SCIENTIA".
    CONCLUSIONE ....Mi chiedo...non è che il somaro invece di essere Io(che ho conservato l'antica dizione)....è stato invece,"per primo" proprio Dante(e tutti gli altri appresso) creando un "neologismo"(canoscenza) etimolocicamente,inesistente ed errato(anche se di pronuncia economica).....si risparmia una"i"...(sarà contenta ameno la Fornero)
    Ciao Tonino

    RispondiElimina
  23. X l'amico Tonino (Immaginavo non mollavi l'osso!)Coscienza, Conoscenza
    La prima con la i, la seconda senza. Perché?
    In latino (bisogna risalire quasi sempre al latino) esiste il verbo scio, scire che significa “sapere”, da cui scientia che generò nel passaggio all’italiano scienza e i vocaboli derivati come coscienza, cosciente, coscienzioso, onniscienza, onnisciente, fantascienza: tutti con la i.
    Poi, sempre in latino, dobbiamo risalire al verbo cognosco, cognoscere, da cui il nostro “conoscere” e i suoi derivati conoscenza, conoscente, che non vogliono assolutamente la i, proprio perché non sono imparentati con scienza.
    Nel dizionario della lingua italiana NICCOLO'TOMMASEO e Bernardo Bellini di cui dispongo 20 volumi alla voce si legge: Conoscenza,Cognoscenza,Caunoscenza,canoscenza s.f."l'alta e la potenza del conoscere".in 7 pagine poi ho trovato una sola volta Cognoscentia nella volgarizzazione (nella volg.e in Mar.Vitt.). Ora, può anche essere che nel tuo articolato e zigzagante discorso, che di filo logico ne ha tu possa anche aver ragione (mica Dante era infallibile?)ma per concludere con questa cazz. di "i" che non e' indice di somaraggine od asineria(errare humanum est)e metterci una pietra sopra resto convinto, contrariamente a come molti pensano, conoscenza non deriva dalla parola Scienza, ma deriva piuttosto dal verbo latino cognoscere, da qui cognoscenza e quindi conoscenza!! Ciao Tony

    RispondiElimina
  24. Giá Dịch vụ làm báo cáo tài chính cuối năm tại quận long biên
    Giá Dịch vụ làm báo cáo tài chính cuối năm tại quận đống đa
    Giá Dịch vụ làm báo cáo tài chính cuối năm tại quận ba đình
    Giá Dịch vụ làm báo cáo tài chính cuối năm tại quận tây hồ
    Giá Dịch vụ làm báo cáo tài chính cuối năm tại quận hoàng mai
    Giá Dịch vụ làm báo cáo tài chính cuối năm tại thanh trì
    Giá Dịch vụ làm báo cáo tài chính cuối năm tại quận hoàn kiếm
    Giá Dịch vụ làm báo cáo tài chính cuối năm tại quận hai bà trưng
    Giá Dịch vụ làm báo cáo tài chính cuối năm tại quận thủ đức
    Giá Dịch vụ làm báo cáo tài chính cuối năm tại quận bình thạnh
    Giá Dịch vụ làm báo cáo tài chính cuối năm tại quận tân phú
    Giá Dịch vụ làm báo cáo tài chính cuối năm tại quận gò vấp
    Giá Dịch vụ làm báo cáo tài chính cuối năm tại quận phú nhuận
    Giá Dịch vụ làm báo cáo tài chính cuối năm tại quận bình tân
    Giá Dịch vụ làm báo cáo tài chính cuối năm gia lâm
    Giá Dịch vụ làm báo cáo tài chính cuối năm tại quận 1
    Giá Dịch vụ làm báo cáo tài chính cuối năm tại quận 2
    Giá Dịch vụ làm báo cáo tài chính cuối năm tại quận 3
    Giá Dịch vụ làm báo cáo tài chính cuối năm tại quận 4
    Giá Dịch vụ làm báo cáo tài chính cuối năm tại quận 4
    Giá Dịch vụ làm báo cáo tài chính cuối năm tại quận 5
    Giá Dịch vụ làm báo cáo tài chính cuối năm tại quận 6
    Giá Dịch vụ làm báo cáo tài chính cuối năm tại quận 7
    Giá Dịch vụ làm báo cáo tài chính cuối năm tại quận 8
    Giá Dịch vụ làm báo cáo tài chính cuối năm tại quận 9

    RispondiElimina