venerdì 5 luglio 2013

BUFALE TRIONFALI E VERGOGNE VARIE

BUFALA ONE

Come Anthony Eden,il nostro BurLetta nazionale,scende dall'aereo agitando il foglietto delle briciole che gli usurai hanno concesso al loro gauleiter,così da poter rincitrullire con sogni di vittoria il popolo  e continuare a mungerlo senza problemi.

Si è vista come poi è finita per il povero Eden....e anche allora c'erano di mezzo i crucchi...

E così iniziano le danze degli autoincensamenti e dei peana di trionfo: "Ce l'abbiamo fatta"...che fa il paio con la precedente del decreto del non fare: "Vinta la lotta alla disoccupazione (sic!), ora le imprese non hanno alibi. (Repubblica) "
Segue Saccomanni : "Ottima notizia,la luce che vedo in fondo al tunnel non è il treno che ci viene addosso..."
A parte le continue percezioni extrasensoriali dei vari elettricisti (Monti,il primo...secoli fa) che vedono luci...dove regna l'oscurità profonda e magari sentono pure voci...adesso abbiamo anche visionari ferroviari...non solo vede la luce,ma sa pure che non è un treno....beato lui...vista da rapace notturno....non concessa ai normali mortali che pare vedano solo il nero-inchiostro in cui sono immersi da un paio d'anni.

Ma vediamo i motivi della festa di tutto l'obitorio parlamentare maggioritario che da ore sta brindando e ballando,quasi che le truppe lettiane tornassero dal saccheggio di Troia...

a) Intanto è meglio subito precisare a cappello di quanto segue che per il 2013 non c'è trippa per gatti.
Il mucchiettto d'ossi gettato in pasto alla servitù italiota non riguarda l'anno in corso....si vedrà prossimamente...sarebbe d'obbligo il condizionale (come direbbe il buon filosofo Trap "non dire gatto se non ce l'hai nel sacco")...ma noi siamo ottimisti...

b) A partire dal 2014,bene che vada,ci saranno disponibili 6 miliardi (cifra da noi precedentemente prevista,e di cui tanto discutemmo qui con un lettore..),ma per progetti cofinanziati e  precedentemente approvati anno per anno dalla UE.
Barroso: "Cercheremo (cercheremo?) di consentire deviazioni temporanee del deficit strutturale verso l'obiettivo del pareggio strutturale nel 2014-2015."
Quindi,austerità non certo finita.....resta il fiscal compact e ammenicoli vari,non c'è una virgola di cambiamento nei piani demenziali degli usurai.
Briciole,una piccola boccata d'ossigeno perchè il malato non crepi....c'è ancora molto da spolpare...
A conferma,mentre i nostri eroi brindavano,arriva il comunicato di Olli Rehn a rimettere in riga gli entusiasmi: resta il tetto del 3% del deficit,quindi toglietevi dalla testa di poter allentare il cappio.

c) da notare che siamo lontani dalla richiesta italiana della golden rule,e cioè di non contabilizzare nel deficit di bilancio gli investimenti infrastrutturali del governo.Tali ed eventuali investimenti saranno contabilizzati come ora,a debito,ma con l'obbligo di rispettare il tetto del 3%.
Quindi ben poco spazio di manovra e di spesa avrà il governo.
Gli aiuti concessi,l'uso dei 6 miliardi, in pratica li decide la UE.

d) Il reale stato dei conti.Molti dubbi sono stati sollevati sul fatto che i conti siano quelli presentati.Si teme l'apparire di poste nascoste a debito (derivati....) e il fatto che alcune spese non sono ancora state contabilizzate.Il sospetto è che siamo già oltre il tetto del 3%,cosa che forse sanno pure Letta e compagni e che proprio per questo montano il teatrino trionfale perr tirare avanti.

e) Saccomanni : " L'opera si revisione della spesa (ormai sono secoli che ne parlano....) è la nostra priorità,condizione essenziale per poter allentare il prelievo fiscale".
Ergo,volete togliere IVA e IMU e ridurre il cuneo fiscale? Senza una manovra e altri tagli,rien a faire.
Chissà poi che effetto avrà il tutto sulla recessione in atto,considerato che di tagli veri alle spese vere,finora manco l'ombra.Andrà a finire come al solito....pagheranno i soliti noti.
Alla faccia di fantomatici tesoretti da 15...23 miliardi....di cui si favoleggia nei fogli da imballaggio di certi pennivendoli...


BUFALA TWO

A proposito di mancati tagli,salta fuori che l'abolizione delle Province è incostituzionale.
Dobbiamo ritenere che Monti e i fior di professori regalatici dal Colle fossero così ingenui o incapaci da non saperlo?
Difficile da credere....ma facevano parte della trionfale politica degli annunci,dei titoli sui giornali,dei lecca lecca dei pennivendoli (tattica ben imparata dall'allievo Letta),della presa per il culo del pecorame italico.
E' questo che resta nella memoria,e non come finiscono poi realmente le cose.
Se avesse potuto,il nostro buffone professore avrebbe annunciato pure lo sbarco degli alieni in visita a Palazzo Chigi...pur di farsi credere uno statista galattico.
Eravamo e siamo invece in mano a mistificatori galattici..!
Compreso il presunto batman del Colle....pure lui,che non fa che sfogliare ogni minuto questa bibbia ad usum pauperum (i potenti se ne fottono...) che ormai è diventata la Kostituzione.....,non sapeva che questa abolizione era incostituzionale?


VERGOGNA ONE

Sarebbe interessante sapere,lo dico per i pasdaran della Kostituzione che ogni giorno ci tengono sermoni sul suo rispetto (vero Zagrebelsky,Scalfari....?) chi governa in Italia.
Se quattro panciuti generali in pensione,gonfi di privilegi e di grasso,camerieri USA,o il Parlamento?
Noi dubbi in merito non ne abbiamo (tanto per semplificare...tutti comandano,meno noi...),ma lo chiariscano una volta per tutte anche alle masse di peones che ascoltano e credono ancora ai sermoni dei cerimonieri.
La vergogna è la grottesca vicenda relativa all'acquisto dei famosi caccia F-35....rinviato dal Parlamento e prontamente ignorato dal Consiglio di Difesa,con a capo....ma guarda un po',il john wayne del Colle,altro sermonista d'antan...
A voi giudicare,ogni altra parola è inutile....


VERGOGNA TWO

Non sapendo che altro fare,un Governo incapace di qualsiasi riforma,non trova di meglio che fare altri danni con un decreto svuotacarceri attualmente in discussione in Parlamento.
Incapace di costruire nuove carceri,di cui si parla da anni,di riformare una giustizia da terzo mondo,un processo civile più simile ad una via crucis senza fine...e di ogni altra cosa che servirebbe,ha pensato bene di liberare un po' di delinquenti,tanto per animare i giorni grigi della crisi.
Non contento,propone gli arresti domiciliari per reati fino a sei (6) anni.
C'è poco da aggiungere,basta guardare a quali crimini corrispondono i reati in questione...
Se non fosse tragico,potremmo dire che è il solo e vero provvedimento incisivo per aumentare l'occupazione...visto l'andazzo ci saranno file di lavoratori all'ufficio di collocamento di mafie,camorre....e di tanti altri disperati che,visti gli incentivi,si daranno al banditismo.


VERGOGNA THREE

Grido di allarme delle banche italiane...le sofferenze stanno crescendo...
Ma non ci avevano detto che il sistema bancario italiano era sano,e che MPS era un'eccezione?
Pare invece che il dissesto finanziario,frutto di incapacità,misfatti e ladrocini sia la regola.
Nonostante i miliardi regalati dalla BCE in due occasioni (e all'1%),salta fuori il solito politico trombato,di un partito che manco esiste più da anni,ma fatto presidente dell'ABI che invoca l'intervento dello Stato...!
Ma con che faccia di bronzo il miracolato Patuelli,uno zombi politico resuscitato dalla cricca di dementi suoi amici...con che faccia può chiedere aiuti pubblici per banche usuraie responsabili in gran parte della crisi attuale e che hanno sistematicamente truffato i risparmiatori?
Siamo al solito vergognoso giochetto criminale di privatizzare i profitti e socializzare le perdite.
A dargli manforte un altro demente,un certo Nicastro direttore generale Unicredit,che senza pudore dice che l'intervento dello Stato (che manco ha gli occhi per piangere) é essenziale.
Ma come si fa a tollerare questi indegni figuri che dopo essersi ingozzati di utili e titoli tossici vengono a piangere da mamma Stato.
Ma non erano liberisti,fautori del libero mercato...?
E noi dovremmo pagare i misfatti di questi delinquenti?

A parlar di queste cose,l'unica cosa buona é che crescono gli istinti omicidi....

35 commenti:

  1. Trovo incredibile e veramente vergognoso che le banche (private) chiedano di essere salvate dallo Stato dopo che ne han combinate di tutti i colori e che son state autorizzate a metter le mani nei conti correnti per salvarsi.
    Questo è ormai un mondo sottosopra,più ci penso e più mi sembra incredibile di essere arrivati a questo punto,dove la legge vale solo per i deboli e i potenti fanno qualsiasi cosa in spregio ai più elementari diritti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ormai siamo a dei livelli inimmaginabili,malfattori e grassatori privati che chiedono di essere salvati col denaro pubblico.
      Ci vuole un bel coraggio....ma finora nessuno dei nostri somari politici ha loro risposto di andare a farsi fottere.

      Elimina
    2. chissà cosa potrebbe dire quel coglionazzo di mio suocero, lui che nei controsensi ci sguazza...."Draghi e la bce danno consigli su come risolvere la crisi, sono bravi loro: indurre lo stato ad obbligare le banche a ricapitalizzarsi" come se alle banche non bastasse un click per farlo e avessero bisogno di un ordine impartito dall'alto, che poi alto non è........come se Draghi e la Bce non rappresentassero quelle banche che chiedono di essere salvate con soldi pubblici ----oppure "mps non centra con il PD" ma anche storica....."il PD non è il centro sinistra per questo non mi piace".....ma anche in controsenso, una valanga di minchiate che racchiuse fanno "uno schifo unico eccetto il PD"......che sfiga dover avere a che fare con certi coglionazzi ritardati! e chissà quanti come loro.....scusate lo sfogo....ma dai peones che citi sono circondato, ovunque! quella della bce e i consigli mi rimbomba nella testa da 20 giorni! non so chi cazzo gliela ficcata in quella testa di cazzo che ha....per quello dico che il teatrino attecchisce, contrariamente a quanto i nostri buoni propositi ci inducano a pensare....attecchisce e di brutto!! alla fine non vengono gli istinti omicidi.....ti rimane solo la voglia di vomitare!!! ps: per caso sono io il lettore al punto (b? ciao shadow-.......

      Elimina
    3. sì,shad,sei tu il lettore al punto B.....alla fine,di riffa o di raffa,quella era la cifra di cui discutevamo per il 2014...
      Siamo circondati...anche venerdì sera a cena h avuto a che fare col solito deficiente piddino cher nulla sa delle più elementari regole economica e nulla capisce di quanto sta succedendo.Inveisce e basta senza alcuna argomentazione od obiezione nello specifico a quanto affermi.Tipico degli ignoranti arroganti.
      Il punto è che siamo sul lastrico,su 800 miliardi di spesa pubblica non riescono a trovarne 4 per l'imu....poi mi tocca assistere a quattro befane pd che vogliono abolire il corpo femminile dalla pubblicità,beghe da cortile per Santanchè sì o no,due o tre ministre che per solidarietà con la Idem,rifiutano una fotografia.....ma nessuno ha il coraggio di mandare l'FMI a quel paese...ma che vogliono...?
      Questi sono i mentecatti che ci guidano....! Roba da matti...!
      Province,finanziamenti pubblici ai partiti,pensioni d'oro,spending review....tutto a puttane...come volevasi dimostrare...
      Poi si meravigliano che uno voglia sparare...!

      Elimina
  2. Un cahier des doléances davvero esaustivo, non c'è che dire. Qui è evidente che non ci vogliono nemmeno più mandare in vacanza, anzi in gita fuori porta.
    L'ultima chicca è il FMI ovvero il Grande Pignoratore di concetto. Ci lamentavamo della Culona di krukkonia perché aveva messo il naso sull'IMU, ma ora c'è la Commare secca Lagarde (copyright Gioacchino Belli) che ne ordina l'abolizione. Dal "ce lo chiede l'Europa" a "ce lo chiede il Fondo. Abbiamo molta indipendenza, evidentemente. E c'è ancora chi non se ne accorge...

    RispondiElimina
  3. PS: La Commare secca (ovvero la Morte) BOCCIA l'abolizione, ovviamente. Mi sono espressa male e rettifico.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. l'Italia come nazione ha cessato di esistere...è solo un'atrea geografica occupata militarmente,economicamente e politicamente....una dependence degli usurai

      Elimina
    2. Mi hai tolto le parole di bocca. Duole dirlo ma eravamo più nazione quando il Metternich ci definì: entità geografica. Siamo la barzelletta del mondo. Siamo la 7 potenza industriale del mondo, abbiamo marchi che sono consociuti in luoghi che manco sapevamo che esistessero ma, abiamo una classe politica che si comporta come se fosse quella del Togo. Sento parlare gente che parla di tagli alla spesa, quando l'unico taglio che ci permetterebbe una qualche speranza sarebbe quello del intero parlamento. Se ci fosse un premio per il miglior piano di destabilizzazione di una nazione e la sua cancellazione da qualsiasi consesso mondiale, i nostri politici lo vincerebbero da 50 anni... e pure per i prossimi! Bah...

      Elimina
    3. ci hanno conficcato nel girone infernale dell'euro che non ci consente alcuna manovra di politica economica.....una colonia usuraia...ma chi ci ha condotto,sapendolo,in questo obbrobrio...? una classe politica-tecnica da due soldi,senza dignità,senza orgoglio....solo ansiosa di servire e svendere la nazione...incredibile che non ci sia nessuna reazione.....gente da cacciare e mai più rivedere

      Elimina
  4. Con tutte queste 'perline' (e quelle che temo verranno) c'è abbondante materiale per scrivere un libro, il titolo mi permetto di proporlo io: "La luce in fondo al tunnel".
    Anche la dedica non è difficile da trovare "In memoria ad un popolo di bischeri".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non è escluso che qualche ascaro lo scriva,,,con tutt'altre intenzioni però....ma sempre con la stessa dedica.....perchè di popoli bischeri come l'italiota non è facile trovarne....anche il più invertebrato dei popoli accennerebbe a qualche reazione...evidentemente sta bene così...qui passa di tutto,ma non mancano quattromila dementi che accolgono Cassano a Parma....mentre si fa fatica a trovarne cento per protestare contro una qualsiasi delle nefandezze che ci hanno appioppato...e te lo dico per esperienza personale.
      A volte,in un momento di scoramento,mi sorprendo a pensare che questo popolo ha solo quanto si merita.

      Elimina
    2. io mi sorprendo che un demente ritardato come mio suocero abbia in bocca questa massima, come a tracciare la differenza tra lui che è consapevolmente ferrato su quello che accade e gli altri che invece sono diversi da lui e non si accorgono delle cose! zio cane pazzesco.....scusate di nuovo lo sfogo!!

      Elimina
  5. La recessione impazza, la disoccupazione aumenta e di soldi disponibili in giro ce ne sono sempre di meno. I cittadini, con stipendi e pensioni molto spesso sotto il livello di sopravvivenza, spendono poco e questo non può che ripercuotersi sulla domanda interna. Ci sono quindi sempre meno entrate fiscali e contributive. Un fenomeno al quale i due ultimi governi, voluti(leggasi imposti) dal Pulcinella Quirinalizio, hanno cercato di rimediare non già con un deciso taglio della spesa pubblica improduttiva ma con un aumento delle tasse. A fare la parte del leone è stato l’anno scorso l’Imu con la quale lo Stato ha incassato una marea di soldi prelevando indistintamente dalle tasche dei cittadini. Una faraonica incetta di denaro che ha contribuito però ad impoverire ulteriormente le famiglie e a fare crollare i consumi. Una realtà prevedibile anche per il più ebete degli economisti ma non per i poveretti tecnici di Via XX Settembre che, dopo aver preso atto della realtà, hanno suggerito a Letta, SaKman e Alfano di congelare l’Imu sulla prima casa e di rinviare l’aumento dell’Iva dal 21 al 22% già previsto dal 1 luglio.
    Tutto perfetto? No, perché togliere delle entrate già messe in bilancio farà lievitare sia il debito che il disavanzo pubblici. Un’altra realtà evidente per qualunque principiante di economia. Non si possono infatti tagliare tasse di per sé inique e pensare che tutto si raddrizzi e sistemi da solo e che il rapporto entrate e uscite non ne risenti. Prevedibile(ma non auspicabile) è quindi che in autunno, sotto la spinta degli usurai UE/BCE/FMI che ci faranno i conti in tasca,(oltre ad emanare diktat) ci sarà il ritorno dell’Imu sulla prima casa e anche l’Iva sarà portata dal 21 al 22%. Alcuni economisti hanno fatto un po’ di calcoli ed hanno concluso che visto l’andazzo, tra minori entrate e mancati tagli alle spese pubbliche improduttive, il debito pubblico invece che il 130,4% previsto per fine anno toccherà il 133% sul Prodotto interno lordo. A sua volta, il disavanzo che veniva dato sotto il 3% attuale (Palazzo Chigi aveva stimato un 2,9%), finirà per toccare il 4%. Di conseguenza verrà automaticamente riaperta dalla Commissione europea contro l’Italia la procedura di infrazione che era stata appena chiusa il mese scorso. Si parla pure di prelievo forzoso (Cipro docet) dell’8 per mille. Una misura che Letta e Saccomanni(col sacco vuoto) continuano ad escludere ma che potrebbe essere varata, appellandosi a quel" Così vuole l' Europa" che tanto piace al partito dementi/deficienti-italioti-beoti atta e creata ad hoc per nascondere la peggiore sconcezza e sudiciume(anche qui MPS docet!). Quella di un Paese, l’Italia, privato e privo della propria sovranità nazionale e monetaria che procede sul ring come un pugile suonato, in attesa del colpo del K.O. che lo metterà definitivamente fuori combattimento.(Saluti Tony)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' inutile che ci giriamo attorno...l'unico in grado di far ripartire la domanda è lo Stato.Uno Stato con moneta sovrana.Un piccolo esempio: il decreto svuotacarceri,fatto perchè le strutture carcerarie possono accogliere solo la metà di chi delinque.La soluzione sarebbero nuove carceri,creazione di lavoro,di redditi,di consumi interni.Allarga questo esempio a tutte le infrastrutture che mancano e vedrai come riprendono i redditi,il lavoro e la domanda.Posti di lavoro produttivi,e non l'ennesimo forestale in soprannumero....
      Insomma,distribuire nuovi redditi,in questa situazione,lo può fare solo lo Stato...uno Stato sovrano...non certo questo a cui non resta che sperare...

      Elimina
    2. Se la ricchezza nazionale aumenta in proporzione al denaro immessi dallo Stato,non c'è nessun pericolo di inflazione,almeno fino alla piena occupazione,dove l'utilità marginale sarebbe insignificante.

      Elimina
  6. Pochi commenti più chiari e concisi possibile,nel commentare il tuo esaustivo articolo di apertura...sulle bufale che stanno tentando di rifilarci.
    Devo far notare che oggi chi governa(o è costretto a governare,perché non è riuscito a scappare....come altri più furbi...facendo i finti cretini,sono riusciti a fare)...si "caca" addosso...se ha un minimo di intelligenza....L'apparente sicurezza..è palesemente tradita...dai messaggi del corpo.
    Non è più tempo per le"bufale",con un popolo "inferocito",dove ognuno ha perso qualche cosa.... e molti hanno perso per sempre " tutto".
    Ormai è chiaro a tutti gli Italiani,che la causa dei loro mali e sofferenze,è dovuta in maggior parte alla sua classe politica e burocratica(che persevera nell'errore),che se(raramente) non è corrotta...è,pur sempre, incapace o ininfluente.
    Le battute come "ce lo chiede l'Europa"..o... "ce lo chiedono i mercati"(mo' ce se mette pure l'FMI).....oggi vengono usate,dagli psicologi della politica, come test di "deficienza" efficaci,per misurare il valore(poco) e l'onestà(ancor meno) di chi si trova,per sua sfortuna,ad occupare posti strategici per la nostra sopravvivenza.
    Non è proibito chiedere...lo facciano pure(BCE, FMI,Strozzini sfusi...)...è,invece, impossibile e proibito dare,perché ciò provocherà il nostro collasso.
    E' tempo che queste mezzecalzette(che si avvicendano ai posti di comando),tirino fuori le palle(se ce le hanno)...contro i nostri tiranni(in primis Europa e Mercati)... e non... ancora una volta contro di Noi....altrimenti...non vorrei essere nei loro "pannoloni"....a dover scontare ineluttabilmente , l'ira di granparte di una folla già inferocita e al limite della sopportazione.
    E sarà inutile scusarsi che la causa del loro fallimento(anche se in parte vero)è dovuta ad una massa di incapaci che li hanno preceduti.
    Sai che mi piace la cinesica....fai attenzione ,anche te, quando parlano...sono terrorizzati...sguardo fisso verso il vuoto...e zagagliano con "alta" frequenza)......qualcuno,che non ha rinnovato il guardaroba ha perso un paio di taglie per i pensieri che ha...e le giacche gli sciacquano addosso......
    NON C'E' PIU' SPAZIO PER LE BUFALE E LO SANNO ANCHE I NOSTRI STROZZINI.... Ciao Tonino

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho notato anch'io che alla sicumera delle parole non corrispondono gli atteggiamenti involontari del corpo....e condivido la tua nalisi
      Ma volesse il cielo che fosse finito il tempo delle bufale (e delle vergogne)..! Non sarei così fiducioso,visto anche l'atteggiamento remissivo italiota.
      Anzi,viste le difficoltà che verranno,temo che intensificheranno i trucchetti ad uso mediatico.
      Ma non era un governo nato per le riforme? Ne hai vista una tu?
      questi tirano solo a campare,fin quando qualcuno si stuferà e farà saltare il banco.E il Pulcinella che aveva accettato il reincarico solo a certe condizioni? Dov'è finito?
      Guarda che è alle viste un altro salasso,visto che non c'è il becco d'un quattrino.
      Hai un bell'invocare le palle....! Hai sentito qualche risposta all'FMI che si interessi dei cazzi suoi? Ma chi sono in fondo questi,che vogliono? Qui il primo che arriva mette becco...
      Leggo che 4 befane pd hanno proposto una legge contro l'uso del corpo femminile in pubblicità.Un'emergenza irrimandabile....! hai capito a che pensano..?
      I tanto vituperati grillini restituiscono 1,5 milioni...bel gesto,peccato che vadano a finire in bocca ai marpioni....potevano prenderli e darli a qualcuno che ne ha bisogno...e sono tanti...
      Dulcis in fundo,i nostri tafazzisti inneggiano all'entrate nell'euro della Croazia.A un tiro di schioppo dal Nord-Est veneto,col costo della manodopera del 30% in meno per non parlare delle minori tasse,te lo puoi immaginare che succederà.

      Elimina
  7. DULCIS IN FUNDO::::

    Saccomanni sostiene che il 3% di deficit a fine anno non e’ a rischio, ma tutti i dati disponibili in questa fase del 2013 suggeriscono che, essenzialmente a causa di una forte sottostima dell’andamento del PIL a fine anno gli obiettivi non verranno raggiunti.
    Avevamo gia’ scritto il seguente articolo a riguardo: Una Voragine nei conti pubblici 2013: Deficit verso 4%, Debito oltre 133%. Il Governo mente sui conti che qui sotto riportiamo nuovamente:
    Non e’ necessario fare un grosso sforzo per capire che nel 2013 il Deficit tende al 4% ed il Debito oltre al 133%.

    http://www.scenarieconomici.it/una-voragine-nei-conti-pubblici-2013-deficit-verso-4-debito-oltre-133-il-governo-mente-sui-conti/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' notorio che politici, banchieri e economisti non raccontano mai balle, ecco qui una selezione di pompose e sballate dichiarazioni relative alla grande depressione (questa è peggio, ma non andate a dirlo in giro):

      "Non posso fare altro che sollevare una voce di dissenso alle affermazioni
      secondo le quali stiamo vivendo nel paradiso degli sciocchi e che la
      prosperit in questo paese deve necessariamente diminuire nel prossimo
      futuro E. H.
      H. Simmons, Presidente della Borsa di New York, 12 Gennaio 1928

      "Il crollo non avrà grandi effetti sul business
      Arthur Reynolds, Chairman della Continental Illinois Bank of Chicago, 24
      Ottobre 1929

      Una depressione seria sembra improbabile; [ci aspettiamo] un rilancio del
      business entro la prossima primavera, con ulteriori miglioramenti verso
      l autunno
      HES, 10 Novembre 1929

      La tempesta finanziaria definitivamente passata
      Bernard Baruch, cablogramma a Winston Churchill, 15 Novembre 1929

      Signori, siete in ritardo di 60 giorni. La depressione finita."
      Herbert Hoover, in risposta ad una delegazione che chiedeva un programma
      pubblico di lavoro per aiutare la ripresa, Giugno 1930

      Siamo quasi alla fine della fase di discesa della depressione
      Harvard Economic Society(HES), 15 Novembre 1930

      I Monti e i Letta sono sempre esistiti.

      Elimina
    2. Già.... e pare che tengano duro....siamo al terzo anno di bufale e di misure inutili...poi da loro arrivò Roosvelt.....da noi chi arriverà...?

      Elimina
    3. Leggo che secondo Galbraith furono almeno cinque i fattori di debolezza nell'economia americana responsabili dell'inizio della crisi:

      - cattiva distribuzione del reddito;
      - cattiva struttura, o cattiva gestione delle aziende industriali e finanziarie;
      - cattiva struttura del sistema bancario;
      - eccesso di prestiti a carattere speculativo
      - errata scienza economica (perseguimento ossessivo del pareggio di bilancio e quindi assenza di intervento statale considerato un fattore penalizzante per l'economia).

      Potremmo fare un copia incolla....e non avevano l' euro.....!!

      Elimina
  8. "Non è previsto che si verifichi se il modello economico-finanziario adottato sia stato confermato oppure confutato dai fatti e se e le ricette prescritte abbiano avuto gli effetti promessi oppure siano state smentite. Quello che conta è il rapporto di approvazione-disapprovazione con l’Autorità, non di successo-insuccesso con la realtà."
    (Marco della Luna)

    Parole sante....Sappiamo inoltre chi è l'Autorità,che non abita a Roma....il tutto quindi volgarmente tradotto,è il rapporto tra servo e padrone.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. .....e da cui discende che popolo,voto e orpelli democratici non contano una mazza....é tutto cosa loro,cioè Cosa Nostra...

      Elimina
  9. Un altro Capo di Stato estero,che ci rimprovera,per il nostro atteggiamento a difenderci dal tracollo.
    In questo caso....il Vescovo di Roma...Francesco Bergoglio.
    Possibile che non capisce,che la gente che arriva a Lampedusa....non ha nessun mestiere...non sanno fare niente....inutilizzabili/inaiutabili se non con un pasto caldo....solo un ulteriore peso per il nostro bilancio, che,malgrado,tutta la buona volontà...è insostenibile per un Paese che di propri poveri ne ha già il 30%.
    Tutti i buonisti,al governo ad applaudire(menomale che c'è un Cicchitto),tanto vicino alle loro case....con scorta perenne di camionetta di servizi d'ordine...non si potranno avvicinare.
    Ancora meno potranno trovare riparo sotto il colonnato di San Pietro...perché a parte le belle parole li cacceranno via in malomodo.
    E allora visto che di poveri a Roma non ne difettiamo,e la sua missione è consolarli e dargli speranza....perché quel viaggio inutile e dannoso a Lampedusa?
    Ma non è doppiamente dannoso abbandonare le sue pecorelle,per dare alla fine solo false speranze a dei disperati,che impoveriranno ancora di più il suo popolo,senza migliorare di nulla la loro condizione ....Perché incoraggiare viaggi inutil della speranza?
    Allora bisogna giocare d'astuzia...aiutiamoli ad emigrare negli stati membri dell'Europa più ricchi di Noi...Vedrai che quando si incominceranno ad incazzare pure loro... queste pensate umanitarie non saranno più applaudite.Ciao Tonino

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si potrebbe dire alla tua lucida disamina che il papa fa il papa ,i politici i politici (o almeno dovrebbero) e gli ipocriti fanno gli ipocriti.
      I "politici" vaticani infatti si guardano bene dall'abolire il reato di immigrazione clandestina...come d'altronde in tutta europa.
      Solo noi,avendo il duo boldrini-congo,ci permettiamo certi lussi,specie in questo momento,in cui notoriamente il Paese attraversa una fase di grande prosperità,avendo risolto tutti i problemi....
      Gli ipocriti poi (quelli con scorta e non) capirai se non si buttano su qualsiasi cosa possa far loro una figura di anime belle e sante a buon mercato,anche per far dimenticare i loro misfatti o per bassi calcoli elettorali.....farebbero pure una campagna pro zecche...se tornasse utile alle loro bottegucce in fallimento...

      Il fenomeno immigrazione è un problema troppo complesso per lasciarlo in mano sia ai veri razzisti che ai falsi buonisti.....il buon senso non abita qui,come per molte altre cose....basterebbe non confondere accoglienza con stupidità e tafazzismo.....ciao Tonino

      Elimina
    2. Sai,poi mi viene in mente anche un altro sospetto....e cioè quello dei due litiganti,e del terzo che gode.....

      Elimina
  10. il problema non sono le loro menzogne ma la gente che ci crede a tali castronerie..

    felicissimo di vedere il logo della federazione anti euro (:

    quando una manifestazione nazionale espressamente pro lira???

    lelamedispadaccinonero.blogspot.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. anche questo è vero...ma le responsabilità sono diverse
      Sempre anti UE ed euro,senza se e senza ma...

      C'è n'è una a Roma il 5 ottobre....ma diventa sempre più difficile....aderiscono in tanti,poi se ne presenta un decimo...le ultime against troika,sono state un fallimento,quattro gatti a Torino,milano e Firenze...mentre in tutta europa c'è stato il pienone
      E qui,do ragione a te,qui la responsabilità è della gente che pare inebetita....questi coglioni vanno solo in piazza pro o contro berlusconi.....non capiranno mai...

      Elimina
    2. @johnny

      i coglioni che vanno in piazza per uno o l'altro motivo sono invogliati dal viaggetto gratis a roma con annesso panino e bandierina forniti gratis...

      sai qual'è il problema?sarò forse un pò troppo cinico ma è così : si sta ancora troppo bene in italia per questo non c'è uno spirito di ribellione...

      sto aspettando l'attivazione del meccanismo eu di stabilità, forse dopo licenziamenti statali di massa e decurtazioni sulle pensioni si potranno svegliare gli animi...

      lelamedispadaccinonero.blogspot.it

      Elimina
    3. Forse è vero quanto dici sul piano economico,non sono tutti alla canna del gas....anche se vasti strati della popolazione è indubbio che siano in estrema sofferenza,e non credo dei più benestanti.
      Ma se la rivolta non la fanno questi,se non la fa il 30% di disoccupati giovano...che la deve fare?

      Inoltre,a parte il lato economico,esiste pure un problema di libertà,di continue limitazione degli spazi personali,di censura,di leggi liberticide,di colonia o protettorato usuraio....non interessano più queste cose?

      Se è così,non ne usciremo mai.

      Elimina
    4. no Johnny è impossibile uscirne...
      hanno lavorato nell'ombra in tempi non sospetti, ci hanno resi stupidi e succubi dell'informazione che è pura e semplice propaganda europeista-mondialista...

      gli italiani inizieranno a capire nel momento in cui sarò troppo tardi

      Elimina
    5. Sai,per quanto si possa ampliare la consapevolezza della gente succube della disinformazione,sarà sempre troppo ristretta,come sempre è stato nella Storia.Ogni rivolta è stata sempre opera di una minoranza che a seguito di questa lotta è andata via via ingrossando le sue fila.Il popolo è così.Non se ne esce,se la popolazione resta passiva e sopratutto se nessuno si incarica di organizzarla per la lotta.non è detto che si vinca,ma non si può non tentare.Purtroppo molti gruppi antagonisti pensano al voto,illudendo i propri sostenitori....a mala pena riusciranno a raccogliere le firme per la lista e saranno inevitabilmente infilzati dalla soglia di sbarramento.
      La lotta deve essere fuori dal parlamento e deve essere una lotta dura...non vedo altre alternative.

      Elimina
    6. concordo... vediamo il mondo quasi nella stessa maniera

      Elimina
  11. Báo giá Dịch vụ báo cáo tài chính cuối năm tại quận thanh xuân
    Báo giá Dịch vụ báo cáo tài chính cuối năm tại quận hà đông
    Báo giá Dịch vụ báo cáo tài chính cuối năm tại quận long biên
    Báo giá Dịch vụ báo cáo tài chính cuối năm tại quận đống đa
    Báo giá Dịch vụ báo cáo tài chính cuối năm tại quận ba đình
    Báo giá Dịch vụ báo cáo tài chính cuối năm tại quận tây hồ
    Báo giá Dịch vụ báo cáo tài chính cuối năm tại quận hoàng mai
    Báo giá Dịch vụ báo cáo tài chính cuối năm tại thanh trì
    Báo giá Dịch vụ báo cáo tài chính cuối năm tại quận hoàn kiếm
    Báo giá Dịch vụ báo cáo tài chính cuối năm tại quận hai bà trưng
    Báo giá Dịch vụ báo cáo tài chính cuối năm tại quận thủ đức
    Báo giá Dịch vụ báo cáo tài chính cuối năm tại quận tân phú
    Báo giá Dịch vụ báo cáo tài chính cuối năm tại quận phú nhuận
    Báo giá Dịch vụ báo cáo tài chính cuối năm tại quận bình tân
    Báo giá Dịch vụ báo cáo tài chính cuối năm tại quận tân bình
    Báo giá Dịch vụ báo cáo tài chính cuối năm tại đông anh
    Báo giá Dịch vụ báo cáo tài chính cuối năm gia lâm
    Báo giá Dịch vụ báo cáo tài chính cuối năm tại quận 1
    Báo giá Dịch vụ báo cáo tài chính cuối năm tại quận 2
    Báo giá Dịch vụ báo cáo tài chính cuối năm tại quận 3
    Báo giá Dịch vụ báo cáo tài chính cuối năm tại quận 4
    Báo giá Dịch vụ báo cáo tài chính cuối năm tại quận 4
    Báo giá Dịch vụ báo cáo tài chính cuối năm tại quận 5
    Báo giá Dịch vụ báo cáo tài chính cuối năm tại quận 6
    Báo giá Dịch vụ báo cáo tài chính cuối năm tại quận 7

    RispondiElimina