venerdì 14 giugno 2013

IL GRANDE AFFARE EURO

Più di ogni discorso,i grafici sottoriportati mostrano a chi abbia veramente giovato l'introduzione dell'euro a parità fissa e in aree strutturalmente diverse,in aree valutarie non ottimali.
Si va dalla situazione pre euro (1997) ai nostri giorni (2011).I motivi sono stati ampiamente descritti in questo blog in precedenti post e commenti.
Particolarmente inquietante é la posizione dell'Italia ,sempre ai vertici dei paesi esportatori e che ha visto, nel corso degli anni dell'euro,un drastico ridimensionamento di questo ruolo.


Saldi della bilancia commerciale dei principali Paesi membri in % del PIL
 (fonte: S. Bell Kelton)













Qui sotto,l'andamento dei salari reali,a smentire il bengodi salariale del paradiso tedesco,altro luogo comune caro ai neoliberisti,e a conferma del dumping salariale praticato.

L’andamento dei salari reali europei (prezzi del 2000). Fonte: OECD.



Ad ulteriore illustrazione del lavoro in Germania .

http://vocidallagermania.blogspot.it/2013/06/the-dark-side-of-boom.html

http://www.lettera43.it/economia/macro/germania-il-paradiso-del-lavoro-nero_4367598943.htm#.UbssBcrnptg.twitter

15 commenti:

  1. Veramente un'affarone! Da primi esportatori europei a paese di serie B.
    Ma è mai possibile che questi dati e tanti altri negativi continuamente pubblicati non mettono dubbi alle zucche vuote di chi ci governano?
    No,non è possibile.Quindi siamo ad un prolungamento del governo Monti,ben consapevoli della distruzione di un paese e d'accordo in pratica da buoni acari con quelli che dovrebbero combattere.
    Non c'è un'altra ipotesi.Vergognosi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti,non è possibile non accorgersi di una cura che sta uccidendo il malato,ergo al capezzale c'è gente in combutta con gli usurai

      Elimina
  2. Guardate dov'era la Germania prima dell'euro! Da Prodi,Amato,Ciampi...a Monti - i grandi tecnici del piffero - e ora Letta,un piccolo fattorino Bilderberg,tutti venduti al Potere Usuraio.
    Che possano schiattare!

    RispondiElimina
  3. Sono di Roma
    Nella capitale,invasa da (dicono)circa 100.000 amanti delle due ruote a motore,stiamo vedendo sfilare(da due /tre giorni),con "molta civiltà" i patiti di tutto il mondo della famosa Harley Davidson(la famosa moto dei mitici anni 55/ 60 dei Marlon Brando e James Dean...e un po' dei Paul Newman.....Domani messa in piazza e Francisco,ne benedirà 800 ammessi ad entrare nel colonnato... in genere riservato per più alti rituali.
    Nessuno scontento a Roma,"anzi" contenti,per un incremento turistico inaspettato,che porterà un po' di valuta "pregiata"...e che in qualche modo andrà a finire nei cassetti "vuoti "dei commercianti Romani.
    In fondo ,il turismo,è l'unica industria,che "ancora" ci è rimasta,e che "Potere Usuraio"non ha potuto "trafugarci"...
    Tra i non pochi"incapaci"(occhio che è un eufemismo,altrimenti d'impulso mi sarebbe sfuggito.... disonesti...se non pure imbecilli...ma non mi "permetterei" mai)che si sono succeduti al governo della Patria,quasi tutto è stato "dismesso",o svenduto(con tanti complimenti e soddisfazione degli usurai,forse, loro mandanti)e ciò da diversi "bamboccioni" che..però, venivano definiti(non ho mai capito il perchè)...tecnici,dai fortunati acquirenti.
    Il turismo è rimasto l'unica industria che possediamo ancora... finché, qualche genio economista(magari con titolo conseguito alla Bocconi),non dismetterà anche il Colosseo,Fontana di Trevi,il Camidoglio....e non essendoci limite alla vergogna moderna....c'è da aspettarsi di tutto.
    Che tristezza però....per chi quei tempi li ha vissuti, con la gioia e le speranze della gioventù.
    All'epoca la mitica Harley Davidson...era considerata una moto "insicura",scomoda,anche un pò "pacchiana"...e per il suo costo.... solo appannaggio di tanti ram-polli,figli di quei ricchi di allora, che frequentavano licei per ricchi(in uno dei quali anche Io.... pur "non"essendo ricco,sono stato mandato....perché mio Padre ,con "tanti sacrifici",volle così).
    Ma dove è la morale ,e la tristezza,che questo evento mi porta alla ribalta????
    L'Italia di quei mitici tempi era il "primo" paese costruttore e esportatore di veicoli a due ruote,"Marchi" prestigiosi che vincevano "tutte" le gare su tutte le categorie di cilindrata.I Giapponesi nemmeno esistevano....qualche Inglese,o Crucco.
    Che fine hanno fatto le Guzzi,le Gilera,le Ducati...le più modeste Vespa e Lambretta...fino ai motorini a rullo..... della Garelli,o tipo il Paperino(38 CV).
    Lo chiederei a quei "pseudotecnici(in pratica liquidatori fallimentari) che si autopropagandano,per le loro"svendite"salvatori della Patria....E,il triste....che ne girano ancora alcuni,che "ultimamente" hanno avuto anche l'ambizione di diventare Primi Cittadini dello Stato...pur con il loro non invidiabile curri-culum.Ciao Tonino

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non sono un intenditore delle due ruote,ma abbastanza per sapere che noi eravamo all'avanguardia (ricordi la MV Augusta...di Agostini,la Gilera....)sia come piloti che come motori.....la Ducati,come sai,è stata venduta quest'anno....l
      Ma questo in molti settori....che nessuna Cina oscurerebbe se fossimo liberi di gestirci con la nostra moneta.

      Il turismo....piaga dolente,perchè nonostante tutto tenga,non c'è paese al mondo che possa dare un'offerta varia e superba come l'Italia.l fatto è che potremmo raddoppiare solo che fosse gestito con criterio e senza assurdità e incurie.E qui la colpa è solo nostra.Il turista non è una risorsa da rispettare,ma un pollo da spennare.Non siamo nemmeno capaci di valorizzare l'infinito patrimonio culturale,paesaggistico,naturale.
      Visitando altre nazioni,mi sono accorto che di cose alquanto trascurabili che noi abbiamo a migliaia) creano intorno ad esse un'aureola di straordinarietà,a volte infantile....insomma sanno vendersi (specie i francesi,che pure hanno cose notevoli) come noi non posiamo nemmeno sognarci.

      Elimina
  4. Un grande affare euro e europa, proprio come diceva Romanuccio loro. Siori e siore, dopo i clamorosi successi ad Atene, Madrid, Lisbona ed altre prestigiose località ecco a voi una nuova edizione dello spettacolo 'Neurodeliri, la Soluzione finale'. Presentano i nani e le ballerine del 'governo del fare'...fatti, mica pugnette.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me pare il governo della fame,come il suo predecessore....stanno a discutere di un pugno di dollari,che manco hanno,quando ne regaliamo tonnellate a questi maledetti usurai....
      Vedrai il prossimo decreto del fare....fare ammuina,questo è l'unico fare che stanno facendo,pur di durare....tutto rimandato,annunciato,strombazzato....vedrai che aiuti al lavoro daràò l'europa...!!! briciole,per continuare l'andazzo,senza contare che ben difficilmente le imprese si metteranno ad assumere senza domanda....
      Proprio ieri sera ero a cena con amici,tra i quali un piccolo industriale cartario che giustamente mi diceva...." possono agevolare le nuove assunzioni fin che vogliono,ma se io non riesco a vendere nemmeno quanto produco ora (che è molto poco rispetto alla capacità produttiva),che me ne faccio?.E all'estero,se non svalutiamo,non sono competitivo..."
      Se the people non ha soldi da spendere,hai voglia....!

      Elimina
  5. Analisi quella di Johnny,che non mi sorprende,ma che comunque lascia sgomenti e ci fa capire quanto le mezzeseghe che sono attualmente al governo,siano così inetti ed incapaci di analizzare la realtà delle cose e di prenderne le opportune contromisure!! Eppure noto, con amarezza e disgusto, questi media servi e leccapiedi che quotidianamente ci propinano l'assurdo,gli imbonitori che combattono e monitano per la salvezza dell'euro che così drasticamente ci ha lasciato in questa palude ove le sabbie mobili ci hanno risucchiato fino al collo!!Noto in particolare il TG2 che ogni giorno ci propina le sparate demenziali del Babbione al colle,che non lesina di ammonirci che " ci vuole più Europa"sempre attorniato da uno stuolo di pseudogiornalisti(Vergara in primis)che pendono come mosci pendoli dalle sue labbra, donde copiose bave,infarcite di subdola retorica e lapalissiane falsità,cadono sui loro taccuini quasi fossero oro colato,anzichè,come sistematicamente si evince,fluido e putrido letame a concimar pennivendoli!(E pensare che in tempi non sospetti questo Pulcinella-Voltagabbana) scriveva e sosteneva l'esatto contrario).I moniti di Napolitano sono come i monologhi di Saviano,quando più uno li sente più lo lasciano indifferente, ma se li ascolti,invece,con attenzione non riesci a giudicar chi dei due e' più coglione!!Abbiamo gia' capito che questo Paese è fallito, ma questa marmaglia usuraia capitanata dagli strozzini ,nostalgici del Fhurer,han fiutato che ci son in giro ancora 8000/mld di risparmio privato,forse ci tengono in vita per spennarci de tutto!!Saluti Tony

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pe carità...ce n'eravamo liberati del Pulcinella....ma no,non c'è verso dobbiamo sorbircelo ancora e pure i soliti predicozzi....ha detto che avrebbe accettato di ritornare solo a certe condizioni e cioè che il governo facesse quel che c'è da fare....finora nulla....e c'è poco da sperare....vedremo se manterrà la parola,cosa di cui dubito....continuerà le sue inutile prediche e buonanotte...

      A sentire i telegiornali,tutti....c'è da vomitare sulla disinformazione sistematica su qualsiasi cosa,parlano di un mondo virtuale che esiste solo nelle loro teste bacate di servi dei servi....

      Elimina
    2. scusate quando la Volkswagen avrebbe diviso gli utili con i dipendenti??

      Elimina
    3. non saprei,che io ricordi....ma perchè lo chiedi a noi?

      Elimina
  6. Per ridere
    Prima della rivoluzione epocale,dalla lira all'euro,guidata dal prode Professore dal sorriso "facile"....mia madre prendeva circa 950mila lire di pensione,e con quella di mio padre ci "sopravvivevano",con dignità..
    In accordo allo statuto voluto nell'"oscuro"ventennio...(fu fondata l'INPSF,l'F sta per "fascista"...poi tolta)....si faceva un prelievo forzato di una parte dello stipendio,quando si era giovani...per "ridarlo"nell'epoca più triste della vecchiaia...e garantire,così, una vita dignitosa ai vecchietti...senza costringerli a rubare qualche scatola di tonno al supermercato per sopravvivere(come succede oggi).
    Il rapporto era chiaro..i soldi,versati, erano "blindati" e garantiti dallo Stato(con la S maiuscola).non era una gentile concessione della Fornero....e non era concesso a nessun improvvisato esperto di qualsiasi sesso o titolo di studio tagliuzzare quanto dovuto di quello che si chiamava STIPENDIO DIFFERITO...
    Vorrei vedere se il rapporto fosse stato stabilito con una con una banca...e allo sportello ti ridavano meno del pattuito...quanti giusti insulti avresti diretto al banchiere ladro e.... non risparmiatore.
    Intanto prima di ridere,la triste notizia della vecchietta che per mangiare ha rubato una scatoletta di tonno...condannata(giustamente perché il REATO c'è)....ma almeno un po' di disprezzo per chi ha fatto e mantenuto(non ritirao) la denucia...IL SUPERMECATO...luoghi dove trovi di tutto,merce tarocca,alimenti scaduti e ritargati,denominazioni d'origine false,etc.etc.
    Complimenti alla rettitudine del "direttore di quel supermercato"(bisogna fare gli Italiani,cominciamo con le vecchiette alla fame)...se il mondo continurà ad evolvere nel verso che vediamo,fara molta carriera come censore della rettidudine umana...,in qualche futuro governo....pover'uomo.
    E dove sono le risate...eccole!!!!...
    Data l'età dei miei "vecchietti"mi hanno sempre delegato ad amministrare i loro beni(puro eufemismo)e Io gli centellinavo i soldi(riuscendoci,e mettendoci del mio)a farli arrivare a fine mese...per evitargli pensieri..ed allungargli la vita...
    Dopo la "geniale"venuta dell'euro ho dovuto dividere per due "la settimana"ai vecchietti..... i proventi della pensione.
    Ebbene ,mia madre che parte dei soldi,li investiva al LOTTO,si trovò la cifra dimezzata...e le giocate dimezzate...con un'incazzatura ben nascosta perché malgrado i miei mille tentativi,non capiva o forse non digeriva che i soldi che riceveva "di botto" erano dimezzati.
    Mi voleva "un gran bene",non mi ha detto mai niente....ma sono sicura che è morta "convinta" che le"fregavo"metà della sua pensione con la scusa... de sto cambio der cavolo de sta moneta del cavolo...
    Io in parte colpevole,perché non lo mai convinta,che chi la stavano fregando, non ero Io,ma la aveva fregata(forse per sbadataggine) un Illustre ,prode economista,che s'era sbagliato(?) ,a fissare un cambio fasullo nel passaggio lira/euro,in rapporto ad altri Paesi,con economisti meno illustri dei nostri(non hanno la Bocconi),ma sicuramente più svegli dei nostri...Ciao Tonino

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bella e pure ironica la vicenda personale con i tuoi vecchietti....chissà,magari pure vissuta da tanti altri ,a loto volta ritenuti da nonni e genitori dei grassatori di pensione....infatti come avrebbero mai potuto spiegare il dimezzamento...?
      Diventa un po' difficile spiegare come nel giro di un paio di mesi 100 diventano 50....
      Hai voglia di parlar di cambio errato al nonno....ma pure ai milioni di lavoratori che con lo stesso stipendio,nel giro di sei mesi si son visti raddoppiati i prezzi di molti beni
      E per questa truffa ci han persino fatto pagare una apposita tassa....pagare per essere truffati..! il massimo...!

      E ora qualche notiziola tecnica.

      I tassi di cambio tra le varie divise nazionali e l'euro furono determinati dal Consiglio europeo in base ai loro valori sul mercato al 31 dicembre 1998,in modo che un ECU (European Currency Unit, Unità di valuta europea) fosse pari a un euro.

      Ciò che è stato fissato è stato il momento in cui si fotografava il cambio della lira.si fotografava un prezzo che si era formato sul libero mercato delle valute (e da qui il cambio fissato fino al secondo decimale), ma, attenzione, non si fissava il cambio, si fissava il momento in cui bloccare i prezzi, trasformando l’ECU in euro (a voler essere precisi si fissò il cambio ECU-euro in 1).

      Infatti le nuove monete saranno in circolazione dal 1° gennaio 2002.

      Nel frattempo sterlina e dollaro si svalutavano rendendo l'euro (e molti paesi della Ue) meno competitivo.

      Il valore dell'Ecu era la media ponderata delle valute dei vari paesi UE,da cui l'Euro...esso stesso risultato della media delle valute nazionali che lo assunsero: il marco tedesco era la moneta più forte, la lira una delle monete più deboli.

      La media ha fatto sì che il marco, che valeva 100, con l'euro vale75(in base appunto al calcolo della media delle valute che passano all'euro),trovandosi quindi la Germania nella condizione di svalutare la propria moneta.E quindi di rendersi competitiva
      .
      La lira italiana invece valeva 50: con l'euro, risultato dalla media delle valute, vale 75,(un cambio troppo alto ),di fatto una rivalutazione e perdita di competitività.
      Ci accorgiamo subito come l'Italia (al pari della Spagna e della Grecia) sia partita subito notevolmente svantaggiata rispetto alla Germania.
      I grafici della Bilancia Commerciale qui nel post illustrati,confermano questi sviluppi.

      Questo ,in estrema sintesi e un po' rozzamente,il discorso,il metodo che ebbe come riferimento il marco.


      Elimina
  7. Địa chỉ học kế toán thực hành
    Địa chỉ học kế toán thực hành Tại cầu giấy
    Địa chỉ học kế toán thực hành Tại từ liêm
    Địa chỉ học kế toán thực hành Tại thanh xuân
    Địa chỉ học kế toán thực hành Tại hà đông
    Địa chỉ học kế toán thực hành Tại long biên
    Địa chỉ học kế toán thực hành Tại nguyễn chính thanh đống đa
    Địa chỉ học kế toán thực hành Tại minh khai hai bà trưng
    Địa chỉ học kế toán thực hành Tại bắc ninh
    Địa chỉ học kế toán thực hành Tại hải phòng
    Địa chỉ học kế toán thực hành Tại tphcm
    Địa chỉ học kế toán thực hành Tại quận 3
    Địa chỉ học kế toán thực hành Tại thủ đức
    Địa chỉ học kế toán thực hành Tại đà nẵng
    Địa chỉ học kế toán thực hành Tại biên hòa
    Địa chỉ học kế toán thực hành Tại đồng nai
    Địa chỉ học kế toán thực hành Tại nam định
    Địa chỉ học kế toán thực hành Tại thái bình
    Địa chỉ học kế toán thực hành Tại bắc giang
    Địa chỉ học kế toán thực hành Tại vĩnh phúc
    Địa chỉ học kế toán thực hành Tại thái nguyên
    Địa chỉ học kế toán thực hành Tại quảng ninh
    Địa chỉ học kế toán thực hành Tại hải dương
    Địa chỉ học kế toán thực hành Tại hưng yên
    Địa chỉ học kế toán thực hành Tại hà nam
    Địa chỉ học kế toán thực hành Tại ninh bình
    Địa chỉ học kế toán thực hành Tại nghệ an
    Địa chỉ học kế toán thực hành Tại vũng tàu

    RispondiElimina