lunedì 13 maggio 2013

I TEDESCHI CONTRO DRAGHI...

....vuole usare la Bce per comprare i 70 miliardi di crediti delle imprese verso lo Stato Italiano

Wolkfgang Shaeuble, ministro delle finanze tedesco, ha un sospetto. Che l'arbitro della politica monetaria europea abbia deciso di indossare una maglietta e scendere in campo con la sua squadra del cuore, l'Italia. I suoi timori, riporta il giornale Der Spiegel
Shaeuble li avrebbe espressi pubblicamente durante un incontro con i parlamentari della Cdu. Secondo il ministro l'idea del governatore "italiano" di rivitalizzare il mercato degli Abs, ossia di asset backed securities (1), sarebbe un piano mascherato di salvataggio di Roma, una ciambella da lanciare al governo Letta.

Di cosa si tratta? Draghi nella sua conferenza dopo il taglio dei tassi, aveva spiegato che, in caso di necessità, nell'arsenale della Banca Centrale europea c'erano già pronti altre due armi. Armi molto efficaci.
La prima è l'indicazione di un tasso negativo per i depositi delle banche presso la Bce.
Oggi molti istituti di credito prendono i soldi a prestito da Francoforte e poi li lasciano lì perché hanno paura di rischiare. Un tasso negativo libererebbe quelle risorse che, secondo Draghi, potrebbero finire o all'economia reale o essere investiti in valute facendo abbassare i corsi (oggi troppo elevati) dell'euro rilanciando le imprese che esportano.

Ma a preoccupare il ministro tedesco è soprattutto la seconda misura, quella sugli Abs.
Il piano di Draghi prevede che le banche inizino di nuovo a cartolarizzare (2) i prestiti fatti alle imprese. Significa rivitalizzare quello strumento praticamente morto dopo la crisi dei subprime che ha portato al fallimento di Lehman.
I pacchetti di crediti cartolarizzati dalle banche, poi, sarebbero ricomprati dalla Bce che, in questo modo, libererebbe capitale agli istituti fornendo anche liquidità. Non fa una piega.

Il punto è che Shaeuble pensa che le banche italiane possano approfittare, o essere spinte ad approfittare, di questa eventuale occasione, per "impacchettare" negli Abs i 70 miliardi di euro di crediti che le imprese hanno nei confronti della Pubblica Amministrazione. Un'operazione che permetterebbe a Roma di liberare grandissime risorse, allentando anche il programma di pagamento da 40 miliardi che il governo ha avviato e che porterà l'Italia ad un passo dal limite del 3% del rapporto deficit-Pil.

La proposta Draghi, secondo Schaeuble, costituirebbe infatti "un finanziamento di Stato nascosto".
Lo Spiegel scrive che il capogruppo della Cdu al Bundestag, Volker Kauder, ed il ministro federale dei Trasporti, Peter Ramsauer, avrebbero reagito manifestando forti perplessità alle rivelazioni del ministro.

Lo stesso governatore della Bce ha provato subito a gettare acqua sul fuoco. Da Aylesbury, dove è in corso il G7, Draghi ha spiegato che sugli Abs la Banca centrale "non ha una posizione". Le riflessioni, insomma, sono ancora in corso. Le cartolarizzazioni degli attivi bancari, ha spiegato, sono solo una delle opzioni. Ce ne sono, come detto, anche altre.

Ma l'affondo di Shaeuble si è fatto sentire. Anche perché potrebbe essere solo il primo. La posizione tedesca, quella dei falchi, è stata isolata da Draghi all'interno del board della Bce.
Eppure le "diffidenze" nei confronti dell'italiano, sarebbero riemergendo. Nei discorsi informali qualche membro del board ha iniziato a lamentarsi dell'attenzione del governatore alle cose di Roma.
C'è un fuoco che cova sotto la cenere.

http://www.huffingtonpost.it/2013/05/11/i-tedeschi-contro-draghi-vuole-usare-la-bce-per-comprare-i-70-miliardi-di-crediti-delle-imprese-verso-lo-stato-italiano_n_3259182.html?1368283580&utm_hp_ref=italy

----------------------------
Mah...chissà se è veramente così....arcana che noi non possiamo conoscere....comunque non credo che Draghi si sia speso più di tanto,stando ai fatti,nell'aiutare l'Italia.
La BCE ha concesso a diversi Stati di sforare il deficit di bilancio,ma non a noi.Anzi,la sua posizione in genere nei nostri confronti non è affatto morbida.
Certo ,questa operazione permetterebbe alla nostre PMI di incassare i crediti,cosa che ora stanno facendo col contagocce e spalmati nel tempo,troppo tempo.... sempre ammesso e non concesso che riescano ad incassarli tutti.
Ancora una volta però,dobbiamo riscontrare il ditino alzato dei maestrini tedeschi,che nessun titolo hanno di farlo,viste le loro continue infrazioni e trucchi ai regolamenti europei.
Vedremo chi la spunterà,anche se crediamo difficile che sia Draghi.

(1) L'Asset-backed security (ABS) è uno strumento finanziario, un'obbligazione negoziabile o trasferibile emessa a fronte di operazioni di cartolarizzazione, garantita dagli attivi sottostanti.L'emissione avviene a opera di SPV (Special Purpose Vehicle) create da banche, imprese o pubbliche amministrazioni.
Queste trasferiscono alle SPV crediti o altre attività finanziarie normalmente poco liquide (di difficile negoziazione, ad esempio crediti da mutui).
La SPV emette obbligazioni (le obbligazioni ABS) collocabili sui mercati, soprattutto se hanno un buon rating. I crediti ceduti sono costituiti a garanzia del pagamento delle obbligazioni emesse.


(2) Cos’è la cartolarizzazione

La cartolarizzazione è una tecnica finanziaria grazie alla quale dei crediti illiquidi come quelli connessi a mutui o prestiti al consumo, vengono trasformati in titoli obbligazionari liquidi scambiabili sul mercato secondario.

Ricordiamo, per la cronaca, l'uso distorto di questa operazione che venne fatto a suo tempo in USA.

Con un costo ridicolo del denaro,le banche tipo Lehman Bros,facevano accendere mutui a dei nullatenenti per l'intero importo della casa.Nel contempo scommettevano coi derivati che non avrebbero pagato e si assicuravano con l'AIG,la più grossa compagnia di assicurazioni Usa.
Poi prendevano un fascio di questi mutui e li cartolarizzavano,cioè ne facevano un TITOLO che vendevano in tutto il mondo guadagnando miliardi.
Per un po' tutto bene,poi quando gli interessi han cominciato a salire e le famiglie non potevano più pagare le rate del mutuo (addiritura accendevano un altro mutuo per pagarle,banche consenzienti),il baraccone é scoppiato,la famosa bolla immobiliare.
Risultato: i titoli cartolarizzati erano spazzatura,l'AIG ha pagato fin che ha potuto e poi é fallita,idem la Lehman...le altre banche piene di questa spazzatura le ha salvate la FED con denaro pubblico.
In Europa ....le banche che avevano comprato (tutte) questa spazzatura, fallite o salvate dalla BCE con tonnellate di euro...che naturalmente sono finite sul gobbo a noi.
Alla fine,nessuno dei truffatori ha pagato.
Tra parentesi,queste operazioni continuano tuttora in Usa,specie sui prestiti al consumo....

11 commenti:

  1. Che Draghi voglia favorire l'Italia non ci credo manco morto, io vedo almeno due possibilità:

    1) I crucchi rivogliono la poltrona
    2) Le elezioni federali tedesche del 2013 si terranno il 22 settembre 2013 per il rinnovo del 18° Bundestag, non credo sia necessario aggiungere altro.

    .. e possono essere vere entrambe.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Probabilmente è così.....primo perchè vogliono comandare loro la Bce,come in passato.....secondo per assecondare la vulgata che gli italiano sono ricchi,non lavorano e spendono....corda sempre presente e pizzicabile nell'elettorato crucco.

      Elimina
  2. In pratica draghi propone il metodo Lehman...sperando che le banche non lo uccellino (o magari d'accordo) cartolarizzando anche schifezze di derivati che hanno ancora in carico insieme ad assets normali.
    Non credo che riuscirà l'operazione che ha in mente,l'opposizione tefesca è troppo forte,e già pare che draghi abbia fatto marcia indietro.

    PS- Ho letto l'ultimo vs articolo sulla profezia euro di Kaldor sul sito della Federazione Antieuro,un'altra testimonianza che questa europa non può funzionare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Neppure io credo che passerà.....Kaldor è un altro che si aggiunge a Mundell,Frenkel....che in temi non certo sospetti avevano già previsto l'esito di questa truffa europea...

      Elimina
  3. Certo che le studiano tutte questi truffatori....! Mi riferisco al trucco di rendere liquido,denaro contante un mutuo che manco si sa se verrà pagato.Raccoglierne una decina,venti trenta....e farne un titolo da vendere in tutto il mondo.Garanzia...spera in dio!
    Intanto il fatturato aumentava ,gli azionisti incassavano lauti dividendi e i managers ancor più lauti compensi.Tutti guadagnavano,meno quelli rimasti col cerino in mano.....e le banche?
    Ad eccezione di Lehman,niente paura,ci pensano i soliti contribuenti,tramite Fed.To big to fail.....Rik

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' sperabile che la BCE,nel caso,non faccia di questi inghippi e vigili su quanto le banche cartolarizzano...

      Elimina
  4. grazie Johnny anche per le precisazioni di coda......io sono molto scettico, Draghi non mi ispira nessuna fiducia........anzi e' lui che tiene in mano "il balin" per i tedeschi alla fine e mi sembra questa una cosa che non verrà attuata o che nasconde qualche inghippo, troppo bello per essere vero.....ma se lo fosse ben venga........altrimenti che centralizzino sta banca e facciano l'unione degli stati, un po prima magari che questi collassino favorendo ulteriore speculazione...certo che è un bel macello da seguire sta faccenda!! ciao shadow

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pure io son pessimista che questa cosa vada a buon fine e che draghi tifi per noi.....ma vorrei sperarlo,sopratutto per queste aziende e perevitar magari altri suicidi....perchè se aspettano quelli promessi da Monti e Letta,stanno freschi.Dei famosi 40 miliardi (e sono già la metà dei crediti....l'altra metà a quando?) promessi in due-tre anni se non ricordo male,e 10 quest'anno,finora ne hanno stanziati realmente 1,8 ,e già le domande son chiuse,completo.E quasi tutte a favore di grandi gruppi.Vedi un po' tu che speranze avranno le PMI...confidiamo nello Spirito santo,comunque.
      La BCE non farà mai come la FED americana,prestatore diretto di ultima istanza.....i soldi devono andare agli stati,non alle banche che poi li vendono in pratica agli Stati.Se uno ci pensa,è una cosa allucinante....
      Non ho nemmeno fiducia in un altro tipo di Europa unita,il tempo é scaduto e pure i danni....ormai è meglio che scoppi e ognuno si riprenda i suoi giocattoli.

      Elimina
  5. Tutte notizie interessanti ,quelle che ci hai descritte...ma ci fanno venire dubbi addizionali....Se in alto non slentano la "Borsa"...e in Italia non arrivano un po' di soldi freschi a breve termine....tutti gli studi fatti nella conventicola di"Spineto"....dai ministri di turno..col termine fissato dei "Cento Giorni"....vanno a finire "a donne pedute".
    Ma che gli è venuto in testa a Letta di fissare...il risultato a cento giorni...questo è storicamente un lasso di tempo che porta jella....Napoleone docet.....Il tutto fini,con la restaurazione di Luigi XVIII dopo la catastrofe di Waterloo...
    Guarda caso questa localita,non a caso, è stranamente vicinissima,(pochi chilometri) a Bruxelles....Ciao Tonino

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci sono stato anni fa a Waterloo.....daBruxelles appunto,dove mi è capitato un episodio carino e nello stesso tempo inquietante...
      Ero cena con amici in un ristorante di certe pretese,quando entra Tajani con una compagnia di eurodeputati misti,franco-spagnoli-italiani.Sentendoci parlare in italiano, ci saluto e ci fece qualche domanda di circostanza...idem le risposte.
      Alla fine chiedemmo il conto,Tajani ci sentì e ci disse "già pagato."
      Momenti di sconcerto,ma no...non doveva...insomma,la solita manfrina.Lui insisteva,e così ringraziammo e ce ne andammo.
      Carino per il gesto,inquietante perchè si vede che i soldi correvano senza tanti problemi di rimborsi.Credo che il conto fosse anche salato...e noi eravamo in cinque.Se tanto dà tanto....
      Credo che i ristoratori di Bruxelles siano diventati tutti ricchi....

      Non so che può servire Spineto...mah...se poi leggi il prossimo post,mi sa che i 100 giorni obbediscano anche in questo caso alla regola....

      Elimina