mercoledì 8 maggio 2013

ECONOMICIDIO


COMMISSIONE ONU: LA POLITICA UE VIOLA I DIRITTI UMANI IN GRECIA

Arrivato in Grecia per una ispezione il commissario ONU per i Diritti Umani, nella sua conferenza stampa, ha dichiarato che “ le condizioni d’austerità imposte al paese (dalla Troika di Bruxelles e dalle banche creditrici) stanno minando i diritti umani della popolazione”.

Questo quanto affermato da mr. Cephas Lumina, esperto inviato dalle Nazioni Unite, dopo aver girato per due settimane il paese in lungo ed in largo per accertarsi delle condizioni reali nelle quali vive la popolazione e per capire quale sia stato l’effetto della crisi e delle misure di austerità sull’esercizio delle garanzie fondamentali quali quelle economiche, sociali e culturali che sono proprie di una società civile.
Lumina ha dichiarato che oltre il 10% della popolazione vive in condizioni di povertà assoluta, che la disoccupazione fra i giovani è arrivata oltre al 59% della forza lavoro, che un terzo della popolazione manca di qualsiasi forma di assistenza medica, che nel paese non esiste una rete di assistenza sociale.
Ha spiegato inoltre che il programma di austerità imposto dal governo è stato varato nel contesto di un sistema di protezione non adeguato per fronteggiare l’impatto delle misure di austerità che hanno avuto l’effetto di moltiplicare la disoccupazione, i tagli ai salari ed il forte aumento delle imposte.
Nel corso del 2010 la Grecia era stata costretta , per evitare la moratoria, dalla BCE e dal FMI e dalla Commissione Europea a varare un programma di tagli alla spesa pubblica per ottenere un possibile riscatto finanziario ed allo stesso tempo un piano di riforme strutturali per ridurre il deficit fiscale.
Nonostante queste misure l’economia si è ulteriormente contratta per il 25 % circa e la recessione si è aggravata e si è verificata la fuga dei capitali dal paese.

La situazione dimostra chiaramente che le misure adottate, essendo troppo rigide, hanno provocato una contrazione dell’economia e pesanti costi sociali per la popolazione, oltre all’alta disoccupazione, un elevato numero di senzatetto (più di 25.000) povertà diffusa e forte diseguaglianza sociale.
Su un totale di 1,3 milioni di disoccupati solo 160.000 persone ricevono i sussidi di disoccupazione, ha detto Lumina, mentre tutti gli altri non godono né di sussidi né di assicurazione sanitaria. Particolarmente grave la situazione delle tante famiglie con bambini, alcune di questi vivono sotto la soglia di povertà ed i bambini risultano denutriti.
Gli ospedali sono pochi e carenti, mancano le medicine e le attrezzature per le cure mediche indispensabili tanto che si è registrato un alto numero di decessi fra i malati e le persone anziane.
I diritti umani fondamentali rischiano di essere soppressi in conseguenza di queste politiche di austerità, delle avvenute liberalizzazione e delle privatizzazioni imposte al paese ed attuate dal maggio del 2010.
Tragica poi la situazione degli immigrati presenti nel paese (circa 470.000 senza permesso di soggiorno) in quanto soggetti a sfruttamento ed abusi , vivendo in condizioni precarie e soggetti ad attacchi razzistici.
Dopo aver fatto queste considerazioni il commissario ONU ha chiesto inutilmente alla Troika di Bruxelles di includere i diritti umani nel programma di austerità della Grecia ma, nonostante che il rapporto di Lumina sia scioccante e siano necessarie azioni immediate per porre fine alla distruzione del popolo greco, la sua relazione finale non verrà sottoposto al Consiglio sui Diritti Umani dell’ONU prima di marzo del 2015, senza che l’Europa e le autorità di Bruxelles e Francoforte provino la benchè minima vergogna!

Alla luce di quanto si sta verificando in Grecia, un vero è proprio annientamento della popolazione greca e della società civile, viene spontaneo farsi delle domande: questa è l’Europa che si voleva costruire, dove sarebbero i vincoli di solidarietà che dovrebbero unire i vari paesi, queste le politiche che dovrebbero produrre la crescita e preoccuparsi del benessere dei cittadini? Sembra piuttosto che l’unica preoccupazione dell’oligarchia europea in Grecia, come anche in altri paesi, sia solo quella di mettere a posto i bilanci delle banche e garantire la stabilità finanziaria a scapito non solo del sistema economico del paese ma anche dei diritti umani fondamentali . Al di sopra dei popoli si erge l’ombra della BCE, della Commissione Europea con i suoi funzionari dediti alla lettura dei bilanci e incapaci di accorgersi dei drammi che causano con le loro decisioni, calpestando i diritti dei popoli, la sovranità nazionale ed imponendo condizioni punitive e disumane .
La questione viene oggi sottaciuta dai media poiché non si vuole “disturbare” l’opinione pubblica e soprattutto gli interessi del partito unico trasversale, quello dell’euro che accomuna in Italia Centro Sinistra e Centro Destra, entrambi succubi dell’eurocrazia di Bruxelles.

La Grecia ha perso tutte le sue industrie, gli armatori che una volta erano la forza del paese, tutti trasmigrati all’estero, ha perso migliaia di giovani emigrati all’estero in cerca di lavoro, si appresta a vendere anche le isole per ripagare il debito accumulato con le banche, non gli rimane che uno scatto di dignità e richiedere una fuoriuscita dal sistema dell’euro ed un concordato sul debito ma fino a quando al governo del paese ci sarà Papademos (il Monti greco) associato con l’elite finanziaria europea e fiduciario di questa, sarà difficile che questo avvenga.
Possiamo apprendere la lezione che ci viene da quel paese e prepararci al destino che potrebbe attenderci.

(Luciano Lago)

 - http://www.informarexresistere.fr/2013/05/07/commissione-onu-la-politica-ue-viola-i-diritti-umani-in-grecia/#ixzz2Sg48Xp45

http://www.elmercuriodigital.net/2013/05/cephas-lumina-las-condiciones-del.html

- http://www.stampalibera.com/?p=62757

------------------------------------------
Non è azzardato chiamare criminali questa gentaglia di Bruxelles,BCE e Troika.....che stanno distruggendo interi popoli e paesi.
Quanto all'Onu,ancora una volta,nei fatti,si dimostra la sua inutilità.Esamineranno la relazione nel 2015!!! Ma vi rendete conto della presa in giro di questo organismo parassitario,un baraccone elefantiaco,un palazzo di vetro buono solo a nascondere la cattiva coscienza di dittatori criminali  e che mai,dico mai nella sua storia ha risolto qualcosa.Anzi,spesso ha contribuito ad aggravare il problema....
----------------------------------------------------------------

ECONOMICIDIO: STA ARRIVANDO IN GERMANIA

Ora il veleno sta lambendo proprio lei, la signora teutonica degli sprezzanti strali contro noi ‘Maiali’. Il mostro si rivolta contro chi l’ha creato, il virus sta uccidendo lo scienziato che l’ha fatto vivere. La Germania è attonita, non si capacita, ma come?
Come è possibile?
E’… E’… UFFICIALMENTE IN RECESSIONE.

 Il valore di un’analisi sta nel suo avverarsi. Se è corretta, se ha veramente capito come funziona un sistema, essa indovinerà l’inevitabile. La Mosler Economics MMT (ME-MMT) che io divulgo in Italia ha denunciato una cosa sopra ogni altra: il costrutto dell’Eurozona è insostenibile, distruggerà tutta l’Unione Monetaria, non solo Italia o la Grecia.

Infatti. Ora il veleno sta lambendo proprio lei, la signora teutonica degli sprezzanti strali contro noi ‘Maiali’.
Il mostro si rivolta contro chi l’ha creato, il virus sta uccidendo lo scienziato che l’ha fatto vivere.
La Germania è attonita, non si capacita, ma come? Come è possibile?
E’… E’… UFFICIALMENTE IN RECESSIONE.

Per chi non ha seguito tutte le puntate, un inquadramento molto semplificato.
L’Economicidio delle democrazie del sud Europa per mezzo della creazione di una moneta unica, anche se pensato 70 anni fa, ha preso la sua forma moderna con la nascita dell’euro.
La Francia lo impone alla Germania negli anni ’80 offrendole in cambio appoggi finanziari (anche in nero) per l’imminente riunificazione.
 In particolare Parigi promette a Berlino di non opporsi alla parificazione monetaria fra Germania occidentale e orientale in un cambio 1 a 1. Non spiego i dettagli tecnici, ma il profano sappia che ciò ha comportato per la Germania qualcosa di simile alla tua banca che in sordina aggiunge uno zero al tuo stipendio mensile per i prossimi 10 anni. Mi sono spiegato? Ok.

Ma la Germania capisce anche che l’Eurozona, pur comportando anche per Berlino la perdita del meraviglioso Marco e la resa della sovranità monetaria, le farà ben altro regalo.
Infatti, in un sistema (l’euro) dove gli Stati diventano come cittadini qualsiasi che non avendo più una propria cassa (non hanno più monete sovrane) devono andare a chiedere prestiti alla finanziaria sotto casa ogni mese, è ovvio che la finanziaria presterà al cittadino meno indebitato con tassi favorevoli, e a quello più indebitato con tassi usurai.
Conseguenza: il cittadino poco indebitato Kurtz avrà un vantaggio nella gara dieci volte superiore a quello dei cittadini Sakis, o Piero, o Fernandez.
Ma per Kurtz la cosa più importante in questa gara truccata, che pur lo penalizza un poco rispetto a prima, è che straccerà Piero, che era il cittadino che prima di questo cambio di monete si lasciava spesso Kurtz negli scarichi, specialmente in produzione industriale, e nonostante il maggior debito (che con moneta sovrana non contava nulla, mentre con l’euro, come detto sopra, invece conta eccome, fregando noi e favorendo i tedeschi).

Detto questo, va detto anche quest’altro: gli economisti tedeschi che stanno al governo sono esattamente come gli economisti che stanno negli altri governi, cioè sono delle macchinette robotizzate che, per dirla alla Sapelli, “sanno quelle 4 formulette Neoliberiste e nulla di più”.
Cioè non capiscono assolutamente come funzionano le monete e i mercati.
Questo significa che, seriamente, gli economisti tedeschi non seppero capire e prevedere quello che ben altri economisti, da Godley a Mosler a Goodhart alla stessa FED americana, avevano ben visto in partenza, e cioè che se un sistema monetario (l’Eurozona) è costruito per fallire, quando fallisce, fallisce per tutti, Germania inclusa. E infatti…
Erano ormai due mesi che ogni tanto scovavo le 20 righe sul Financial Times, o su Market Monetarist, o su Bloomberg, dove qualche bravo analista iniziava a dire “ma… occhio che anche in Germania le cose già puzzicchiano un pochino”.
Sono stato paziente fino a oggi, mentre i miei detrattori, e detrattori della ME-MMT, danzavano al suono di “E allora se è sto euro il problema, perché la Germania va da Dio?”.

Bé, primo non era affatto vero già allora. Infatti nel mio Il Più Grande Crimine avevo dato conto della verità sui ‘mitici’ salari tedeschi, che mitici sono proprio perché che siano così favolosi è solo un mito.
Avevo detto di andarsi a leggere Karl Brenke nel suo Real wages in Germany. Numerous years of decline. Weekly report 28/2009, German Institute for Economic Research, dove si diceva la verità sulla durissima stagnazione dei salari tedeschi da anni.
Altro che favolosi. Poi ora arriva il resto della dose.

La notizia di ieri è ufficiale, il governo tedesco ammette che l’economia del Paese si sta piantando, non c’è crescita, le esportazioni sono in declino, gli ordini aziendali precipitano, gli indici di business (es. il PMI) in peggioramento senza sosta, i consumi che rotolano.
Addirittura la Commissione Europea ha scritto mercoledì che la Germania si sta avviando alla “stagnazione”.
Addirittura è Mario Draghi a parlare di allarme tedesco, proprio ieri a Francoforte:
“La disoccupazione europea è altissima, le prospettive economiche deboli… I dati ci dicono che questi sviluppi stanno intaccando l’economia tedesca” (lo dice lui che è una delle cause! sic).

Cosa è successo? Bé, che la gara truccata dove la Germania aveva fregato l’Italia per mezzo dell’Eurozona e dove oggi se la spassava puntando tutto sul suo mega-export, si è inceppata per questi ovvi motivi: i tedeschi avranno anche distrutto i concorrenti del sud Europa, ma tonti come sono, i loro economisti non hanno pensato che distruggevano anche milioni di loro clienti che gli compravano l’export.
Poi: non hanno pensato che le Austerità teutoniche che ci hanno imposto a suon di sgridate e sberleffi, significavano la paralisi dei nostri governi nella loro spesa, senza la quale noi cittadini ci impoveriamo di sicuro, e da più poveri compriamo sempre meno made in Germany.
Howard Archer, Analista Europa per IHS Global Insight, ha infatti scritto ieri che “Le Austerità dell’Eurozona stanno soffocando la domanda, limitando il potere d’acquisto dei redditi, e aumentando la disoccupazione”.
E Archer non è uno dei Cobas, ok?

Inoltre, il fatto che la Germania super export, sempre per primeggiare nella gabbia dell’euro, abbia costretto così tanto del suo PIL a prendere il volo per andare oltre frontiera a sollazzare altre nazioni, ha esposto il benessere di milioni di lavoratori tedeschi ai capricci anche del resto del mondo, come la Cina.
 E infatti Carsten Brzeski, economista del colosso ING,  ha dichiarato sul Financial Times che :
“In passato le vendite della Germania a partner forti fuori dall’Eurozona l’ha protetta dalla crisi dell’euro. Ma ora con le recessioni che si allargano anche al settore globale, questa immunità tedesca sta sparendo”.
Eccoci, cari tedeschi, arriva anche a voi. Avete creato Frankenstein, e ora sentite il suo fetido fiato sul collo. Benvenuti nel club. Ma, ovvietà fra le ovvietà, la buona Germania ha sempre barato quando ha fatto pasticci, come quando imponeva a noi italiani di tagliare gli aiuti di Stato alle nostre industrie mentre lei se le rinnovava tutte a suon di deficit di bilancio negli anni ’90.

E che fa ora? Bara! Il parlamento tedesco il 25 ottobre scorso ha approvato un taglio dei contributi in busta paga per 6,4 miliardi di euro, come “primo passo” per dare stimolo all’economia. Seguiranno altri incentivi. Attenzione: sono 6,4 miliardi di espansione del deficit tedesco, DE-FI-CIT.
Ma come? Non si doveva applicare il rigore? Non dobbiamo noi italiani fulminare qualsiasi funzionario del Tesoro che elargisca 5 euro alle imprese italiane?
Conclusione: scrivetela voi, noi della ME-MMT sono tre anni che la scriviamo.

(Paolo Barnard)

http://paolobarnard.info/intervento_mostra_go.php?id=487

--------------------------------------
Sono mesi che pure noi denunciamo queste cose che ora si stanno avverando.
La Krande Cermania sta segando il ramo su cui è seduta,non prima però di aver portato sciagure a svariati paesi dell'Eurozona,Italia compresa.Quando parlavamo delle riforme Harz del mercato del lavoro tedesco,dei minijob a 400 euro,della precarizzazione di mezza Germania,agli occhi di molti... eravamo alieni.
Quando sostenevamo che la ragione del successo tedesco non erano tanto dovute al fatto che erano più bravi,più lavoratori,più seri...(pure vero in parte,ma anche più bari),ma fondamentalmente alla studiata e nefasta organizzazione dell'eurozona....eravamo alieni...
La vulgata neoliberista era di tutt'altro parere,compresa tanta misera classe politica spacciata per progressista e invece solamente retriva,incapace di comprendere l'esito di questa grande truffa.
Ma il fatto tragico é che ancora adesso l'armata brancaleone che ci governa,pare non aver capito una beatissima mazza di quanto sta accadendo.Siamo ancora ai discepoli di Monti,ai Letta,ai Saccomanni....che ancora cianciano di austerità,di rispetto del deficit....l
La casa brucia e questi parlano di ius soli,di rom,di commissioni di riforme che mai verranno fatte....di secchielli da spiaggia per spegnere l'incendio.

33 commenti:

  1. Basta poco, che cè vò...
    Sarebbe bastato capire che: se le esportazioni sono fondamentali alla tua economia, non puoi strozzare chi compra la tua merce. Come hai sopra scritto, stanno tagliando il ramo su cui sono seduti, dimostrando di essere solo dei bambini che giocano col fuoco. L'aspetto peggiore è che non s'intende fare niente! Basterebbe obbligare la Germania a smettere con questa politica e tornare in riga immediatamente. Invece pare di vedere dei lemming che corrono verso la morte... degli altri però! Perchè i signori oligarchi hanno già messo via il malloppo per quei tempi che (pure loro lo sanno)saranno terribili.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il fatto è che alla guida dei paesi che dovrebbero coalizzarsi contro questo sistema,sono tutti governati da uomini del giro liberista.
      Pure le speranze dei francesi su hollande sono crollate.
      Infatti,in dieci anni gli oligarchi internazionali e tedeschi (m,a pure i nostri) hanno fatto man bassa,lasciando i popoli in mutande,ora pure quello alemanno.

      Elimina
  2. Secondo alcuni osservatori c'è un gap temporale tra Italia e Grecia di circa 18 mesi, vale a dire che tra circa un anno mezzo ci potremmo trovare nelle medesime condizioni. Non so se sia una analisi corretta, ma sicuramente è plausibile. Forse è per questo che è stata eletta un ex onusiana, ci mettiamo avanti con il lavoro (è una battuta, ma neanche troppo).

    La Germania deve sparire come entità autonoma, come tutti gli altri paesi, probabilmente sarà l'ultima ma non fa una grande differenza.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' difficile dirlo,perchè grande è la differenza produttiva,di Pil.....tra i due Paesi.Certo che con questo andazzo,la prospettiva è tutt'altro che improbabile,a parte il fatto che non potremmo certo resistere altri 18 mesi in queste condizioni.
      Nel piano generale dei mondialisti è certo che anche la Germania sparirà,in fondo è un gigante economico (con qualche piede d'argilla).....e poi non dimentichiamo che è un nano politico e militare...il che non è un gap notevole nello scacchiere mondiale
      Ma questa sparizione è ancora prematura.

      Questo il pil mondiale dei principali paesi 2011

      USA 15,290 2011
      Cina 11,440 2011
      India 4,515 2011
      Giappone 4,497 2011
      Germania 3,139 2011
      Russia 2,414 2011
      Brasile 2,324 2011
      GB 2,290 2011
      Francia 2,246 2011
      Italia 1,871 2011
      Messico 1,683 2011
      Corea S. 1,574 2011
      Spagna 1,432 2011
      Canada 1,414 2011
      Indonesia 1,139 2011
      Turchia 1,087 2011
      Iran 1,003 2011

      Ma è mai possibile che in queste condizioni siamo ancora al 10 posto? Io dico che tornando sovrani,ma alla svelta,faremmo le scarpe a tutti in Europa,come é stato prima dell'euro.
      Non siamo certo l'ultima ruota del carro a livello economico...certo se non avessimo dei cazzoni al comando...

      Elimina
    2. Esportazioni 2011(milioni di dollari)


      1 Cina 1,904,000
      2 Germania 1,547,000
      3 Stati Uniti 1,497,000
      4 Giappone 787,000
      5 Francia 589,700
      6 Corea S. 552,800
      7 Paesi Bassi 550,200
      8 Italia 524,900
      9 Russia 520,300
      10 Regno Unito 479,200

      Da notare il grande balzo della Germania (e già si è spiegata la cosa) e ancora,nonostante tutto, la buona posizione nel ranking dell'Italia (e anche qui si sa il perchè...),pur con cifre molto inferiori ai primi 3 posti,ma sostanzialmente in linea con gli altri.
      Ricordo che dall'entrata dell'euro, la Germania ha visto crescere le sue esportazioni del 55 %, l'Italia solo dell'8 %

      Ora però,i nodi son venuti al pettine,anche per i crucchi che per anni hanno compresso la domanda interna.

      Noi ci siamo ancora,ma ci saremmo ancor di più

      Elimina
    3. i(corrige primo commento): il che é un gap notevole...

      Elimina
    4. Dai un'occhiata ai grafici anche qui,illuminante...

      http://www.linkiesta.it/import-export-italia-germania

      Elimina
    5. Visto, molto illuminante.
      johnny, tu li chiami cazzoni (i nostri governanti), ma sei troppo buono; ecco l'ultima in ordine di tempo:
      http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2013-05-08/corte-conti-bocciate-ultime-180811.shtml?uuid=AbEosCuH

      Elimina
    6. Mi vengono n mente i commenti di quasi tutta la stampa italiota a questo asino di professore.Non solo colluso,ma anche di una incapacità ridicola.Una faccia di bronzo che raccontava panzane grottesche a cui tutti questi scribacchini plaudivano.
      Pensa alla farsa dei 40 miliardi alle PMI.....va bene se ne vedranno un decimo....
      Lasciamo stare sto pirla,faremmo notte a raccontarne le cazzate.

      Elimina
  3. fuori da sto pantano per l'amor di dio..........shadow

    RispondiElimina
  4. "Eccoci, cari tedeschi, arriva anche a voi. Avete creato Frankenstein, e ora sentite il suo fetido fiato sul collo. Benvenuti nel club"...(estratto dall'articolo di Paolo Barnard oggetto del Post).(attenzione il dott Frankenstai genera il "Mostro"....non è il mostro)
    Azzeccata la metafora allusiva,usata dal Barnard(ma poco efficace)...questo personaggio(che conosciamo dal famoso film di Whale, basato sul romanzo di Mme Shelley...appartenente a un bel covo massonico di allora )fu costruito,da un medico, raccogliendo pezzi di cadaveri cuciti insieme,per formare un uomo dotato di vita vegetativa.... ma. di sola intelligenza istintiva...e destinato al completo servizio del suo inventore.
    Forse Barnard alludeva che l'inventore tedesco,costruì un mostro,(da pezzi di cadaveri di Stati europei,cuciti insieme...per avere uno schiavo al suo completo servizio....ma che però alla fine si rivoltò contro di lui...col rischio di distruggerlo).Ci vede un parallelo con l'odierna situazione europea...e,intravede, il rischio che il mostro si stia già rivoltando al suo creatore....Peccato che Barnard sembra non conoscere i finali dei romanzi,costruiti su questo tema....Il creatore(di mostri) si salva sempre....perche conosce come ucciderlo..."just in case"... devitalizzando il mostro da lui costruito....con un po' di paura ma senza troppa difficoltà.
    Si va,risalendo nel tempo, dal romanzo di Meyerink,agli studi del nonno di Marx...sul Golem....fino ad arrivare al dotto Joahnam Alemanno...al servizio alla corte dei Medici.....Tutto materiale che ha ispirato il noto film "Franken-stein"...che nome allusivo.
    Il "personaggio" fantastico trattato,da questi studiosi,non è solo per fornire un metodo per costruire schiavi.....quanto,di più, un monito..."attenzione a crearli".... sapendo,già, come "devitalizzarli..... se si dovessero ribellare ai loro padroni...che li hanno costruiti.
    Che devo concludere che il "Frankenstein"di sempre,continuerà a costruire il "mostro" di turno..... che morirà,perché si ribellerà.... ma sara sostituito da un altro analogo.Ciao Tonino

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sempre apprezzabile i tuoi excursus,in questo caso,letterari....ma non sempre finisce così,cosa che non ci auguriamo...
      Ma veramente ,se non sbaglio, Il romanzo della Shelley si conclude con il mostro che, pentito dei suoi delitti, invoca la morte come rimedio al suo dolore.
      Metafora per metafora,interpreto come il mostro(il sistema euro) si autodistrugge....ci può stare?

      Sicuramente conoscerai anche la storia degli apprendisti stregoni,il mostro che sfugge al creatore.....e all'opera ce sono sul pianeta....o romanzo per romanzo,quelli di Asimov e di Philip Dick ,robot e macchine che si ribellano ai loro creatori. umani....insomma ,non sempre va i un modo...e non è nemmeno detto che si continui a crear mostri dopo averli distrutti....non sempre la storia si ripete,anche se pare che gli ominidi non imparano mai niente......

      Elimina
    2. non imparino...er congiuntivo...

      Elimina
  5. Anche i cugini francesi hanno capito in quale truffa sono caduti dal giorno in cui quel "qualcuno" decise di far entrare la Francia a far parte della grande famiglia "Europa".

    C'era da aspettarselo che nessun giornale e nessuna trasmissione televisiva ne riportasse la notizia, la notizia è del marzo scorso, solo la AFP l'ha riportata dopo aver ottenuto una intervista da Marine Le Pen che in poche parole ha specificato quello che i cittadini francesi vogliono:

    “Je demande solennellement au président de la République d’organiser en janvier 2014 (…) un référendum sur la sortie de la France de l’Union européenne”

    Marine Le Pen chiede al Presidente le seguenti:

    - Definire l’uscita dall’Euro della Francia;
    - L’annullamento del Trattato di Schengen;
    - Proteggere i confini e ridare ordine all’industria;
    - Ricondurre la Costituzione Nazionale prima di quella scritta a Bruxsseles nel Trattato di Lisbona;


    http://actu.orange.fr/politique/marine-le-pen-demande-a-hollande-un-referendum-sur-la-sortie-de-l-ue-en-janvier-2014-afp_1385726.html

    http://www.huffingtonpost.fr/2013/03/02/marine-le-pen-demande-referendum-sortie-ue-francois-hollande_n_2798083.html

    http://www.dailymotion.com/video/xxx2dv_marine-le-pen-demande-a-hollande-un-referendum-sur-la-sortie-de-l-ue-en-janvier-2014-03-03_news

    Si spera che qualcuno dei nostri belli addormentati sugli scranni parlamentari si svegli,invece di azzuffarsi per questioni da pollaio e sparlare di rom,ius di qui e di là...

    Poi c''è un sondaggio che pare fatto da un terrorista....ma no,è Mannaimher,quello che han preso con le mani nel sacco per evasione....e lo credo, non vuol tornare alla lira svalutata,utile per aziende produttrici,ma non per chi inventa e produce numeri,cioè niente...Rik

    http://www.corriere.it/politica/13_marzo_10/referndum-euro-non-entusiasma-mannheimer_7cf57f02-8944-11e2-9abc-68ed907a89d3.shtml

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma non solo ius soli e matrimoni gay......tra le amenità di questa ipocrita sinistra svenduta agli oligarchi il chiodo fisso è "risolvere i problemi del partito affinchè possa rinascere e modernizzarsi"..........robe da pazzi......non ho piu parole....shadow...

      Elimina
    2. Eh,beh...purtroppo i guai del Partito Disperso,Disperato,Dipartito....hanno riflessi su quelli del paese,un'armata brancaleone senz'anima,fatta di reduci DC e PCI,che per 20 anni ha avuto come unica politica l'ossessione berlusconiana e che no ha trovato di meglio che svendersi agli usurai.Mki viene in mente il ridicolo tentativo di accreditamento di Bersani con la Merkel.......ma dove mai si è visto una cosa simile!,una cosa così ridicola...!

      Elimina
    3. lasciamo perdere guarda..detto da questi trasformisti.....il rinascere per modernizzarsi, è come dire mi attacco a qualsiasi cosa, pur di sembrare meno stantio e logoro....mi fanno paura...pure oggi, nonostante l'evidenza dei fatti, nonostante la massima espressione di se degli ultimi 20 anni è stata quella di un ex dc che ha svenduto il paese alla speculazione, nonostante che.... e che..... e che.......io sento ancora dire che loro........ohhhhh...loro!! guaihh......e nonostante il problema centrale sia sta casso di europa...dove loro in fin dei conti ci hanno ficcato......sempre perche gia allora erano delle pippe e sentivano il bisogno di modernizzarsi, di riformarsi.....mamma mia....noh, il problema per loro (molti o comunque una buona parte di loro) è Berlusconi.....devono vederlo morto capito? cosi avranno risolto tutti i problemi.Come si fa a essere cosi limitati non capisco......contenti loro!! ma sarei piu contento io se sparissero da sto paese, sono convinto che il loro ruolo su questa terra è cercare di inquinare il piu possibile la propria e l'altrui onesta intellettuale, sociale e politica......piu di quanto facciano altri, stolti ed ottusi!! Shadow

      Elimina
    4. Mi attacco a qualsiasi cosa pur di stare a galla....non si sa più quanti nomi han cambiato....ma quello che ancora non capiscono e chr l'ossessione berlusconiana alla fine,dove li ha portati?
      A non vincere mai,ad un partito dispersi,disperato,dipartito,defunto...io credo che presto si divideranno e questo partito sarà ricacciato a quello che era Rifondazione,marginalizzato....ne guadagnerebbero tutti...

      Elimina
  6. "Eh,beh...purtroppo i guai del Partito Disperso,Disperato,Dipartito..."....tutti aggettivi che descrivono bene l'effettiva situazione di quel raggruppamento.....molto meglio di "Democratico",aggettivo ufficiale,da loro scelto.
    A meno che Loro non intendevano uniformarsi a ciò che succede ,a più largo raggio in tutto lo Stato......la Democrazia(quella nostrana)...dove tutti possono parlare(non è necessario prima pensare)e anche sparlare,su tutto e tutti....anche se è solo tempo perso.
    Però,con l'arguzia che spesso dimostri, possibile che non ti è venuto in testa...l'aggettivo più appropriato....Partito Defunto?...Ciao Tonino

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh,no...hai ragione,non mi era venuto in mente....e sì che era il più attendibile.....rimedierò...

      Elimina
    2. infatti ieri grandissimo dibattito di deviazione e stordimento mediatico su porta porta incentrato su i processi di berlusconi e la deriva del partito democratico, che nuovamente sentenzia....."dobbiamo riformarci, noi siamo per il no a berlusconi" .in soldoni la stessa menata.......un buon inizio non c'è che dire! ahahahaha shadow

      Elimina
    3. un teatro infinito....e perchè ci stanno?

      Elimina
  7. Re. tuo commento sopra
    "Mi attacco a qualsiasi cosa pur di stare a galla....non si sa più quanti nomi han cambiato"...così hai detto sopra a proposito del comatoso PD...Lo sai che mi piace scherzare ,pur dicendo cose serie,...e allora continuiamo...
    Per stare a galla non devono fare grandi sforzi....è una caratteristica fisiologica che naturalmente hanno(è questione di peso specifico)...resteranno a galla nostro malgrado.
    Invece quello di attaccarsi a "qualche cosa"... fin da ora prevedo l'unico appiglio che gli è rimasto per "attaccarsi"...ma sai che sono un gentiluomo e che nelle ore non protette...non userei mai un linguaggio offensivo alle orecchie dei non adulti...Gli rimane,a parer mio, solo di attaccarsi al.......boh?....fate voi.Ciao Tonino

    RispondiElimina
    Risposte
    1. vero che sono allenati a galleggiare come....e qui glisso per la questione gentiluomo......ma non è detto che vada loro sempre bene....idem per l'attaccarsi....potremmo dire al tram,ma sarebbe riduttivo ed eufemistico....vabbè,ce semo capiti...

      Elimina
  8. sto paese sta diventando un incubo reale! anzi è un incubo! e' angosciante rendersene conto! beata ignoranza......shadow

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ieri sera ho fatto un po di info sull'euro e l'europa.........qualcosa ha attecchito ma rimane questa titubanza conclamata nella gente....se usciamo ci sarebbero perdite del 40%...ora, non so se questo è un dato di fatto oggettivo, ma dopo aver detto tanto dagli albori a oggi, dopo aver portato come esempio il caso greco....cosa sarebbe meglio in fin dei conti......servi dell'usura o italiani con il 40% in meno?? shadow

      Elimina
    2. Perdite di cosa? del valore monetario,potere d'acquisto?

      Come già su questo blog pubblicato,in caso d'uscita (concordata o meno),la svalutazione della moneta é stimata intorno al 25-30%,che come tutti i casi storici della letteratura economica,compresa la valutazione del '92,comportano una inflazione di un terzo,forse meno.SVALUTAZIONE E INFLAZIONE SONO DUE COSE DIVERSE.

      Ora,ne soffrirebbero i creditori,ma non i debitori.Importazioni più care,export competitivo.La svalutazione farebbe ripartire l'economia con export e aumento pil,calo disoccupazione e nel giro di non molto tempo,l'effetto inflattivo verrebbe annullato.
      Il cambio poi della nuova moneta diventa fluttuante e regolato dalla sua domanda offerta' .Se noi facciamo grande export,la richiesta di lire aumenterà,e così si apprezzerà,annullando l'effetto svalutazione.
      Un pirla inumano di giornalista del Sole 24 ore,un certo Plateroti,lo sentivo sproloquiare su un video che se l'Italia esce dall'euro,il costo del petrolio aumenterà di 7-8 volte...SIC !..un terrorista....ma sipuò esser così dementi.!
      A parte il fatto che l'80% del prezzo di vendita consiste in tasse e che il governo sovrano potrebbe sempre calmierare,con il meccanismo in sintesi sopradescritto,questa folle eventualità del pirla é fuori dal mondo.

      Il sistema tende sempre a riequilibrarsi,specialmente in presenza di un Paese con forte apparato produttuio.D'altronde anche tutti gli altri Stati europei riacquisterebbero il cambio fluttuante e non possono certo daneggiarci molto,visto che siamo anche importatori....se vogliono continuare a venderci ancora la loro mercanzia,e quindi non alzare troppo il cambio con noi...
      Quindi noi abbiamo TUTTO da guadagnare uscendo,restando non c'è nessuna prospettiva,mi sembra chiaro alla luce dei fatti.
      Ma il bello è che ci siamo già passati da queste vicende svalutative e senza grandi danni.Si è verificato esattamente quanto ho appena descritto (e già altre volte).....e che detto inter nos,sono pure annoiato di ripetere.
      Non studiate.....e non leggete...my dear guys...mi fate sempre le stesse domande su questo argomento!!
      Nè servi dell'usura,nè il 40% in meno....

      Elimina
    3. Senza poi dimenticare che smetteremmo di pagare interessi,smetteremmo di versare 40 miliardi ai vari Fondi ESM....,riacquisteremmo potere politico,economico e monetario,senza quegli odiosi vincoli dei Trattati Europei.....e inoltre,è sempre meglio riperlo,non siamo la grecia o l'irlanda....

      Elimina
    4. ...siamo il decimo Pil del Mondo, terzo in europa....e l''ottavo esportatore mondiale....in queste condizioni!!!
      Prova a pensare con i prodotti più competitivi.....e libertà di manovrare il cambio e di interventi economici,ora vietati....

      Elimina
    5. questo per capire che vuol essere liberi senza pareggi di bilancio e fiscal compact imposti...ascoltare tutto e bene....tutte coswe dette e stradetta da noi...

      http://www.youtube.com/watch?v=Q8gyhTaZoX8&feature=youtu.be

      Elimina
    6. ahahah ok Johnny non arrabbiarti, se fosse stata una domanda era la prima volta che te la ponevo....la mia era una domanda tra me e me pensando ai miei interlocutori dopo tutta la narrazione della storia e mi riferivo ad una possibile svalutazione del 40% a cui loro hanno fatto riferimento, quanto dici poi alla fine dovrebbe essere quello che ne conseguirebbe e comunque sono ottime precisazioni! preziosissime! non sarà mica l'unica cosa che viene ripetuta qui dai......una volta in piu o in meno! anzi se mi indichi un vostro post dedicato alla questione vado a rivedermelo o magari me lo sono perso non so.......ciao Shadow......

      Elimina
    7. ma dai...era una battuta shad..!.(ma fin lì...)...e ho usato il plurale....fatto sta che sta cosa di svalutazione-inflazione-uscita euro mi è venuta quasi a nausea a forza di spiegarla nel corso di commenti a diversi posts,e non solo qui....ora non ricordo in quali,ma almeno tre quattro volte...cercherò di ritrovarli....ma è solo una ripetizione di quanto detto più sopra....ciao

      Elimina