martedì 5 marzo 2013

L'UNGHERIA SFIDA GLI USURAI EUROPEI


La scelta del premier magiaro Orban di sostituire il governatore della BC  scatena l’ira della stampa internazionale e dell’Unione europea.
Il suo nome è Gyorgy Matolcsy, Ministro dell’Economia.  Un passo, questo, che dovrebbe portare l’istituto d’emissione del fiorino a una politica più gradita al governo.
Orban ha reso pubblica la sua scelta nella sua intervista settimanale alla radio pubblica MR1 e, a chi gli faceva notare che i mercati considerano Matolcsty un rischio, ha risposto: “Questo vuol dire che è il rischio minore”.

Il Wall Street Journal aveva già ipotizzato da tempo che potesse avvenire questo stravolgimento all’interno dell’Ue.
"La Banca centrale e il Governo dovrebbero cooperare tra loro” aveva risposto ad una delle tante domande l’ex Ministro dell’Economia. Ovviamente, la scelta ha fatto adirare la stampa europea.
Anche da noi gli ascari liberisti di Repubblica definiscono il gesto del premier magiaro come “una gravissima sfida ai princìpi del mondo libero e delle istituzioni economiche e finanziarie".
Capito? Se non sei schiavo degli usurai europei non fai parte del mondo libero! 
Ma, fino a prova contraria, l’Ungheria è uno Stato sovrano e il suo Governo è stato eletto liberamente e democraticamente dal popolo. 
Tra l’altro, anche il Giappone sta attuando le stesse politiche del premier magiaro. 
Sempre secondo “La Repubblica”, Matolcsy prende il posto di Andras Simor, banchiere apprezzato da personaggi come Mario Draghi e dal Governatore della americana Fed, Bernanke, oltre che da vari capi di Stato, come Angela Merkel ed Obama. 
Insomma, un uomo di cui i nostri paesi si dovrebbero vantare,un amico degli amici...
Ma ad Orban questo non interessa. 
D’altronde c’è un limite al volere della Germania, degli Usa o della troika. 
E il premier magiaro non è neanche molto incline a rispettare le direttive europee, dato che da quando si è insediato sia la stampa internazionale, sia il mondo delle istituzioni occidentali, non hanno fatto altro che dargli addosso. 
Insomma, l’inserimento di Matolcsy ha acquisito un sapore di nazionalizzazione che non piace a Bruxelles. 

La stretta del governo ungherese sulla banca centrale, in realtà, non è un caso isolato. Casualmente la nomina di Matolcsy viene nello stesso giorno di quella di Haruhiko Kuroda a capo della Banca del Giappone. Anche nel caso di Tokyo, il governo ha deciso di perseguire politiche inflazionistiche per rilanciare l’economia e ha voluto allineare un’istituto centrale considerato troppo timido su questo fronte.
Anche in Europa le pressioni in questo senso sono forti. In Polonia membri di governi, tra i quali il ministro delle Finanze Jan Vincent-Rostowski, hanno criticato duramente la banca centrale. 
In Serbia, il governo di Belgrado dopo le elezioni ho voluto una legge che fornisce ai politici strumenti per controllare la banca centrale. Dopo che il governatore, per protesta, si è dimesso, alla testa dell’istituto è stato indicato un politico.

http://www.losai.eu/lungheria-nazionalizza-la-banca-centrale-e-scatena-lira-dell-unione-europea/

http://www.formiche.net/2013/03/01/ungheria-orban-banca-matolcsy/

19 commenti:

  1. Qualche timido raggio di sole; oltre ai casi che hai citato in Germania nasce il partito anti euro, in Portogallo 'Que se lixe a Troika' con centinaia di migliaia di persone in piazza (e solito silenzio dei media domestici).
    Temo sia ancora prematuro per pensare ad una azione coordinata a livello europeo, al momento sono troppo frammenate e disomogenee le voci che si levano contro i parassiti usurai, ma sperare è sempre lecito.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'insofferenza per questa costruzione artificiale e usuraia europea ormai si sta espandendo.Numerosi economisti italiani e stranieri ne contestano l'impostazione e la gestione rovinosa e antidemocratica.
      Non si possono più ignorare gli effetti nefasti per stati e popoli che l'introduzione dell'euro ha comportato.Già a suo tempo,Federico Caffè ne aveva previsto i disastri.
      Purtroppo i politici che dovrebbero prendere certe decisioni,sono spesso al soldo dei tecnocrati ed è difficile sperare che si oppongano alle scelleratezze che i trattati di Maastricht e Lisbona comportano.Per non parlare dei nostri,allineati a questi usurai peggio degli ascari.
      Nonostante tutto ,oltre che sperare,dobbiamo credere che questa tirannia finisca,magari anche per implosione dello stesso sistema,sempre più in difficoltà...e chissà che salti finalmente fuori qualcuno in Italia che miri alla piena riconquista della sovranità politica,economica e monetaria.

      Elimina
  2. Già mesi fa Orban é stato ricattato dalla Ue,evidentemente non vogliono stati liberi di gestirsi come vogliono.Vogliono uno Stato nello Stato,che é la BC indipendente e incontrollata che risponde solo alla Bce,a sua volta incontrollata.Un vero regime antidemocratico e usuraio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai detto bene,uno stato nello stato....una cosa intollerabile,un vulnus macroscopico all'autodeterminazione di stati e popoli e alle più elementari regole democratiche.Non devono vincere,bisogna continuare ad opporsi in tutti i modi e con ogni mezzo,sperando che finalmente qualche nostro politico capisca finalmente che é nostro interesse andarcene da questa gabbia rovinosa che è questa Europa dell'euro.

      Elimina
  3. Marine Le Pen in poche parole ha specificato quello che i cittadini francesi vogliono:

    “Je demande solennellement au président de la République d’organiser en janvier 2014 (…) un référendum sur la sortie de la France de l’Union européenne”

    In fin dei conti la signora Le Pen chiede al Presidente le seguenti:

    - Chiudere con ordine l’uscita dall’Euro;
    - L’annullamento del Trattato di Schengen;
    - Patriottismo economico, riordinare l’industria, protezione dei confini;
    - Riportare la Costituzione Nazionale prima di quella scritta a Brussel nel Trattato di Lisbona;

    RispondiElimina
    Risposte
    1. i nostri pensano ai gay ed a altre manovre....

      Elimina
  4. Per l'ungheria che sfida la ue, pensa un pò, c'è la lettonia che medita di entrare nell'euro il prossimo anno. Io dico, ma vedono che l'europa è una dittatura totalitaria atta a distruggere popoli e stati, ma se lo facciano un esame di coscienza loro che ancora possono restarne fuori da quello schifo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. già....peggio per loro...intanto anche Francia e Spagna contestano il pareggio di bilancio...il senato regionale tedesco boccia il fiscal compact..pure i liberisti tedeschi di Alternativa per la Germania dicono "facciamola finita con l'euro"....insomma,non ci crede più nessuno...solo ai nostri mentecatti politici che da dementi hanno inserito il pareggio in costituzione in due secondi (a riprova che la costituzione può essere cambiata in un lampo,solo se lo si vuole...) non viene minimamente in mente di occuparsi della madre di tutti i problemi...a vedere gli otto punti di Bersani c'è da restare di sasso come vorrebbe risolvere i nostri problemi,con in più un fiscal compact che non potrà mai essere rispettato da nessuno e che ci sottrae decine di miliardi da destinare,questi sì,a rilanciare crescita e lavoro,invece di finire nelle tasche degli usurai...per non parlare degli interessi sul debito.Pareggio di bilancio,interessi sul debito e fiscal compact....diteci ,ridicoli e dementi politici italiani servi e collusi,come potremmo riprenderci?
      Solo uscendo da questa gabbia usuraia che ci sta affondando,maledetti coglioni!!

      Elimina
  5. I lettoni farebbero bene a guardarsi un pò in giro, ultimo caso la Slovenia:

    http://www.rischiocalcolato.it/2013/03/slovenia-al-collasso-politico-ed-economico.html

    L'europa è un bacio mortale.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. se ce ne fosse ancora bisogno....leggi anche il commento che ho fatto più sopra ad Eleonora....

      Elimina
  6. Dall'articolo d'apertura e i susseguenti commenti....
    Un complimento,dovuto,sulla costatazione della autocoscienza raggiunta(in poco tempo) dal popolo(forse dai popoli),grazie a Blogs come i tuoi,che con una semplice, comprensibile,capillare ,martellante..... e convincente azione informativa ha "polverizato" in poco tempo tutte le false "protezioni" e paraventi interposti tra il popolo schiavo e la casta padrona....per nascondere la realtà dei fatti.
    Potere Usuraio, braccato,da chi non vuole essere schiavizzato ha giocato ultimamente la sua "ultima"carta....non ha più carte in mano, non gli resta che patteggiare, per poter continuare ad esistere....Mi spiego
    Le cose vanno male nelle varie Società....rotoliamo alla folla urlante i colpevoli...così si calmano.
    -Il più facile capro espiatorio..."Il popolo magnone"... primo tentativo fallito.... un popolo alla fame non può essere magnone.Quanto siamo lontani da questo maldestro tentativo.
    -secondo tentativo(fallito anch'esso)...una burocrazia corrotta,sclerotica, abnorme, dispendiosa...."tutto vero",ma non spiega la voragine incomparabile del debito pubblico......comparate alle "creste"da loro fatte.
    -terzo tentativo...i governanti,truculenti ,goderecci,che fagocitano le risorse del paese,senza niente dare perché definiti da e tra loro stessi,riferendosi però ognuno agli altri,"clowns"alias pagliacci,incompetenti,etc.etc.(non è bastato)....tutti accusano tutti gli altri di malgoverno,ed hanno "tutti" ragione.
    -quarto tentativo(ma l'ultimo a disposizione)di indicare il "vero" colpevole,per placare le folle....il massimo a loro disposizione.....hanno "sputtanato" dall'alto,faccendieri,intermediari,investitori,banche,banchieri,agenzie di rating.... il tuttto messo insieme è ciò che è definito "I Mercati Selvaggi"
    la loro speranza e che le folle finalmente,con questa rivelazione ultima, si calmino,visto che hanno sacrificato tutta la loro sevitù per calmarla(non gli resta altro)....I Mercanti sono stati di nuovo cacciati dal Tempio(fra poco ne commemoriamo l'evento bimillenario),ma solo temporaneamente, perché poi allora sono tornati " più forti che pria"...
    Pensano che le folle che hanno avuto da disprezzare i colpevoli del degrado mondiale,a profusione... si contenteranno.,addirittura si potranno autogovernare,come vogliono, con gente presa dalla"strada"e scelta da loro senza costrizioni.
    Io invece(un pò meno ottimista) penso di" no"..... La folla si è ubriacata dei successi conseguiti nello stanare le mele marce...e vuole fare l'ultimo definitivo salto di qualità per diventare finalmente "liberi"....
    La folla ormai si chiede ...i Mercanti sono strumenti, solo strumenti... ma (come si chiede un noto studioso di supergoverni,il Francese Hutin)chi si serve dei Mercanti per il vero governo del mondo????Ciao Tonino

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' la solita tecnica gattopardesca...cambiare (nulla,in pratica),perchè tutto resti uguale.....un contentino di qualche testa di supermanager,perchè il sistema usuraio resti tale....ma credo che ormai sia troppo tardi,da più parti è sempre più chiaro che la baracca sia in procinto di crollare.anche se i nostri politicanti da strapazzo continuano ad ignorare il problema dei problemi.Viene da ridere leggere gli otto punti di Bersani (siamo proprio all'asilo o alla retorica da bar) di fronte al pareggio di bilancio in costituzione (e cioè l'impossibilità di deficit per aiutare il sistema produttivo e le famiglie,le tasse non bastano nemmeno a pagare gli stipendi pubblici),gli interesi sul debito sui 50-60 miliardi annui e il fiscal compact (40 miliardi all'anno per 20 anni).Prova a dirmi tu come ne usciamo,quando mai ci potremo riprendere con gli otto punti del bocciofilo,senza porre mano a queste questioni,ormai contestate da tutti gli stati,tedeschi compresi.

      http://www.nexusedizioni.it/economia/la-germania-boccia-il-fiscal-compact/

      Bisogna essere dei mentecatti per non accorgersi e accettare queste demenziali imposizioni.Tutti i politici,Francia,Spagna....,si interrogano ormai sull'opportunità di continuare in questo massacro di popoli,meno i nostri coglionazzi parlamentari....votate,votate italianuzzi,questo è il risultato...pensate un po' che paese,si parla di Amato o Prodi a presidenti della repubblica,non c'è limite all'idiozia italica.

      Elimina
  7. Anche l'lOanda ha detto che non rispetterà il deficit al 3%.... I governi di Francia e Olanda hanno chiesto... tempo, chiedono un referendum per rivedere alcuni posizioni che riguardano il trattato di Lisbona.. e più equità sociale....ma i nostri dove sono?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. i nostri sono fermi agli 8 punti ridicoli di bersani....generalizzate enunciazioni di principio sentite mille volte e aspirine per la ripresa...

      Elimina
  8. Boh? Ieri ho inviato un commento che però non è comparso.
    Qui il link della proposta di Marine Le Pen circa il referendum di Gennaio 2014:


    http://www.france24.com/fr/20130303-marine-le-pen-reclame-a-francois-hollande-referendum-sortie-lue

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non saprei Nessie...non c'è nemmeno nello spam.
      Ho visto che le richieste di Marine Le Pen le ha postate in sintesi il lettore mansor.
      Ha ragione da vendere Marine,è ora di finirla con questa Europa usuraia e parassita,questo è il problema principale,senza questo primo passo non si risolverà mai nulla.Ai nostri buffoni politici mnco passa per la testa,a vedere gli 8 punti di bersano c'è da chiedersi dove mai vivano.Ora rialza pure la testa il trombato monti dicendo che non ci starà a nessun governo antieuropeo...e chissenefrega,aggiungerei...solo che di antieuropeo nel palazzo non si vede una mazza.

      Elimina
  9. Qua un'altra novità di Repubblica, la campagna di terrorismo scatenata contro l'Ungheria:

    http://www.riscossacristiana.it/index.php?option=com_content&view=article&id=2247:il-grido-di-dolore-di-repubblica-come-si-permette-lungheria-di-difendere-la-sovranita-e-lidentita-cristiana-di-paolo-deotto&catid=54:societa-civile-e-politica&Itemid=123

    Il giornale dei Rothschild teme un'Europa ribelle che non si fa strozzinare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il grido di dolore...!! che ridere....piuttosto il rantolo degli scalfarotti,dei disinformatori di professione,dei sionisti rothschildiani,degli alfieri della servitù italiana..."“Strappo gravissimo ai valori europei" dice questo ridicolo articolista...ma quali valori europei,coglione! Li abbiamo visti questi valori!
      Aveva ragione Carmelo,non libertà di stampa ,ma dalla (questa) stampaglia!

      Elimina