venerdì 14 settembre 2012

IL TEMPIO DEI MERCANTI

Carni bovine, l'Europarlamento boccia le etichette
Approvato per pochi voti l'emendamento che cancella le indicazioni facoltative. 

Il voto di otto parlamentari italiani è stato decisivo nel cancellare le indicazioni facoltative dalle etichette della carne bovina
Appena otto voti. Tanti ne sarebbero bastati per evitare che il Parlamento europeo dicesse no all'etichettatura della carne bovina.
Restano le indicazioni obbligatorie, quelle decise nel 2000 dopo l'allarme Bse, che prevedono l'indicazione del paese di origine. Ma potrebbero scomparire le altre, quelle facoltative, come la razza, il nome dell'allevatore, l'alimentazione e altre ancora.
Tutte quelle, insomma, che fanno la differenza fra un prodotto standard e uno di qualità.
I parlamentari che si sono espressi per l'abolizione dell'etichettatura sono stati 333, quelli che l'avrebbero voluta mantenere 325. Uno scarto, appunto, di otto voti, come otto sono i parlamentari italiani che si sono espressi contro l'etichettatura.
“Hanno vinto le lobby della bistecca anonima”, questo il commento che è passato di bocca in bocca fra gli altri parlamentari e fra gli “addetti ai lavori”. Qualche speranza di salvare le etichette c'è ancora. Il Parlamento europeo, infatti, ha rinviato al Consiglio l'approvazione delle norme sull'identificazione dei bovini, che ora contiene l'emendamento “ammazza-etichette”. Ma sono in molti a scommettere che i giochi siano ormai conclusi. Vedremo.

Un coro di critiche

Che sia difficile ribaltare la decisione del Parlamento europeo ne è convinto Fabiano Barbisan, presidente di Unicarve e di Italia Zootecnica. “Le multinazionali dell'anonimato - ha detto Barbisan - hanno segnato un punto pesante a loro favore e solo un miracolo potrà riportare in vita un una norma che ha sempre costituito un ostacolo ai venditori di fumo.”
Un coro unanime di critiche alla decisione del Parlamento europeo si è alzato da quasi tutte le rappresentanze degli agricoltori e da molti esponenti della politica.

Rinviato il chip elettronico

Se la posizione del Parlamento europeo sarà convalidata dal voto del Consiglio, le etichette manterranno solo le indicazioni obbligatorie, come il nome dello Stato di nascita, quello di ingrasso e quello ove è avvenuta la macellazione, insieme ad alcuni codici il cui significato è trasparente solo per gli addetti ai lavori. E slitta in avanti l'obbligo di utilizzare i sistemi di identificazione elettronica degli animali. Bisognerà aspettare altri cinque anni, per dare tempo ai paesi meno avanzati di adeguarsi alle nuove regole, Questa almeno la motivazione adottata dai parlamentari a giustificazione del rinvio.
Meno chiaro il rifiuto alle etichette. Salvo dar ragione a chi punta il dito contro le lobby.

(Angelo Gamberini)

http://agronotizie.imagelinenetwork.com/zootecnia/2012/09/13/carni-bovine-l-europarlamento-boccia-le-etichette/16324

http://agricolturaonweb.imagelinenetwork.com/zoosystem/2012/09/12/etichette-carni-bovine-abolite-trasparenza-penalizzata/17058
-----------------------


La cancellazione dell’etichettatura facoltativa delle carni bovine è una sconfitta per i consumatori europei che vogliono sapere cosa mettono nel piatto e per gli allevatori, prima di tutto italiani, che lavorano sulla qualità e l’eccellenza. Questa la decisione dell’Europarlamento che ha bocciato per otto voti l’emendamento che prevedeva il mantenimento della misura.

Creata negli anni Duemila in corrispondenza con lo scoppio dell’epidemia di “mucca pazza” il sistema dell’etichettatura facoltativa, fondato e gestito dai produttori, è diventato essenziale in questi anni per garantire al 100 per cento le scelte dei consumatori,informandoli correttamente non solo sull’origine della carne, ma fornendo loro altre informazioni utili per un acquisto consapevole e trasparente: la razza e l’età del bovino, il mangime utilizzato, tutte le fasi della filiera dall’allevamento al macello al punto vendita.
Anche per i nostri allevatori è sempre stato uno strumento in più per qualificare la produzione bovina “made in Italy” mentre adesso la Ue compie un grave passo indietro, premiando chi preferisce poche e anonime informazioni.
Con il cambiamento delle norme sul sistema di etichettatura facoltativa della carne bovina viene di fatto impedito di indicare la dicitura no ogm a causa degli elevati costi che saranno ora a carico del singolo allevatore che ha scelto di alimentare il proprio bestiame con mangimi non contaminati da biotech.
Bisogna evitare che la modifica delle disposizioni sulle indicazioni facoltative in etichetta impedisca di valorizzare il lavoro di quanti si sono impegnati per la trasparenza e la qualità della carne.
L’Italia è all’avanguardia nell’etichettatura facoltativa della carne in cui molti operatori hanno investito con successo, al fine di fornire informazioni utili quali la razza e il sesso dell’animale, l’alimentazione usata e l’età del bovino verso le quali i consumatori mostrano interesse ai fini di un acquisto consapevole e trasparente.
-------------------------------

Il Parlamento Europeo dei parassiti,degli agenti delle multinazionali e delle lobbies,ieri ci ha dato un'altra dimostrazione della demenza affaristica che lo anima.
Viva la contraffazione e le mazzette che queste scellerate zecche dei popoli hanno incassato !
La carne doc sarà indistinguibile da quella di provenienza dubbia e senza alcuna garanzia.
Voti,333 favorevoli,325 contrari.
Vi segnalo,tra i nostri,gli otto pidocchi che han votato a favore: 

Antoniozzi,Baldassarre,Bonsignore,Iacolino,Mazzoni,Patricello (PDL) - Dorfmann (Volkspartei) e Carlo Casini (UDC). 

Ricordate questi venduti e poi magari....votate....votate ancora per questa parodia di inutile Parlamento pieno di vergognosi affaristi al soldo di truffatori d'ogni specie.
Possano saltare in aria su una bomba i mercanti e il loro tempio ....!


12 commenti:

  1. Ma é mai possibile che debbano peggiorare sempre le cose per i cittadini? E quale mai sarebbe il motivo di approvare una simile legge? Quale criterio logico? E sempre a nostro danno.

    RispondiElimina
  2. Non c'è alcun criterio logico,se non l'interesse personale.Questi parassiti son lì solo per quello e per approvare sempre leggi che danneggiano i popoli,popoli che non rappresentano,ma solo se stessi.

    RispondiElimina
  3. incredibile....appena c'è una cosa buona,la tolgono....questo parlamento sembra il tempio affaristico delle multinazionali,non hanno altro da fare,visto che non contano nulla nella funzione legislativa,quasi sempre approvano le decisioni della Commissione,ovviamente organo non eletto....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non sembra...é...ostaggio delle varie lobbies affaristiche.Ogni decisione é in loro favore.
      Così abbiamo due parlamenti inutili,uno italiano,l'altro europeo...

      Elimina
  4. INutili, anzi dannosi per noi, ma utilissimi alle corporations, stai tranquillo. Vedrai che la prossima mossa di Bruxelles sarà introdurre gli OGM. Già adesso se fai un esperimento di una piantina di pomodoro (io ho un orto) farla fruttificare e tenere da parte le sementi, vedrai che viene su un fuscello rachitico inservibile. Esperimento fatto. Figuriamoci dopo.
    Comunque quella delle carni è una bella porcata.

    RispondiElimina
  5. Infatti...poco c'entra coltivare in proprio pomodori,senza pesticidi o altre schifezze....sono i semi che contano..e ormai é un terno al lotto trovare i semi dei vecchi pomodori genuini,e quantunque possano crescere,la qualità sarà comunque quella che puoi comprare dappertutto.E fra non molto i semi di tutto li dovrai comprare da Monsanto e soci,probabilmente OGM.
    Come dice un nostro lettore,c'era una cosa giusta e guaarda caso viene eliminata.Questi sono i non rappresentanti di quella parodia che é il parlamento degli usurai europei.
    Uno dei nostri deficienti o venduti che a voatato a favore,Bonsignore (Pdl) così si giustifica: "Perchè ci sono produttori di nicchia che forniscono prodotti a prezzi eccessivi".
    Ma fesso di un fesso,é chiaro che se vuoi mangiare carne buona e genuina non può costare come la bistecca che arriva da Timbuctù...!
    Se vuoi comprare una chianina vera e di qualità,ad esempio, costa 80 euro al kg....
    E i nostri produttori che puntano su questa,a differenza delle varie carni da batteria olandesi,tedesche...hanno investito per nulla.
    Questa é la politica dei mentecatti UE,qualità a perdere ma con prezzi alti.
    Ti sei mai chiesta perchè difficilmente trovi in vendita genuina carne argentina,la migliore.
    Non é che costi di più,é che c'é la solita mafia importatrice di ciofeche.
    Mi chiedo inoltre quale fosse la necessità di questo provvedimento,se non fosse solo per un favore al e lobbies e conseguenti mazzette.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho fatto esempi d'eccellenza,ma c0'è un grande numero di produttori italiani (piemontesi in primis) che pur puntando alla qualità mantengono anche prezzi accessibili,e con tutta la documentazione.
      Ma quei nostri idioti che hanno votato a favore (una,la Mazzoni dice che si é sbagliata a premere il tasto...roba da matti..ma ti rendi conto con che cretini o ipocriti venduti abbiamo a che fare!),non si rendono conto del danno che hanno provocato alla zootecnia italiana?
      Per favore...basta con questa gentaglia...al muro!

      Elimina
  6. L'abbiamo già detto e ripetuto ormai centinaia di volte: l'Italia si sveglierà solo quando in Europa qualche altro paese si sarà svegliato. E allora reagirà per effetto di trascinamento. Per ora a incavolarsi siamo sempre i soliti pochi gatti. Guarda Barnard sul suo sito quante invettive lancia perché non trova chi è disposto a versare 40 Euro per venire a farsi il mazzo sull'economia della MMT. Intanto questi vanno avanti...E c'è ancora chi crede che siano solo dei "tecnici", quando in realtà sono gli esecutori materiali e inflessibili del NWO.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. So di Barnard e dei casini scoppiati con altri economisti...una querelle fuori luogo.Io avevo versato anche una quota ,dopo Rimini,per il meeting che si doveva tenere in Grecia,poi annullato.Quota che confluirà on quelli che sta organizzando ancora a Rimini e Cagliari (forse sarebbe stato meglio Roma...).

      Sai che anch'io penso la stessa cosa,e in particolare alla Francia,come sempre l'unico paese in grado di trascinare l'Europa.Purtroppo,almeno per ora e pur avendone già le palle piene di Holly Holly,pare non succeda granchè.
      Per quanto si può riflettere,ogni atto di questi banditi (pure di Draghi)é nella direzione che dici.
      La cosa più sconfortante (a parte i soliti prezzolati della stampaglia quotidiana)é constatare che molta gente ancora non capisce una mazza di quanto sta succedendo.
      Ti ricordi quante ne dicemmo sulla Libia e sulle fasulle primavere arabe....? beh,ora mi tocca leggere e sentire i soliti cretini dire sui giornali che era meglio Gheddafi....per non parlare delle tante altre anticipazioni all'insediamento e durante il massacro del burattino goldman...puntualmente verificatesi,purtroppo.

      Elimina
  7. Con l'argomento trattato c'entra poco,ma volendo c'entra assai....ho letto per caso,su internet, un articolo di Giulietto Chiesa sugli incarichi del presidente dell'INPS...Antonio Mastropasqua,che ci indica che questo signore ricopre ,oltre la carica importante per la nazione,di presidente dell'organo principale pensionistico italiano,per di più statale,altri 23 incarichi....24 in tutto.il frontespizio dell'articolo recita così..."DALL’INPS A EQUITALIA, PASSANDO PER TELECOM E AUTOSTRADE: LE 24 POLTRONE DI ANTONIO MASTRAPASQUA - GIULIETTO CHIESA SI DIVERTE: “QUANTE ORE HA LA SUA GIORNATA?" .Mi chiedo però ,ma una persona così precisa come la dottoressa Fornero,che lima le dieci lire alle pensioni dei poveri...(ri)manda in pensione indistintamente i lavoratori ,alle soglie della loro miglior vita...toglie l'adeguamento(dovuto) del costo della vita a chi ,come stipendio differito(alias pensione)guadagna(perchè ha precedentemente versato)più di millecinquecento euro)non si preoccupa di mettere un Responsabile a "tempo pieno"(non con altri 23 incarichi)in un sistama così vitale come l'INPS,per garantirne una ottimale efficienza?????Ah dimenticavo che Giulietto Chiesa indica pure che questo multipurpose,multingegno,totalizza un totale di emolumenti tra stipendi e "gettoni"di un milioneduecentomila euro!!!!sarà vero?? ...o le solite fandonie/esagerazioni "da"internet...c'è qualcuno che ne sa di più o di più certo????Ultima cosa amara...un laureato,che ha lavorato per 35 anni(di cui 25 come dirigente)a tempo pieno sulla stessa attività(quindi si presuppone un competente della stessa)...un primario di ospedale...un professore universitario....guadagna mediamente meno di un decimo della cifra del multifunzionale in questione.
    E voi,che avete sopra fatto le vostre "accorate"considerazioni, vi stupite e vi chiedete perché le cose in Italia non vanno bene...anzi vanno sempre più "decisamente" male.Ciao Tonino

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La cifra é senz'altro possibile,forse anche certa....oh Tonino,scopriamo ora l'acqua calda?
      Permettimi però,che stiam parlando di cose moralmente riprovevoli,ma certo molto lontane dalla vera origine dei nostri guai attuali.Infatti quanti saranno questi supermanager..? E' un po' la storia dei mille deputati,decurtateli fin che volete insieme agli stipendi...una goccia nel mare!
      Con questo non le considero cose poco importanti,ma deprecabili e da eliminare,ma quando penso che paghiamo 60 miliardi di interessi annui per un trucco degli strozzini....!
      Questi politici nuovi e vecchi dovrebbero parlare di uscire dall'euro,di riprenderci la sovranità,e smetterla di parlare di legge elettorali,di voti...
      Non ci chiediamo,nè ci stupiamo (se per questo,saranno trentanni che ci sarebbe da stupirsi) perchè le cose vanno male in Italia,crediamo di saperlo...ce ne saranno almeno un centinaio...ma bisogna cominciare dalla testa,e cioé eliminare questa classe politica,che mai farà quello che tu stai ora deprecando a ragione,riprenderci la sovranità...poi sarà più probabile farle,o ti aspetti che decurti lo stipendio di Mastropasqua Monti,casini,berlusconi o chi...?
      Ciao Tony...

      Elimina
    2. fin che il pecorame italiano va a votare e magari proprio questi...hai voglia..!

      Elimina