mercoledì 22 agosto 2012

PENSIERINO DELLA SERA




"Distruggiamo la bellezza del paesaggio perché gli splendori della natura, liberamente disponibili, non hanno alcun valore economico. 
Saremmo capaci di spegnere il sole e le stelle perché non pagano un dividendo".


(John Maynard Keynes - Collected Writings, 1971-1989, XXI, p. 242))