sabato 5 maggio 2012

CONSIGLI PER GLI ACQUISTI.....


NON PARTECIPARE ALLA TRUFFA CHE CONFERMA QUESTO CORROTTO SISTEMA POLITICO
 
Non é un problema di partiti o di persone,ma di sistema.Sai quanti con oneste intenzioni hanno dovuto piegarsi a suoi perversi meccanismi o essere emarginati? Non a caso tutti lorsignori auspicano di votare a tutti i costi, per chiunque,ma votare....perchè sanno perfettamente che il voto,anche contrario,non fa che confermare il loro SISTEMA.
E' questo che occorre cambiare.E ci sono solo due alternative: o una grande rivolta sociale,cosa che sembra impossibile visto il popolo italiota dormiente,o negare a tutti il voto,unica fonte del loro potere,finchè non si arrivi ad una Costituente che riscriva tutte le regole di una Costituzione archeologica.Dopo si potrà votare.Sperare che l'attuale sistema si autoriformi é una chimera.
 
L'ASTENSIONE NON E' SOLO PROTESTA,E' UNA OPZIONE POLITICA

Tutti i sondaggi danno un gradimento dei partiti dal 5-8%....il non voto é l'unica arma (pacifica...) che ha in mano il cittadino per sfiduciare questa indegna classe politica.Non a
caso invitano tutti a votare per qualunque partito (é la stessa zuppa...),al fine di perpetuare comunque la loro sopravvivenza e la truffa dei rimborsi elettorali.
L'unico timore che hanno é che il cittadino non voti.Sanno benissimo che un'astensione di massa,qualunque fosse il risultato elettorale,renderebbe ogni governo che ne uscirebbe POLITICAMENTE inadeguato,impossibilitato a governare.
Cadrebbe al primo ostacolo.In Italia (non siamo gli Usa...) non si può governare con un 60% di astenuti.
Il governo non avrebbe nessuna credibilità.Ed é banale riportare la formuletta:" quindi se anche per assurdo nella consultazione elettorale votassero tre persone,ciò che uscirebbe dalle urne sarebbe considerata valida espressione della volontà popolare e si procederebbe quindi all'attribuzione dei seggi in base allo scrutinio di tre schede."
Si vede come sia fuorviante il solo calcolo NUMERICO,senza considerare il dato POLITICO.

Una grande astensione di massa porterebbe inevitabilmente ad una nuova Costituente per riformare regole e architettura dello Stato,oltre a spazzar via la vecchia classe politica ormai sfiduciata.
Solo dopo questa operazione si potrebbe tornare a votare.
Ma al di là di queste considerazioni tecnico-politiche,mi chiedo con quale coraggio,dopo tutto quello che stiamo subendo (e quanto illustrato nei posts precedenti),uno potrebbe ancora votare questi indegni parassiti e incapaci! !!
Dopo ogni elezioni li vedete e li sentite parlare in trasmissioni televisive in cui spadroneggiano senza contraddittorio aiutati da conduttori compiacenti perché anche loro membri della Casta ; li ascoltate mentre rivendicano meriti che non hanno ; li udite chiedere il vostro aiuto per salvare il Paese che loro hanno portato a questo punto ;li guardate snocciolare programmi irrealizzabili ; li osservate aggredirsi l’un l’altro, rinfacciarsi torti reciproci che a voi hanno causato l’assenza un governo equo e solidale ; li vedete rivendicare la loro autonomia, falsa unicità e coerenza, già immaginando gli inciuci (che loro chiamano “accordi ”, del tutto fuori dal controllo degli elettori) ;li sorprendete parlare delle vostre difficoltà a far quadrare i conti, mentre loro beneficiano dei milioni di euro del rimborso elettorale in Parlamento.
Nuovi o vecchi che siano,questa é la sorte che li attende in QUESTO SISTEMA POLITICO.
La gente ha paura di essere sincera. La gente vota turandosi il naso. Cosa uscirà mai di buono?
Non riesce piu´ a concepire un mondo senza nessuno che la prenda per i fondelli?
Ripetere “mi sono fidato di questi signori ed ho sbagliato ancora una volta”?
E' ora di finirla di votare i meno peggio.
Solo una forte rottura di non partecipazione al rito potrà indurre un qualche cambiamento.
E ricordatevi sempre che il voto non é un dovere,ma un diritto.


NB: faccio notare che in Francia,nelle elezioni per l'Assemblea Nazionale,la legge ha posto il linite di votanti non inferiore al 25%,al di sotto del quale l'elezione non é valida.A dimostrazione,anche secondo il nostro discorso, che oltre una certa soglia di astensione,non é possibile alcun Parlamento o Governo.
Capiscono che con un tale livello di consenso popolare,niente ha senso.
Tanto per non smentirsi,con la solita ottusità politica e furbizia da imbonitori,le leggi dei nostri polticuzzi invece ritengono il voto valido anche con tre votanti.A loro del consenso popolare frega ben poco,l'importante é che anche un pugno di addormentati confermi il loro sistema che non hanno nesuna intenzione di cambiare.