giovedì 12 aprile 2012

LEGGE TRUFFA SUI RIMBORSI ELETTORALI


Per fronteggiare la crisi di credibilità della politica aggravatasi nelle ultime settimane, prima con il caso Penati,poi Lusi, e ancora lo scandalo che ha colpito la Lega, la maggioranza che sostiene il governo Monti (Pdl, Pd e Terzo Polo) corre ai ripari.
Occorre subito dire che vorremmo indagati TUTTI i partiti,anche perchè certe puntuali tempistiche preelettorali non c'è da fidarsi,assomigliano troppo a films gia visti....e mi scuserete,ma della magistratura c'è da fidarsi molto poco.Ne abbiam viste troppe....


Tanto rumore, e poi? Tante promesse, e poi? Niente. Nulla. Zero. I partiti politici hanno trovato il grande accordo sulla riforma del loro sistema di finanziamento.
L’accordo è: nessun taglio.
Della montagna di soldi che finisce ai partiti non è stato tagliato neanche un euro.
Certo, ci diranno che hanno aumentato i controlli e che ora i bilanci dovranno essere certificati da società esterne. Eh, sì. E che cambia? Anche il bilancio di Parmalat era certificato, ma sappiamo tutti com’è andata a finire.
Per controllare che i partiti non rubino è stata istituita – dai partiti – una commissione. Composta da diversi membri, compresi i presidenti della Corte dei Conti e del Consiglio di Stato, non è chiaro se costerà qualcosa a noi contribuenti. Chi vuole scommettere qualcosa?
In più c’è anche la beffa: la maxi-rata dei rimborsi che i partiti devono ancora ricevere, e prevista a fine giugno, non è stata cancellata. Ma solo “rinviata”.
In attesa di tempi migliori, quando l’argomento non sarà al centro dell’interesse dell’opinione pubblica. Capiterà.
La verità é che questa corsa ad una legge trucco, per metter un pannicello caldo al discredito ormnai incontenibile e definitivo di tutto il Parlamento,é solo una manovra elettorale dei partiti,spaventati da una probabile fuga dalle urne di elettori delusi e imbufaliti.

Lorsignori traggono potere e soldi solo dal voto,e solo il non voto potrà definitivamente seppellirli.
Facciamolo,ASTENSIONE DI MASSA DAL VOTO...unica arma pacifica in mano ai cittadini ,anche per poter cambiare il sistema politico e arrivare ad una nuova Costituente.

29 commenti:

  1. Questi ci prendono continuamente in giro....non mollano i soldi illecitamente regalati da una legge truffa ora riconfermata.
    Presi i giro sempre....coi tagli veri mai fatti alla loro casta,con il referendum del 93 vittorioso,ma cassato subito dopo da una legge...ma fino a quando contiueranno? Finchè non li faremo sparire non partecipando più al voto,sorgente dei loro soldi e del loro potere appunto.
    Questa legge: un miserabile tentativo di recuperare credibilità per le elezioni.
    Basta COL VOTO!!!! Rik

    RispondiElimina
  2. Finchè ci saranno questi politici,non votetrò più.è il sistema che é marcio,se non cambia é inutile votare per uno o per l'altro,é sempre la stessa cosa.Magari avessimo un Cromwell!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. dai una smirciata al sito www.nuovaeramovpolitico.it

      Elimina
    2. il preambolo va benissimo,sono cose che pensano tutti e comuni a molti movimenti.Purtroppo non condivido la coclusione come appello al voto.Permanendo un tal sistema,ammesso e non concesso che con uno sbarramento al4-5% entriate in QUESTO parlamento,che ci andata a fare con due tre deputati.sareste fagocitati dal gioco parlamentare.Se poi non ci riuscite,son tutti voti persi.Fareste meglio a non votare,questa é la mia opzione.Condivido le tesi di johnny,solo una grande astensione di massa avrebbe un chiaro significato politico di totale sfiducia,rendendo risibile qualsiasi governo ne uscisse e che non durerebbe un giorno.Non si può governare avendo contro la maggioranza del paese.Mica siamo in Usa,altro mondo,altro sistema.Si arriverà per forza ad una Costituente che riscriva tutto,sistema politici,istituzionale,costituzione.Solo allora si può tornare a votare.

      Elimina
  3. E' questo il vero problema.Questi signori non faranno mai le riforme sostanziali alla Costituzione,allo Stato,al sistema politico che i cittadini chiedono da anni.Che vinca uno o l'altro,non c'è nessuna differenza.Ormai é chiaro a molti.E' una casta solidale i tutto,poi ogni tanto mettono in scena finte battaglie tanto per giustificare la loro esistenza presso le pecore tifose che li seguono.Un grande blob parassitario incapace o capace di tuuto.Ci hano fatto il bel regalo di un governo tecnico che sta affossando la Nazione.Il voto é imutile se non si cambia tutto.

    RispondiElimina
  4. Attualissimo Cromwell!
    Cromwell entrò in parlamento con i suoi uomini, disse quelle cose ai deputati e poi li mise ai ferri, prendendo il potere,salvando l'Inghilterra.
    Ci vorrebbe un tal repulisti,mettere a posto tutto e poi tornare a votare.Anch'io concordo,ora votare per l'uno o per l'altro é inutile. E chi mai si voterebbe,ci vuole un bel coraggio!

    RispondiElimina
  5. Questo é l'incipit informativo del ns gruppo facebook NO VOTO:

    L'ASTENSIONE NON E' SOLO PROTESTA,E' UNA OPZIONE POLITICA

    Tutti i sondaggi danno un gradimento dei partiti dal 5-8%....il non voto é l'unica arma (pacifica...) che ha in mano il cittadino per sfiduciare questa indegna classe politica.Non a caso invitano tutti a votare per qualunque partito (é la stessa zuppa...),al fine di perpetuare comunque la loro sopravvivenza e la truffa dei rimborsi elettorali.L'unico timore che hanno é che il cittadino non voti.Sanno benissimo che un'astensione di massa,qualunque fosse il risultato elettorale,renderebbe ogni governo che ne uscirebbe POLITICAMENTE inadeguato,impossibilitato a governare.Cadrebbe al primo ostacolo.In Italia (non siamo gli usa...) non si può governare con un 50-60% di astenuti.
    Il governo non avrebbe nessuna credibilità.Ed é banale riportare la formuletta:" quindi se anche per assurdo nella consultazione elettorale votassero tre persone,ciò che uscirebbe dalle urne sarebbe considerata valida espressione della volontà popolare e si procederebbe quindi all'attribuzione dei seggi in base allo scrutinio di tre schede."
    Si vede come sia fuorviante il solo calcolo NUMERICO,senza considerare il dato POLITICO.

    Una grande astensione di massa porterebbe inevitabilmente ad una nuova Costituente per riformare regole e architettura dello Stato,oltre a spazzar via la vecchia classe politica ormai sfiduciata.
    Solo dopo questa operazione si potrebbe tornare a votare.
    Ma al di là di queste considerazioni tecnico-politiche,mi chiedo con quale coraggio,dopo tutto quello che stiamo subendo (e quanto illustrato nei posts precedenti),uno potrebbe ancora votare questi indegni parassiti e incapaci! !!
    Dopo ogni elezioni li vedete e li sentite parlare in trasmissioni televisive in cui spadroneggiano senza contraddittorio aiutati da conduttori compiacenti perché anche loro membri della Casta ; li ascoltate mentre rivendicano meriti che non hanno ; li udite chiedere il vostro aiuto per salvare il Paese che loro hanno portato a questo punto ;li guardate snocciolare programmi irrealizzabili perché finanziariamente insostenibili ; li osservate aggredirsi l’un l’altro, rinfacciarsi torti reciproci che a voi hanno causato l’assenza un governo equo e solidale ; li vedete rivendicare la loro autonomia, falsa unicità e coerenza, già immaginando gli inciuci (che loro chiamano “accordi ”, del tutto fuori dal controllo degli elettori) ;li sorprendete parlare delle vostre difficoltà a far quadrare i conti, mentre loro beneficiano dei milioni di euro del rimborso elettorale in Parlamento.
    Un'altra bella trovata della nostra Costituzione cartaginese é che non esiste la revoca del mandato parlamentare,così che il vostro eletto può fare quello che gli pare alla faccia delle ragioni per cui é stato votato.

    La gente ha paura di essere sincera. La gente vota turandosi il naso. Cosa uscirà mai di buono?
    Non non riesce piu´ a concepire un mondo senza nessuno che la prenda per i fondelli?
    Ripetere “mi sono fidato di questi signori ed ho sbagliato ancora una volta”?
    E' ora di finirla di votare i meno peggio.
    Solo una forte rottura potrà indurre un qualche cambiamento.
    E ricordatevi sempre che il voto non é un dovere,ma un diritto.


    Colgo l'occasione per informare i ns lettori che abbiamo anche altri gruppi facebook,e precisamente : NO EUROPA e FREE YOUR MIND,oltre al gruppo letterario CELINIANA

    RispondiElimina
  6. Grande Cromwell,come sono invidiosa....!

    RispondiElimina
  7. C'era da immaginarselo...cambiare perchè nulla cambi.Toglietemi tutto,ma non il malloppo.Ormai é una farsa,e contemporaneamente votano anche il pareggio di bilancio in costituzione.Con tutte le riforme da fare alla costituzione,in dieci minuti approvano questo obbrobrio!
    Dio fulmini chi entrerà nel seggio elettorale!

    RispondiElimina
  8. Sono stanco di turarmi il naso,ora basta.
    Non parteciperò a questa farsa,finchè non saranno spazzati via tutti,non ha più senso distinguere.

    RispondiElimina
  9. vicky,gli inglesi sono dei figli di buona donna,ma sono un popolo.Purtroppo noi siamo solo una massa di individui tenuti insieme con lo sputo.Altrimenti li avremmo presi tutti a legnate,governo,presidente della repubblica e parlamento.Come Cromwell.

    RispondiElimina
  10. non c'è soluzione.
    se cacciamo via i banditi, un unico Stronzo potrebbe prendere lui il potere.
    e quando pure lo cacciamo via, un'oligarchia di pezzi di merda potrebbe prendere lei il potere.
    e, seppure cacciamo via l'oligarchia, una falsa democrazia come quella attuale potrebbe tornarci utile come male minore, ma dopo quanti sacrifici e lotte?
    perciò, non c'è soluzione finché l'ultimo degli italiani non apre gli occhi e non riesce a vedere le cose così come sono, riconoscendo la storia di ciò che ci ha portato a vivere il dramma di questi tempi e di quelli prossimi a venire.
    gp

    RispondiElimina
  11. E allora che facciamo? Quando dici "non c'è soluzione finché l'ultimo degli italiani non apre gli occhi e non riesce a vedere le cose così come sono, riconoscendo la storia di ciò che ci ha portato a vivere il dramma di questi tempi e di quelli prossimi a venire."

    che significa in pratica?

    hai dimenticato l'ipotesi di una VERA democrazia,o comunque non falsa come questa.

    Se hai letto il mio post precedente,ho cercato di spiegare il percorso,a mio avviso,per arrivarci.
    Quella di oggi non é utile a niente...servono ancora dimostrazioni per convincerci?

    RispondiElimina
  12. Sai già come la penso Johnny. Tutto vero quel che scrivi sul "non voto". Ma come al solito "gli illuminati" arrivano a fare le loro "rivoluzioni" prima di noi e al non voto insediandosi al governo abusivamente ci stanno già pensando da un pezzo. I PIGS hanno lo spread che schizza su? No problem! Arrivano gli illuminati e si impadroniscono dei governi e degli stati. Lo hanno fatto in Grecia, lo fanno in Italia, lo faranno in giro per PIIGS.

    RispondiElimina
  13. @nessie

    Quello illuminato é un altro tipo di "non voto"....loro lo vorrebbero abolire per sempre...io fino a quando non si faccia una Nuova Costituente che riscriva le regole di TUTTO.E questi miseri partiti non lofaranno mai.Solo quello che nteressa loro o gli aguzzini europei.
    Non riesco a comprendere quale sia il senso di votare alla fin fine per un unico partito.Lo abbiamo già visto,nessuno di lorsignori vuol cambiare nulla,nessuno vuole affrontare i PROBLEMI DI FONDO nostri ed europei.
    Alla fine ci hanno consegnati a Monti...e io dovrei votarli.?
    Chiaramente parlo delle politiche in cui le liste civiche non contano.La battaglia dell'astensione di massa é su queste.
    Io non credo più,poco ci credevo prma,a questi partiti,a sinistra destra, e nemmeno a molti nuovi,che in QUESTO SISTEMA non combineranno mai nulla.Non sto a dilungarmi perchè ,se poi hai letto il post,già hai già capito il mio pensiero.Non é protesta,ma un'opzione politica,vedendo che l'altra,una grande rivolta popolare non si potrà mai fare con questo popolo tenuto insieme con lo sputo.
    D'altronde,quali sarebbero le alternative?

    RispondiElimina
  14. Tanto per completare alcuni aspetti tecnici dell'astensionismo:

    LIBERARSI DI QUESTA CLASSE POLITICA


    Come più volte ripetuto,il voto é l'unica arma pacifica in mano ai cittadini per approvare o meno un sistema politico o sue singole componenti rappresentative.
    Quando però ci si trova di fronte ad una classe politica corrotta,inetta,parassitaria,incapace di autoriformarsi e di risolvere i problemi di fondo,prona ad un governo non eletto e golpista,al cittadino non resta che sfiduciarla totalmente nel momento elettorale.
    Questa sfiducia,può essere espressa in tre modi;

    - scheda nulla

    - scheda bianca

    - astensione dal voto

    Tre modi però concettualmente diversi.

    C'è subito da evidenziare che i primi due,conformandosi al rituale elettorale,partecipando al gioco,in qualche modo confermano il sistema che vorrebbero sfiduciare,accettandone i presupposti operativi di selezione politica,pur con diverse modalità:

    - la SCHEDA NULLA é essenzialmente un voto di protesta o di errore, che si concreta spesso in frasi dispregiative,in motti sarcastici ,disattenzioni formali o semplici errori di segno.

    - la SCHEDA BIANCA in sostanza non esprime nessuna preferenza particolare,un menefreghismo nei confronti di qualsiasi risultato,ci si chiede il senso che spinge questi elettori al seggio,se non un conformismo di comportamento o di timore e di biasimo....Molti pensano ancora che votare sia un dovere e non un diritto.
    Senza contare che queste schede,come diverse volte accaduto,possono essere manipolate.

    Insomma due modi di partecipare alla messa da non credenti....

    - l'ASTENSIONE,come scelta volontaria,oltre che di protesta,ha un significato politico ben preciso.
    Rifiutandosi di recarsi al seggio,esprime una sfiducia totale nel sistema partitico vigente e nei suoi meccanismi di selezione di cui non vuol essere complice,nè spettatore.
    Un cosciente rifiuto di partecipazione al rito della sua conferma.
    Un non credente non partecipa al rito della messa.
    E' una non scelta che diventa l'unica meditata scelta politica possibile per chi non condivide un sistema politico con le caratteristiche negative di cui s'è detto.

    Solo una massiccia astensione di massa può dar luogo ad un radicale cambiamento di sistema,rendendo POLITICAMENTE impossibile la formazione di un qualunque governo espresso da una classe politica senza un adeguato e sostanziale consenso popolare.Che il voto sia valido anche con tre elettori,può essere normativamente vero NUMERICAMENTE,ma POLITICAMENTE non ha alcun senso e nessuno si avventurerebbe a governare oltre certe soglie di un fisiologico astensionismo
    Ciò porterebbe inevitabilmente ad una Costituente che rifacesse con regole adeguate l'architettura dello Stato e il suo funzionamento,come da più parti invocato.
    Cosa che questa classe politica non avrebbe mai potuto fare motu proprio.

    QUINDI L'INVITO A TUTTI E' DI NON VOTARE NESSUN PARTITO VECCHIO O NUOVO E DI STARSENE A CASA.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "Quello illuminato é un altro tipo di "non voto"....loro lo vorrebbero abolire per sempre...io fino a quando non si faccia una Nuova Costituente che riscriva le regole di TUTTO.E questi miseri partiti non lofaranno mai.Solo quello che nteressa loro o gli aguzzini europei".

      Esatto! Nel qual caso la politica la dobbiamo rifondare noi, perché l'antipoliticismo sarebbe ancora una volta uno strumento a loro favore. A loro tutta questa anarchia caotica che stiamo vivendo fa comodo, molto comodo. Così ci tengono gli androidi a Palazzo oltre il 2013.

      Elimina
    2. Io intendo l'astensione,se ben hai letto,non come antipolitica,ma come azione politica per giungere a quanto più volte detto,ad una riformulazione costituente di tutte le regole.
      Quando dici rifondare noi...ok...ma in che modo,come sul piano operativo,con quali azioni? Informare va bene,continuiamo pure,ma é troppo poco.

      Elimina
  15. Ho un commento veloce che mi viene dall'evidenza di ciò che sta succedendo.Con frastuono di grancassa ci stanno informando che nel nostro debito pubblico ci sono circa 500 milioni di euro per il finanziamento dei partiti(di cui questo governo deve trovare i fondi,con nuove tasse,per pagarlo).Molti di questi soldi,ci informano,sono stati gestiti allegramente e in "famiglia" da "alcuni"partiti.Leggo che il totale del DEBITO PUBBLICO sfiora però i duemila MILIARDI di euro....una cifra 4.000 volte più grande(e che contiene probabilmente molte voci più chiacchierate del patente finanziamento ai partiti).Con tutta questa pubblicità mediatica ci hanno convinto!!!...Forse il finanziamento pubblico dovrebbe essere molto minore(e trasparente)...o addirittura(e meglio) abolito,o fatto solo dai simpatizzanti,iscritti o volontari "interessati"a farlo a vario titolo...Ci rimane,ora, una speranza e un po' d'amaro....(Speranza)Quando con la stessa grancassa si incomincerà a controllare il "rimanente" 99,9875(praticamente cento)di questa voragine che è il DEBITO PUBBLICO,per individuare eventuali analoghe incongruenze?...(Amaro)E quando finalmente avremo dei politici che sapranno rinunciare,soprattutto oggi in epoca di grande sofferenza, a dei soldi che non hanno speso,e che agli occhi di tutti(i mazziati contribuenti) appaiono più come un'anomala non dovuta regalia?ciao Tonino

    RispondiElimina
  16. Beh,la grancassa,pur su una cosa vergognosa come questa,serve anche a far dimenticare i problemi di fondo della gabbia usuraia europea da cui nessuno é in grado di farci uscire.
    Con questi partiti non c'è nessuna speranza di cavare un ragno dal buco,continuano a trincerarsi dietro i loro privilegi,vedi ultima proposta di legge sui rimborsi,una truffa.Ormai bisogna staccar loro la spina non votandoli.
    Quanto al debito pubblico,non si potrà mai ripagare,(come altri paesi)si fa fatica a pagare gli interessi!
    Bisogna fare come l'Argentina,protestarlo e basta e uscire dall'euro.Altrimenti non ci riprenderemo mai.

    RispondiElimina
  17. NON VOTO ANTONIO!

    Farò una piccola indagine fra amici e conoscenti, prima di segnalar loro stavrogin2.com, che merita d'essere conosciuto il più possibile.
    A ciascuno chiederò semplicemente: "Ma tu andrai a votare?"
    Vi darò presto i numeri; e le risposte, segnalandone la genuinità, se mi sarà possibile cogliere la sincerità altrui.

    Forza così johnny: NON VOTO ANTONIO,NON VOTO ANTONIO, NON VOTO ANTONIO!

    Tommaso4ever

    RispondiElimina
  18. NON VOTARE NESSUN ANTONIO....!!!!TUTTI LO SONO!

    Tommaso,ti sei meritato la medaglia del congresso a prescindere... per il tuo aiuto alla causa...
    Facci sapere....e FORZA POPOLO ITALIANO,una volta tanto cerca di svegliarti....

    Facciamo nostre le parole di Cromwelll!

    RispondiElimina
  19. ...e di sturarti il naso...o continui a non voler sentir la puzza...?

    RispondiElimina
  20. Siamo però prossimi alla fine di questo pessimo film che ancor più pessimi registi ci stanno facendo vedere in superpessimocinemascope ...non sono risultati(all'opinione pubblica) convincenti(in un crescendo rossiniano) tutti i responsabili, a scaletta, propagandati dai media di regime come responsabili della formazione di un ricco "gruzzolo" di credito in mano a dei volponi,che vivranno di interessi per un millennio alle nostre spalle,e che per comodità "chiamano" debito pubblico...non il popolo magnone,non lo stato sociale,non in maniera risolutiva ed esaustiva l'evasione o il sommerso, ma un gioco sottile tra corruttori(ben nascosti)e corrotti(che hanno preso solo gli spiccioli)e che i corruttori per salvarsi ci stanno rotolando addosso,per calmare l'ira del popolo,indicandoli come cupola dell'avvenuta rovina del paese ...speranza vana.. la gente non si incanta più con i comici che scherzano sulle lauree false,le avventure galanti,o qualche appartamento regalato all'insaputa del proprietari,di molti dei nostri politici.Un esempio chiarificatore...mi sono trovato per caso,a Porta Portese ad assistere ad uno scippo di una anziana straniera...scena... il ladro un piccoletto fugge a "destra"...un signore(?)"ben vestito" urlava " a squarciagola "al ladro" indicando che si trattava di uno, alto di statura,e fuggito a "sinistra"...i vigili hanno rincorso nella direzione opposta un inesistente fuggitivo...il "distinto" signore,che ha dato la falsa indicazione è subito scomparso...ed era chiaramente il compare del ladro...Saluti Tonino

    RispondiElimina
  21. Sintomatico quadretto da applicare alle vicende politiche attuali.I media e politici sono il signore ben vestito....complici depistatori dei veri e colossali furti,il ladro sono banchieri e soci,i vigili (saran mica anche loro complici...?) come certa magistratura depistante o forze dell'ordine allo sbaraglio,e l'anziana signora siamo noi,gli unici che in fondo c'hanno rimesso.
    Ti risparmio altre tragiche considerazioni,peraltro già a te note,sulla prima parte del tuo intervento.ciao Toni

    RispondiElimina
  22. Per Sara Pizzi - non riusciamo a capire se l'Italia la volete cambiare o meno, se la volete cambiare, come? invece di pensare a una grande astensione di massa, perche non pensate a un voto di massa ad un Movimento che vuole cambiare dalla testa ai piedi questo paese, volete sapere perche? ve lo diciamo noi, perche parlate parlate parlate, ma in fin dei conti avete sempre in testa il vostro partito che vi ha ridotti in mutande, questo è il cambiamento che desiderate, cioè volete che quello che diciamo noi lo faccia il vostro partito e politici di merda, meritate solo la fame e la schiavitù, che per vostra sfortuna ha gia avuto inizio.

    RispondiElimina
  23. Caro Gianni,non credo che tu abbia capito la ns posizione,non é che parliamo,abbiamo anche indicato cosa provocherebbe l'astensione generale dal voto,cosa che sembri ignorare.E quale sarebbe il Movimento da votare?All'interno del sistema nessun movimento é in grado di cambiare nulla,tantomeno quello di Grillo,tanto per capirci.Sarà fagocitato come tutti gli altri,una volta accettate le regole.Per non parlare poi di molte ombre che ci sono.Noi non abbiamo in testa nessun partito,perchè mai abbiamo votato,forse a differenza tua.
    Morale,non hai capito un cazzo.
    Poi Sara Pizzi ti risponderà per lei.....

    RispondiElimina