sabato 21 aprile 2012

AGLI ELETTORI ITALIANI



LE PECORE VANNO AL MACELLO. NON SI DICONO NIENTE,LORO, E NIENTE SPERANO.
MA ALMENO NON VOTANO PER IL MACELLAIO CHE LE UCCIDERA', E PER IL BORGHESE CHE LE MANGERA'.
PIU' BESTIA DELLE BESTIE, PIU' PECORA DELLE PECORE, L'ELETTORE NOMINA IL PROPRIO CARNEFICE E SCEGLIE IL PROPRIO BORGHESE.
HA FATTO DELLE RIVOLUZIONI PER CONQUISTARNE IL DIRITTO..."

(Octave Mirabeau)

Il potere di questa corrotta classe politica sta solo nel voto.Negandolo a nuovi e vecchi partiti che inevitabilmente saranno stritolati dai meccanismi di questo sistema,si avvierà una fase di cambiamento.
Il problema ora non é infatti scegliere un partito o l'altro,vecchi o nuovi che siano,ma sfiduciare l'intero sistema politico con una massiccia astensione che porterà obbligatoriamente ad una nuova Costituente che rinnovi tutto il sistema politico ed istituzionale,cosa che nessun partito potra mai fare all'interno di quello attuale.
Se si capirà,fuori dai tanti luoghi comuni,che una massiccia astensione dal rito che perpetua questo corrotto ed indegno potere é una vera opzione politica e non dell'antipolitica,riusciremo finalmente a voltar pagina.
Astenersi dal voto non é togliere un potere al cittadino,ma potenziarlo al massimo grado,e cioè sfiduciare e far sparire questa classe politica,questo sistema politico, e non un qualsiasi partito,cosa che non risolverebbe niente.
CON QUESTO SISTEMA,votare per uno vuol dire votare per tutti gli altri....ormai dopo anni di urne....dovreste esservi accorti che non serve a nulla,tutte le richieste per cui avete votato son restate inevase...anzi ,lorsignori non hanno fatto altro che aggiungere sciagura a sciagura,fino a consegnarci legati mani e piedi ad una cricca usurai che hanno sospeso la democrazia e stanno distruggendo il Paese.