mercoledì 28 marzo 2012

LA TRIADE DEI TRUFFATORI

Accordo ABC ,la trimurti di deficienti,sulla legge elettorale.
Liberi da vincoli di coalizione,vale a dire tu mi voti e io faccio poi quel cazzo che voglio,anche allearmi con chi tu hai votato contro.

Impiccare questa spazzatura politica sarebbe l'unica cosa da fare.

Passiamo a quell'altra novità gabellata come panacea di tutti i mali,e cioè la possibilità per i cittadini della preferenza.
Molti di voi ricorderanno i giochi,i trucchi,le cordate.... sulle preferenze organizzati dalle segreterie nazionali,regionali e provinciali... e che al Sud era il metodo migliore della mafia per far eleggere i propri candidati....si presentavano al seggio con già i numeri da votare....insomma,un niente gabellato come illusoria grande riforma politica.

Cambiare perchè nulla cambi,e intanto gli italioti bevono credendosi arbitri degli eletti

Naturalmente la stampa da carta cesso che prima osannava il fatto di sapere preventivamente chi avrebbe governato in caso di vittoria,ora tace.Nessun scalpore che si ritorni indietro di anni....pennivendoli che non facevano altro che elogiare lo schema bipolare!!
Una ennesima dimostrazione di quanto sia credibile oggi l'informazione italiana mainstream.


Ma qui c'è da cambiare radicalmente tutta l'architettura dello Stato,riformare profondamente una costituzione delle guerre puniche...con in più quel macigno d'europa e euro degli usurai...una giustizia da terzo mondo...la legge elettorale interessa solo a lorsignori per i loro giochi di bottega....vorrei infatti sapere che mai può cambiare,vinca uno o l'altro...in fondo tutto lo stesso maleodorante  blob fuori dalla realtà.

E voi popolo di fessi italioti,andate a votarli!!!!

Anche: - http://www.agoravox.it/Legge-elettorale-si-torna-indietro.html

17 commenti:

  1. Va a finire che ritorneremo al proporzionale e assisteremo ai soliti giochi prima repubblica.a ben vedere i cittadini sono esautorati dallo scegliere chi li governerà,col contentino della preferenza a mitigare questo inganno.Bel passo avanti!

    RispondiElimina
  2. E' incredibile che si possa ritornare ancora ai giochi di palazzo della prima repubblica!Quanto alla preferenza,tempi che ho vissuto quando era in vigore,non ha mai impedito che fossero eletti pezzi di mascalzone formidabili.Nel Sud poi succedeva esattamente quanto dite,la mafia faceva eleggere chi voleva,controllando anche se le cose andavano per il giusto verso con vari trucchetti.Insomma,un'altro specchietto per le allodole agli occhi ciechi degli elettori.Certo a me nonmi beccano più.

    RispondiElimina
  3. Dopo infinite e sperticate lodi al bipolarismo,ora salta fuori quest'altra truffa.Tolto un paio di giornali,gli altri non denunciano questo inciucio.Che paese,che politici..!Io me ne andrò al mare,non ho il coraggio di votare questa gentaglia.

    RispondiElimina
  4. Hai ben illustrato,il sistema democratico,soprattutto il bipolare...Per la campagna elettorale vengono a galla,e si sfidano , due candidati(basta che siano volti noti in TV) che però devono essere ben accetti ai"mercati", altrimenti la loro avventura finisce prima di cominciare....per riconoscerli(visto che sono così uguali)li vestono uno di rosso e uno di nero(uno rappresenterà il popolo... l'altro è per i "padroncini").Elezioni...attesa dei risultati elettorali...non importa chi vincerà...lo deciderà democraticamente il popolo.Uno dei due schieramenti prenderà p.e.il 40% dei voti e l'altro col 60% dei voti governerà......"Stranamente" ho sperimentato nella vita il seguente fenomeno(veramente strano a prima vista)...se vince un governo di destra subito dopo scotennerà i "destri",senza chiaramente concedere niente ai "sinistri"...ciò porterà al malumore crescente di tanti"destri"che si sposteranno ad aggiungersi ai"sinistri"incavolati"perché non hanno ottenuto niente(cresce il numero dei"sinistri").....Si va a nuove elezioni con un elettorato ormai più pesante a sinistra....Vincono naturalmente i"sinistri"che mediamente scotennano i"sinistri" senza niente dare ai "destri".....provocando un riflusso di"sinistri" scontenti a destra,che vincerà poi le prossime elezioni..... Questo è il classico"regime"dell'alternanza democratica ben sperimentato oltre oceano e che abbiamo importato negli ultimi 30 anni.In America di questa"presa in giro"se ne sono però accorti e vanno a votare meno del 50%.Mi pare di capire che anche da noi si stia instaurando questo sospetto.....Ciao tonino

    RispondiElimina
  5. Beh..io mi augurerei che i seggi restassero deserti....mi piacerebbe vedere che succederebbe!
    Se ho ben capito il tuo discorso,é una gara a scontentare i propri elettori....finchà appunto si stuferanno e manderanno tutti a farsi fottere.A giudicare da certi sondaggi,siamo sulla buona stradaciao.

    RispondiElimina
  6. Purtroppo, caro Johnny, la faccenda è più complessa di come la facciamo. Se la classe politica di m....che abbiamo rimarrà col consenso ai minimi storici, ci sarà un pretesto in più per tenerci i cyborg abusivi. Diciamo che l'alternativa potrebbe essere la seguente:
    1) la padella dei partiti
    2) la brace di tecnici.

    Per ora tertium non datur.

    RispondiElimina
  7. Se si presenterà un nuovo partito,che come programma avrà:1) l'abrogazione di molti degli interventi fatti da quest'ultimo governo,che come già si sta intravedendo,si rivelano dannosi per l'economia vera(il governo già annuncia recessione per quest'anno)....e invece di pagare incondizionatamente un debito pubblico gonfiato a dismisura da operazioni inutili... opere mai realizzate,o cominciate e lasciate marcire...e finalmente troppo leggermente finanziate dai"mercati"che dormono sicuri che....tanto poi un governo forte ridarà agli occhi degli investitori(è un eufemismo) "credibilità" al nostro paese(cioè pagare senza patteggiare una moratoria,almeno per quei casi, comei tanti che stanno venendo oggi a galla, frutto di accordi fra compagni di merenda... tra amministratori non "illibati"e allegri finanzieri)...allora forse voterò per quel partito e chi sa se non avvenga il miracolo...Ciao Tonino(p.s. tu che ci capisci di queste cose ,quale pensi sia la percentuale che tornerà a votare.... per qualsiasi ammucchiata abbiano in testa...dopo lo tsunami che ci ha travolto?).

    RispondiElimina
  8. @nessie

    Certo,la cosa é più complessa,ma leggevo proprio ieri un sondaggio dove il 70% degli italiani non si sente ora rappresentato da nessun partito esistente.In un certo senso,si sta ripetendo quanto avvenne nel 1994.Per questo ABC,in due minuti e dopo mesi di contrasti, hanno tirato fuori questa legge truffa,sapendo che perderanno molti voti.Ho sentito Violante che la illustrava nei dettagli,un pasticcio incomprensibile,credo anche per gli elettori.
    C'è un grosso vuoto che come dici tu,potrà essere riempito da nuovi "tecnici" e da qualcuno dei partiti o movimenti che stanno nascendo.
    Ma con questa legge non ci sarà mai un vincitore o un perdente,dato che non essendoci obbligo preventivo di coalizione,il governo si formerà dopo ,indipendentemente dal risultato elettorale.Potresti trovarti un partito perdente che va al governo.
    Quindi,a meno di altri mutatamenti di questa legge,siamo sempre messi da schifo..
    Poi ci sarebbe sempre la cappa usuraia europea.

    Quello che auspicavo nel mio commento era un'astensione di massa dal voto,unica arma pacifica in mano al cittadino,di modo che qualunque risultato fosse POLITICAMENTE inadeguato a formare ogni governo.E' chiaro che qualsiasi governo che uscisse da una tornata elettorale con un 50-60% di non votanti,non avrebbe nessuna autorevolezza politica e non durerebbe molto (non siamo in Usa).
    Questo comporterebbe una Costituente (come invocato da molti),per rifare tutta l'architettura dello Stato e liquidare gran parte della vecchia classe politica.E in questa sede si potrebbe pure risolvere il problema europeo,e cioè riprenderci la sovranità e uscire dalla Ue.

    Se il popolo invece ritornerà a votare in massa (dopo quanto sta succedendo,sia ai partiti che ai tecnici),saranno sempre padelle o braci come dici tu.

    RispondiElimina
  9. @tonino

    Molti movimenti che si stanno formando,al di fuori dei partiti tradizionali,hanno questo tipo di programmi.tutto sta a vedere la credibilità dei leaders e come organizzativamente arriveranno all'appuntamento elettorale fra un anno.Dico questo perchè alcuni di questri movimenti o gruppu fanno capo a vecchi rottami politici e trombati che cavalcano l'onda,tipo Giulietto Chiesa.Ma ci sono anche nuovi personaggi.E' difficile dire che succederà,anche perchè potrebbero esserci fatti non previsti in quest'ultimo anno.Fatto sta che si é creato un certo spazio politico a danno dei partiti tradizionali.Io comunque rimango dell'opinione di cui sopra,e cioè che occorra arrivare ad una nuova Costituente per riscrivere parte della Costituzione,regole e architettura statale.Per arrivare a questo continuo a pensare che occorre in primis sfiduciare questa vecchia e indegna classe politica col NON VOTO in modo da far loro capire che non possono continuare a governare.Gente che non prenderà mai certe decisioni relative al recupero della sovranità nazionale.
    Scadrà pure il settennato di questo presidentucolo,e con una persona giusto in quel ruolo potrebbe diventare molto più facile fre certe cose.Certo sono speranze,ma così non si può continuare.

    Mi chiedi una previsione difficile...anche perchè potrebbe succedere altro di imprevisto che muti la situazione.Comunque.a bocce ferme,un ultimo sondaggio rivela che il 45% degli aventi diritto al voto,non intende recarsi a votare.Tutto da prendere con le molle,perchè poi degli italiani non ci si può mai fidare.Credo comunque che aumenterà di molto il partito degli astenuti.
    L'ideale sarebbe almeno un 50%,cifra mai raggiunta per le politiche in Italia e che suonerebbe come campana a morto per questi partiti.Qualunque governo riescano a fare ,e con gli inciuci di questa nuova legge elettorale (e quindi con almeno una maggioranza del 26% sul 50% dei votanti),non sarebbe rappresentativo di nulla,privo di un giusto supporto popolare e con nessuna autorevolezza politica,al primo stormir di fronde rispunterebbero i franchi tiratori in modo massiccio e cadrebbe.Non si può governare con un 50% di astenuti,la vera maggioranza.Mica siamo in Usa!
    Insomma,si deve arrivare ad una nuova Costituente,altrimenti non ne usciamo,e non vedo altro modo pacifico del non voto per arrivarci.
    Poi resterebbe sempre una rivolta generale per cacciarli,se gli italiani si svegliassero...

    Però,se qualcuno mi indica altre soluzioni,sempre pronto ad esaminarle...bye

    RispondiElimina
  10. Bene. Ma chi spiega agli stolti (e attraverso quali canali, per convincerli) che è meglio non andare a votare?

    T4e

    RispondiElimina
  11. Non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire...se hanno il fegato di votare dopo i bollettini giornalieri di misfatti vari....votino pure,fermo restando che il primo che poi si lamenta é da mandare affanculo,tanto per dirlo sotto metafora.

    RispondiElimina
  12. Eppure,il piano ABC è chiaro,e se non fosse invece troppo sottile(per chi lo ha concepito),direi che è banale.Supponiamo "A" il partito che predicherà essere di destra,e "B" quello che per democrazia predicherà di voler prendere pesci "gettando la rete a sinistra",ci sarà un"C" moderato(il polo trifasico) e malleabile da superare le opposte vedute pur di formare un nuovo governo "salvapatria" .Pronti per l'elezioni?... Via... ognuno vota come più gli piace...risultato(non ha rilevanza)...A e B non raggiungeranno da soli la maggiorana (nessuno dei due),ma... aggiungendoci"C"(più per gli spiccioli qualche partitucolo di riserva) a chiunque dei due sia A che B(miglior offerente, gradimento dell'"Europa" o dei "mercati",e quant'altro...))si avrà magicamente il governo "democraticamente" eletto dal popolo....di cui si "dovrà rispettare il mandato... e ciò anche se il popolo degli astenuti dovesse raggiungere un consenso più alto di quello ottenuto singolarmente da ABC...P.S..Spero di non aver fatto un danno suggerendo ad alcuni nostri politici bocciati ,come ripetere l'anno,senza dover lasciare la scuola.Ciao Tonino

    RispondiElimina
  13. Ti ripeto quanto già detto.In teoria,non essendoci il quorum per le politiche,NUMERICAMENTE le elezioni sarebbero valide pure col 20% dei votanti.
    Ma POLITICAMENTE che senso avrebbe qualsiasi govermo di ogni combinazione di ABC e vari?
    Con un tal non consenso generale é impossibile governare e credo che non si azzarderebbe nessuno a farlo.
    Si rifanno allora le elezioni? Assurdo.Resta solo,constatata questa totale sfiducia,di convocare una Costituente come nel 1946 per modificare tutto l'impianto dello Stato.Naturalmente,dopo un tale scacco,la vecchia classe politica sarebbe impresentabile,si formerebbero nuovi movimenti o partiti con gente nuova,chiudendo un'epoca.
    Fatte le nuove regole si ritornerebbe a votare e stavolta l'elettore parteciperebbe attivamente avendo raggiunto due scopi: eliminare una classe politica ormai invotabile e rifare l'impianto costituzionale,quelle riforme profonde che non sarebbero mai state fatte.

    Questo é il senso e gli effetti che io attribuisco alla astensione di massa....

    RispondiElimina
  14. Io sono convinto,che cambiare buona parte della classe politica,della quale ormai diffidi,perché la conosci in quanto hai scoperto troppe "marachelle,"con una che tu definici pulita,nono solo non risolverebbe il problema ma lo peggiorerebbe."CHI" ha veramente guadagnato nel costruire le voci chiacchierate del debito publico non è il politico "mazzettato o tangentato"(che ha preso le briciole)ma il mafioso(o finanziere o imprenditore corruttore)...e questo rimane sempre lo stesso e al suo posto e non lo rimuovi con le riforme o le votazioni.Ricomincerebbe un ciclo dove i corruttori sono gli stessi,cambiano solo i potenziali corrotti.Se vuoi cambiare il mondo di chi ci governa veramente con le votazioni di nuovi volti in politica ottieni poco.In una trasmissione TV proprio stasera,uno dei politici chiacchierato di essere un po' sbadato ,si è ben difeso dicendo, e giustamente, che l'opinione pubblica parla di fatti che gli "vengono" portati alla ribalta,ma che sono minuzie se rapportati ad altri giochi finanziari,di cui però,pur sapendone l'esistenza nessuno ne parla....Buon segno...chi sà che proprio da più di un politico "pentito" non inizi il movimento di liberazione,di chi(li ricatta,sorteggiando ogni giorno un nome, per alcuni privilegi ricevuti)ma che veramente "divora" ogni fatica del popolo.Mi fiderei(nel votare) molto di più di un amministratore sinceramente pentito,che di una faccia nuova del quale non sò perche è stato candidato e da chi a rappresentarmi.Ciao Tonino

    RispondiElimina
  15. Sai,se dobbiamo salvare il mondo é meglio che ce ne andiamo tutti il mare...manco c'è riuscito il figlio di Dio...ti ricordi com'è finito!
    Criminali e corrotti ci saranno sempre....cominciamo a mandare a casa i noti,per eventuali ignoti poi vedremo.
    E' vero che a monte,c'è un sistema di usurai mondiale le cui malefatte superano di molto quelle dei nostri rubagalline.
    Ma che dovremmo fare noi qui in Italia,dichiarare guerra al mondo?
    Cominciamo da casa nostra,facciamoli fuori,poi ognuno si fiderà di quello che vuole,ma almeno con altre regole e senza ritrovarci tra i piedi i soliti noti.
    Il mondo é sempre andato avanti così,eliminando man mano ingiustizie e trovandosene sempre nuove da dover eliminare.Leviamoci dalla testa la società perfetta che non esisterà mai,cerchiamo di limitare i danni e basta.
    Altrimenti che facciamo?
    Credevo d'esser io un gran pessimista,ma tu mi dai dei punti....ciao

    RispondiElimina
  16. qualcuno mi può spiegare i doveri della banca d'Italia,chi deve controllare (i suoi azionisti)??
    dov'è la sovranità dello stato Italiano??
    chi tira le fila delle marionette (politici Italiani) chiedo scusa alle marionette????

    RispondiElimina
  17. @rosso

    Bankitalia (non Banca d'Italia),in pratica risponde solo ai suoi azionisti,e ora alla BCE.Da quando c'é stato il divorzio dal Ministero del Tesoro (1981) é diventato un organismo indipendente e incontrollabile.I doveri sarebbero quelli di controllare che il sistema bancario obbedisca a certe regole e funzioni correttamente.Il bello é che i controllati sono anche soci di Bankitalia!e quindi anche controllori...
    Lo stato non ha più alcuna sovranità nelle cose che contano,avendo delegato tutto agli organi europei,tramite sciagurati trattati.Non é padrone della moneta,della politica economica e le leggi europee prevalgono su quelle nazionali.
    I politici italiani sono appunto solo marionette (e venduti) in mano agli usurai europei,tramite Monti.

    RispondiElimina