lunedì 30 gennaio 2012

LAUREA AD HONOREM A PULCINELLA



pulcinella e pantalone

 Laurea ad honorem in relazioni internazionali al nostro re di coppe Napolitano.
Un contributo fondamentale allo sviluppo della cultura europea.
 Quale contributo alla cultura europea possa aver dato questo vecchio arnese politico ce lo dovrebbe spiegare il rettore Dionigi,a meno che non si riferisse a "l'ordine regna a Budapest" di passata memoria o all'attualissimo contributo dato alla "cultura" usuraia europea con l'insediamento di Monti.(vedrete che presto avrà pure lui la laurea onorifica!)

Meglio si capisce la motivazione "relazioni internazionali". Infatti,se ricordiamo il continuo incitamento a bombardare la Libia in nome dell'intervento umanitario,non c'è che dire...meriterebbe pure la laurea ad honorem di West Point e del corpo dei Marines.

Ma andiamo avanti,queste son solo malignità.

Si comincia con un minuto di silenzio in onore di Scalfaro,il peggior presidente che l'Italia abbia mai avuto,un altro rottame politico della peggior specie,la cui biografia
dovrebbe essere un libro di testo per le scuole a perenne insegnamento della maggior virtù dell'elite italica : l'ipocrisia.
Si capisce già da quest'inizio,quale sarà il resto del programma.
Un festival del lecca lecca.

Passi per i professorucoli del governo che al laureando debbono questa cattedra:
- ministro dell'Istruzione, Francesco Profumo: "un segnale importante per il Paese, un riconoscimento al nostro presidente" (quale mai sarà poi sto segnale...di fumo?)
 - ministro dell'Interno, Anna Maria Cancellieri, "il nostro presidente è un uomo di statura talmente significativa e importante da meritarsi il riconoscimento." (ah,già...la statura...)

ma poi il rettore Dionigi,si supera nella "laudatio" di prammatica (..leggasi,leccazampismo)

 "A lei un triplice grazie nella certezza di interpretare il comune sentire (a giudicare dalla città blindata,mica tanto comune...)...grazie per essere sicura guida politica e morale.. (cioè,un golpista)...
in questo momento difficilissimo,quasi biblicamente sperando contro ogni speranza (e qui siamo già a Mosé) a ribadire la sua fiducia in quegli orizzonti europei in cui ha creduto fin dal suo ingresso nella vita pubblica" (visto che oggi l'Europa é una specie di URSS,anche qui ci siamo)
Prosegue poi  sottolineando il suo impegno, vivo fin dai tempi del Pci, quando era responsabile della politica estera.(sempre riferito a Budapest?)

Ora si capisce sempre più perchè durante il regno della "buonanima Benito" questi mezzibusti universitari,a cominciare dall'icona Bobbio,avevano quasi tutti il callo alle ginocchia.
Un tipico tratto distintivo della cultura italica,e sempre di moda.


Poi c'è la lectio magistralis del neolaureato (te la raccomando...) che esordisce con:
"Qui si respira l'aria che c'è alla Sorbona e a Oxford" ( beh..veramente si respira solo aria di appecoramento...)
"Questa è una promozione da praticante a scienziato della politica.(ahahahah!...pure modesto!)
Poi scambio di lecca lecca: "Una promozione simbolica ma altamente gratificante per la sua provenienza (é questa la tragedia...)
Questa é per noi: "Dei partiti, come della politica ,bisogna avere una visione non demoniaca, ma razionale e realistica.(appunto.. guarda a che é ridotta..)
Tra il rifiutare i partiti e il rifiutare la politica, l'estraniarsi con disgusto dalla politica, il passo non è lungo ed è fatale, conduce alla fine della democrazia e quindi della libertà ".( ci siamo già a questa fine,e tu sei uno dei responsabili....)
Finisce con un malcelato attacco al Web (e te credo,lì ti amano poco..),la solita predica sulle riforme e altre parole inutili che vi risparmio.

Fuori intanto,contestazioni,lanci di uova e scontri con la polizia,a dimostrazione che lorsignori,celebranti di ridicoli e ipocriti riti,fanno parte di un'altra Italia,quella da azzerare, che non vede,non sente....ma parla sempre troppo e a vanvera.

Altri la pensano così:

"Perché per una laurea hanno blindato una città. La laurea dovrebbe andare a chi lotta per i diritti. Regalandola così equivale a paragonarla a immondizia.

"Per noi Napolitano non è la faccia pulita che tutti descrivono. Altro che Re Giorgio! Lui è il primo responsabile di un futuro segnato dalla precarietà"

Ultima nota lieta della giornata é che un reporter di Repubblica,organo del Minculpop,è stato malmenato dai poliziotti.Che sia un segnale....?


PS - In tema di cultura e istruzione,eccovi brevi note sul ministro Profumo.

Dal 2007 ad oggi è membro del Consiglio di Amministrazione di FIDIA SpA;
dal 2007 al 2009 è stato membro del Consiglio di Amministrazione del Sole 24 Ore;
dal 2008 al 2010 è stato membro del Consiglio di Amministrazione di Unicredit Private Bank;
dal Febbraio 2011 è membro del Comitato Consultivo Divisionale Private Banking di UniCredit Banca;
è membro dell’Advisory Board del Fondo Innogest e di Reply SpA;
Consigliere di Amministrazione di Pirelli & C. SpA dal 21 aprile 2011;
Consigliere di Amministrazione di Telecom Italia dal 12 aprile 2011.

Anche questo,per la sua indefessa attività culturale meriterebbe una laurea ad honorem...della Goldman Sachs.

A' Profu',stiamo ancora aspettando spiegazioni sull’approvazione del bilancio ”fuorilegge” del Politecnico di Torino,quando eri ancora Rettore (“chiesti 2 milioni di euro in più agli studenti in modo illegale” ).

E meno male che t'han fatto dimettere da presidente del CNR,ma prima hai chiesto pure il parere dell'Antitrust ...te la volevi tenere sta sinecura,vero? Non c'era bisogno dell'Antitrust ,c'era la legge,vecchio marpione...avresti fatto un figurone....! Macchè...

Dev'esser pure lui uno molto amato,recentemente gli studenti gli han regalato carta igienica...

16 commenti:

  1. Laurea fuori luogo e immeritata,che la più antica università italiana si presti a queste manifestazioni di adulazione va a suo perenne discredito.Non c'erano altri candidati a questo riconoscimento nel mondo della cultura?

    Quale mai opera culturale ha svolto questo signore,un politicante come gli altri,uno di parte,un finto liberale e partecipe dello sfascio della Repubblica.ù

    Rettore Dionigi,lei mortifica la gloriosa Università che ho frequentato.

    RispondiElimina
  2. Perchè stupirsi,questi privilegiati vivono fuori dal mondo,quasi mai capiscono che sta succedendo e hanno il vizio dell'ipocrisia congenito.
    Come chiamare questa buffonata carnervalesca.
    Che c'entrerà mai Napolitano con la cultura,peggio ancora con le relazioni internazionali? Non c'è relazione tra padrone e servo,se non di sudditanza.
    E qui il nostro laureato se ne intende...
    Un altro esempio: la tanto decantata Università Bocconi,tempio di un pensiero economico del secolo scorso,da lì escono economisti come il dott.Monti,di cui si fa fatica a capire il pensiero,stando a quanto (poco) da lui pubblicato.
    Tutta gente lontana dalla realtà che crede di regolare il mondo con due formulette.

    RispondiElimina
  3. No guarda Johnny, tra il Madonnaro baciapile golpista e ribaltonista Scalfaro (Requiescat e che sia inumato in fretta senza peana retorici perché non se ne può più) e Pulecené che viene a Bologna a prendere la laurea honoris causa, mi pare di vivere in un incubo.
    Nella scelta dei due peggiori presidenti sono davvero in serio imbarazzo.

    RispondiElimina
  4. Nessie,questo non ha ancora finito di far danni...alla fine aggiorneremo la classifica....per ora é in testa il trombone piementese....a meno che dopo Bocca e Scalfaro il famoso proverbio non c'azzecchi...oggi ci é andata buca,"il più amato dagli italiani" é filato via scortato come un pentito,peccato avevo una riserva di uova....

    @laura

    sottoscrivo...sfregio all'università

    @anonimo

    interessanti osservazioni sulla Bocconi..gli esempi offerti dai vari bocconiani che circolano sono da semplici ragionieri...

    RispondiElimina
  5. Ragazzi,con le buone maniere ci fotteranno sempre!
    Ogni ribellione a questo regime é benvenuta,forconi,studenti,camionisti,agricltori....visto che topi da fogna politici tanto amati da Napolitano (per forza é uno di loro) e sindacati venduti si stanno vendendo come ascari del regime.
    Uno spettacolo indgno,coronato dalla buffoneria di un rettore in maschera.

    RispondiElimina
  6. ...scusate la ripetizione del verbo vendere,ma di questo tipo non son mai abbastanza...

    RispondiElimina
  7. Non c'era bisogno di queste pagliacciate per capire che l'alma mater è agli sgoccioli in quanto a credibilità... l'arte del lecca lecca dilaga ovunque, all'università come nel resto del Paese. per quanto mi riguarda malauguratamente non riuscirò mai ad abituarmici.

    RispondiElimina
  8. @Johnny Doe, la cosa triste é che ieri erano solo i centri sociali, immigrati sfaccendati e " casinari vari" a protestare, in quanto al valore dell'Alma Mater e delle lauree ad Honoris, basta ricordare che é stata concessa anche a Valentino Rossi( eccheccaspita una laurea non si nega a nessuno)...aspettiamo fiduciosi quella a cicciolina , per meriti sul lavoro s'intende.
    gio

    RispondiElimina
  9. @giano

    Sorvolo sulla pagliacciata di ieri,cheé solo un triste episodio del più generale clima di rincitrullimento che i media,istituzioni,politici...mettono in atto per i peones.Quando poi penso che il pagliaccio bocconiano che ci governa spaccia dichiarazioni da sub normale,tipo che le sue misure faranno aumentare il Pil di 10 punti,mi vien da pensare che università e specie la tanto rinomata Bocconi,non siano altro che fabbriche di deficienti o mentitori.A te la scelta...

    @Giò

    Che ci posso fare se gli altri se ne stanno al calduccio? Ora la cosa che importa é solo la rivolta contro questo governo di pagliacci e dei loro mentori,siano camionisti,taxisti,forconi,destra,sinistra....comunque noi eravamo una trentina di nessun centro sociale.Non so a che servirà,ma almeno far sapere che c'è gente che contraria....e non é ancora finita.Manifesterei pure col diavolo per non star passivamente a subire.Almeno per la mia coscienza...
    D'altronde in europa sta montando una rabbia generale sempre più poco propensa a subire.Anche l'ultimo vertice é un fallimento totale,nonostante i peana dei media.Il fondo salvastati di 500 miliardi servirà solo per le mance,il fiscal impact poi,se dovesse essere osservato,sarebbe il crollo di diverse nazioni.Ormai la strada meno peggio,e non dico meglio,é quella di abbandonare questa congrega di usurai e affamatori.Monti,nonostante tante fesserie che dice,son sempre più convinto che sia al loro servizio...non c'è un suo atto che vada loro contro.
    Quanto al golpista del colle,spero che il proverbio abbia ragione,dopo Bocca e Scalfaro...

    RispondiElimina
  10. Guaglio', che stai a di'... 'A livella comm'ultima spes? Ma chillo è communista indistruttibbile! E'anche vero che ponno chiù l'uocchie ca 'e scuppettate. Allora d'accuordo: vulimmo dicere ca nun c'è due senza tre?

    T4e

    RispondiElimina
    Risposte
    1. San Gennaro...famm'a grazia....!!
      Portate in copp 'o viale...chillu coi cipressi...'sto pulcinella!

      Elimina
  11. johnny doe, piuttosto incazzato in questo periodo. Spero ti preda un colpo e muori, tanto sei un essere idiota e inutile.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sei tu che troppo t'incazzi, mi pare. Statte accuorto, fernisce ca te viene 'a guallera.

      Tommaso4ever

      Elimina
    2. @anonimo che glie brucia er culo...

      Passare per idiota agli occhi di un imbecille è voluttà da finissimo buongustaio.

      quanto al resto....aspetta e spera e già che ce sei fatte 'na pera...

      Elimina
  12. In estrema sintesi. Da oggi in poi appello il neolaureato con onore "Caro Presidente". Capisci a me.

    RispondiElimina