giovedì 12 gennaio 2012

ITALIA OCCUPATA

Potrebbero cominciare presto i saldi al "discount Italia", il grande centro commerciale gestito oggi da un "consiglio d`amministrazione" che sembra rispondere ad azionisti stranieri che ci si ostina a chiamare partner invece che concorrenti e rivali.
Non c`è bisogno di aderire a teorie complottistiche per notare le forti sponsorizzazioni esterne del governo Monti.
Ha fatto scalpore la notizia resa nota dal Wall Street Journal della telefonata tra Angela Merkel e il presidente Giorgio Napolitano, ma pochi ricordano i contatti tra Napolitano e Barack Obama durante la messa a punto del governo tecnico e dai quali sarebbero emersi i nomi dei ministri di Esteri e Difesa: l`ambasciatore negli Stati Uniti, Giulio Terzi, e il presidente del Comitato militare della Nato, l`ammiraglio Giampaolo Di Paola.
Uomini che garantiscono alla Casa Bianca l`assoluta fedeltà dell`Italia.

Sull`applicazione di nuove sanzioni a Teheran, Terzi ha detto già un mese fa che "l`Italia sostiene con piena convinzione il piano di sanzioni economiche annunciato dall`Amministrazione americana". Monti ha dichiarato che l`Italia sarebbe "pronta a partecipare a tutte le nuove sanzioni imposte dall`Europa" nonostante l`Italia importi da Teheran il 13 per cento del suo greggio (la Francia solo il tre).
Il ministro Di Paola ha blindato le missioni all`estero con uno stanziamento da 1,4 miliardi di euro che coprirà il 2012 mettendole così al riparo da eventuali crisi dell`esecutivo. Nessuna riduzione delle truppe in Afghanistan e più soldati in Kosovo. Conti alla mano molto di più di quanto possiamo permetterci ma esattamente quello che vogliono da noi Nato e America.

Sul piano economico le "potenze occupanti euroamericane" sembrano determinate a eliminare l`Italia dalla lista dei concorrenti sui mercati internazionali. La manovra del governo tutta tasse e zero sviluppo ci affosserà per anni tra recessione ed elevata inflazione mentre il crollo in Borsa di grandi aziende italiane ne facilita l`acquisto da parte dei gruppi stranieri.

Finmeccanica ha oggi una capitalizzazione di appena due miliardi di euro a fronte di un valore almeno doppio soltanto contando i beni immobiliari e l`unico argine alla scalata al gruppo (in testa i franco-tedeschi di Eads e Thales, quest`ultima interessata a Wass e Oto Melara) è la golden share, l`azione privilegiata con la quale il Tesoro controlla anche Enel, Snam rete gas, Eni e Telecom.

Nicolas Sarkozy, Angela Merkel, e persino i vertici della Ue Van Rompuy e Barroso hanno imposto a Monti l`abrogazione della "golden share" entro un mese, pena pesanti sanzioni.

Il mese sta per scadere ed è certo che l`argomento verrà discusso nel tour che il premier ha iniziato in un`Europa che non sembra aver fretta però di demolire meccanismi simili presenti in Germania e Francia per impedire scalate straniere.
Lo shopping al discount Italia è già cominciato. La settimana scorsa la francese Edf ha acquisito l`81 per cento di Edison mentre Eads ha comprato il 67 per cento dell`italiana Space Engineering specializzata in tecnologie radar e telecomunicazioni.
Abrogata la golden share, senza una nuova legge a protezione dei nostri asset pregiati, cominceranno i saldi. Con il rischio che non siano quelli di fine stagione ma quelli per "cessata attività".

(Gianandrea Gaiani)
Fonte: http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=print&sid=9661
(da Il Foglio)
--------------------------------------
Questi miseri agenti stranieri,Monti e Napolitano,testimone la loro storia,andrebbero impiccati come traditori.
Ora c'è fumo negli occhi con taxisti e farmacie,ma se arrivano ad annullare la golden share sui nostri assets più produttivi,si meriterebbero bombe in parlamento e al quirinale.

Questi vogliono svendere la nazione ai soliti usurai loro amici.,come già avvenne nel 1992 e seguenti,con esiti disastrosi.
Siamo occupati da potenze straniere e spossessati di ogni sovranità,con le nostre istituzioni pulcinellesche e una classe politica di pezzenti conniventi.

Ormai deve diventare una guerra di liberazione.

8 commenti:

  1. Dopo vari giorno sotto assedio,Unicredit ha annunciato un aumento di capitale.Il Fondo americano Blacrock,già possessore di circa il 3% del capitale della banca,ha annunciato contemporaneamente la sua riduzione della quota a circa l'1,70,innescando un generale fuggi fuggi.Risultato,-40% del titolo Unicredit in Borsa.Ora dicono che non era vero,ma si son scordati di comunicarlo a Consob.Il mercato non sapeva della rettifica,ma alcuni invece sì.
    Beh,fessi sì,ma non fino a questo punto.
    Si affossa il titolo con false notizie per ricompralo o farlo comprare a meno ad altri.Ed infanti il fondo sovrano kazako Samruk Kazyna ha annunciato di asver rastrellato una quota intorno al 5%,naturalmente a prezzi di saldo.
    E ancora naturalmente,il titolo é risalito.
    La povera Consob dice che indagherà...poveretti,alla fine si tratterà di una multa ridicola a fronte di una speculazione di milioni di euro.

    Questa operazione é paradigmatica di quanto potrà succedere ad imprese italiane con valori di borsa ampiamente al di sotto del vero valore,come si accenna nel post per Finmeccanica.
    Se poi si dovesse abolire la golden share diventeremmo lo shopping preferito dei soliti squali.
    Questo é l'effetto di una crisi italiana che solleva molti dubbi sui suoi sviluppi ,provocata ad arte da poteri forti e che mirano a rinnovare quanto successo nel 1992,dove furono svendute da Amato e Prodi gran parte delle imprese italiane ai loro amici di merenda.

    RispondiElimina
  2. Il bello é che i media nostrani continuano a sostenere un ruolo di Monti,il mediatore,totalmente inventato.Il signor Monti é solo andato dalla Merkel a dirle quello che farà e a prendere altri ordini.Questo é il suo vero ruolo,il servo ultraobbediente ai dettami tedeschi.In fondo é uno di loro,certo non custode degli interessi italiani.La boutade della Tobin Tax é solo propaganda spicciola,dato che mai sarà introdotta,e se lo fosse non da tutti,sarebbe un disastro.
    Insomma il loro agente all'Avana,si esercita in sciocchezze qualsiasi come il fondo salva Stati,un'aspirina per il cancro,senza mai affrontare i veri problemi che affliggono l'euro.

    RispondiElimina
  3. Va a sapere perchè mai é cambiato il layout dei commenti e sopratutto a quali mai criteri obbedisce la loro data.
    Nel contenuto,non posso che esser d'accordo coi due lettori....pannicelli caldi per l'euro e sciagure per noi,alla faccia dell'ottimismo strumentale e propagandistico di questo premier fantoccio.

    RispondiElimina
  4. Altro che commissariati! Siamo privi di ogni sovranità,con la collusione di tutta la classe dirigente italiana,a favore degli usurai speculatori.Abbiamo un governo e un presidente golpisti,un parlamento che é solo un ectoplasma.
    Si tratta proprio di intraprendere una vera guerra di liberazione contro un'invasione straniera,al posto dei carri armati,i bund lo spread e tutte le altre armi,con una stampa e un popolo addormentato.
    Possano saltare in aria questi maledetti invasori!

    RispondiElimina
  5. lo spread tornerà normale quando cominceranno a svendere

    RispondiElimina
  6. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  7. he succede alla grafica dei tuoi commenti Johnny? Ho letto. Siamo assistendo inermi e passivi alla nostra fine, visto che i mainstreams nemmeno si degnano di informarci sulle gragnuole di bombe che ci piovono quotidianamente addosso. Ora dirò qualcosa di "complottista". Scommettiamo che da quando c'è GoldMonti al governo, non avremo più alluvioni né terremoti? ovviamente la Sinistra dirà che era il Cav che portava sfiga.

    RispondiElimina
  8. Mah..non so Nessie,sembra tutto ok nelle impostazioni...ma mi son trovato questa sorpresa,con tutte le date dei commenti sballate.
    Ce n'è sempre una!

    L'autoincensamento del loden e della stampaglia é vomitevole....va a Berlino a prender ordini e dicono che l'Italia é apprezzata....certo,come tutti i padroni apprezzano i solerti servitori...ruolo che Monti ricopre benissimo....va ad informare se deve far questo o quello...che dire poi di quella truppa di governo che si porta dietro..fanno uscite ed intrallazzi degni di un film dei Vanzina.Non é ancora detto che si continuerà ad esser inermi e passivi...altro che complottisti! se ben ricordi sui nostri blogs erano mesi che prevedevamo quanto é veramente successo,e cioè un colpo di stato di speculatori e strozzini aiutati dalle misere quinte colonne nostrane,da una sinistra completamente venduta ai banchieri,ma anche con un berlusconi incapace e autodistruttosi.Non parliamo di Casini che é il peggio delle truppe cammellate che sostengono monti.

    RispondiElimina