domenica 18 dicembre 2011

PASSERA MINISTRO DELL'EVASIONE FISCALE


QUESTI CI PRENDON PER IL CULO!!!

In un editoriale di prima pagina sul Fatto Quotidiano Marco Travaglio se la prende con il Corriere della Sera e con gran parte della stampa italiana che ha nascosto o confinato nelle pagine interne la notizia assai clamorosa della condanna per evasione fiscale di alcune grandi banche italiane che dovranno sborsare al fisco complessivamente circa 800 milioni di euro più gli interessi maturati.

Nella lista degli evasori ci sono Montepaschi, Unicredit, Bpm, Credem e dulcis in fundo Intesa Sanpaolo che ha versato al fisco ben 270 milioni evasi, secondo l'Agenzia delle Entrate, dal colosso bancario guidato fino a qualche settimana fa dall'attuale ministro Corrado Passera.
Non si può dare torto a Marco Travaglio: una notizia del genere in qualsiasi altro paese avrebbe preso le principali pagine dei giornali e non lo spazio di una notiziola di serie b come è avvenuto sul Corriere della Sera.
Sul banco degli imputati per evasione fiscale è salito infatti l'intero sistema bancario italiano reo di aver evaso il fisco negli anni 2005-2007.
Se questa non è una notizia da prima pagina stento a capire quali siano le notizie degne di questo nome.
E il fatto che le banche chiamate in causa dall'Agenzia delle Entrate abbiano scucito i quattrini dovuti significa che il Fisco era dalla parte della ragione. Ma c'è qualcosa di più.

C'è un'aggravante, purtroppo, che riguarda Intesa Sanpaolo, perchè l'Istituto di credito guidato fino a poche settimane fa da Corrado Passera ha fornito al governo non soltanto il ministro dello Sviluppo e delle Infrastrutture ma anche una serie di personaggi che ruotavano attorno alla Banca, dal ministro Elsa Fornero al sottosegretario Mario Ciaccia.

In un momento in cui il governo guidato da Mario Monti chiede al paese sacrifici e in particolare decide un ulteriore pesante aumento della pressione fiscale è a dir poco fastidioso venire a sapere che durante la gestione di Corrado Passera Banca Intesa evadeva le tasse per una cifra considerevole.

Minimo il ministro Corrado Passera dovrebbe chiedere scusa agli italiani.
A questo c'è da aggiungere che Intesa Sanpaolo è azionista del Corriere della Sera.
Se Ferruccio De  Bortoli avesse voluto fare una bella figura avrebbe messo la notizia in prima pagina, in modo da togliere ogni sospetto su un possibile trattamento speciale verso uno degli azionisti più importanti di Rcs.
Diciamolo pure, questo è un duro colpo alla credibilità del ministro Passera e di tutto il governo. 

(
---------------------------------------------
Che questo governo fosse credibile può ancora crederlo Napolitano,che deve aver qualche problema...data l'età...
E questi sarebbero quelli che fanno la lotta all'evasione fiscale con quella storia grottesca del limite dei contanti?
E questa Passera si presenta da Fazio (uno da seppellire sotto mucchi di guano)a parlar di lotta all'evasione?
Qui non occorre la tracciare il contante bisognerebbe tranciare qualche testa....!
NOTA
Il peggio non è che la notizia sia stata nascosta, ma data in modo parziale.
E' storia vecchia e non se n' è mai parlato, le banche sono state in trattativa a lungo con l' Agenzia delle Entrate per una transazione, perché è una situazione grigia in cui non è chiaro dove stia la ragione. Tralasciando il fatto che certe operazioni sono state proposte in gran parte dallo studio di un ex Ministro, il tutto è emerso solo nel momento in cui è stato gettato nelle rotative Alessandro Profumo, ex AD di UniCredit.
Nessuno ha raccontato come stessero le cose, nessuno ha spiegato che banche e Agenzia delle Entrate si erano molto avvicinate nella trattativa, nessuno soprattutto ha scritto che altre banche avevano fatto la stessa cosa, non solo UniCredit.
Risultato? Alessandro Profumo è stato sputtanato e la sua ambizione di entrare in politica è stata segata. Però è diventato Ministro qualcuno che ha fatto le medesime cose.

15 commenti:

  1. Vergogna,ancora vergogna...dovevate sentirlo questo ministro evasore...!

    RispondiElimina
  2. Telepatia? Anch'io ho parlato di Passera e di come se la sta prendendo con tassisti ed edicolanti, 'sto disgraziato. Adesso linko il tuo post.

    RispondiElimina
  3. Nessie,evidentemente abbiamo simili idiosincrasie per certi loschi figuri come questo.Pericolosissimo,perchè ipocrite e falso.
    Continua a dire che vuol vendere le azioni Banca Intesa,ma per ora le tiene ben strette.siccome la banca é probabile che partecipi ai programmi di infrastrutture che verranno emanati,vuoi vedere che questo aspetterà a venderle dopo che la banca magari prenderà qualche partecipazione ai lavori,cioè quando le azioni saliranno?
    Da questa gente c'è da aspettarsi di tutto.

    thanks for link,bye

    RispondiElimina
  4. E' tutto un conflitto di interessi,certa stampa compresa.Come si può pretendere che ti informino correttamente? E pure questo ministro pare averlo.che diceva Monti in proposito? Il mio governo non ha conflitti di interessi?
    Mezzo governo certamente,é legato a filo doppio o con chiesa,banche e certi partiti.
    Dracula a presidente Avis,leggi Passera

    RispondiElimina
  5. Ecco chi erano i grandi evasori,le banche? Altro che la demenziale misura dei mille euro contanti!
    Non serve a nulla,solo un favore alle banche e a rompere i coglioni ai semplici cittadini con una serie continua di fastidi e burocrazie.Che pena questi professori!
    Capirai se i veri evasori si spaventano per queste misure.Non fidatevi di questro Passera che dice di esser sicuro di tassare i capitali scudati,mente.Poi basta osservarlo quando parla,non comprerei mai da questo la famosa auto usata.

    RispondiElimina
  6. Le vere notizie importanti sono altre, come la nascita della figlia di Ruby che il 20 dicembre occupava la seconda posizione sull'homepage del sito del Corriere (dopo quella di piazza Tahrir).
    E c'è ancora qualcuno che legge e crede a questa robaccia?
    ROBA DA MATTI!!!!!

    RispondiElimina
  7. "bella gente" il commento di una collega (gli altri commenti li sorvolo).

    unica cosa furba di questo governo è l'immagine di apparenza (più che buona) che i suoi ministri sono in grado di offrire. ieri sera ho guardato un poco vespa e da lui c'era il ministro fornero. per carità, una persona elegante, nulla da eccepire, perfetta rappresentante di un certo tipo di persone. la definirei addirittura suadente, delicata, ipnotizzante, chìc.
    lì per lì ti veniva voglia di darle ragione, di assentire, di leccarle le scarpe, tanto sembrava convincente nei modi e nelle idee. mi ricordava moltissimo l'anticristo del romanzo di benson "il padrone del mondo", per chi lo avesse letto. nessuno mai apparso in tv è riuscito a scatenare in me lo stesso effetto, e la cosa, sinceramente, mi preoccupa. se monti è un vampiro, questi è una succube.

    RispondiElimina
  8. Sarò scemo, gentile Sareth, ma mi viene il dubbio che lei non abbia mai letto il pur discutibile Lombroso. Già, perché mi viene in mente questa cosa? Ma lei sulla Fornero forse scherzava, gentile Sareth, e io non colgo; oppure sono scemo, come dicevo quattro righe fa.

    Apple

    RispondiElimina
  9. @anonimo

    Ormai la stampaglia italiana ha raggiunti i più alti vertici della disinformazio e del leccazampismo.Se questi sono giornalisti,tanto vale abolire l'ordine (unico al mondo),qualsiasi studente liceale può far meglio.

    @sareth e apple

    io credo che in toni dversi diciate in fondo la stessa cosa:una imbonitrice e buona attrice...specie nelle parti drammatiche....
    Se poi l'originaria stesura dell'indicizzazione pensioni (soglia dei 470 euro lordi) era sua,allora é anche una idiota...

    RispondiElimina
  10. Tutto ebbe origine dalla cacciata di Berlusconi.
    Se lo sono tolto dai coglioni barbaramente, visto che non intendeva fare il "passo indietro".
    Il bravo "Presidente" s'è fatto il governo che i suoi compagni non sono riusciti a fare.
    Fuori Silvio, dentro gli amici della parrocchietta, scelti ben bene per il nostro bene.
    La crisi (non sarà un bluff?) incombe, siamo sull'orlo del baratro, l'INPS potrebbe non pagare le pensioni, e bla bla bla....
    Ma a chi vogliono prendere in giro?
    Ma siamo così scemi da sentire dire da molti intervistati: "se tutto ciò serve per salvare l'Italia, allora è bene che ci tassino".
    Chissà perchè chi può non si ribella a questa buffonata? Tutti corrotti?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, tutti coglioni autolesionisti incoscienti. Diceva bene il caro Berlusca: attenti ai comunisti che mangiano i bambini! Siamo tutti bambini.
      Ci stannmo divorando i poteri forti a causa della impellente corsa alle poltrone di comando dei maledetti comunisti, messi in un cantuccio per 17 anni da un outsider imprevisto.
      Per prendere il trono ci hanno messo nelle mani di Monti e della sua cricca.
      Stramaledetti!

      Elimina
  11. Forse non dobbiamo colpevolizzare loro, ma noi stessi, che stiamo con le mani in mano, ci hanno reso ignoranti con i programmi stupidi e imbecilli della tv e la nuova generazione lo dimostra, volendo sempre piu essere uno di qui tanti cretini e falliti che si mette a fare reality show per avere fama per la sua ignoranza, distraendoci da tutto ciò che era necessario conoscere e acculturati, negli anni dopo la guerra le persone avevano lottato per i diritti dei lavoratori scioperando e manifestando tutti con solidarietà e Unione, oggi mi chiedo..voi com'e me in cosa state credendo, quali sono i vostri ideali, e perché non portarli avanti.. CORAGGIO QUALCUNO PRIMA DI NOI C'È RIUSCITO

    RispondiElimina
  12. Eh già...se dopo quanto sta succedendo il popolo non si muove,vuol dire che é rincitrullito e magari tornerà ancora a votare questa indegna classe politica.Ogni azione di questo governo,appoggiato da un pulcinella sul colle,da partiti indecenti e da una stampa mainstream vergognosa,mira ad asservire il paese ad una cricca di usurai europei e ad impoverirlo.Dei sindacati é meglio non parlare.

    Ce ne sarebbe stato abbastanza in altri tempi per scatenare una rivoluzione,invece oggi si fa fatica a fare uno sciopero generale.I cittadini sono lasciati soli in questa battaglia che non potranno mai vincere se non con una aperta ribellione,e poco pacifica, e pacificamente astenendosi in masa dalle urne.La prima opzione pare impossibile visto il sonno profondo,speriamo che almeno la seconda sfiduci definitivamente questo sistema,in modo da arrivare ad una nuova Costituente che riscriva regole e architettura statale,che cambi il sistema e consenta al paese di uscire dalla gabbia usuraia europea riprendendosi la sovranità svenduta.

    RispondiElimina
  13. forse a quel pagliaccio ha bisogno di una passera in vero senso della parola quei soldi avra pagato bene le sue pu.....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. può essere,la faccia da galoppino ce l'ha...

      Elimina