sabato 19 novembre 2011

IL DELITTO DI VOTO


Ecco video e trascrizione in italiano del discorso tenuto ieri da Nigel Farage all'Europarlamento. Tre minuti per ribadire che qualsiasi democrazia è migliore della tecnocrazia che stanno cercando di farci passere come governo dei migliori.


"Eccoci qui, sull'orlo del disastro economico e sociale, e in questa stanza oggi abbiamo quattro uomini che dovrebbero essere responsabili. Eppure abbiamo ascoltato i discorsi più insipidi e tecnocratici di sempre: state tutti negando.
L'euro è un fallimento sotto tutti i punti di vista. Di chi è la colpa? Chi è che ha in mano il vostro destino? Ovviamente la risposta è: nessuno di voi. Perché nessuno di voi è stato eletto. Nessuno di voi ha avuto la legittimazione democratica necessaria per arrivare ai ruoli che state attualmente ricoprendo. E in questo vuoto è arrivata Angela Merkel.
Viviamo in un'Europa dominata dalla Germania, qualcosa che il progetto di Europa unita avrebbe dovuto effettivamente impedire. Qualcosa che chi venne prima di noi ha impedito, pagando con il suo sangue. Io non voglio vivere in un'Europa dominata dalla Germania e neanche i cittadini europei lo vogliono. Ma ragazzi, siete voi che lo avete permesso. Perché quando Papandreou decise di chiedere un referendum, lei signor Rehn parlò di 'violazione della fiducia', e i suoi amici si sono riuniti qui come un branco di iene, hanno circondato Papandreou, lo hanno cacciato via e rimpiazzato con un governo fantoccio. Che spettacolo disgustoso.
E non ancora soddisfatti, avete deciso che Berlusconi se ne doveva andare. Quindi fu cacciato e rimpiazzato con il signor Monti, ex commissario europeo, anch'esso architetto di questo euro-disastro. Un uomo che non era neanche membro del Parlamento. Sta diventando come un romanzo di Agatha Crhistie, dove cerchiamo di indovinare chi sarà il prossimo ad essere fatto fuori. La differenza è che sappiamo benissimo chi sono gli assassini: dovreste essere ritenuti responsabili per ciò che avete fatto. Dovreste essere tutti licenziati.
E devo dire, signor Van Rompuy, che 18 mesi fa, quando la incontrai per la prima volta, mi sbagliai sul suo conto. Dissi che avrebbe ucciso silenziosamente la democrazia degli stati-nazione, ma non è più così, lo sta facendo molto rumorosamente.
Lei, un uomo non eletto, è andato in Italia a dire: "non è il momento di votare, è il momento di agire". Cosa, in nome di Dio, le dà il diritto di dire al popolo italiano cosa fare?"




-----------------------------------
E' vergognoso che debba essere un inglese a dire certre cose e che i nostri tacciano.
Ma che ci stanno a fare? Ad esempio,mi viene in mente,il sig.Claudio Magris che spesso sul Corriere ci ammannisce lezioni di civiltà,di diritto,democrazia...quale miglior occasione di questa per darne una anche a questo parlamento di zombies!
E voi,mi raccomando,continuate a votarli.....

19 commenti:

  1. Farage non é nuovo a queste critiche,quel che meraviglia é che nesuno dei nostri abbia avuto il coraggio di dire una parola in merito.
    E poi fanno celebrazioni del 150 anni dell'Italia.Ma vegognatevi,parassiti.

    RispondiElimina
  2. A che serve avere 60-70 deputati che nemmeno in questa occasione hanno il coraggio di parlare?
    Che ci stanno a fare in questo congresso di mangiapane a tradimento? O sono venduti o dell'Italia non importa loro un fico secco.Vergogna!

    RispondiElimina
  3. Date la cittadinanza onoraria a Farage,é più italiano lui di tutti i nostri conigli,che son soli lì a divertirsi con portaborse,amanti....lautamente pagati a far gli affari loro.er Magris,avete ragione...é sempre lì a dar lezioni...

    RispondiElimina
  4. Per favore,non parlatemi più di democrazia..altro che le fregnacce di P2,P3,P4 e dei colonnelli,qui il colpo di stato lo fanno con armi fasulle come lo spread

    RispondiElimina
  5. Guardate la faccia di Van Rumpoy,messo l' dal Bilderberg! E l'altro saltimbanco Schutz,il finto europeista al servizio della Wermacht...bancaria.
    Finiamola una volta per tutte con questo parlamento inutile di venduti!

    RispondiElimina
  6. Monti: non sono un servo dei poteri forti.
    Caro Mario,excusatio non petita....la dice lunga sul contrario..
    Banche mai toccate,come mai?

    Ha ragione dilinger,eleggiamo Farage altro che Magris!

    RispondiElimina
  7. Spero che alle prossime elezioni europee,se ci sarà ancora l'europa,vadano tutti al mare.
    E pure per le altre,guardate un po' che ammucchiata ridicola a sostegno di un colpo di stato!

    RispondiElimina
  8. Sono mesi che denunciamo il tentativo di colpo di stato da parte degli speculatori mondiali,arbitrariamente detti "mercato".

    Se il Sistema Monetario è controllato dalle Banche Centrali e queste controllano il presunto Debito Pubblico, non si può più parlare di democrazia.

    Infatti, laddove al Sistema non piaccia un Governo o una certa politica che lo sfavorisce, gestendo opportunamente le operazioni monetarie e finanziarie dei mercati, mette in crisi il Governo non gradito e ne fa eleggere un altro, se del caso “tecnico”, come è avvenuto nella nostra Nazione, senza alcuna investitura del Popolo Sovrano.

    Tutto molto semplice,infatti così é successo.Il resto lo lasciamo alle bufale dei vari pennivendoli della stampa mainstream

    RispondiElimina
  9. Già,ci parli Magris sul Corriere del parlamento di affaristi di cui fa parte!

    RispondiElimina
  10. Ma tutti i nostri deputati europei che cazzo ci stanno a fare se a nessuno di loro é venuto in mente di denunciare quanto sta avvenemndo in Italia?
    E poi il presidente golpista ci tritura i coglioni da mesi con la storia dell'unità italiana! Ma dove sta? Meglio dividerla in cinque parti,meglio mandara affanculo tutti questi fasulli patrioti che sanno fare solo i servi.

    RispondiElimina
  11. Ascoli Piceno 19 nov.-

    "L'Italia deve pensare ad un piano per uscire dall'euro, perche' i costi sociali per rimanerci potrebbe essere troppo alti da sostenere". Lo ha detto ieri sera l'economista Paolo Savona, presidente del Fondo interbancario di tutela dei depositi ,intervenuto ad Ascoli Piceno ad un convegno sul tema "Quale futuro dell'Europa", presente anche il prof. Giuseppe Guarino. "

    I gruppi dirigenti del Paese - ha affermato Savona - hanno si' il dovere di avere un Piano A per l'Europa, e cioe' come restare dentro l'euro ma anche un Piano B, cioe' come uscirne, nel caso ci costi troppo sul piano sociale ed economico, in una nazione con 16 milioni di pensionati e 31 milioni di lavoratori. Ora la Banca centrale europea ci ha strappato la sovranita' fiscale - ha chiarito - ma senza darci alcuna garanzia politica.
    Noi insomma abbiamo un alto debito ma denominato in una moneta che non e' la nostra, e che non possiamo stampare in caso di necessita'".
    Di conseguenza, per Savona, "la classe dirigente dovrebbe valutare anche i costi alternativi alla situazione attuale che ci stA portando alla deflazione visto che la BCE ha solo poteri di stabilita' finanziaria ma non di sviluppo, come la Federal Reserve americana.
    Mi riferisco cioe' ad un uscita dall'euro che certo causerebbe inflazione , ma ci permetterebbe anche di tornare a stampare moneta, fissare i tassi, stabilire il rapporto di cambio e andare verso un nuovo equilibrio complessivo."

    Certo,se avessimo un'altra classe politica...

    RispondiElimina
  12. il solito pecorame italico,ma quale democrazia,merita solo un dittatore....

    RispondiElimina
  13. Monti: "Poteri forti? In Italia magari ce ne fossero"
    Magari? Capito con chi abbiamo a che fare?

    RispondiElimina
  14. Siamo in tanti ad aver messo Farage nei nostri blog. Che la nostra sarabanda di politici pagliacci e servi si guardi il video e provi vergogna per le parole che non ha detto. E che mai dirà.

    RispondiElimina
  15. Siamo stati in tanti forse proprio per la nostalgia di non avere un politico coi cosidetti coglioni,che le mandi a dire quando occorre.
    E poi ci fanno sorbire manifestazioni per l'unità d'Italia piene di retorica bolsa!
    Un orgoglio ce l'hanno:quello dei servi,di applaudire chi vuol rovinarci..

    RispondiElimina
  16. bandiera rossa (gisella)20 novembre, 2011 19:56

    forse i nostri erano fuori a prendere il caffè....comunque la sparata non era fuori luogo, dovrebbero TUTTI andare a lavorare...

    RispondiElimina
  17. L'Italia appartiene segretamente agli Usa, poiché è stata venduta loro alla fine della II Guerra Mondiale, secondo accordi fissati già prima ( mi pare nel 1942 o nel '43 ) e ribaditi poi in un protocollo. Questo almeno si mormora negl'ambienti Nato, secondo quanto si dice.

    RispondiElimina
  18. E' chiaro che i vincitori ci han sempre trattato come una colonia,ma nel periodo della guerra fredda l'Italia era una pedina importante che almeno non apertamentenon veniva considerata un suddito qualunque.Ora siamo in queste condizioni e pure ben publicizzate al resto del mondo,ma in teoria sarebbe un momento favorevole per riacquistare libertà di manovra....se non avessimo una classe poitica imbelle,di serie C,che non hanno minimamente a cuore la dignità di una nazione.Fanno a gara a presentarsi come servi.

    RispondiElimina