lunedì 21 novembre 2011

CIAMPISMO, AMATISMO, MONTISMO = VAMPIRISMO

E' arrivato Super Mario

Tranquilli. In fondo non è successo niente che già non fosse in atto. Tutto fu pianificato oltre venti anni fa. Il progetto era alquanto semplice in quanto doveva soltanto soddisfare la voracità del mondo della finanza. Progetto che prevedeva di papparsi tutto ciò che era pensabile.
Il via alle danze lo diede nel 1992 l’allora governatore di Bankitalia Carlo Azeglio Ciampi che si incaponì nella difesa della lira sotto l’attacco di Soros. Alla fine il governatore riuscì a bruciare 60 mila miliardi di lire ed a svalutare la moneta nazionale del 30%. Così che gli investitori anglosassoni poterono razziare a prezzi di liquidazione quelle aziende pubbliche che nel frattempo Giuliano Amato aveva declassato in società per azioni per poterle mettere sul libero mercato. Nessuno pose domande, a parte la Guardia di Finanza che nel 1996 aprì una indagine, naturalmente con il solito giochino da illusionisti fatta sparire da altri soggetti.
Le nuove icone della Repubblica non potevano essere oggetto di sospetti. Ed infatti per i loro servigi, Carlo Azeglio Ciampi fu ricompensato con la Presidenza della Repubblica, Giuliano Amato ha ricoperto svariati incarichi ministeriali ed addirittura in occasione dell’ultima elezione presidenziale il suo nome fu proposto dal PDL in alternativa allo stesso Napolitano.
Da allora, indipendentemente da chi occupasse Palazzo Chigi, il progetto è andato avanti. Altri pezzi del patrimonio pubblico sono stati svenduti, la sovranità nazionale e monetaria sacrificata per poter entrare in quel gran caravanserraglio che è l’UE, si sono ristretti i margini della produzione in favore della delocalizzazione ed è stato sancito quel gran principio che è da fessi fare lo stesso lavoro per tutta una vita e pertanto siamo sprofondati nell’incubo della precarietà.
Assegnare la paternità di questi radiosi risultati alla destra o alla sinistra è esercizio inutile in quanto ambedue sono funzionali al sistema; in fondo è una gran cosa l’alternanza all’interno dello stesso progetto. Serve soltanto per confondere le idee e realizzare sempre il volere dei veri padroni.
Purtroppo ultimamente questo meccanismo si era un po’ inceppato. Berlusconi aveva un po’ ecceduto con le sue “puttanate”, che se pure lo avevano reso ancor più succube e ricattabile, (infatti all’ultimo G 20 nell’ultima speranza di salvare poltrona e affari di famiglia ci ha pure consegnato nelle grinfie del FMI), oramai era impresentabile pure per i suoi manovratori.
Dall’altra parte la cosiddetta opposizione, nonostante la dote di un manipolo di deputati comperati al fronte berlusconiano, e nonostante che fossero tre anni che ripeteva il solito motivo “Berlusconi vattene.. Berlusconi vattene” al momento opportuno ha dimostrato di non avere né un progetto né i numeri per sostituire il cavaliere. Che fare ?????
A togliere tutti dall’imbarazzo ci ha pensato il padrone. Sgomberato il campo dai camerieri della politica, la finanza apolide si è rimboccata le maniche ed ha assunto in prima persona il comando delle operazioni.
E’ la prima volta che succede, ma qui ci sono fior di interessi da riscuotere e non si possono correre rischi di insolvenza. Al massimo si può lasciare un po’ di libero sfogo alla piazza lasciandogli sputacchiare l’abbacchiato cavaliere. Ma non di più. In fondo la cagnara serve sempre a nascondere agli occhi della massa quello che realmente accade.
E’ successo con il golpe di “mani pulite” quando con un colpo di spugna si sono azzerati quelle dirigenze pubbliche che avrebbero potuto opporsi all’operazione Ciampi/Amato sopra descritte.
E’ successo in questi giorni dando un’opportunità di esternazione alle frustrazioni dei decerebrati di sinistra ed ai venticinqueluglisti del terzo polo, lasciandogli l’illusione di poter gioire della caduta dell’odiato nemico, non ben comprendendo gli stessi chi era il vero vincitore.
Ma adesso tutti in riga, la ricreazione è già finita.
La nuova compagine governativa sembra la fotocopia di un grigio consiglio di amministrazione. I tecnici comandano ed i politici portino i voti. Tutto sommato la cosa ha una sua naturale continuità e non dovrebbe richiedere grandi sforzi. Quelli di centro destra non possono tirarsi indietro in quanto Monti non farà altro che realizzare quanto da loro stessi promesso nella famosa lettera di sottomissione all’Ue. Quelli di centro sinistra dopo averci per anni rotto le scatole con il famoso refrain “ce lo chiede l’Europa” adesso non possono certamente sottrarsi al pagamento del conto che la loro mostruosa creatura ci presenta.
La qual cosa non sarà cosa di poco conto.
E non soltanto sul piano economico. A tal riguardo è interessante rileggersi quanto il novello Ministro della Difesa, Amm. De Paola ha rilasciato al Sole 24 ore in data 6 novembre. Parlando di ottimizzazione delle risorse ebbe a dire “la smart defense è un atto politico. Può forse apparire ironico dirlo ora, ma i ministri, come non hanno avuto paura di abbandonare la sovranità finanziara per accedere all'euro, così non devono avere paura di condividere la propria sicurezza per attuare una difesa integrata.” Capita l’antifona?

 Eppoi Monti ci racconta la favoletta che loro proprio non sono l’espressione dei poteri forti. Come no? Basta guardare ai curriculum dei nuovi ministri, che li fanno sembrare tanti bambolotti con il marchio di fabbrica impresso sul fondo schiena. Nei discorsi pronunciati di fronte a Senato e Camera, Monti non ha però parlato del problema principe. Che è il conflitto di interessi.
Non quello del neo ministro Passera che con le sue partecipazioni in faccende che saranno oggetto dei provvedimenti del suo dicastero lascia basiti. No, qui si parla del conflitto d’interesse principe.
Che è quello che riguarda Banca d’Italia. Laddove soggetti privati si sono arrogati il diritto di impossessarsi dell’Istituto che vigilava sulle loro attività, in modo tale che adesso i sorvegliati fanno pure da sorveglianti a se stessi.
I soliti privati che si sono costruiti quell’altro centro infernale che risponde alla BCE. Che presta il denaro agli stessi ad un interesse all’1,5% e non lo presta agli Stati che invece debbono ricorrere agli associati che dopo averlo ricevuto all’1,5% lo cedono all’8% creando ad arte il cosiddetto ed inesistente debito pubblico.

Monti ha parlato di ICI, di pensioni e di molto altro ancora. Ma non del sistema bancario.
E’ pur vero, bontà sua, che ci tiene a sottolineare che lui ed il suo governo non sono espressione dei poteri forti. Beato chi ci crede.

(Giuseppe Coppedè)

63 commenti:

  1. Donatori di sangue,ribellatevi a questa trinità,una e trina nel dissanguare la nazione

    RispondiElimina
  2. A completamento:

    È come se un tipografo, incaricato dagli amministratori di una società calcistica organizzatrice di una partita di stampare 30.000 biglietti di ingresso per le partite del campionato, col prezzo di € 20 stampato su ogni biglietto, chiedesse come compenso per il suo lavoro di stampa € 600.000, in base al fatto che i biglietti che ha prodotto “valgono” € 20 cadauno.
    È vero che essi “valgo...no” € 20 caduno, ma che essi abbiano un valore non dipende dal tipografo, bensì dall’associazione sportiva che ha formato la squadra, procurato il campo da gioco e organizzato la partita, sostenendo i relativi costi e producendo la domanda di quei biglietti, senza la quali questi niente varrebbero.

    Il tipografo é la Banca centrale,la società calcistica lo Stato.

    Ciò vuol dire che la moneta che adesso utilizziamo per fare acquisti è una moneta con l'emissione della quale lo Stato (e quindi noi) si è indebitato nei confronti della Banca Centrale.

    Ma al momento in cui viene emesso il denaro,(e il suo valore), dovrebbe logicamente essere proprietà del popolo e, per esso, dello Stato.
    Assolutamente lo Stato non dovrebbe indebitare se stesso e il popolo verso una Banca Centrale, pubblica o privata che sia, per ottenere denaro.
    Al contrario, questo succede su base regolare

    RispondiElimina
  3. Il fatto é che ci troviamo in queste condizioni per manovre politico-finanziarie che nulla hanno a che fare con la situazione reale del paese,ma per una crisi creata oltreoceano dagli amici di Monti che hanno ammorbato il mercato con 7-800.000 miliardi di dollari di derivati,in pratica carta straccia tossica.Si consideri che il PIL MONDIALE é 60.000 miliardi di dollari e si capisce il disastro mondiale che questi banditi han combinato.
    E dovremmo sempre pagare noi? Bisogna essere fessi per farlo.Il debito? Sono anni che viaggia al 100% ed é stato sempre onorato.
    Il fatto é che il trucco é quello indicato nel commento qui sopra di Johnny.

    RispondiElimina
  4. Bisogna assolutamente ritornare a stampar moneta come stato sovrano.Non é possibile? Allora far stampare a dei falsari presso la zecca di stato miliardi di euro,così ricambiamo pan per focaccia.Coi ladri,adottiamo i loro metodi.
    Scherzo? Mica tanto...

    RispondiElimina
  5. Quali mai misure potrà prendere Monti? Non serviranno a nulla contro la potenza di questa speculazione internazionale.Serviranno solo a deprimere ancor più la popolazione.Se lo lasciano in pace é perchè hanno raggiunto l'obiettivo di mettere un loro uomo al comando e ridurre la popolazione a sudditi del sistema asassini bancario-finanziario.Ma finché questo non cambia saremo sempre in balìa degli speculatori.

    RispondiElimina
  6. Leggere il lecca lecca a getto continuo che fa la stampa nazionale a questo governo di tecnici é veramente esilarante e indice della piaggeria o della malafede italiota che ha toccato vertici sublimi di rincitrullimento.
    Poverini,sono sobrii,ridono poco,parsimoniosi,non fanno battutacce,vengono in Parlamento a piedi o in carrozzella,dormono su pagliericci,stanno solo a pane e acqua ,un giorno alla settimana anche stracchino e si stupiscono che nel palazzo ci sia un ristorante...insomma una perfette rappresentazione di quanto sarà prossimamente l'Italia...un eremo monacale

    RispondiElimina
  7. S' pero leggo che il ministro Giarda per andare a giurare,si presenta in elicottero dei vigili del fuoco,Trento-Roma.Ha pagato,visto che Monti vuol eliminare i privilegi?

    RispondiElimina
  8. Bravo domingo! Stampare euro in casa...anche falsi,se lo meritano...

    RispondiElimina
  9. Dal bunga bunga al banca banca...

    RispondiElimina
  10. Il principe del leccazampismo é la Repubblica (ora scopre che la crisi é l'euro...e te pareva!)che tende a classificare gli uomini in base alla capacità di apparire chic,naturalmente tutto il governo montista lo é....baci e languide carezze...da vomitare,e questi manco hanno ancora alzato un dito..sì é veramente sublime il paraculismo di questo giornale,giornale si fa per dire,é più un bollettino parrocchiale di lodi al parroco.

    RispondiElimina
  11. Mo' c'avemo er Mario,te dicono grande qui...grande là,poi te guardi in giro e te vedi 'na sola citazione de studioso....n'iradeddio de nulla,ma qui pare er Salvatore.... oddio,de sti tempi pure 'na capra po' fa' er presidente...ma dico tanto pe' calmare gli sdruscinati lecca lecca...so' tre ggiorni de lingue disidratate....se vede pure la bava de lumaca che sta a colar dalli articoli de fondo de li spacciatori...un fondo de melma de slinguazzi.Na stampagliatura ch'ormai sta a sfronda' tutti li records d'appecoramento.
    C'avemo er Mario, er fusto der pretorio!
    Se veste bene,nun c'ha i tacchi,nun ride,pure profeta...ce dice che l'euro vittorioso se vede dalla Grecia....e qui pure li gatti neri se toccano i coglioni
    Ave Mario,morituri te salutant...facce sognà...de stare artrove!

    Er governo Morti....

    'Na squadra de bancomattari ,'na fila de pretini beccamorti....nun scopano,dormeno in branda de frasche,nun magnano,nun rideno,forse manco pisciano e ......'na specie de alieni acconci alli funerali...ce dicono i nostri..
    Dice...ma so' tennici preparati,bravi,se intendeno de tutto,ce sarveranno dallo spreadde....
    e c'hai raggione,so' bravi a fa' i becchini,ognuno sta a fa' er suo pezzetto de cassa ar popolo cojone che meschino come vezzo sempre applaude chi glielo ficca...
    Me scordavo der Napolitano ...sovrintendente pompe funebri...fiori e orazioni..

    'Na cerimonia da manuale,si non fosse per er solito peracottaro Enrico che per farse di' che sta vivendo,se mette a scriver bijettini de fregnacce...se mette a servizio lui...nun te smania'Richetto...se sa pe' tutta Roma ch'er ruffiano é mestier che te riesce mejo.

    RispondiElimina
  12. E non è finita. Pare che Monti sia pure membro del Moody's, l'agenzia di rating che ci declassa. Lo chiamano già il Piromane Pompiere. Aspetto che mo' ti becco il link fornito oggi da Marco Saba di Arianna editrice.

    http://seigneuriage.blogspot.com/2011/11/moodysgate-come-monti-ha-ricattato.html

    RispondiElimina
  13. Ho sentito questa notizia....per la serie tanto per non farsi mancar nulla.
    Ho paura che da questa situazione se ne esce solo in modo violento,altrimenti....ormai alla guida degli Stati ci sono uomini fedeli agli usurai,se non conniventi...

    RispondiElimina
  14. Letto il link di Nessie....e poi il signorino continua a dire che non é al servizio dei poteri forti! Ci mancava pure questa..ha la tessera di tutti i clubs di questa gentaglia,ma come si fa a mentire così spudoratamente?

    RispondiElimina
  15. Meglio il "vampirismo" che il vostro irresponsabile anti-europeismo da strapazzo. Ma purtroppo siete fascisti, quindi cosa si può pretendere....Che poi quali sono le soluzioni e le alternative che voi proporreste non si è ancora capito. Siete qui, in questo blog, a fare demagogia e populismo ma non sapete vedere al di là del vostro naso. Dite di essere "anarchici"...bene, allora andate a vivere tutti in un isolotto, da soli, cosicchè vi togliete dalle palle e almeno vivete bene: magari, su quell'isola, insieme allo spazzolino da denti vi portate anche la bibliografia di quel rincoglionito filo-nazista e anti semita di Louis-Ferdinand Céline, così almeno passate tempo, leggete le stronzate che vi piacciono e non vi annoiate!

    RispondiElimina
  16. Conversare con i fessi c'è sempre il rischio di esser contagiati e passare per fascisti agli occhi del solito fesso è voluttà da finissimo buongustaio.

    RispondiElimina
  17. Perché qualcuno che ci capisce,non ci spiega cosa sono le Agenzie di Rating,e come e chi le sostiene per il loro lavoro?In fondo va a loro il merito o la colpa del valore che si attribuisce alle aziende,alle banche e addirittura agli Stati.Chi ci certifica però che quanto prodotto dal loro lavoro(?)celebrale sia corretto, per garantire chi vorrà o dovrà usare o subire i loro responsi(senza dover accettare gli "Ipse Dixit" )?....Io leggendo un po' in giro, ho appreso che tre sono le più importanti agenzie, quelle che fanno il bello e cattivo tempo.I loro nomi traggono origine dal nome dei loro vecchi fondatori:
    1)Per la Standard &Poor's da Mr. H.V.Poor...,2)Per la Moody's da Mr. J. Moody....,3) e per la terza da Mr.J.K.Fitch( 's è il genitivo che sottindente agency)....Se fossero dei Signori italiani(dopo aver italianizzato i loro nomi) si chiamerebbero nell'ordine:1)Sig.(Tipico)e Poveraccio...,2)Sig Depresso(o Lunatico) psicologicamente a carattere incostante...,3)Sig.Puzzola(Little smelling animal...).(Non è una mia invenzione ma è la traduzione "letterale" da premiati dizionari che potrebbe, come per tutti i nomi,avere risvolti anche etimologici).
    Per fortuna che non siamo più ai tempi dei Latini che davano "estrema importanza" al nome.NOMEN OMEN(Il nome è un presagio).Da come uno si chiamava i Romani si aspettavano o temevano subito il risultato delle loro azioni.
    Io, che essendo un loro pronipote,anche se "moderno", conservo un certo rispetto dei miei antenati ...gli antichi Romani,e credo ancora un pò come loro ai "presagi". Visti i loro nomi,a scanzo di equivoci,qualche rito "apotropaico",di nascosto,me lo faccio,....ascoltando i loro vaticini sulla economia mondiale.Saluti Tonino
    P.S. Perchè tutti gli Stati non si liberano di queste "Cassandre" retrocedendole al livello puramente informativo(come si fà con l'oroscopo)e al più considerandole agenzie per consigli di acquisti per prodotti finanziari,dedicandogli al più poche righe nella pagina economica dei giornali?

    RispondiElimina
  18. parturiunt Montes,et nascetur ridiculus mus(Orazio ars poetica).che in italiano è Partoriranno(dopo dolore)i "Monti",e nascerà un sorcio ridicolo(più esattamente che non ci farà ridere se non per poco.Tonino

    RispondiElimina
  19. @anonimo

    Buona quella doi Orazio...approppriata..

    Le agenzie di rating,come già saprai,sono possedute da privati,grandi speculatori,che fanno qualsiasi operazione finanziaria.Sarebbe come dire,i controllati controllano i controllori.Più grande conflitto di interessi non esiste.Ma questo è uno dei trucchi messi a punto dagli usurai mondiali,nell'indifferenza o acquiesciena dei politici,per espropriare gli stati dei poteri sovrani.I giornali a loro volta sono espressioni di grandi gruppi finanziari e quindi...credo però che il gioco troppo scoperto di questi marpioni ha fatto loro perdere non poca credibilità

    RispondiElimina
  20. Dato l'argomento puramente turistico pubblicitario,della mia Roma,forse questo non è il blog giusto.A Roma un "Monte Mario"(alto solo 129 mt.,ma... il più "alto" di Roma)c'è sempre stato(forse deriva da mons "malus"....).E' noto a Roma perchè c'è lo Zodiaco(per vedere e studiare il movimento delle "stelle")e tra le tante altre curiosità era famoso perchè c'era anche il "manicomio" ,eliminato,perchè per "legge" i matti non esistono più.Da "quell'altura" si può ammirare questa splendida città che si può vantare di aver resistito per millenni ai danni dei:Vandali,Goti,Lanzichenecchi,Francesi,Savoiardi, ed ancora(peggio) diverse decine di governi passati(sia del regno, che repubblicani).Siamo "fiduciosi" che sopravviverà anche a questi ultimi guai che ci si stanno profilando all'orizzonte.Ciao Tonino

    RispondiElimina
  21. Interessante notizia.L'argomento turistico é pertinente...quando si parla di monti e di marii...Ci sono stato e ammirato il panorama.
    Diceva il Venerabile Beda "quando sparirà Roma,sparirà il mondo" o simile..
    Quindi,abbiamo fiducia...ciao

    RispondiElimina
  22. Sono rimasto commosso dalle lacrine del Ministro che annunciava i tagli che questo governo(non votato da nessuno)sta concependo per quanto riguarda il sistema pensionistico.Ho pianto anche Io,ma non di commozione,ma di rabbia perchè anche Io sarò "vittima" di questi tagli, fatti per coprire i buchi di una "dilettantesca" gestione della cosa pubblica che risale dal 1861 ad oggi.Gli unici ad averne giovato sono le banche,che si sono intelligentemente create nel tempo un capitale (il debito pubblico),che ormai a vità,sarà ripagato da tutti noi con lauti interessi.Ciò è avvenuto grazie anche a più di un politico compiacente,per avere la conferma che esistono,basta aprire i giornali di tutti i giorni per scoprire corrotti per tangenti,appalti truccati,operazioni inutili o inesistenti,etc. BASTA colla propaganda dei politici(per togliersi responsabilità) del popolo"magnone e sprecone" , quando gran parte della gente ha speso,si fà per dire,(e solo in parte,perchè ben decurtato) quanto guadagnato col sudore della fronte.Certo ci sono i furbi,staniamoli. Finchè non si "ridarà" DIGNITA' al lavoro umano,che è l'unico che produce benessere,trasformando le materie prime in beni di consumo.e si continueranno a privilegiare "modesti" contabili,capaci solo di individuare tutti i mezzi per risparmiare poche "lire",qui e là, per tacitare i creditori, le cose non miglioreranno in Italia. Una ricetta,ma non l'unica,....TUTTO ciò che può essere prodotto in Italia DEVE essere prodotto in Italia....Vantaggi....riaprono le nostre fabbriche,sparisce la disoccupazione,diminuisce l'importazione migliorando la bilancia estera,si ricrea quel marchio di qualità per cui l'Italia era famosa e vendeva all'estero. I soldi guadagnati in Italia verranno (re)investiti in Italia avviando così un circolo positivo,come avvenne dopo la guerra con "il boom economico". Come fare?Basta reintrodurre i dazi per molti manufatti (stupidamente)importati.Ci rimette solo il furbo che compra o investe all'estero;ci guadagna tutta l'Italia che ritorna ad essere una Nazione altamente industrializzata(il sesto al mondo quando ero giovane)e non il popolo di "pizzettari" che i nostri partners europei finanziaramente e furbescamente ci hanno fatto diventare(spogliandoci di tutti i nostri averi).E il mercato globale?....andasse a farsi benedire,perchè arricchisce solo pochi(già ricchi) a danno di tutti gli altri(già più o meno poveri).Ciao Tonino P.S.Chiediamo di Reintrodurre la gogna(come c'era a Roma) dove dopo regolare processo immediato, saranno esposti gli amministratori scoperti ad essere "magnoni".

    RispondiElimina
  23. Premertto che in caso di elezioni auspichiamo astensione di massa,unico modo per sfiduciare questa indegna classe politica.Facciamo tutto un fascio,poi come diceva quel tale,casomai dio riconoscerà i suoi.
    Detto questo,non posiamo che esserecd'accordo su molti punti del tuo commento,gogna pubblica compresa con diritto di sputo.
    dai un'occhiata qui sotto,per tua delizia o incazzatura ulteriore.

    I REGALI ALLE BANCHE DEL GOVERNO DEI BANCHIERI

    1- LOTTA AL CONTANTE.

    Soglia 1000 euro.Benefici indiretti,ma di grande valore.Incentivazione carte di credito,bancomat e bonifici,con Benefici quindi dei servizi legati al c/c.Meno cash vuol dire inoltre minori costi per la gestione banconote e monete (trasporto valori..).Costi stimati dall'Abi in 10 miliardi l'anno.
    ... L'uomo del loden però auspica una riduzione delle commissioni a fronte della crescita delle transazioni.Campa cavallo...

    2- PAGAMENTI DELLA P.A. VERSO IMPRESE E CITTADINI

    Per qualsiasi movimento superiore alla soglia di 500 euro,qualsiasi Ente della P.A. non potrà usare contante.
    Ma transitare OBBLIGATORIAMENTE su c/c bancario.Chi non l'ha,lo apra.Pensate ad un anziano che riscuote la pensione alla Posta,e sono tanti.
    Praticamente,con queste misure, ogni italiano dovrà avere un c/c in banca.

    3- NUOVE ENTRATE

    C/C obbligatori per professionisti.Per ottenere facilitazioni e semplificazioni nei rapporti con l'Amministrazione Finanziaria (pagamenti,rimborsi...) dovranno far transitare ogni movimento su un CONTO AD HOC.

    4- GARANZIA STATALE SU EMISSIONI OBBLIGAZIONARIE

    Questa é dovuta senz'altro al ministro-bancario Passera.In pratica vuol dire garanzia statale sulle passività delle banche italiane.Si tratta di 90 miliardi di bond in scadenza,rinnovati a minor costo grazie all'aiuto del Tesoro.
    Una manovra cucita addosso alle banche che brindano.

    5- ICI

    l'aumento del 60% applicato ai comuni mortali,é ridotto al 20% per gli Istituti di Credito e assicurazioni.

    GOVERNO DI BUFFONI!!!!!!!!!!!!!

    Senza contare il resto.questi vivono fuori dal mondo,giocano coi numeri come fossero figurine e non persone reali,lo dimostra la soglia delle pensioni per la deicindazzione ora ritoccata,nonhanno minimamente in mente il risiltato che certe norme possono avere in tanti casi specie con l'Ici...conosco un pensionato proprietario di appartamento che prende 850 euro di pensione che non sarà indicizzata...ma ti rendi conto.!Insomma credo che sian pure u po' incapaci sti professori

    RispondiElimina
  24. Quanto alla madonina piangente,dovresti sentire i commenti ispirati alla più ridicola retorica di certe befane come la Ravera,la Spinelli (ormai avviata da tempo ad inverare il contenuto del suo nome)su questa sceneggiata.
    Ho sempre pensato che le donne fossero migliori degli uomini,ma quando sento queste mezzecalzette mi vengono forti dubbi..

    RispondiElimina
  25. Mi hai fatto intristire ancora di più con quanto sopra letto,e quindi voglio aggiungerci un'altra considerazione."Ognuno al suo mestiere"cercando di farlo bene al massimo.Sui giornali abbiamo letto che le nostre università sono scadute oltre il duecentesimo posto in classifica mondiale per il loro livello culturale(eccetto Bologna e La Sapienza di Roma).Sarà "sicuramente" tutta colpa dei nostri giovani tutti scapestrati e ignoranti(?????), "malgrado" i tanti sforzi degli "investimenti" fatti,e quelli della classe dirigente e del personale accademico.I professori a parer mio dovrebbero continuare a fare i professori,e cercare di riportare le nostre università ai gloriosi livelli del passato.Se tanto mi da tanto,mi chiedo a che posto della classifica mondiale dell'economia andremo a finire con le nuove(e non sperimentate)strategie di sviluppo?Una volta eravamo tra i dieci paesi più all'avanguardia(con tecnologie sviluppate in Italia e materiali prodotti nei nostri stabilimenti) tra quelli più industrializzati del mondo( e ciò nel campo della chimica,siderurgia,meccanica,elettrotecnica, impianti manufatturieri di tutti i tipi,costruzioni,etc)e gareggiavamo alla pari e vincevamo commesse contro i colossi multinazionali.Ci faranno tornare a quei livelli?(perchè questo significa "rilancio") o va a finire che procedendo per "Tryal and Error"(*)come fanno tutti gli sperimentatori che si rispettano(quando si dedicano alla risoluzione di "nuovi" problemi) correremo il rischio addirittura di uscire dalle classifiche.(*traduzione)Tentativo ed errore,e così via fino alla soluzione del problema.

    RispondiElimina
  26. Naturalmente per un errore di trascrizone la pensione era di 950....

    Studenti certo...ma molto di più professori a cui l'istruzione poco sta a cuore...all'università ho visto cose turche...é meglio soprassedere.Bravo,se tanto di questi professori mi dà tanto..
    Un mistero che ancora nessuno spiega é come mai fino all'anno scorso e con lo stesso debito non succedeva nulla.Quello che é mutato é la volontà degli speculatori mondiali di affossare l'Europa ed in particolare governi poco amici in certe operazioni stile 1992.Questo debito non sarà mai pagato,é impossibile,ora stanno arrovellandosi solo per pagarne gli interessi!Non voglio tediarti con mille particolari in tanti ns posts,fatto sta che tutto quanto,spread compreso,puzza tanto di bufala.Nesssuno é salvabile contro questi speculatori che hanno capitali tali da schinare ogni Stato.Una cosa é certa,occorre ritornare in possesso della sovranità monetaria.Finchè devi emettere bond per avere soldi,non se ne esce.
    La posizione dell'Itlia che tu dici,dava ombra a molti e l'entrata nell'euro non ci ha certo portato bene.Si può parlare all'infinito,fatto sta che dal 2001 ad oggi,i prezzi sono raddoppiati o triplicati mentre salari e stipendi sono pressochè fermi ai livelli di allora,con condeguente perdita del potere d'acquisto.

    RispondiElimina
  27. scsa errori di battitura...i tasti van per loro conto e pure io stasera..

    RispondiElimina
  28. Spiegazione del mistero a cui accenni(film già visto più volte,cambiano solo gli attori).Se una nostra grande impresa(che ha però un qualche valore) chiede un finanziamento ad una banca nazionale,questa(ridotta sapientemente al "lumicino")glieli presta ,ma chiedendo a sua volta un prestito ad una superbanca internazionale. Risultati...1) a noi il prestito costa il doppio(perchè dobbiamo pagare gli interessi alla banca nazionale e alla superbanca estera. 2)le garanzie delle nostre aziende,azioni,ipoteche..vannno a finire nelle mani delle superbanche. 3)se le aziende non pagano... falliscono, e con loro, le nostre banche che non possono pagare a loro volta le superbanche.1+2+3= totale,in un sol colpo le superbanche acquisiscono di diritto,e a due soldi( perché i titoli in borsa sono intanto deprezzati) i beni degli insolventi: cioé aziende in crisi,banche nazionali insolventi,e i risparmi di alcuni malcapitati."Resta" chiaramente il debito pubblico ,poiché quello è più sacro di quanto di più sacro è concepibile al mondo, onorevolmente si rinnoverà( chiaramente aumentato) anche dopo guerre ,rivoluzioni,etc..Tutto il dramma è che oggi in tutti gli stati del mondo si allevano e privilegiano quegli economisti che fanno "fiorire" i mercati(investitori) perchè propagandati come "motori primi" della creazione della ricchezza.Si finanziano perciò nuovi stati(fino a ieri ancora nel medio evo) che per il loro costo minimo del lavoro(in certe parti del mondo quasi schiavistico)garantiranno grandi profitti agli investitori,mentre si affossano quei "dinosauri" buoni solo a consumare(per sopravvivere) e pretendere di essere rispettati degnamente se lavoratori, per il lavoro fatto.Il capitalismo nel mondo moderno, ha dimostrato di funzionare, se condotto con regole "sagge e concordate tra i popoli".Sarà invece la distruzione della nostra civiltà se diverrà ancora più selvaggio di come già oggi è diventato.Cartina di tornasole ...più uno Stato ottiene finanziamenti a più basso costo rispetto al tuo,più è probabile che ti ha già fregato qualche tuo bene,o, se e quando di suo interesse, lo farà quanto prima. P.S. "tanto" tempo fa quando ero studente "anche io" all'univesità, si davano i"papiri" per affrancare le matricole,sul mio(che ancora conservo) c'è scritto tra l'altro : "Articolo quinto,chi cià i sordi ha vinto".I nostri creditori hanno messo le cambiali all'incasso?e noi non possiamo che subire?Perché non ci spiegano il perché dobbiamo solo pagare di corsa e tacere?

    RispondiElimina
  29. Analisi condivisibile.Aggiungo anche l'illusione di un capitalismo degenerato di continuare a far soldi con i più inverosimili trucchi cartacei,cioè senza creare vera ricchezza.Pensa che In Usa davano mutui a cani e porci e contemporaneramente gli stessi istituti scommettevano che non sarebbero stati pagati.Una bisca,per giunta truccata!
    Inoltre il poter emettere moneta,la sovranità monetaria,é essenziale.Ho bisogno di fare un'autostrada,o un ponte,o che? Stampo i soldi con beneplacito della corte dei conti.Non mi indebito e creo lavoro,ricchezza.Ora per la stessa operazione devo indebitarmi e pagare interessi.Facendo leva e controllando una moderata inflazione si crea quella ricchezza che fa aumentare il pil e diminuire il debito.Vero é che ora pare un po' tardi con la montagna che abbiamo sul gobbo,ma il principio é questo.Consideriamo che il debito è per circa metà in mani straniere,per via di non poter stampare moneta.
    Insomma,da come é oggi regolato il tutto,non se ne esce,fai fatica a pagare gli interessi.Con in più recessione e inflazione insieme,come dalle ultime misure prese.Ora pare che Soros stia comprando qualche miliardo del ns debito.Di bene in meglio!
    L'ultimo vertice europeo,un fallimento,non tanto per l'uscita della GB,ma per i fatto che in pratica non si é deciso nulla su questo problema,se non mettere ulteriori vincoli di bilancio che non servono a nulla.Se non si risolve il problema debito,si rompe tutto.Non é nemmeno escluso che gli inglesi,oltre a difendere la City e se stessi,non abbiano fiutato il probabile disastro,come i topi che abbandonano la nave che affonda.
    Siamo veramente in un cul de sac,e parafrasando una vignetta del blog,per uscirne ci vuol veramente un sac de cul!..in mancanza di qualcuno con le palle che cominci a battere i pugni sul tavolo...improbabile..bye

    RispondiElimina
  30. Un'altra misura sarebbe svalutare in qualche misura l'euro che é sovradimensinato per ragioni opposte al dollaro che,considerati quanti ne viaggiano per il mondo (e non in Usa,limitando quindi l'inflazione interna),dovrebbe valere un buon 30% ddi meno.Si salvano perchè essendo la moneta delle transazioni mondiali,tutti li devono comprare ad es,per pagare il petrolio.Credo che una delle ragioni,se non la sola,per cui é stato fatto fuori Strauss Kahn sia proprio il discorso fatto qualche mese prima sulla necessità di sostituire il dollaro con un paniere di monete,tesi sostenuta da Cinesi,Indiani,Russi,e Venezuela.
    Altro conseguenre guaio,la sottomissone della politica alla finanza...ma finiamola qui,altrimenti ci sarebbe da scrivere un libro sulle tante storture di un sistema che ormai sembra non reggere più

    RispondiElimina
  31. Ho appena finito(su Rai 3) di vedere l'intervista tra il/la Ministra(ora non mi sovviene il nome)che pianse perchè ci annunciava tagli alla pensione,e la giornalista Annunziata.Niente lacrime questa volta,e un comportamento sicuro,da professore a studente , studente che nel fare domande per capirci un pò o meglio rischia di fare la figura di saccente/polemico senza assolutamente volerlo(complimenti alla "studente" Annunziata che ho trovato molto preparata).Il Ministro Ci ha spiegato a tutti(con chiara metafora) che questo governo è un po' come quando si rende necessario,e si fa, un consulto di superprofessori al capezzale di un illustre morente(l'economia italiana).Dopo il consulto o si fa la cura prescritta o il paziente potrà addirittura morire(non ha precisato quali saranno le condizioni della vita residua nel caso sperato che il paziente sopravviva,se ci saranno ricadute...).(Con un pò di metafora anche IO)Mi è rimasta qualche perplessità.1)non sapevo"come paziente" di essere così grave ,malgrado qualche acciacco dovuto all'età.2)Inoltre i medici a cui col "voto" mi ero affidato(circa mille parlamentari nelle cui mani avevo affidato la cura della mia salute economica)mi avevano continuamente rassicurato che un ernietta,una cataratta,e un po' di ipertensione ce l'hanno tutti... e ci si convive(e "non", che se non ti operi prima di Natale rischi di morire).Quando i pareri, che invece oggi ho scoperto, sono così contrastanti uno dei due gruppi(professori e medici "generici" si sbaglia,...aut aut "in natura tertium non datur,Lucrezio)).Ci possiamo fidare del chekup che abbiamo fatto(anzi che ci hanno fatto a nosra insaputa) presso tre famosi centri diagnostici:Moody/Poor/Fitch???Per me, che sono un malfidato, NO:io andrei alla disinteressata ASL vicino casa per rifarmi le analisi,e compararle.Sono preoccupatissimo quale sarà,(visto che si tratta di cose importantissime quali la sopravvivenza e la qualità della nostra vita futura),chi ci sta "azzeccando"sulla nostra salute.e le cure più appropiate?Quanto segue vale solo per me:mio padre(una roccia)che è vissuto 96 anni si vantava che c'era arrivato perché aveva evitato accuratamente di consultare i medici.Io che qualche cosa ho ereditato da lui(ma sono un "tecnico",i medici li consulto, ne sento tre,sperando(ma invano)che due siano d'accordo nella diagnosi,per bocciare il terzo che probabilisticamente ha torto; alla fine lascio fare alla natura e a me stesso evitando eccessi sulla dita....La morale della storiella è.... come è stato possibile che 1000 medici(perlamentari)generici non si siano accorti che dovevamo contattare un buon Notaio, per dettare le nosre ultime volontà,invece di fare bagordi, con tutti i valori delle "analisi" così sballati(stranamente negli ultimi 2/3 mesi).Ma che brutta malattia abbiamo improvvisamente contratto.Se non a noi,ditelo almeno ai nostri familiari,come si usa.CiaoP.S. a Roma in alcune lapidi cimiteriali si trovava scritta la frase:"stavo bene,per star meglio qui giaccio"Quanti fessi che hanno sparlato potevano tecere.

    RispondiElimina
  32. Comme on dit,tutti tirano acqwua al proprio mulino,così che é sempre difficile sapere di chi é veramente.Molti di questi medici a me sembrano epigoni di quelli dei tempi antichi la cui unica cura per tutto era "Salasso".

    Il dubbio é che il malato non stesse sì un buona salute,ma che nemmeno stesse tirando le cuoia come molti trombettieri oggi sostengono.E che non ci fosse poi quella dannata fretta.Sembra più un al lupo al lupo per poter somministrare medicine prescritte colà dove si puote e non certo da questi medici chiamati al capezzale.
    Ma é solo una mia idea,anche perchè dovremmo già esser morti secondo alcune diagnosi,e l'effetto delle medicine proposte no sarà certo immediato.
    Ma,si dice,é anche questione di fiducia verso i creditori.I creditori,come si sa,da tempo non guardan più molto la fiducia,ma garanzie reali che offre il moribondo.Come si vede,non sembrano poi contarci molto.

    Ma lasciando questi dubbi ai posteri,una cosa si può osservare.E cioè,che la medicina offerta sembra dar il colpo di grazia al malato,Su questo i dubbi son molto pochi.Non si vede come possa riprendersi,se non per dieci minuti,forse in tempo per il testamento.Se la cura era questa,c'è da sospettare appunto che poi non stesse così male.Si tratta solo di un salasso di sangue che non cura nulla,anzi come ho detto é addirittura dannosa.non si interviene sulla causa,ma sull'effetto.Eziologia del male,alquanto trascurata dai luminari professori.

    RispondiElimina
  33. PS- Di questo passo,pure ai loculi toccherà pagare l'Ici...cosi che anche quella frase rischia d'esser solo un ricordo,lugubre,ma in molti casi vero.Dovranno incazzarsi pure lì.

    RispondiElimina
  34. Ah dimenticavo....i famosi 1000 non eran medici...forse già faticavano ad esser infermieri addetti alle cucine....ma si sa,in Italia tutti si spaccian per dottori,e noi ci siam affidati a laureati abusivi...

    RispondiElimina
  35. In Italia ci sono oltre due milioni di laureati e molti in lauree prestigiose,più prestigiose di alcune altre(quando ero giovane considerate di seconda scelta)e oggi pubblicizzate come miracolistiche agli occhi di tutti.Tra questi laureati abbiamo circa sessantamila professori universitari a vari titoli(non contiamo i professori nei licei e scuole inferiori).Molte persone valenti e intelligenti valgono quanto, e spesso di più di tanti non laureati,che hanno avuto però la sfortuna di un papà povero per pagargli gli studi..Non credo che gli Italiani si lascino facilmente suggestionare dai titoli accademici,come garanzia di sicuro risultato,in tutte le professioni esercitate,giudicano dai risultati.Ci spieghi qualcuno per favore perchè l'organo che è deputato a gestire la cosa pubblica(il parlamento) è stato giudicato inidoneo a trattare la situazione(pur continuando a retribuire i suoi dipendenti come se niente fosse accaduto).In che cosa consiste questa grave emergenza natalizia(quasi uno tsunami) di cui NESSUNO si era accorto?Ci si dia l'identikit di chi ci sta mettendo in crisi(se esistono soggetti che lo stanno facendo),e almeno alcuni nomi di chi dormiva,e magari"da piedi"(*vedi nota)Ciò per poterci difendere singolarmente e come popolo ,oltre che solo pagare senza sapere i dettagli del perchè.Per favore non resuscitate(almeno a Natale) i bunga-bunga come fonte di tutti i mali, perchè oltre a mostrare poca fantasia,dimostrereste anche un disprezzo per l'intelligenza di questo "grande Popolo che è l'Italiano" colpevole solo di avere una classe dirigente non all'altezza delle sue potenzialità.(* nota)Quando eravamo poveri(non c'erano culle),l'ultimo nato dormiva nel lettone tra i genitori.Quando i genitori volevano "giocare",spostavano il bambino ai "piedi" del letto così non si "accorgeva" di nulla.

    RispondiElimina
  36. Di molti laureati é gia molto che sappiano scrivere in italiano (grazie anche al prof.De Mauro che abolì il fmoso tema alle medie,sosdtituendolo con ridicoli quiz).Un recente concorso della magistratura,oltre ad una preparazione giuridica da orecchianti,una serie di errori grammaticali da elementari insieme ad una feroce lotta con la lingua per far nascere e scrivere pensieri degni di tal nome.Poi c'è il sapere (chiamiamolo così...)specialistico,al di fuori del quale é spesso una tabula rasa.Una volta un medico sapeva sì fare il medico,ma era anche un umanista,un cittadino dotato di strumenti idonei per decodificare la realtà circostante.Quindi meglio stendere il famoso velo pietoso su ogni ordine di scuole italiane e su molti professori formatisi in certi periodi.

    Quanto ai nostri rappresentanti,direi vostri dato che io non voto,molti non san nemmeno perchè son lì,altri sapevano ma erano conniventi se non manutengoli degli organizzatori del disastro.Mai ho sentito levarsi obiezioni come quelle che tanti paiono oggi riscoprire.Sia come sia,in una logica normale,verrebbero tutti licenziati,presidente della repubblica compreso.Purtroppo,la nostra brillante costituzione cartaginese non contempla la revoca del mandato,vevendpossibilità del cittadino di difendersi contro le fregnacce fatte dal suo eletto.Non starei però a sottilizzare tanto nella presente situazione,facciamo pure di tutta l'erba un fascio.Non saprei chi indicare innocente.
    Per i cultori del bunga bunga,nonostante qualche tentativo di revival,vedo tempi oscuri di precariato,specie per chi campava solo di quello.Già cominciano le manovre diversive per piazzarsi su altri carrozzoni.Ormai non incantan più nessuno,il problema é riciclarsi,perdendo anche la faccia.Ma si sa,sul bronzo si deposita una leggera patina,facile a levarsi...

    RispondiElimina
  37. corrige- ..un recente concorso della magistratura ha rilevato..

    RispondiElimina
  38. Leggo in una tua precedente risposta che sei uno dei tanti che non vanno a votare.Leggendoti posso aver capito il perché.Normalmente,quando non si possono curare i propri interessi in prima persona,si"deputa" qualcuno a farlo per te....ma... vorresti essere rappresentato da uno possibilmente come o migliore di te(occhio che il tuo partito è il più"votato").Ecco perché capisco la tua (e non solo tua)perplessità ad affidare ad uno sconosciuto il tuo destino,dandogli in più il "diritto" di essere espressione della tua volontà.A Roma Caligola portò nella Curia(Senato) un cavallo.Nei moderni stati democratici,con i vari partiti dai nomi e programmi"volatili",e la scelta obbligata(senza preferenze)di canditati sconosciuti imposti(ma sicuramente graditi ai loro capi,o ai capi dei loro capi che li hanno proposti)o"te magni sta minestra o te butti dalla finestra"....è facile portare alle camere(in "collegi blindati")altro che il cavallo di Caligola,ma mandrie intere di mansueti mammiferi.Questa potrebbe essere una delle cause della disaffezione al sistema che abbiamo(oltre che le troppe pagine dei giornali tutti i giorni dedicate alla "cristallinità" nella gestione del bene pubblico affidatogli).Per chi non lo sapesse "democrazia" significa governo del popolo, termine greco inventato ad Atene,che con i suoi 300/400mila abitanti contava 40mila uomini liberi(demos)e tutto il resto "schiavi"senza diritti nemmeno sulla loro vita.Perché ci lamentiamo se in fondo niente è cambiato da "sempre",...pochi avevano tutti i diritti.... la maggioranza erano schiavi.Ma il cavilloso(del sistema) potrebbe obiettare ...oggi le masse vanno a votare,e "scelgono"(Si fa per dire) i loro rappresentanti.E' vero !ma la situazione delle masse non è sostanzialmente cambiata, hanno acquisito il diritto democratico al mugugno,e il diritto di cambiare un governo con un altro(che si scoprirà equivalente)diverso solo per il simbolo che usa per identificarsi.Questo spiega anche tanta satira politica che si vede e promuove in tutte le TV.Reclamate,ironizzate,fate battute...siete "liberi di farlo"...tanto i ragli dei somari non salgono al cielo.

    RispondiElimina
  39. P.S. ma la tanto decantata democrazia vale ancora ,quando ti azzerano il governo che qualcuno(credendoci) aveva eletto,motivando che non sono"tecnici"ma generici,e non all'altezza di fronteggiare una situazione che richiede ben altre.p...., Situazione che prima o poi ci spiegheranno se verificatasi all'impprovviso,o provocata da colpe pregresse di troppe gestioni dilettantesche e non "professionali".Noto leggendo i giornali e vedendo la TV che i "non tecnici",non provano eccessivi imbarazzi sui giudizi negativi ricevuti,(anzi molti,fortunatamente non tutti, sembrano contenti di essere stati bocciati,tanto al più "ripeteranno" l'anno) sono solo preoccupati che non gli si diminuisca lo stipendio,e gli si difenda una "superlauta "pensione costruita"senza i corrispondenti versamenti"richiesti dal sistema contributivo applicato per chi ha duramente lavorato.

    RispondiElimina
  40. Prescindendo dal fatto che la democrazia come viene pensata,non è mi esistita,nè esiste da nessuna parte e men che meno nella Grecia di Pericle,tirano illuminato?, e in questo momento,io non voto da una vita,un po' per quel che dici tu,ma molto perchè è un esercizio inutile,é come votare a lista unica.Nonostante le differenze (sempre più sfumate) di facciata,l'intenzione di tutti é di non attuare mai una riforma dello stato e della costituzione,ormai inadatti a fronteggiare le sfide di un mondo sempre più complesso.Anche la storia delle preferenze é uno specchietto per le allodole.Basti ricordare l'uso che ne facevano i mafiosi nelle regioni del sud.E comunque che mai cambierebbe avere un rappresentante locale? Abbiamo visto anche al Nord,un peone qualsiasi che mai ha pronunciato un discorso limitandosi solo a votare su ordini del partito.Lo dico a ragion veduta,un amico eletto ed entusiasta,e animato da oneste intenzioni,dopo tre mesi era talmente avvilito da voler quasi rinunciare.Infatti non venne più rieletto.
    Tu mi dirai,e allora? Staremo alla massima di Churchill comunque?
    Il fatto é che oggi non esiste nessuna democrazia,anche a livello formale gli spazi son sempre più ristretti e sopratutto democrazie che tendono a non esser più nemmeno votate.
    E comunque il governo tecnico é il peggiore di tutti,sottraendosi ad ogni responsabilità di fallimento.Rischiano solo di tornare ai loro affari.E' una vera e propria dittatura con l'arma del ricatto verso una classe politica imbelle ed indegna.Subdola anche,perchè non si spaccia per tale.Chi pensava d'aver toccato il fondo prima,non è ancora che gli inizi.
    Questo razionalmente.
    Poi c'è l'irrazionale del cuore,e cioè la mia propensioner libertaria ed anarchica,sofferente di qualsiasi ordine costituito,sempre destinato a trasformarsi degenerando in altro.
    Ma questo non lo metto in conto al discorso,é una cosa più profonda e personale
    che non fa testo.
    I non tecnici sperano sempre,passata la buriana,di esser rieletti.Ecco perchè sostengo l'astensione di massa da qualsiasi voto,fino ad arrivare ad una Costituente che rifaccia da capo a piedi lo stato.
    Gli italiani sono un popolo di pecore,mai hano fatto una vera rivoluzione nela loro storia, come diversi altri paesi,nè d'altro canto hanno avuto un De Gaulle capace di passare alla quinta repubblica senza troppe scosse.
    Qua siamo ancora fermi al 1945 e ai suo miti.
    Il mito fascismo-antifascismo tenuto in vita e operante fino a ieri.Prendiamo la Spagna che ha avuto un milione di morti nella guerra civile e trentanni di dittatura fascista.Petto a loro le nostre vicende sono scaramucce.Ebbene,gli spagnoli,che avrebbero avuto mille ragioni in più di noi di perpetuare la loro storia antagonista,ad un certo punto si son messi il passato alle spalle e da nazione agricola in una decina d'anni son quasi arrivati al ns livello.
    Ho citato solo uno di questi miti che impediscono un vero sviluppu del paese.
    Oggi ci si accorge di quanto fragili erano e di quanto tempo si é perso in diatribe ridicole.Oggi si vede il vero volto del potere,del nemico che non è un mito,ma una realtà inquietante che se ne frega delle divisioni politiche,anzi non sa che farsene della politica,con buona pace di resistenze varie,di dio,patria e famiglia.
    Insomma,il solito paese di guelfi e ghibellini incapace d'essere nazione.Ho divagato perchè in un certo qual modo tout se tient,e questa caratteristica del popolo italiota si vede a tutt'oggi....applaude il suo aguzzino, subornato da una stampa che é stata sempre al sevizio del principe di turno.Il manganello é stato sostituito da mezzi più efficaci e anonimi,é meno faticoso,sempre di mazziati si tratta,sempre più ed incapaci di individuare la fonte.
    Gli italiani in fondo non amano la libertà,a loro interessa l'erba,non importa chi sia il pastore.ganesi " non é la libertà che manca,sono gli uomini liberi".Nessuno te la può dare,la devi prendere.

    RispondiElimina
  41. Salta la tastiera,scrivotroppo in fretta...Diceva Longanesi "non è la libertà....
    Scusa e saluti

    RispondiElimina
  42. Sulle pensioni(essendo un "nontecnico" nessuna pretesa di voler insegnare qualche cosa a"tecnici"e professori del problema;solo una rinfrescata dei concetti base).La pensione viene anche chiamata "stipendio differito".In Italia fu introdotta durante il "ventennio",col nome pretensioso ma valido di "Previdenza Sociale".Qual'è il concetto ispirativo che portò a quella grande riforma?...la realtà della "crudezza" della vita umana..e lo sforzo umano di migliorarla per far fronte ai periodi nei quali la vita diventa sempre più difficile..e cioè la vecchiaia.Si pensò che il prelievo "forzato" di parte dello stipendio(in età valida),e il suo accantonamento,avrebbe garantito nel momento che non si era più in grado di lavorare con efficienza,di poter garantire a mantenere un tenore "degno" di vita,riscuotendo quanto versato.Per chi ha le idee chiare il percepimento della pensione è un "contratto" dove si riprendono i propri soldi( che nel frattempo sono stati gestiti in maniera "blindata" e solo per questo scopo) in forma onesta e intelligente "da buon padre di famiglia".Garante di questo prelievo/ rimborso può essere "solo"lo STATO.....Se un trafficante di denaro vuole decidere di fare affari facili, apre oggi un fondo pensioni....incassa per 30/40 anni soldi buoni(senza tirar fuori una lira),e fra 40 anni(campa cavallo) te li ridarà (se li darà) svalutati,perchè ancorati a indici azionari,che agenzie compiacenti(più ai "mercati"che a chi ci va a fare la spesa),scopriranno declassati.A questo punto le considerazioni: -Un professore del passato(che la TV ci mostrò avere serie difficoltà a vestire un casco da ciclista)inventò lo slogan :che sono i giovani a pagare le nostre pensioni....e i soldi nostri che abbiamo versato per 35/40 anni,,,,,,chi se li è "MAGNATI"? -nel decennio dei "lumi" socialisti,si prepensionava il vecchio(anche a 50 anni),perché il bilancio era ritenuto positivo...per un vecchio che produceva di meno e guadagnava di più,si assumeva un giovane ,più efficiente ,con stipendio più basso..totale:più bassa disoccupazione,più stipendi in famiglia,entrate fresche all'istituto di previdenza,meno scontento giovanile.Oggi con i nuovi luminare tutto il contrario(e solo per fare momentanei risparmi).Chi è che ci capiva di più?(se me lo chiedi te lo dico).Il messaggio segue dopo...

    RispondiElimina
  43. Seguito....-la rivalutazione dello stipendio differito/alias pensione è un obbligo sancito nel concetto di pensione.Dare l'adeguamento solo fino ad una certa cifra sa più di elemosina(o elargizione) che di "diritto".Un esempio che anche un semplice contabile capirebbe subito... una famiglia con due pensione di 1400 euro, ha due adeguamenti al costo della vita,"doppio guadagno"...una famiglia con una sola pensione da 2800 euro,che vive in affitto(p.e. a 1500 euro)ha solo un adeguamento,ma negativo...quello del suo padrone di casa che ha diritto ad adeguare il costo dell'affitto al costo della vita..."doppia" perdita.Non credo che serva una mente da premio Nobel,per capire che l'adequamento in forma più "giusta"poteva essere studiato a coefficienti sempre più decrescenti senza fissare un tetto,e non con l'assurdo che chi prende 1400 euro ce l'ha e chi invece 1401 niente(il modesto contabile capiva subito che col passare degli anni chi ha versato di meno avrebbe preso quanto chi ha versato di più,doppio errore...illogico e "ingiusto"e se non fosse drammatico,comico.Un metodo doveva essere fissato,ma allora perché ricadere nell'errore dell'inventore che non capiva come si metteva il casco. -Equità...se ad un soggetto fisico gli "capita" di dover fare il parlamentare,"giustamente" i suoi contributi(proporzionati al suo stipendio)verranno in quel periodo versati dallo Stato nella "situazione contributiva".Questi versamenti si sommeranno a quelli precedenti e susseguenti il mandato,che il "non più parlamentare" ha versato o in seguito verserà, per 40 anni come tutti gli altri"lavorator",(basta un contabile per fare questi conti). .-Ultimo..... mortificare il valore della pensione "garantita" dallo Stato(con tutte le cabale in studio),per invogliare i giovani ad integrarla con una privata è un regalo che non farei ai miei"amati" nipoti(e agli investitori istituzionali che si stanno dimostrando ingrati dei regali già fatti).Con gli esempi che abbiamo collezionato in passato(nei vari stati del mondo)e ancor oggi spesso sotto i nostri occhi,"l'imprevidente previdente"si troverà a perderci(e rimanere disilluso) due volte(una più "cocente" per chi crede,e VUOL continuare a credere, nel valore delle istituzioni).

    RispondiElimina
  44. Il tuo ragionamento sulla funzione e sui motivi dell'introduzione della pensione,non fa una grinza.Sono soldi nostri versati,i giovani nulla c'entrano.Col sistema assicurativo delle tabelle demografiche,l'Inps dovrebbe essere in super attivo e non aver nessun problema a par pensioni,pur con tutte le distorsioni.Il fatto é che i soldi dell'inps se li son magnati in altri modi.sapevi che fino a poco tempo fa i soldi della cassa integrazioni se li caricava l'Inps?

    RispondiElimina
  45. Ricordiamo sempre che i 1400 euro famosi,sono lordi.Anche qui,seconda parte, il tuo pensiero é lucido e ci si chiede come mai non ci arrivino i professori.Ma forse ci arrivano eccome....
    I casi anomali determinati da queste tasse ingiuste,sono tanti e vessatori,fino al surreale.
    Ora pare stia cambiando ancora sta manovra,a dimostrazione di malafede e anche di incapacità degli estensori abituati a giocar a tavolini coi numeri,ma senza rapporto con la realtà.

    RispondiElimina
  46. Due frasi da aggiungere al manualetto:"Cento frasi per sembrare intelligente e disinvolto anche se hai un Q.I.(quoziente intelligenza) molto basso"....L'Europa ce lo chiede...i Mercati ci premiano o ci puniscono.... 1)L'Europa che ci chiede come comportarci "chi o che cosa è"?Alcuni Stati hanno accettato una politica economica comune,hanno stilato regole, e con un parlamento(somma ponderale dei rappresentanti dei vari stati aderenti)si aggiornano volta per volta.Se i nostri rappresentanti in questo parlamento europeo, sono della "stessa natura" di quelli nostrani appena bocciati in Patria,ciò può spiegare ,in parte,perché gli altri Stati non hanno nessuna reticenza a chiederci(ottenendoli) sacrifici,evitando di farli loro(vedi la Francia e la Germania).....Quando si associano,per il bene comune, pecore e pastori,è improbabile che a Pasqua,le pecore festeggeranno con braciolette di pastorelli....E' sotto l'occchio di tutti che con precisione teutonica,tutti i nostri averi stanno cambiando di padrone,e che qualcuno ci sta condannando ad essere il polmone di lavoro manuale a basso prezzo di una élite sostenuta da banchieri"più forti"dei nostri. 2)Spesso vado al mercato(o ai mercati)per fare la spesa,ci trovo merce che è costata fatica per chi l'ha prodotta, fatica per chi al banco cerca di venderla ,e sopratutto fatica per chi l' acquista per la sopravvivenza quotidiana della famiglia.Tutto richiama il "sudore" della fronte della catena umana che va dal produttore al consumatore.I mercati invece, argomento di questa critica ,di fatica e sudore non hanno traccia,ma rigurgitano di colpi bassi, speculazione ,concorrenza sleale,dove in più ci si aggiunge(come i troppi casi noti)l'inganno e il raggiro dei più deboli o degli improvvisati(o mal consigliati) competenti.Continuare a chiamare queste associazioni, mercati, la considero come una bestemmia per chi ogni lira se l'è sudata.E siccome i mercati sono luoghi e non persone,e quelli che ci premiano o puniscono sono persone e non luoghi, perché non chiamarli allora con il loro giusto nome...."mercanti"(trafficanti di denaro)e cerchiamo di identificarli,pubblicizzando i loro nomi per difenderci.Saluti Tonino

    RispondiElimina
  47. La sintesi é appunto questa. "Quando si associano,per il bene comune, pecore e pastori,è improbabile che a Pasqua,le pecore festeggeranno con braciolette di pastorelli.."

    Inoltre,ho forti dubbi,anzi certezza,che il bene comune poco interessi a questa accozzaglia di lobby e loro manutengoli che infestano il pollaio europeo.
    I marcati oggi non sono un'entità anonima,ma i venti-trenta operatori che fanno il bello e il cattivo tempo hanno nomi e cognomi,con in testa Soros,Rothschild,hedge fund e soci.E' una specie di roulette truccata gestita da truffatori internazionali.
    le classi politiche poi,sono solo delle parodie,asservite e senza dignità.A sentir le loro parole sembra che vivano in un altro mondo,una somma di banalità e menzogne intollerabili a cominciare da quello che pretenderebbe di essere il rappresentante degli italiani,un vecchio arnese retorico impresentabile.saluti

    RispondiElimina
  48. Le Borse continuano a scendere in Europa....aumentano i guai in Italia,perché aumentano i tassi di interesse che vanificano le manovre....ci si aggiunge l'Ungheria che scopriamo in bancarotta.(Non citiamo altri guai in giro per il mondo,soprattutto politici nei paesi islamici).Se uno credesse che esistono ,oltre quelle fisiologiche,anche epidemie politico/sociali ti verrebbe la voglia di correre a vaccinarti,per sopravvivere.E' fuorviante dare la colpa di tutto ciò al caso.Come tutti ormai sanno(anche i bambini delle elementari)se i titoli in borsa calano,vuol dire che qualcuno li vende a più basso prezzo(perché sfiduciato del loro futuro valore)ma "contemporaneamente" qualcuno li ricompra "tutti" a questo più basso prezzo(perché sicuro del loro più alto valore in futuro).Non voglio "assolutamente" credere che esistano organizzazioni che inneschino i ribassi nelle Borse, per poter realizzare facili guadagni,ai danni dei più sprovveduti che si sbrigano(mal consigliati)a venderere a prezzi di realizzo.....(perchè, dall'alto, ci rassicurano che ci sono efficienti mezzi per individuarli)....Tutti a Roma conoscono il gioco delle tre carte,eppure si continuano a vedere molti che ci rimangono "fregati".....Comunque rimango esterefatto che almeno il blocco europeo(che sembra il più colpito)non ci abbia pubblicamente rassicurato di aver avviato indagini molto ,molto a fondo per vedere se ci sono speculatori in questo gioco.Non dovrebbe essere difficile individuare chi sposta grossi capitali,per i loro guadagni e la nostra rovina.Dopo di che scopriremmo se i nemici dei risparmiatori italiani ed europei,sono di altri"blocchi"economici extraeuropei, e quali,in modo da poterci difendere....Resta ,ma solo come "probabilità aritmetica",che se gioco ci fosse, potrebbe venire proprio dentro casa nostra(e cioé in Europa),e cioé una forma della famosa teoria dell'Europa a "due velocità"...quelli che tirano il carretto(di cui Io sembro far parte)che si devono accontentare di un po' di biada,e un tetto contro la pioggia....e quelli che viaggiano comodamente in carrozza,e vivono in comode case.Ciao Tonino....P.S....poiché "sono stato cattivo" quest'anno Babbo Natale,e la Befana,mi hanno portato solo...nuove tasse e nessun adeguamento al caro vita,nemmeno una caramella o un torroncino.Volevo appellarmi al "bambinello" ma poi ho pensato.... che forse era chiedere troppo anche per Lui.Buon natale e felice anno nuovo.

    RispondiElimina
  49. Ormai gli scambi più grandi,anonimi e anche poco trasparenti avvengono fuori borsa,over the counter (OTC),banche e grandi fondi si mettono a scambiarsi grossi quantitativi fra di loro, fuori Borsa,finendo per rendere residuali i normali scambi borsistici.In questo modo sono avvenuti colossali scambi di derivati,swap....Le borse poi,specie quelle a scarsa capitalizzazione di listino(come Milano), sono in mano a grossi speculatori ed hedge found che vi giocano come in una bisca.La Consob é come non esistesse (ricordi il caso Parmalat e tanti altri?).
    Gruppi tutt'altro che sconosciuti,che sono in grado di mettere in ginocchio interi Stati e che operano non solo per fini economici,ma anche politici (vedi soros che ha schienato a suo tempo la Bank of England).
    Illudersi ancora che la Borsa svolga la vecchia e classica funzione e che sia trasparente é un grosso errore.
    L'Europa non conta quasi nulla di fronte ai giganti americani ed asiatici,anzi molti personaggi del parlamento europeo sono complici o legati a doppio filo in queste scorrerie finanziarie.
    Le Borse ormai non hanno più rapporto con l'andamento dell'economia,sono solo bische truccate per banditi.
    In effetti,siamo in preda ad un virus finanziario cha specialmente a partire dal 2008 ha contagiato il mondo,in particolare quello più avanzato e non si vede ancora un vaccino adatto

    Si vede appunto che siamo stati cattivi,in dieci anni dall'introduzione dell'euro,abbiamo perso il 40% del potere d'acquisto,la sovranità monetaria e politica.Manco il Bambinello mi sa che ce la faccia a farci uscire da questa gabbia.

    Forse qualche ghigliottina,non ci starebbe male.

    Stammi bene e auguri,ciao.

    RispondiElimina
  50. La situazione italiana che ci è stata fatta scoprire in questi ultimi tempi,ha avuto come conseguenza che gli Italiani,giustamente,si stanno interessando dei loro interessi...sopratutto dove vanno a finire i tanti soldi prelevati dal loro lavoro dalle innumerevoli tasse.Ci hanno convinto(ma già lo sapevamo)che acuni furbi non le pagano,come pure sappiamo che esistono mille modi per stanare molti di quei furbi.Detto ciò,possiamo concludere(come sembra affermare il governo) che un maggior prelievo ci salverà da un paventato fallimento,per il quale molti avvoltoi già sono preparati per acquistare i nostri gioielli a prezzi di "liquidazione"???La risposta è NO!!!
    Il bilancio italiano somiglia ad un vecchio acuedotto dove alla sorgente viene caricato 100 e agli utenti che "pagano" la bolletta arriva meno del 50.Che fine fanno i 50 mancanti?Ci sono perdite perché l'acquedotto è vecchio,ci sono privilegi perchè accordi vigenti prevedono utenti privilegiati esentati dal pagare la bolletta,oppure hanno diritti al prelivo per accordi "antichi",si scoprono troppo spesso attacchi fraudolenti di chi consuma e non paga,e alla fine si dà la colpa(spesso motivata) anche alla incuria e scarsa competenza dei tecnici addetti.Tutte belle considerazioni,ma proprio per questo, quando comincerà l'azione ricostruttiva per riportare gli utenti a pagare "per quanto ricevuto",e non per quanto alimentato all'imbocco dell'acquedotto.
    Usciamo da metafora:il popolo "magnone",come colpevole unico, tanto propagandato dai politici(che vogliono essere rieletti nelle prossime elezioni,finito il lavoro sporco) non regge più....c'è qualcosa che si "mangia" la fetta maggiore delle tasse,e "non è" lo stato sociale.Una grande fetta della torta finisce in mille rivoli di :sprechi,errori,iniziative inutili,finanziamenti privilegiati,pagamento di interessi pregessi....e anche di peggio(basta leggere i giornali).Regge molto di più l'ipotesi di una classe amministrativa che per mille motivi "consuma" la maggior parte del gettito fiscale ,senza migliorare il benessere del popolo.
    Mi sento offeso nel sentirmi apostrofare come "Italiano spaghetti e mandolino",da qualcuno all'estero(che sfortunatamente per loro non hanno i pregi dell'italianità,mangiano gli spaghetti scotti e non sanno peraltro suonare il mandolino),ma ancora di più di sentirlo da inetti all'interno,che eccellono solo per i difetti che molti di noi italiani abbiamo.
    L'Italia si merita una classe politica migliore(e non è il titolo di studio che la rende tale):Si faccia un libro bianco di come questa voragine del debito pubblico si è andato formando nel tempo.Per ogni voce di spesa:identità dei contraenti,volume reale dell'affare,tassi di interessi concordati per il finanziamento,buonfine dell'opera stessa....Chissà quante sorprese avremmo,e può darsi che senza "le perdite"il popolo magnone"può ottenere il doppio,pagando la metà.Forse qualche cosa si può riconcordare con i creditori per evitare fastidi con la giustizia.Se fossi un politico(o ex..) non andrei in giro a vantarmi della impossibilità a raggiungere una giusta gestione della cosa pubblica per colpa del "popolo magnone".
    E tra i due litiganti il terzo(I mercati,alias le banche)gode.Ci mette molta "malinconia "vedere che, cambiano gli attori, ma il soggetto trattato,la regia,il palcoscenico,e gli "spettatori" paganti sono sempre gli stessi.Saluti Tonino

    RispondiElimina
  51. Spulciare il debito pubblico l'hanno fatto in Islnda,mettendo in galera i responsabili.Quanto a chi mette le mani in tasca gli italiani,può essere istruttivo quanto segue:

    Per il quotidiano la Repubblica,8 gennaio u.s.,queste sono le stime sulle cifre totali evase. Se vertiere,altro che pccoli negozianti,albergatori...

    Ecco le cifre totali evase per "categorie" di evasione:

    1) L'economia criminale (mafia e malavita). 78,2 miliardi di euro l'anno.
    2) Big company (le grandi aziende). 38 miliardi di euro l'anno.
    3) L'economia sommersa (extracomunitari e doppio lavoro). 34,3 miliardi di euro l'anno.
    4) Le società di capitali (spa e srl). 22,4 miliardi di euro l'anno.
    5) Autonomi e piccole imprese . 8,2 miliardi di euro l'anno

    http://www.repubblica.it/economia/2012/01/08/news/evasione_record_delle_big-27760090/?ref=HRER1-1

    Noi siamo un paese occupato e per quanto riguarda privatizzazioni....,al di là della ridicolaggine taxi,farmacie,orari negozi...(chissà quali mai ripresa potranno incentivare ste caccole),leggi e magari commenta se credi il post che pubblicheremo domani.Bye,tony

    RispondiElimina
  52. Non trovo,il post annunciato nella tua risposta sopra riportata.Dove sta?
    Velocemente....ieri sono rimasto soddisfatto nel vedere la trasmissione sulla 7(Piazza Pulita),dove si vedeva che il popolo ormai è consapevole,che la maggioranza delle nostre disavventure finanziarie è dovuta a parte della pubblica amministrazione poco cristallina nella gestione del denaro raccolto con le tasse.Siamo saliti di un gradino,il colpevole non è più il popolo "magnone",ma buona parte della classe politica(peraltro rimossa).
    Ma mi faccio tre domande.1)Perchè il buco nero del debito che divora tutto il gettito fiscale non si azzera,ma cresce sempre,malgrado i lauti interessi pagati per decenni?2)Perchè non saliamo un altro gradino di indagine e ricostruiamo la storia di questo debito(valutando quanto e come preso e quanto ripagato con gli interessi).3)In situazioni fallimentari,tra creditore e debitore,si arriva in genere ad una transazione che fà contenti i due.Penso che a nessuno piaccia venire alla ribalta come corrotto/corruttore se aprendo gli"armadi"e rifacendo un po' di conti si dovesse vedere che in qualche caso i conti non tornano.
    Basterebbe la minaccia di una simile azione per riportare a più miti pretese alcuni creditori(anche internazionali) e a toglierci di torno alcuni dei nostri amministratori storici.
    C'è ancora l'ultima e più importante domanda:perché questa azione non si tenta di farla?
    Si è sempre convinti che un maggior prelivo fiscale(che sfiora ormai il salasso)è sufficiente a migliorarci la situazione della nostra "unica vita"nei prossimi anni? O ci sono altri motivi che "per ora" ci sfuggono?Ciao Tonino

    RispondiElimina
  53. il post é Italia occupata,l'ultimo,circa i colpevoli ad un gradino più alto...

    Il debito cresce proprio perchè a volte manco i suoi interessi si riescono a pagare.c'è una legge europea che impone di ridurre il debito al 60% del Pil,vale a dire che per l'italia occorrerebbero vent'anni con manovre annuali da 40 miliardi e senza contare gli interessi.Manco lo spirito santo ci riuscirebbe!
    La storia numerica del debito esiste e pure la ragioni,ora é al 120% del pil,ma gia più di vent'anni fa era al 100%.Solo che gli interessi prima erano minori e l'economia cresceva,pur a tassi non straordinari.Ma negli ultimi tempi l'interesse é cresciuto perché l'Italia é stata oggetto di un'orchestrata speculazione,volta anche a fini politici e cioè sostituire un governo non gradito agli usurai internazionali con uno che prende orddini.Se avessimo un governo degno di tal nome,ricontratterebbe il debito e tanto d'altro.Il prelievo fiscale non serve a nulla,solo a mandarci in una recessione già alle porte.Per la crescita,che abbasserebbe il rapporto debito Pil,servirebbe un'altra politica della BCe,cosa che non pare intenzionta.Siamo in un cul de sac da cui sarà difficile uscire, meno che non scoppi tutto il baraccone.Ciao.

    RispondiElimina
  54. Ti do qui il mio commento al post indicatomi.Anche chi non è "professore",sa come si fanno affari a livello mondiale.Noi che in Italia ,solo di professori universitari' ne abbiamo circa 60.000, dovremmo essere sufficientemente difesi dai giochi dei facciendieri internazionali che giocano con i soldi(tanti)nostri raccolti in vari modi("antichi prestiti o aiuti",assicurazioni,fondi pensioni....).
    Il segreto è mandare a quel paese "il mercato globale",e ritornare ad un sistema protezionistico, dell'intero blocco europeo.Il mercato globale giova a pochi e sta rovinando troppi.
    Gli inventori del mercato globale,investono nei paesi orientali,perchè i ritorni sono altissimi:il costo del lavoro(a livello schiavistico)di un operaio è dell'ordine dei 100 dollari al mese contro i nostri(che pur di fame)sono 10-15 volte più alti.I governi sono stabili perchè ben protetti da neopretoriani.Il rischio di non riprendere i soldi in breve tempo 3-5 anni è minimo.Il guadagno è sicuro perché i mercati occidentali invasi ,vanno fuori mercato e le industrie che producevano i prodotti ora importati,dopo fallimento, sono acquistate a quattro soldi per essere rilanciate "al momento opportuno"....questi economisti sanno bene che nei paradisi orientali emergenti,le rivendicazioni operaie,per il miglioramento della loro vita,faranno col tempo alzare il costo del lavoro.Ed è allora che che verranno riesumati i vecchi paesi andati falliti e costretti ormai ad accettare qualsiasi offerta di lavoro anche a prezzi di fame.I paesi orientali,saranno allora vessati, per pagare i debiti oggi contratti che non potranno paghare,visto il calo delle vendite dovuto all'aumento dei loro costi.Questo modello è stabile valeva ieri, vale oggi,varrà domani.
    Azioni:1)Divieto per gli imprenditori di aprire impianti all'estero exracomunitario,per produrre beni che verranno venduti in Europa.2)Introduzione di dazi per prodotti importati,ma che sono disponibili anche in loco.3)Riincentivazione della produzione di tutti quei prodotti facilmente producibili in loco(e questo a livello del singolo stato).4)Incentivazione(per singolo stato)del lavoro locale 5)Last but not the least(come dicono in Gran Bretagna, grande solo perché geograficamente più estesa della più antica europea Britannia)usare la carta che riporta i rapporti delle note "agenzie di rating filo-antieuropee" per incartare le uova al mercato.
    C'è purtroppo un MA...L'Europa è priva di materie prime,e quindi schiava di chi controlla le aree che ne sono ricche.La soluzione ci potrebbe essere e la butto là....C'è chi diceva che i nemici dei miei nemici sono naturalmente miei amici....In Europa abbiamo un grande Stato, che è ricchissimo in materie prime:la Russia.Gli accordi commerciali in atto sono già tanti e con ritorni interessanti per i due contraenti.Maggiori e più allargate alleanze,con un po' di raffreddamento con i nostri vecchi alleati,e insieme una difesa dalla concorrenza orientale con un protezionismo incentivante) riporterebbe tante "cose" al loro giusto posto.Ciao Tonino,...P.S....Il gatto e la volpe dovrebbero inoltre piantarla a trattare il nostro rappresentante di turno,come nella nota favola,e cioè come Pinocchio,continuando a consigliarlo di sotterrare le sue monete sotto l'albero,perché c'è la fata turchina che ci ha sconsigliato di farlo e avverte di non fidarsi di loro.

    RispondiElimina
  55. Anche per ragioni geopolitiche all'europa converrebbe stringere i legami con la Russia,pur mantenendo quelli tradizionali con Usa,cercando ovviamente e abilmente di evitare le interferenze accentuate dei due giganti.Solo che per far queso occorrerebbero veri statisti e non i burattini alla Sarko e Merkel e un parlamento colluso con gli speculatori.
    Quanto a Pinocchio temo che sia d'accordo col gatto e la volpe....

    Le agenzie di rating fanno parte del giro,e molti personaggi di spicco europei pure.L'Europa non esiste,è totalmente dipendente dalla speculazione,di cui anch'essa fa parte.solo de Gaulle tentò di sottrarvisi.D'altronde un'europa con un esercito di franceschiello che ad ogni pisciate chiama in soccorso gli Usa,dove vuoi che vada o che faccia!

    Dici bene per il mercato globale,ma il punto é:chi applicherà le misure che tu chiedi?

    RispondiElimina
  56. Seguendo i vari telegiornali vedo che "anche" Draghi si è espresso di procedere nel risanamento senza "dare grande importanza" alle valutazioni(un po'..."pro domo" loro e dei loro amici)delle agenzie di rating.Io addirittura consiglierei di tenerne conto al più, come quando si legge "l'oroscopo",per conoscere come ci andranno(???) le cose,secondo le stelle(e non le strisce).Queste agenzie più che apprezzate profetesse,(oltre che a prendere ogni tanto cantonate,vedi il caso Lehman)a mio parere, somigliano a Cassandre(che oltre a portare "sfiga")fanno pure(da ricordi di mitologia) una brutta fine.Ricordo la traduzione italiana dei loro nomi:Moody(lunatico),Standard and Poor(a norma e poveraccio),Fitch(puzzola).Perchè in una lingua ricca coma l'Italiana dobbiamo usare termini stranieri,quando ne esistono di chiari e equivalenti.E,di nuovo non dimentichiamo le nostre radici,dove il nome aveva un significato:Nomen Omen.Con la satira(più o meno lecita) hanno, nel recente passato, distrutto Leaders,e Governi,chissà che non ci si riesca....con un po' di satira, a far sparire "noti" persuarori "occulti".Ciao Tonino

    RispondiElimina
  57. Non illudiamoci Tonino,stiamo assistendo ad una guerra di speculatori e strozzini per dividersi il bottino,italiano ed europeo.Queste agenzie son parti integranti del sistema a cui appartiene anche l'Europa (stessa zuppa) che ha al suo interno le quinte colonne delle agenzie,di cui alcune manovrano i più grandi hedge fund mondiali.Possiamo pure dire che gli Usa vogliono affossare l'europa che però ha fatto di tutto per diventare un cadavere ambulante.
    Insomma,non prendiamo le parti dell'uno o dell'altro,è una guerra intestina tra ladri,d'amore e d'accordo quando si tratta di rapinare altri (basta ricordare i peana che certi fessi nostrani elevavano al rating tempo fa),salvo poi litigare quando l'attacco é contro i compari.L'unica cosa certa é che le vittime siamo noi.
    Non prendono cantonate...mica son fessi...é tutto preordinato e truccato per i loro affari,tipo Lehman,Parmalat..
    Interessante la tua etimologia...purtroppo credo che la satira a poco serva contro questi marpioni....mica sono governi o politicanti...!Rispondono solo ad azionisti,il loro popolo,ben contenti se truffano il mondo,non importa in che modo.Fermo restando che non son da meno di altri,quali FMI,WTCO,Banca Mondiale,EBA,BCE...tutti squali della stessa acqua.ciao.

    RispondiElimina
  58. "Eppur(qualche cosa) si muove".Le brevi considerazioni che seguono un po' in forma metaforica,ma facilissime da capire.1)E' notizia giornalistica di oggi che una delle agenzie profetiche di "rating"(quella del poveraccio e facsimile)è sotto osservazione per verificare che alcuni suoi prodotti siano conformi all'etichetta.2)Il "Financial Times" dalle sue stime,reputa,che il nostro PIL nel prossimo anno,con la rotta che stiamo seguendo andrà a naufragare ad un calo dell'oltre il 2,5%( è solo una valutazione ?un avvertimento al neo comandante della nave?un loro timore che tirando troppo la corda questa si rompa ,e ai suoi sponsors gli rimanga in mano solo un laccio,buono per....?)3)I telegiornali ci stanno facendo vedere la fame "nera" prodotta dall'ingordigia dei "mercati" in Grecia,e le rivolte in Magna Grecia(Sicilia)di chi questo destino(noto) non vuol condividere.
    Possiamo dire,che sono pochi,ormai a non vedere,che solo una minoranza(e ogni giorno più nota) sta giovando dei benefici di questo "capitalismo selvaggio";i cui responsabili sono in ordine crescente:il popolo che(giustamente) vorrebbe più benessere rispetto ai sacrifici che fà(pagando delle tasse esorbitanti)...i furbi e i disonesti che evadono enormi quantità di tasse...buona parte della classe politica,che ricava enormi benefici ad amministrare il bene pubblico a favore più dei padroni,che dei "dipendenti"(il famoso popolo sovr ano)....ed infine gli anonimi(e già ricchissimi) azionisti di società "volatili" che stanno acquistando TUTTO (il rimanente non ancora in loro possesso) da chiunque voglia sopravvivere ad una crisi(questa volta) di improbabile ritorno.Ritorneremo così ad un nuovo Medio Evo(corsi e ricorsi di scolastica memoria alla G.B.Vico),con una classe di nuovi "nobili"(si fa per dire),una classe di privilegiati burocrati e tanti "Publicani"(riscossori di tasse per lo straniero oppressore)e il resto.... la maggioranza del popolo dei servi della gleba.Mille anni di rivoluzioni,e conquiste sociali,per arrivare ai sistemi democratici odierni,spariranno "pure" dai libri di storia.
    Ma come vedi "qualche cosa si muove"lentamente ma inesorabilmente.... e la gente(discutendo e parlandone tra di loro),anche la più semplice ,comincia a scoprire il trucco.... ed ad arrivare a quella conoscenza.... che come citano le Sacre Scritture..è...."La Verità(che) vi renderà Liberi",Ciao Tonino

    RispondiElimina
  59. Iniziativa tipo Cortina che non arriverà a nulla.Gli analisti "imprudenti" stanno a Londra...e hanno millee modi per difendersi da questo fumo negli occhi.Non ci sperare.E poi,é così sballato il declassamento?Sic stantibus rebus,non hanno poi tutti i torti,aspetti speculativi a parte e che ci sono.
    No,oltre al FT lo dice pure la BCE,Bankitalia e FMI.Non é profezia ,é certezza.D'altronde,con la salassata di tasse,aumento prezzi e misure per crescita inesistenti,dove mai potremo andare? Ci salveranno taxisti,farmacie....? Ma non scherziamo!

    Unicredit é già in pratica in mani stranere e circolano brutte voci si Finmeccanica.

    L'unica cosa che si muove,é certamente la consapevolezza di molta gente del trucco in cui ci hanno cacciato,e sta crescendo l'aria di rivolta.
    Non so come finirà,ma credo male per noi,ma pure per Monti e soci.
    Ciao

    RispondiElimina
  60. Un'ultima coa Tonino....ha voglia Draghi e altri di minimizzare il rating....ricordo che per statuto i grandi fondi mondiali (e pensionistici) hanno l'obbligo di investire solo in Paesi con la tripla A,ovviamente a tutela degli aderenti al fondo

    RispondiElimina
  61. Anche Io ,come tantissimi altri,faccio parte della grande famiglia(pur avendo una certa età,una buona laurea anche se tecnica,e 70 di navigazione nel mare della vita)che non sà niente sulla Massoneria( che non sono Massone,e non so se tra i miei conoscenti ce ne sia qualcuno).In effetti proprio niente, niente no!, ho solo poche informazioni provenienti da aree culturali confinanti,con questa particolare realtà della storia del mondo.1)Rimembranze storiche di liceo,dove ci insegnarono che grandi movimenti(come p.e. la guerra d' indipendenza americana, la rivoluzione francese, il risorgimento italiano...)sono legati a società più o meno segrete dell'epoca(In America p.e.... i primi tre presidenti,in Italia p.e....La carboneria,la giovine Italia...etc.2)Hobbies....in questo caso musicali...Mi piace la musica classica,in particolare Mozart(per il quale mi sono sempre chiesto perché non morì di vecchiaia nel suo letto).Esistono "DECINE" di libri che commentano "il flauto magico" come "opera massonica",le librerie ne hanno pieni gli scaffali,e se si scopre che sull'argomento non sai niente ,amici "dotti" pluriennali ti tolgono il saluto(consiglio in inglese il Nettle,in francese Chailly,in italiano Bramani...).Si apprende che"solo" nell'Austria del tempo esistevano più di 50 logge,e tutti gli uomini "importanti" ne facevano parte...era quasi una moda,di cui si andava fieri( tra i tanti altri ,Mozart,suo padre,Haydn,Goethe,Schiller,VanSwieten,i due "stessi imperatori" degli ultimi anni di Mozart:GiuseppeII,LeopoldoII).I due inni nazionali odierni dell'area tedesca sono rimasti incidentalmente opere di aderenti a quelle logge...in Germania musica di Haydn(quartetto Kaiser),in Austria una musica per "fratelli"...,attribuita a Mozart.3)Informazioni giornalistiche che ti trovavi a sfogliare,anche se ne eri totalmente disinteressato,perchè vai avidamente a cercare i commenti su come la Roma ha giocato o si preparerà a giocare le partite domenicali.Ti trovavi(in un recente passato) invece infognato(prima di trovare lo sport che tanto cercavi) su pagine dedicate a lunghe e inutili discussiononi su associazioni più o meno legali(come per esempio la P2)con lunghe liste dei suoi aderenti fra i quali,dopo attenta verifica,fortunatamente,non abbiamo amici.
    Con tanto parlarne,quasi ti viene la voglia di saperne di più, e comprare qualche libro introduttivo(ce ne sono talmente tanti che scrivono sull'argomento,che ti rimane solo la "sorte",come elemento di giudizio per l'acquisto. e poi..... leggerlo)...ma poi devi fare i conti con la "realtà odierna"...a)bilancio familiare ridotto,quindi niente spese "inutili" per libri e giornali,e...b) "scoglionamento"diffuso(mi si perdoni il termine )a cercare di.... capirne di più di argomenti sui quali non puoi avere nessuna influenza,se non prenderne atto....Amen(così sia).Ciao Tonino

    RispondiElimina
  62. Sai Tonino,parlare qui dettagliatamente dellla Massoneria,facciamo giorno (dato che già è notte).
    Alcuni punti fondamentali.Lasciamo perdere i free mason medievali,costruttori di cattedrali,da dove pare sia sia originata la Massoneria,e pure quella del settecento,secolo di inizio della massoneria moderna.Precisamente nata in Inghilterra.Poi ci sono Rosacroce,illuminati....lasciamo stare,notizie che trovi dapppertutto.L'importante é notare che:

    1- La prima cosa da considerare é che l'attuale massoneria non ha nulla a che vedere con i vari movimenti rivoluzionari ottocenteschi.Almeno nei contenuti delle azioni.Quelle erano società segrete per ovvii motivi e miravano ad altro.Mazzini era un massone.Vero è che anche allora c'era in nuce un'ideologia mondialista (anche questa ben diversa dall'attuale),nel senso di una fratelllanza mondiale per la libertà e contro il dispotismo che superasse l'ineguaglianza,le divisioni di vario genere tra gli uomini.
    Oggi le cose sono completamente ribaltate.Associazioni come il Bilderberg,l'NWO,Trilateral...oltre ad essere organizzazioni affaristiche,hanno anche caratteristiche politiche,nel senso di voler instaurare un ordine mondiale dominato da elites finanziarie ed economiche con politici al soldo.
    Il famoso 1984 orwelliano o grande fratello.na dominazione mondiale di elites transnazionali su milioni di veri e propri sudditi,tenuti sempre sottocontrollo con varie tecniche.
    Gli effetti già si vedono.
    Poi ci sono varie logge mondiali specificatamente massoniche che cooperano a questo progetto (molti aderenti son pure membri di quanto sopra),ed infine Lyons,Rotary....praticamente associazioni lobbistiche affaristiche di potere locale di carattere nassonico.
    Insomma,membri della massoneria fanno parte anche di organizzzioni finanziarie ed economiche mondiali.
    Un intreccio deleterio.
    Sempre tutto a grandi linee.

    2- Nella massoneria vige il principio di aiutare il fratello,che viene prima di qualsiasi istituzione pubblica o privata.Si capisce che uno Stato non può tollerare che gli interessi privati contrastino con quelli pubblici,spesso anche con la legge.

    3- Quasi tutti i presidenti Usa erano e sono stati massoni,anche in questo secolo,non solo i primi tre.Praticamente si può dire che da sempre gli Usa sono in mano alla massoneria.

    4- Ora,in Italia, le logge sono obbligate a render noti i membri,non sono ammesse società segrete dalla legge,ma ben si capisce che le logge coperte prosperano in tutto il mondo,magari pure all'insaputa del Gran Maestro.


    Poi storia,riti,simboli....li puoi trovare in qualsiasi libro..l'importante é aver ben chiaro cosa rappresenti oggi la massoneria.
    Ovvio che le logge scoperte fanno anche attività legali,convegni,beneficienza....ma a dire il vero non si capisce a che servono,quale sia la necessità di affiliarsi se non per affari poco puliti,come spesso accertato.
    Ma questa é la serie B,la A sta altrove.
    Io ti consiglierei di leggere "Il club Bilderberg" di Estulin,che non ha a che fare propriamente con la Massoneria classica(sebbene molti suoi membri ne facciano parte),ma è molto più potente e pericoloso e ti dà un'idea molto più calzante di cosa sia oggi la massoneria e a che miri.

    bye

    RispondiElimina
  63. Per il lato finanziario,credo che a Roma esistano biblioteche pubbliche fornitissime sull'argomento che ti eviteranno di spender soldi.

    RispondiElimina