giovedì 13 ottobre 2011

TRUFFA EQUITALIA

Equitalia. Si accende la protesta, contro i gabellieri coi superpoteri

Ieri un amico mi ha raccontato che, recatosi all'Equitalia a Trastevere per delle pratiche, non è riuscito neppure ad avvicinarsi perché c'era "l'intifada". Lancio di uova e sassate, polizia, gente indiavolata col metaforico forcone.
Così, ho cercato di saperne di più in Rete e sui giornali. Nulla, eppure Equitalia in genere fa notizia.
Ebbene, ho scoperto che se non si leggono i giornalini locali non si ha affatto un quadro corretto della realtà: tale "intifada" sta infatti scoppiando un po' in tutta Italia. Ed è l'ennesima dimostrazione che gli italiani tanto pecoroni non sono, lo sembrano soltanto, finché si nascondono le informazioni su come e dove succedono le proteste. Eccone un riepilogo degli ultimi giorni.

- Roma. Trastevere, assalto dei precari a Equitalia. Fitto lancio di uova e sassi.
- Campobasso. Striscioni e lancio di fumogeni.
- La Spezia. Manifestazione davanti alla sede Equitalia.
- Viareggio. Striscioni e volantini.
- Sassari. Equitalia denunciata in Procura.
- Cosenza. Studenti lanciano uova contro la sede.
- Torino. Gli mandano persino le "lettere all'antrace" con auguri di morte.
- Napoli. Impacchettata la sede Equitalia.
- Lecce. Volantini e "impacchettamento".

Nel frattempo, cominciano ad emergere alcune attività illegali collegate ad Equitalia. Ed è assolutamente prevedibile ed ovvio: da che mondo è mondo, se concedi a degli esattori il potere di vita o di morte sul resto della popolazione, le vessazioni e gli approfittamenti sono inevitabili. Nel medioevo succedeva ogni giorno, l'essere umano non è cambiato di molto, sarebbe dovuta cambiare l'organizzazione sociale ma invece no.
Comunque, ecco qua:
Una manager di Equitalia Torino è anche titolare di una società immobiliare che compra case ipotecate. Pensate che meraviglia: sa in anticipo quali saranno i più ghiotti bocconi messi all'asta e può appropriarsene. Potrebbe persino avviare più celermente le ipoteche degli immobili più appetibili, rispetto agli altri. Sarà l'unico caso in Italia? Sarà l'unica dipendente Equitalia ad aver pensato ad un tale business?
Alcuni impiegati Equitalia, in Puglia, si servivano di timbri e documenti falsi per estorcere denaro ai contribuenti, sotto minaccia di cartelle esattoriali, ipoteche e quant'altro. Le cifre richieste variavano dai tremila agli ottomila euro. Sarà l'unico caso in Italia? Saranno gli unici dipendenti Equitalia ad approfittare dei loro superpoteri assoluti?
Gira voce qui a Roma (l'ho sentito in tram) che ci sono altri impiegati Equitalia disposti a cancellare i debiti iscritti a ruolo dei cittadini. Non lo fanno gratis, naturalmente, ma dietro pagamento di congrua percentuale sul dovuto. E non corrono certo rischi per gli sfigati che devono all'Ente mille o duemila euro: si muovono solo dai ventimila in su. Sarà l'unico caso in Italia? Saranno gli unici dipendenti Equitalia ad aver pensato di arricchirsi con un clic sul tasto delete?
Ne sentiremo sempre di più, di questi casi. I gabellieri coi superpoteri si comportano così, è perfettamente prevedibile. Prima o poi qualcuno chiederà lo ius primae noctis a vostra figlia dodicenne, per non pignorarvi la casa. E la protesta monterà sempre di più, esattamente come accadeva nel medioevo. Nel medioevo spesso poi finivano linciati dalla popolazione, ma questo oggi non succederà: si sa, ci siamo di molto civilizzati.

da - http://crisis.blogosfere.it/2011/10/equitalia-si-accende-la-protesta-contro-i-gabellieri-coi-superpoteri.html

-------------------------------------------------
E questi maledetti usurai...da mettere insieme agli altri....peggio dei mafiosi..spero che tra gli indignados trovi spazio anche la difesa di tutti i poveri cristi vessati da questa organizzazione a delinquere.La Guzzanti se ne stia pure a casa,cerchi visibilità da altre parti,non c'è bisogno di solidarietà pelosa....

10 commenti:

  1. "Da mettere insieme agli altri"? Fanno parte della stessa filiera Johnny. Sul movimento steudentesco anti-Gelmini trasformatosi per la bisogna in Indignados, francamente resto scettica. Mi pare l'ennesima metamorfosi sinistronza. Cmq vedremo.

    RispondiElimina
  2. Appunto,tutto un mazzo,banchieri,troike,equitalia,usurai vari..

    Per il resto,c'è molta confusione e come sempre,in mezzo a manifestanti genuini contro questo scempio politico finanziario,si infila gente con tutt'altri scopi,la Guzzanti docet.
    Ho visto salire sull'onda anche riciclati tipo Giulietto Chiesa e altri trombati.
    Ma nonostante alcuni partiti,personaggi e black blocks tentino di metter cappello sulla protesta (vedremo a Roma il 15 che succedrà),vedo anche molti altri gruppi, su FB e altre Social,che sono veramente stufi di questo andazzo,e una volontà vera e genuina di non farsi scippare una protesta sacrosanta da partiti e bandiere.
    Il pericolo di strumentalizzazione é avvertito e sempre presente,ma se si avverasse,segnerebbe la loro fine,e questo molti lo sanno.
    Già,vedremo ,come dici.Io spero che finalmente,almeno il grosso,non sia la metamorfosi che tu paventi.Già,vedremo...

    RispondiElimina
  3. Proprio su Fb c'è un gran dbattito su questa tematica.l'Organizzazione del 15 ottobre ha vietato qualsiasi bandiera o simbolo partitico,altri vorrebbero portarli.C'è quindi la consapevolezza di poter essere strumentalizzati,ma anche la convinzione di sottrarvisi.Poi si sa che basta un pugno di teste calde per rovinare tutto.Ma qualcosa bisogna fare.

    Per Equitalia,ho sentito vari episodi scandalosi anche nella mia città.Ma possibile che nessuno fermi questi aguzzini? Non credo che agiscano in conformità delle leggi a quanto ho sentito.E la magistratura?

    RispondiElimina
  4. Se non son banditi non li vogliamo.Sembra il motto di questi tempi oscuri.

    RispondiElimina
  5. Oilà gente,ho visto che avete inondato Fb con questo post e molti l'hanno ripostato.
    Bel lavoro,ma non é mai abbastanza con questi porci.Un saluto

    RispondiElimina
  6. Leggo che c'è un nuovo indignato,Montezemolo,tutta da ridere!

    RispondiElimina
  7. Johnny, come volevasi dimostrare (cvd): è l'ennesimo cambio di casacca sinistronzo. C'era pure De Magistris, Sventola, Giulietto Chiesa, Ferrero, Ferrando, e varia sinistraglia 4 ever.
    Ovviamente a buttare tutto per aria sono arrivati i black bloc che prima si sono dati appuntamento su Indymedia. Oltretutto guarda questi "indignati rossi sparati" come sono democratici contro Pannella:

    http://www.tocque-ville.it/LinkEsterno.aspx?id=3086616

    Mi spiace per i ragazzi più ingenui, ma ormai la piazza è cosa LORO. Le uniche forme di lotta paganti sono lo sciopero fiscale e non nutrire più le fauci del Drago con altri soldi. La piazza è superata e i cortei pure.

    RispondiElimina
  8. C'ero Nessie,c'ero....non ho visto questi fessi,chissà dove stavano,e nemmeno quanto successo in via Cavour,ero avanti,ma in compenso mi son beccato Piazza S.Giovanni.Non ti racconto certi episodi,per non farti venir le convulsioni..
    Un'occasione persa,ho visto gente che veramente credeva in quel che faceva e senza appartenenze piangere di rabbia per colpa di questi delinquenti.Ho visto anche troppe bandiere con falci e martelli,che nonostante venissero invitati a riavvolgerle,nisba.Qualche straccio arcobaleno uscito dalle cantine,e un paio di diverbi con un gruppetto violasoros,ma non voglio farti una cronaca...un casino inenarrabile.
    Ho saputo a cena di Pannella.Se non é riuscita questa manifestazione per le vere ragioni che stanno sotto tutta questa crisi,allora te saluto la piazza...era una delle poche volte che avrebbe avuto un senso.
    Amici spagnoli a cena erano inorriditi e giustamente mi facevano notare che oggi da nessuna parte eran successe cose come a Roma.

    Ce mancava pure come viatico,la minchiata di Draghi,sto fetente..
    E' meglio che vada a dormire ora,sto anche incazzato...comunque questa esperienza a me,che non son mai sceso in piazza per nessuno,é servita...peccato perchè mi sembrava ne valesse finalmente la pena...'notte Nessie

    RispondiElimina
  9. movimento per la gente.it

    RispondiElimina