mercoledì 12 ottobre 2011

CASINO EUROPA.

Siamo ormai stanchi di Trichet (un giorno dice una cosa,l'indomani il contrario),di questi incontri bilaterali tra il Tartarino francese e frau Fettenarsch,in disaccordo su tutto anche se fingono il contrario; siamo stanchi di questa Europa di burocrati incapaci che pensano a salvare le banche invece dei loro popoli. Il fondo salva stati é ora salva banche.

Di questo discutono,mentre l'edificio sta crollando sotto l'indecisione e l'incapacità di trovare soluzioni durevoli, e sopratutto non vessatorie per i popoli come finora é sempre stato fatto.

Nessun regolamento comunitario autorizza inoltre che due paesi decidano per gli altri,cosa tra l'altro sgraditissima ai paesi dell'Unione che non fan parte dei 17 dell'Eurozona (che hanno l'euro come moneta).

Il Tartarino francese vorrebbe che l'EFSF (Fondo salva stati) desse direttamente la grana alle sue banche per salvarle dall'abbuffata di titoli tossici che hanno in pancia (vedi Dexia..).mentre la Frau vuole che intervenga il governo dei singoli stati a salvarle, e solo nel caso che non riesca a farlo,rivolgersi al Fondo.
Il Tartarino é preoccupato per le sue casse statali,la Frau della quota che dovrebbe sborsare la Germania al Fondo nell'ipotesi francese.
Insomma,si tratta di come ricapitalizzare le banche sull'orlo del fallimento per l'abbuffata speculativa di titoli tossici.
Questo impasse fa scricchiolare tutto il sistema,ma sopratutto si parla solo di banche,e non di salvare i cittadini,con il pretesto che sono il motore finanziario dell'economia.
Lo erano,ora non danno prestiti nemmeno ad aziende attive e non in crisi.Morale: arrangiatevi.
E comunque,questa querelle appare sempre più una faccenda privata tra gli interessi particolari di due Stati,gli altri stanno a guardare e sorbire qualsiasi decisione o compromesso.
Si lascino invece fallire queste banche avide e piene di titoli tossici,e non si inventi l'altro trucco della Bad Bank per riempirla di questi titoli,magari in attesa che qualche gonzo se la compri.
PAGHINO I LORO AZIONISTI,come é successo in Danimarca.
Si arrangino e non si scarichino le loro truffe sui soliti peones!!!

E il bello é che questo comico duo fa appello alla buona fede dei cittadini,rimboccarsi le maniche per uscire dalla crisi! Noi invece facciamo appello ai cittadini affinchè vedano la palese malafade di chi ancora una volta vuol far pagare i loro danni a noi ,paghino loro e le loro banche.

Comunque sia son tutti discorsi accademici,ormai siamo alla frutta,quest'europa delle banche non sopravviverà,l'unica soluzione é andarsene finchè siamo in tempo...

---------------------------------------------
Si ricordi che dei 27 Paesi dell'Unione,17 Paesi (Eurozona) adottano l'euro,8 Paesi (Polonia,Ungheria,Cekia,Svezia,Romania,Bulgaria,Lituania e Lettonia) non sono nella moneta unica,perchè non ancora pronti,ma hanno l'obbligo di entrarci,mentre 2 Paesi (Inghilterra e Danimarca) hanno una clausola che consente loro di star fuori dall'euro (il classico un piede dentro e uno fuori).

Insomma,un pot-pourri che non promette nulla di buono...

9 commenti:

  1. Qualsiasisoluzione adottata,alla fine chi pagherà i disastri dfi questi maledetti speculatori sarà ancora una volta il cittadino dei vari stati.Una cosa inaccettabile.Se questa è l'Europa,meglio andarsene,d'accordissimo.

    RispondiElimina
  2. Una costruzione che fa acqua da tutte le parti e che é sottoposta agli interessi franco-tedeschi,ormai é chiaro.Se poi qualcuno mi spiega la psizione inglese e danese,una bambolina in premio.

    RispondiElimina
  3. Guardate la fine che sta facendo la Grecia,presto toccherà a noi col beneplacito di una classe politica da operetta.Si sta ripetendo il 1992,ci troviamo ancora tra i piedi Amato e Prodi che pontificano la svendita italiana e un governo imbelle.

    RispondiElimina
  4. Giusto,fate pagare i fallimenti delle banche ai soci,tantopiù che molte sono inutili.Avete visto come son cresciute? Che ce ne facciamo di tutti questi usurai? Verissimo,dovrebbero finanziare le imprese,ma quando mai,han preferito investire in titoli spazzatura,in derivati...si arrangino!

    RispondiElimina
  5. Un gran casino e puttane a iosa,parlamento europeo delle lobbies multinazionali,nullafacente,nullacontante,succhiasoldi e venduto.

    RispondiElimina
  6. Vedere in merito http://www.rischiocalcolato.it/2011/10/il-lato-oscuro-del-fondo-efsf-uccidiamo-le-banche.html

    RispondiElimina
  7. Dillinger, siamo molto peggio del fatidico '92. Oggi siamo passati dal fatidico al fatale. E perfino letale. Anche perché nel '92 l'industria c'era ancora e non era delocalizzata. Inoltre l'Eurocimitero era ancora lontano.

    RispondiElimina
  8. In effetti é pure vero Nessie,ma ci sono ancora bocconi succulenti da spolpare.
    Buona l'Eurocimitero,anche se Eurozombie non é male!

    RispondiElimina
  9. agazzi,dopo Frau e Tartarino,ieri é intervenuto anche il presidente Burroso con altre trovate.Qua chi ci capisce é bravo,uno smentisce l'altro e tutti e due smentiti da un altro ancora.Non a caso ho intitolato casino Europa,senza trascurare nemmeno l'aspetto più legato a questo termine.....

    RispondiElimina