mercoledì 24 agosto 2011

LIBIA - NOTIZIE DELLA CRICCA


- Continua la campagna mediatica di informazione taroccata sulla guerra libica.
Protagonista stavolta  il TG1 delle 20,30,dove si inneggia all'eroismo dei ribelli con in mano bandiere Usa...e questo già la dice lunga sulla "democrazia" che attende il popolo libico,e il suo eventuale governo fantoccio impersonato da ex amici del Rais,corresponsabili in toto della sua politica e ora servi dei petrolieri,nonchè traditori.
Mezze figure patetiche che non potranno far altro che svendere il Paese agli imperialisti.
Presi dall'entusiasmo,i nostri mezzibusti televisivi non si rendono nemmeno conto di ammettere la presenza di truppe di terra occidentali che guidavano i golpisti nell'assalto a Tripoli.
Cosa sempre negata dalla Nato e ora amessa dalla CNN.Un'altra ennesima bugia che già avevamo da tempo denunciato e in aperta violazione alla patetica risoluzione Onu,un organismo da smantellare al più presto,una finzione che copre gli interessi più miserevoli.

- Apprendiamo di una taglia di un milione e mezzo di dollari su Gheddafi vivo o morto,mentre bisognerebbe mettere una taglia di un euro sui criminali della Nato,che tanto valgono per l'ipocrisia e le menzogne di cui si son resi protagonisti.Vivi,naturalmente,per esporli agli sputi sulla piazza del mercato.

- Parlano di morti,ma dimenticano di dire che gli unici responsabili di tutta la carneficina libica sono quei pezzenti dell'Onu,gli Usa,e i megalomani criminali  francesi e inglesi della Nato.Lasciamo stare gli italiani,franza o spagna,purche se magna,questo é il loro motto da mendicanti.

- Annunciano che i giornalisti sono stati liberati.Per alcuni di loro,semplici spie degli aggressori non proviamo nessuna gioia,anzi ci rammarichiamo...

- La battaglia continua a Tripoli e in altre zone,ma probabilmente son solo gli ultimi fuochi...ma non tanto della guerra,quanto della democrazia,su cui é meglio mettere una pietra tombale,soffocata,umiliata e defunta sotto un cumulo di menzogne e in nome di luridi interessi di bottega.
Dopo questa guerra,agli squallidi politici e pennivendoli,incuranti di ogni deontologia,che venissero a sostenere qualsiasi cosa in nome di questa vilipesa democrazia,l'unica cosa da fare é sputar loro in faccia.

anche - http://mercatoliberotestimonianze.blogspot.com/