martedì 23 agosto 2011

LIBIA - MEDIA BUFALARI,SAIF LIBERO

Le forze fedeli al rais stanno ingaggiando pesanti scontri a fuoco con gli insorti che circondano l’edificio e in tutta l’area limitrofa, compresa quella dell’Hotel Rixos, dove risiedono i giornalisti stranieri.
Lo stesso hotel dove questa notte era ricomparso Saif al Islam, uno dei figli di Muammar Gheddafi di cui ieri i ribelli e la Corte penale internazionale avevano annunciato l'arresto, e che invece è libero e in ottime condizioni.
Che sia riuscito a sfuggire ai ribelli o non sia mai stato catturato resta un mistero. Il Cnt, il Comitato di transizione, ribadisce di averlo catturato ma poi, non si sa come, è riuscito a fuggire.
Saif, in un primo momento, ha incontrato tre giornalisti nella residenza bunker di Bab al Aziziya. Le immagini diffuse dalla Bbc ce lo fanno vedere sorridente mentre stringe la mano a decine di persone. Braccia al cielo in segno di vittoria appare in buone condizioni e molto tranquillo. Poi si è recato all’Hotel Rixos, eletto a quartier generale da tutta la stampa estera presente nella Capitale. “Tripoli è sotto il nostro controllo. Il mondo lo sappia. Tutto va bene a Tripoli – tuona - Abbiamo spezzato la schiena ai ribelli”.

Poi fa sapere che suo padre non ha mai abbandonato la Capitale e che dal suo rifugio sta guidando la battaglia. '”Avete visto come il popolo libico si è sollevato per contrastare l'arrivo degli insorti? – ha continuato - L'Occidente dispone di alte tecnologie che hanno disturbato le comunicazioni e ha inviato messaggi falsi al popolo libico sulla caduta del regime. E' una guerra tecnologica e mediatica per provocare caos e terrore in Libia ma io sono qui per confutare tutte le menzogne”.

La ricomparsa del secondogenito del rais è stato sicuramente un brutto colpo per il procuratore della Corte penale internazionale, Moreno Ocampo, che ieri aveva annunciato ufficialmente la cattura di Saif al Islam, augurandosi in tempi brevi la sua estradizione al tribunale dell’Aja dove lo attende un processo per ‘crimini contro l’umanità’.
Anche l’altro figlio di Gheddafi, Mohammad, non si troverebbe più nelle mani degli insorti. Sarebbe stato liberato dai ‘lealisti’, ma non ci sono conferme.

- http://www.tg3.rai.it/dl/tg3/focus/articoli/ContentItem-c316b816-6ffd-463f-abf4-cf305a13fb49.html

- http://www.corriere.it/esteri/11_agosto_23/saif-libia-tripoli_2774edca-cd5b-11e0-8914-d32bd7027ea8.shtml

- https://www.facebook.com/stavrogin2?sk=wall#!/groups/machno/
-------------------------------------------------------------------------------
Continua la serie di bufale che giornalmente vengono spacciate da media sempre più inattendibili.
Una collezione di figuracce mai viste.

La Corte penale internazionale e il suo presidentucolo,premio gaffeur....

Frattini,La Russa: " Si arrenda il Rais,per evitare spargimenti di sangue al suo popolo".
Cari ministri,sono mesi che praticate lo spargimento di sangue insieme ad Onu,Nato,Francia,Usa e Gran Bretagna.