martedì 9 agosto 2011

CASINO' ROYALE

Ormai siamo in pieno marasma...direbbe Fantozzi,stiamo assistendo ad un gioco delle tre carte su un banchetto alla stazione gestito da balordi.
Tale é diventata la rappresentazione offerta dalla crisi a cui stiamo assistendo.I supposti potenti del mondo non san più a che santo votarsi,mentre crollano sotto le macerie delle loro fantasiose costruzioni.
Cercano di tappare un buco,ma non si accorgono che il sistema é ormai un colabrodo.Gli unici ad aver le idee chiare sono i vermi che ci ingrassano dentro,i veri gestori del casinò o casino,organizzatori della stangata..

In Usa,un sempre più suonato Obama parla di tripla A artatamente negata agli USA ,mentre é tutto regalato dato che attualmente meriterebbero la serie B.
D'altronde appena eletto sborsò 800 miliardi di dollari per salvare le banche che avevano affossato l'economia americana,invece di aiutare e salvare l'occupazione. Con la speranza di rimettere in moto il sistema creditizio,l'economia e la crescita.
Questa almeno l'idea sciagurata di Larry Sommers,già Banca Mondiale e rettore ad Harvard (sic!)
Fatto sta che che con quei 8oo miliardi di dollaro,più altri 600 della Fed investiti in bond circolanti,questi marpioni delle banche hanno fatto gli affaracci finanziari loro speculando a destra e a manca e guadagnando cifre favolose.Alla faccia della crescita dell'economia,dei professori e sopratutto degli ameicani!
Non si capisce se sia più stupidità o malafede delle aquile della Casa Bianca.Preferiremmo la mala fede, almeno non ci troveremmo in mano a dei mentecatti.
Se poi aggiungiamo che la crescita é ai minimi storici,che la disokkupazione a livelli record e che il dollaro vale in realtà il 30% in meno della sua quotazione di mercato,data la quantità esorbitante di biglietti verdi in giro per il mondo,(che sarà incrementata dal prossimo sfondamento del tetto del debito),non si capisce questo lamento di Ignacio Obama,gli é andata ancora di lusso.
D'altro canto queste agenzie di rating son affidabili come il culo dei neonati,fanno parte del giro,e allora..?
Beghe tra i ladri di Pisa,sussulti di verità....? Boh..!
Che dire poi di Warren Buffett che invoca addirittura una quadrupla A!
E qui siamo già al numero comico per cazzeggiare i clienti già spolpati dal banco.Non può mancare.
Stigmatizza la Standard Poor's per il declassamento USA.Il nostro clown paperone si dimentica di dirci che che il suo Fondo é un grande azionista di Moody's,l'altra agenzia che poi ha deciso di non seguire la strada della bocciatura.
Più che alle A,a questo interessano le S barrate,$, dicesi la sua grana,il suo declassamento.
Un grande patriota del casinò!
Altro giro altro regalo.Siamo sempre in sala giochi.

Da noi non va diversamente.I giornali filoberlusconiani criticano la sinistra sostenendo che il diktat della BCE è quello che Berlusconi avrebbe voluto fare (ma quando mai!) e che la sinistra ha sempre ostacolato
D'altro canto,la sinistra é contraria (come sempre a parole) a queste misure ,però applaudite dal suo principale candidato premier in pectore,il tanto invocato e adorato tecnico Monti (ma pure dalla sua tessera n.1,il bancarottiere).Va un po' a capire!
Il quale Monti dopo aver gettato il sasso,ora va dichiarando "spero che non ci sia bisogno di me e di governi tecnici".
Getto della spugna per lasciare le misure impopolari al Cavaliere o un passo indietro per prender meglio la rincorsa? Non si sa.Nebbia in valpadana
Sarkozy e Merkel,da buoni frati cerconi,elogiano l'Italia (dopo aver ripetuto il diktat), forse pregustando già il piatto privatizzazioni che si apprestano a sbafare insieme ai compari.
Certo,per molti il sistema ideale sarebbe un Draghi alla BCE,Monti al governo, magari Amato alla Banca d'Italia e John Wayne al Colle per sempre.Tutto più chiaro.
Ma se per ora il becchino lo fa il Berlusca....si può anche aspettare.
Nel breve,le occasioni non mancheranno certo..
I magnaccia internazionali possono star tranquilli,gli sguatteri non mancano...

Insomma,una giostra continua di parole,un gioco delle parti e delle tre carte,di contraddizioni apparenti,di tira e molla...in cui chi ci capisce é bravo.
Tutti tentano di smarcarsi addossando responsabilità ad altri.Tutti si accusano a vicenda di essere commissariati,mentre gli unici totalmente e veramente commissariati alla fine sono sempre i peones che si affidano come pecore votanti ai libertadores sbagliati.
Altri come il Corservo ,candido  giornale dei bandoleros del mercato,tentano in tutti i modi di farci apparire il fallimento del casinò come un inevitabile evento naturale,tipo terremoto.
Non ha colpa nessuno,é il destino cinico e baro.
Che si accanisca sempre sulla stessa  parte sfigata é un cosidetto danno collaterale.

L'unica cosa certamente chiara anche ai bambini é il disastro in cui ci hanno precipitato tutti gli attori di questa commedia tramutatasi in tragedia per mezzo mondo.
Il fatto é che nessuna manovra o correttivo potrà mai sistemar le cose perchè il sistema globale é marcio e malato alle radici,affetto da un virus incurabile che si ripresenterà alla prossima favorevole occasione
L'unica cura sarebbe chirurgica....la ghigliottina.
Morta la vera politica,il buon senso,morte destre-sinistre pastorizzate e quant'altro in nome  della deregulation mercatistica e finanziaria,dello spread,dei bond ,dei cds,dei futures ...e di tutta questa messinscena virtuale di carta straccia truccata....Un cimitero del pensiero.
L'Europa poi é nata già morta e ulteriormente seppellita dal funesto Trattato di Lisbona.
Tanto varrebbe una buona volta celebrarne definitivamente il funerale.
Piangerebbero in pochi la cara estinta.