lunedì 25 luglio 2011

PROSSIMO GOVERNO GOLDMAN SACHS


Prove generali di un nuovo 1992.
Qualche giorno fa si son riuniti presso la sede di Banca Intesa il bancarottiere De Benedetti,il liquidatore dell'economia italiana Prodi,i vertici di detta banca Passera e Bazoli,un Caloia  banchiere cattolico (i preti non possono mancare)  e dulcis in fundo Mario Monti,già advisor di Goldman Sachs e membro della Trilateral,nota organizzazione "umanitaria".
Monti,un beniamino del Corriere di Mieli di cui é pure editorialista e di cui Bazoli é grande azionista.
Gode del favore anche del bancarottiere di Repubblica che in una intervista a Die Zeit afferma:
" potrebbe guidare l'opposizione con successo (fuori quindi la politica e largo ai tecnici,e la dice pure lunga sulla fiducia in Bersani e Co.),tutto il centrosinistra vuole Monti...."
Una compagnia di noti benefattori del popolo,tutti intruppati nelle varie organizzazioni mondialiste massoniche.
Oggetto dell'incontro:il dopo Berlusconi,che potrebbe non riuscire a mangiare il panettone.

Bruciata l'ultima fesseria di Fini,per manifesta  impresentabilità del proponente,collezionista indefesso di toppate .Bocciato Tremonti per i guai di Milanese,entra in scena il cameriere di tutta la pirateria finanziaria mondiale,monsignor Prodi,che cerca di spingere per un futuro governo il suo protetto Monti, molto gradito anche al John Wayne del Colle.
Il futuro Messia attende un segno per scendere tra il popolo a distribuire lacrime et sanguine,nel frattempo si fa vedere in Tv,incontra il Letta che non conta,ormai un portaordini della filibusta finanziaria e ansioso di emulare Prodi nelle sciagurate privatizzazioni.
Sembra essere simpatico pure a Maroni.
Prodi poi,già lo battezza salvatore della patria in caso le cose volgessero al peggio.
Fatto che succederà certamente sotto il prossimo e decisivo attacco della speculazione degli amici degli amici,contro cui il governo del berlusca sarà impotente ,considerati i limitatissimi margini di manovra e i tanti guai che lo affliggono.
Sarà il momento della chiamata della Trilateral e soci,a cui Monti non si potrà sottrarre.
Resta solo da vedere come sarà eseguita l'opa,per evitare che si parli di colpo di stato.
O Berlusconi viene sfiduciato in parlamento o  si dimette.Altre vie sembrano un golpe,ma sicuramente salterà fuori qualche coniglio dal cilindro.Qualcosa si farà certamente.

Morale: non é improbabile che entro breve tempo la Goldman,il Bilderberg e la Trilateral governeranno direttamente il paese con vari maggiordomi e sguatteri al seguito.

Ci sono succulenti bocconi da spolpare ed é sempre Prodi che apparecchia la tavola,ora come allora.Qualche osso verrà dato ai vari Benetton di turno,il resto alla pirateria internazionale degli amici.

Mica penserete che Monti,il Letta che non conta,i pensionati della bocciofila piddo-democristiana e varia garniture siano i padroni del vaporetto italiota?
Sono solo i gestori in affitto del banco mescita,cioè dar da bere agli italiani la bufala della democrazia e di un'altra rapina.
Solo un cambio d'illusionista,e il pacco dono ai poveri peones :
Il governo dei tecnici,della mafia bancaria e finanziaria.

In compenso e tanto per cambiare,c'è Draghi alla BCE.....altro ex-Goldman Sachs.

La Stampa - http://rassegna.camera.it/chiosco_new/pagweb/immagineFrame.asp?comeFrom=search&currentArticle=12FT5B

- http://infotricksblog.blogspot.com/2011/07/goldman-sachs-aspetta-litalia-al-varco.html?spref=fb

(george)

14 commenti:

  1. Ormai sembra fatta,dalla padella alla brace,povera Italia in balia di questi banditi!

    RispondiElimina
  2. Due gemelli del gol,Prodi e Berlusconi,da vent'anni in pista.
    Ma il falso prete bolognese é la quintessenza della sciagura e dell'ipocrisia.

    Meglio un dittatore della Goldman e soci,almeno sai chi devi combattere!

    RispondiElimina
  3. W l'anarchia!!!!!!

    RispondiElimina
  4. Ormai abbiamo scritto a iosa su questo parallelismo col 1992 e sui veri padroni d'Italia,d'Europa e del mondo.
    La politica é scomparsa,fagocitata dalla smania di potere della magistratura e della sua incapacità e dalla sua sudditanza alla finanza predatoria.

    Un'opposizione che deve sempre ricorrere a tecnici per andare al potere,la dice lunga sullo stato delle cose.Un'opposizione becere,incapace di capire che si avvia verso la fine con tali scelte.
    Nessuno ha il coraggio di opporsi a tecnici assoldati dai rapinatori internazionali e ad una magistratura eversiva,i veri cancri del paese.

    L'alibi berlusconi presto finirà,vedremo se finalmente capiranno come stan le cose !

    A meno che non siano già tutti venduti e si sdraino sui privilegi della svendita del paese.

    Sarebbe pure ora di finirla con questa parodia di democrazia,la gente non ne può più di tante balle,e poi si stupiscono che qualcuno cominci a sparare...

    RispondiElimina
  5. Se non si passa dalle urne,é comunque un colpo di stato.

    Non dice questo la democrazia tanto invocata?

    RispondiElimina
  6. Anch'io non vedo l'ora che berlusconi lasci.
    Così finirà questo ritornello che serve a mascherare problemi ben più radicali.

    Come si é visto,una classe politica INDEGNA,nessuno escluso,uno stato con istituzioni decrepite e inutili,una magistratra da terzo mondo e una classe imprenditoriale di sfruttatori del denaro pubblico.

    RispondiElimina
  7. Ma sarà possibile che tutta questa gente sia affiliata a tutte queste organizzazioni banditesche?
    Ma non c'è uno che non sia intrallazzato con queste cosche?

    RispondiElimina
  8. Svendere la sovranità nazionale sembra essere ormai lo sport preferito.
    E il nazionalismo archeologico qui non c'entra nulla.Questo lo dico per le solite obiezioni fasulle di certi esegeti mondialisti.

    RispondiElimina
  9. Il golpe ormai è prossimo. L'opinione pubblica è stata sufficientemente ingannata, e per questo accetterà acriticamente qualsiasi "tecnico". Purtroppo l'accoppiata "finanza internazionale" e "paladini dell'informazione" sta distruggendo, e in parte ha già distrutto il nostro Paese.

    RispondiElimina
  10. Non resta che continuare a denunciare questo imbroglio senza mollare l'osso.Più sono quelli che lo fanno é meglio sarà.Almeno per ora.
    Un governo tecnico,anche nel paese del capitalismo selvaggio,USA,sarebbe una bestemmia.
    Lo dico con ragione,conoscendo bene gli yankees.
    Da noi,dove la politica ha da tempo abdicato alle sue responsabilità,viene presentata come una panacea dai tanti servi che brulicano nel Palazzo.Oggi leggevo un'ipotesi di Amato presidente del consiglio e Prodi sul Colle.
    Roba da vomitare.
    Quanto alla stampasglia prezzolata,non è nemmeno carta igienica,solo una vergogna nazionale.

    RispondiElimina
  11. Il fatto é che un tal golpe é anticipazione di un vero regime antidemocratico,altro che quello del bunga bunga!
    Il pericolo vero sono questi rottami del comunismo alleati con i massoni mondialisti

    RispondiElimina
  12. Salvateci da destre,sinistre,centri,preti e massoni,banchieri e finanzieri....salvateci da questi pagliacci!
    La democrazia é sempre più un trucco...

    RispondiElimina
  13. ho letto l'ultimo commento.
    "salvateci!"
    io dico salviamoci nell'unico modo che conosco:organiziamoci,coordiniamoci,manifestiamo il nostro dissenso.
    paradossalmente sarebbe già shockante una mobilitazione per la sovranità monetaria.
    rinnovo il mio invito ai blog italiani che condividono l'insofferenza all'attuale situazione italiana a coordinarsi per organizzare manifestazioni tutti insieme.
    usciamo alla luce!
    io credo che saremo,piacevolmente,sorpresi dal numero di persone che vuole cambiare l'italia.

    RispondiElimina
  14. Idea condivisibile che già a suo tempo avevamo espressa,ma caduta nel nulla.
    Ci vorrebbe una specie di federazione di bloggers,magari sotto un unico simbolo che fanno controinformazione.Sono diversi,ma é ovvio che disuniti l'impatto é minore.
    Sarebbe compito dei bloggers più noti,magari pubblicando un documento da sottoscrivere online.

    RispondiElimina