mercoledì 29 giugno 2011

LIBIA - LA VERGOGNA DEI MEDIA

 INFO

Continuano senza sosta i bombardamenti degli aggressori su obiettivi militari e civili.
Esultano i golpisti,una specie di armata brancaleone in suv,mentre gran parte della stampa continua nella vergognosa campagna di disinformazione e di appoggio alle bombe umanitarie.
Il nostro compagno Presidente,un giorno sì e l'altro pure,inneggia alla coraggiosa opera umanitaria della Nato e degli Usa,manca solo che intoni l'inno dei marines,mentre i pinguini  marciatori della pace a gettone dormono avvolti negli stracci arcobaleno.
Non sia mai che si vada contro il Nobel della pace che fa la guerra!
Toccare il fondo,imperativo categorico.
Che i media stiano dando il peggio di tutta la loro storia,non ci piove.
Dopo le tante bufale spacciate,ancora non si arrendono e capita ancora di leggere  sul Corriere : "Brava Nato,continua così".
C'é da chiedersi se sia più grande la stupidità o l'ipocrisia.
Fatto sta che in nome  del petrolio e di falsi pretesti, dopo quattro mesi di bombardamenti è stato distrutto un paese.
Grande enfasi della stampaglia inetta e prezzolata è stata data alla storia viagra e stupri di massa delle truppe fedeli al rais.Senza contare che con tali minchiate siamo ormai a livelli fantozziani ,si scopre ora che era l'ennesima menzogna messa in giro dagli straccioni di Bengasi e subito fatta propria dai media,dalla macchietta della Clinton e da quel burattino dell'Aja,lo stesso che proprio ieri ha denunciato il Colonnello per crimini contro l'umanità.
Questo è quanto emerge dall'inchiesta di Amnesty International.che contraddice le affermazioni dal burattino  Luis Moreno-Ocanmpo, procuratore capo del Tribunale Penale Internazionale, che due settimane fa in una conferenza stampa ha dichiarato che in Libia esisteva la strategia di «violentare chi è contro il governo».
Parole subito fatte proprie dalla macchietta Hillary Clinton, che la scorsa settimana ha parlato di «violenze sessuali, minacce fisiche, molestie» in Libia.
Nessuna prova,nessun riscontro.
Quando ci si accontenta di spacciare per verità le fandonie di qualche venduto per un tozzo di pane,si va sempre incontro a pessime figure.Ma ormai i media,manutengoli del potere,non sanno più che sia la vergogna e la deontologia di questa professione.Inventano qualunque cosa..
Aveva ragione il solito Carmelo Bene,non libertà di stampa (una fregnaccia),ma libertà dalla stampa.

Questa guerra è uno scandalo,una farsa,una sceneggiata grottesca e ignobile allo stesso tempo.
Lo schifo per  tanta ipocrisia e fandonie è tale che,dopo questa guerra,il primo che si azzardasse a parlar di Onu,di diritti umanitari,di democrazia e diritto internazionale,di pace....dovrebbe essere fucilato sul posto.

Intanto in Egitto,alla faccia sella tanto invocata democrazia,l'esercito ha rimandato le elezioni a data da destinarsi,provocando immediate manifestazioni di piazza.
Eravamo stati buoni profeti,affermando che la democrazia era solo un pretesto,quando le mezzepippe alla Gad Lerner parlavano delle false rivoluzione nordafricane come riedizioni di quella francese.

In Tunisia già affilano i coltelli i jihadisti.

Si può dire che l'opera di destabilizzazione dell'area mediterranea continua.
E' quanto volevano i guerrafondai e la loro cricca finanziaria al seguito.
Ora toccherà al Medioriente e chissà....forse anche all'italietta,una riedizione appropriata delle mani pulite...

Anche : http://infotricksblog.blogspot.com/2011/07/libia-lobiettivo-della-nato-e.html
------------------------------------------------

Lo scorso venerdì un milione di cittadini libici sono scesi nelle strade di Tripoli per marciare in favore del loro Fratello Leader Muammar Gheddafi e contro il terrorismo dalla precisione criminale scagliato sulla popolazione libica dalla NATO e dai terroristi che stanno proteggendo. Ma dove si può leggere questa storia?
La giornalista Lizzie Phelan ha parlato di quello che ha visto nei suoi viaggi in Libia.
Quello che ha riferito non è propaganda, sono testimonianze di prima mano della verità nel paese che Muammar Gheddafi ereditò come il più povero in Terra e lo trasformò nel più ricco dell’Africa.
Tutti questi nemici sono riusciti a fare qualcosa del genere?

I criminali Nato bombardano i civili,poi da incredibili ipocriti si scusano.

"Questa scusa della NATO è davvero una barzelletta. È la prima scusa che ha fatto in tre mesi nonostante i civili muoiano ogni giorno a causa dei bombardamenti della NATO; negli ultimi tre mesi ci sono stati migliaia di bombardamenti sul paese e così hanno deciso di scusarsi ieri di domenica. Ma di nuovo alle 2 di mattina c’è stato un altro attacco sulla città di Sorman, 130 chilometri a est di Tripoli dove altri quindici civili e tre bambini sono stati uccisi."

"Nelle settimane precedenti abbiamo assistito al bombardamento dell’Università di Al-Nasr a Tripoli alla luce del giorno in cui sono stati assassinati civili: questi sono gli obbiettivi militari che abbiamo visto bombardare. Vediamo bombe che cadono sulle università, bombe sulle strade dei mercati del venerdì in quartieri dove non ci sono siti militari. La strada del mercato di venerdì dove ero presente inizia con un ufficio postale e finisce con una scuola elementare e hanno bombardato quattro edifici e hanno ucciso nove civili tra cui un infante di quattro mesi."

(da http://infotricksblog.blogspot.com/)

Che mai dirà  il farsesco Tribunale dell'Aja circa questi interventi "umanitari"?