giovedì 27 gennaio 2011

RUBY YOU ARE LIKE A DREAM

E va beh,c'avemo er puttaniere,le zoccole, er magnaccia,er Niki frocio,er pinocchietto camerale coi resti de gaucci,er Pacco Disperati che se credono un Pd de dritti,manco l'uso der pallottoliere sanno,c'avemo er Walter african mancato che dice yes de can nun se capisce,l'artro Bersani tra 'na bocciata al cral e 'na fumata pare ch'aspetti er quarto da tressette,c'avemo 'na giustizia d'appendice,'na specie d'enalotto,'na compagnia togata sempre de traverso che vole metterse er paese ner taschino e far er cazzo che conviene a loro e in più c'avemo pure leggi e tribunali bizantini,un cruciveba che manco fra cent'anni se risolve ,c'avemo fior de Organismi,Enti,Logge,Consulte,Istituzzioni,Consigliori tutti a servizio de' padrini ,c'avemo sora Emma che strilla de ripresa come 'na fruttarola ogni mattina,c'avemo più inquisiti che coglioni e mazzi di picciotti da metter su 'n torneo mondiale de carcetto.
C'avemo 'na stampa libbera...dai fatti,se fanno tutto in casa,se menano tra loro,ce raccontan quintali de storielle e cazziatoni su li padroni e servi,se inventano de tutto pe' campare,c'avemo pur li intellettuali che ('no spazio in bianco,please) e 'na Costituzzione che se rifà a le guere puniche,bona per tutti l'usi e li stiracchiamenti,ce vo' 'na Corte de' miracoli per sartarce fora e manco quella a vorte ce riesce.
Pensa un po','sti Albioni,come faran senza 'no straccio de costituzzioni,ma come campeno 'sti allocchi!
Ma semo noi li furbi,guai a chi ce tocchi!
C'avemo pure un gran sistema de cammere incrociate,par de star ar tennis,se vota qua poi se rivota là,poi se ritorna,se rimanda ancora la pallina... 'sta camorria de matti te fa venir er torcicollo.La poverina,si nun se perde pe' li borghi,parte da legge e a forza de corer de sù e de giù se ritrova 'na leggina,'na specie d'aspirina pe' curar li calli. Se parla de riforme dal tempo d'Anco Marzio.Se spera de pezzarla prima de camminar su Marte.
Nun parlamo de televisione! sto festivàl de caciottari,'na specie de bidone de differenziata,er paradiso de' bruscolinari.
Poi ci son li preti,un corpo ar cerchio e due alla botte che sarebbe er vino loro,stan sempre appollaiati per pijarse i resti e risalir sur carro novo,e questi ancora sfangano,artri coatti de 'sta consorteria se veston da guerriglieri..e qui se spazia ner mare de minchiate e de corbellerie.
C'avemo pure li contrari,quelli che ar posto der Signore ce mettono un puntino che se gonfia e scoppia,pare 'na stronzata ma c'assicurano ch'è senz'artro vera.'Na specie de carnevale a Fuorigrotta.
Parola der geometra Odifreddi.
Meglio star ner mezzo,famo che nun ce frega nada de sta storia.
Mo però,c'avemo er novo messia napoletano laureato honoris causa gomorra,'na nova disciplina per devenir santi accelerati,sta in ogni angolo de strada e de bottega,lui ce campa alla grande con sto trucco,s'è messo pure a scrive' li comandamenti,oh questo aspira pure ar soglio pontificio,stemo attenti!
Se potrebbe continuar 'na cifra,ma in fondo se tratta solo de' mazzi de scartine.
Conchite e cippe lippe, travagli e beppegrilli,er letta che nun conta,franceschielli e bindi,fazi e tappetini a scelta,.....c'avemo pure er fregnacciaro de Totonno,er Flores che dopo 'no spinello ce l'ha cor popolo de cacca,c'avemo pure l'università...ma e meglio che lassamo sta','na specie de bordello,ce stan più sola che gente de cervello..

Totale,un cocuzzaro de marpioni ch'ogni du' scondi ce rompon li coglioni.

- Ma tu stai sempre a mazzolar 'na sola parte?
- Ce ne pe' tutti,pure per li artri,ce mancherebbe,ma questi se credon li mejo fichi der paniere e invece son un mazzo de tartufi annati a male,pe' questo me piace impomatarli de concime,po esser pure che dai e dai se svestan 'sto costume de regime e sartin fora sol ranocchi.
- Nun ce sperà,son li pappagalli de' salotti,l'avemo sempre in groppa,son li maestri de li coglioni rotti.

Pe' finir de rosicare l'osso,c'avemo insomma sta democrazzia e sti cazzari appresso,se vota ogni du' giorni,ma ce troviamo sempre con 'sto andazzo, dice er Marchese quello der Grillo,io son io e voi non siete un cazzo.
Da metter in Costituzzione.

(er barcarolo stanco )

21 commenti:

  1. non mi stupisco più di niente. più le cose si fan volgari, più la paglia dell'opinione pubblica arde e sconfiffera la bocca. chi nun c'ha da dì na cippa su un cazzo, quando se parla de cazzo s'arrazza!
    er popolo c'ha bisogno der mangime. Scarica bellllooo!

    RispondiElimina
  2. Complimenti! Complimenti! Questa è Arte, non quella che ci propinano in Tv, che infatti sto trascurando sempre più, a favore dei blog.
    Dunque, questo potrebbe essere un testo per un ottimo monologo teatrale di successo.
    Perchè non provate a metterlo su YouTube, facendolo recitare dal migliore di voi, che sappia parlare bene, e in maniera artistica il romanesco?

    RispondiElimina
  3. @daniz

    stamo a notar nel fango,se spera che non faccian l'onda...ma per tornar a cippa,su un altro blog una testina che se firma coldwater,un dopobarba,un cesso freddo va a sape'...era incazzato che qui se parla di Celine e non dell'Iran.Che devo fa' con sta logica d'accatto..gli ho passato er canarino..
    Semo ben messi tutti...!

    RispondiElimina
  4. @marshall

    ce sarebbe pure uno che se la sfanga in quest'arte,l'idea sarebbe bona,ma dopo du secondi ce portan tutti a Regina Coeli,con l'aria che tira!
    Ce stanno a far la legge sul negazionismo!Voglion ingabbiar pure il pensiero.

    Comunque vedremo, e grazie del suggerimento,bye

    RispondiElimina
  5. Devo dire che siamo veramente in un bordello dove tutti fan la loro parte di mignotte,e Ruby non è certo la peggiore.E' veramente un sogno rispetto ai tanti che avete citato,specie quelli che più strillano.
    Un po' peso,ma divertente e vero il post.

    RispondiElimina
  6. Eh sì mary,Ruby di fronte a questi è uno zuccherino...fanno a gara per portar mignotte in tv presentandole come collegiali quando fa comodo ad alcuni,poi le sputtanano sui giornali quando non servono.

    RispondiElimina
  7. @marshall "...recitare dal migliore di voi..."

    Un babuino che recita cazzate al circo sarebbe una grande attrattiva!

    :-)

    Grigio.

    RispondiElimina
  8. Forte e vero,stiamo precipitando in un vero caino.

    RispondiElimina
  9. Grande,scollcciata,ma divertente e le cose stan veramente così,il berlusca è solo una di queste cose da repubblica dele banane,ce n'è a iosa.
    Una volta che se ne andrà resteranno tutte.

    RispondiElimina
  10. Ho letto l'articolo di Flores d'Arcais che come al soito se la prende con la gente che non capisce,ma mai gli viene il dubbio che non abbia mai capito un cazzo lui.Son tutti così,guardate quei fessi del pd a Napoli,manco son capaci di metter ordine a casa loro,immaginiamoci il resto.Ora c'è pure veltroni un trombato a vita,ma si può?

    RispondiElimina
  11. Avete proprio ragine,un mazzo di scartine..post fortissimo,grande democrazia!

    RispondiElimina
  12. Ruby tra questa gente è il male minore

    RispondiElimina
  13. Se sei quello, benvenuto in questo blog, "Alessandro Manzoni". Come vedi, qui si fa letteratura, popolare spicciola, ma sempre letteratura.

    RispondiElimina
  14. Ahhh Con l'aria pesante che c'è, un pò d'aria fresca! Molto molto ben fatta l'Ode all'Italia.
    Salutoni
    Greta

    RispondiElimina
  15. Ammazza ahò! quante ce n'avemo... semo tappezzati de tromboni che trombano dappettutto (dappettutto si scrive tuttattaccato, please) che stavo a dì? ah, si dappettutto... sur quooootidiano, su aaaa televiiiiscion, sur magazinneees, ar restaurante, ar cesso, ar giardinetto, ar supermarketto, sur viale, davanti ar portone de casa, dar dottore da aaa mutua, da aaa parrucchiera, ar pronto soccorso, insomma!semo invasi de 'n'ondata de tromboni che trombano dappettutto (dappettutto si scrive tuttattaccato, please)! nun c'è gneente da dì ahò! semo proprio sì tanto fortunati ch'è 'na maraviglia e non poteva essevve n' artro momento sì alto, sì solenne de la storia pe celebrà er 150° anniversario dell'unificazione de tutti li trombati de la trombata "ad trombonem"! Evviva l'Italia! Evviva li trombati!...

    Evviva pure tutti li "Pacifici pacifici" figli de 'na figlia de 'na matrona bibblica battona dai mitologici tradimenti che, casa nostra, ce voijono trombà puer er cervello.

    Ergo, sian Lode e Gloria all'autore di questa magnifica, meravigliosa composizione filo-sonettistica che ci evoca alle più nobili e degne composizioni molieriane ove le battute sono così bene sostenute da mutare di volta in volta la commedia in tragedia e la tragedia in tragicommedia. Chapeau!

    RispondiElimina
  16. Un saluto a Greta.


    A' MISTER X addò sei stato? Te vedo fermo il tazebao a dicembre der 2009.
    Ecchè, te sei stufato?
    Te capisco sai,de sta democrazzia de coatti ce semo otmai strafatti.
    Ma t'envitamo a ritorna' sul webbe,va beh che te vedemo queche vorta in qualche blogge,ma ce manca er tuo sarcasmo er tuo parlar diretto su tutto 'sto pollaio de quaquaraqua che ce raccontan un scco de fregnacce.

    A presto

    RispondiElimina
  17. E sì, me so stancato, mon amì Johnny
    de tutta 'sta accozzaglia de tromboni,
    co tutto 'sto strillà de mignottoni,
    me c'hanno proprio rotto li coijoni.

    Me par de sta a sentì Cippa la Lippa
    quanno ciarla de scritti, la Pippona,
    Marooonna mia... sta zitta, e sta 'n pò bona,
    lassacce in pace... nun rompe li coijoni.

    Mo so lupomannaro, mon amì Johnny
    vago de notte nella foresta oscura,
    solenno come 'n gufo, 'n pappagallo,
    sto ad abbaijà alla luna e ar dio sciacallo,

    Adieu mon amì

    RispondiElimina
  18. Mo che se' gufo e lupo e pur mannaro
    e te stai a spupazza'ner buio senza lume
    nun senti più er raglio fesso de' somari
    nun stai più a rivortarte in 'sto pattume
    de conchite cippe lippe e de peracottari
    de farsi messia saviani con tutto er pecorume

    c'hai 'a fortuna de parla' pure con la luna
    quanno te va mandace du' righe de fortuna

    adieu l'ami

    RispondiElimina
  19. Ci troviamo in un bel casino,e ruby è il problema ridicolo rispetto al resto

    RispondiElimina