giovedì 3 settembre 2009

ECO-SISTEMA


Umberto Eco guida la rivolta degli scrittori contro il tentativo di Silvio Berlusconi di imbavagliare la stampa", titola il giornale britannico che osserva come "l'elite artistica e intellettuale italiana" si stia "apertamente ribellando" alla scelta del presidente dle Consiglio di "portare in tribunale almeno tre quotidiani in Italia e all'estero". The Times osserva che sono state raccolte decine di migliaia di firme e tra le adesioni cita, oltre a Eco, Dario Fo e Roberto Saviano .

--------------------------------------------------------------

Quando le querele alla stampa le facevano Prodi e D'Alema, dov'erano il Times e gli altri,compresi i firmaioli? Forse a pescare,a giocare a golf,a dimostrazione che agli inglesi and compny della libertà di stampa italiana non gliene è mai fregato un acca e che invece ora ci son in ballo interessi molto concreti del compare Murdoch contro il Papi.Poi l'Italia sta rompendo un po' i coglioni ai manovratori europei,cosa che molti non digeriscono.Qui la libertà,la democrazia ed il resto dell'armamentario,non c'entrano nulla.Sono solo maschere che coprono cose molto più terra terra,potere e malloppo.E visto che il Berlusca,che è uno dei compari in gioco,non può essere buttato giù dal podio coi voti da una sinistra in coma,si tentano altre strade.La guerra continua.Ora aspettiamo le mosse del terzo compare,lo svizzero,anche lui impegnato in battaglia da mesi con le sue truppe cammellate.

Ma i soliti firmaioli di tutto a prescindere (altri cani pavloviani), fanno finta di credere alla befana,salvo poi pentirsi spesso a posteriori dei loro nomi in calce.Non chiedon altro che di firmare qualunque cosa:per far sapere che son vivi,per accreditarsi in caso di vittoria,per far piacere all'amante o perchè non san che fare.Quelli poi che magari credon veramente a quel che firmano (e che anche han letto),sono i peggiori,son quelli che stan su Marte.Ma son pochi.
Eco,che se ne vuol sempre andare ma è sempre qui,è uno dei capofila insieme a Fo,un miracolato del Nobel,tanto che tutti ormai pensano di meritarlo.L'ha vinto pure Fo!Quante volte tutti questi solerti difensori per firma della libertà di un giorno, e poi tutti a casa, hanno solennemante firmato e marciato! Mai successo nulla,nada;serve solo a loro per sembrar migliori e lavarsi un po' di panni.
Dicono che in Italia c'è un regime.A parte il fatto che loro ci ingrassano alla grande nel regime e non van tanto per il sottile quando si tratta di grana,se questi eroi della firma girassero per strada e chiedessero del regime ai poveri peones,questi li guarderebbero un po' straniti.Strano regime dove tutti dicono e fanno quel che vogliono,compresi lor signori.Vadano a vivere in qualsiasi altro paese,specialmente in quelli tanto ammirati nei loro sogni, e se saccorgerebbero delle sciocchezze che van dicendo.Ma loro non son scemi e son sempre qui a firmare.E' una vecchia storia.
Ultime : firma anche Emilio Fede !.Il nostro Eco e soci,in questo elenco di 300.000 firme in poche ore,si trovano accanto ad Il Cazzone di Turno (svariate volte),Topo Gigio,Maradona e financo Fede e Berlusconi,oltre alle montagne di firme fantasiose e fasulle,tanto che l'apparaticik di Pravdarepubblica deve correre ai ripari per fermare i probabili infiltrati che andavano a gonfiare l'orgoglioso numero di firme che il Politburo di largo Fochetti magnificava.Il povero direttore mummia-evasore Mauro,che di internet forse capisce poco,non si cura certo di verificare i firmaioli.E il caso è curioso e non si fa molti scrupoli a posizionare Il Cazzone di Turno accanto a Fo o Celentano.Però a pensarci bene....Come li chiamava Togliatti? Ah sì....UTILI IDIOTI.

8 commenti:

  1. beh questi li conosciamo,non contano nulla,ormai a forxza di firmare tutto è come non firmassero nulla

    RispondiElimina
  2. molti di questi prendonoi soldi dal papi,i soliti ipocriti

    RispondiElimina
  3. noon si accorgono nemmeno d'esser sempre più ridicoli

    RispondiElimina
  4. che bello il cazzone di turno vicino a Fo!Che goduria.A raccoglier firme così,se mi ci metto io con un semplice pc,in due giorni ne raccolgo un milione,basta che ci mettiamo a farlo con tutta la mia classe e ognuno posta 30-40 volte con qualunque nome da pirla,questi di repubblica saran bravi giornalisti,ma di computer non capiscono un cazzo.ciao

    RispondiElimina
  5. Intuisco che sei un giovanissimo,ma già puoi insegnare ai repubblicones rossi come si usa il internet,ma non solo

    RispondiElimina
  6. faccio la quarta ginnasio e son del Fronte della Gioventù,ma siamo un gruppo di amici più anarchici,ma nulla a che vedere con quelli rossi

    RispondiElimina
  7. Caro luca,ricordati che il vero anarchico non è nè rosso nè nero o di altro colore.E' un individuo che pensa in proprio e che non vuol ricevere ordini da nessun stato.L'anarchismo storico è una cosa,oggi sarebbe un'utopia ma il compito di un anarchico è quello di aver sempre questo atteggiamento mentale,è una qualità dello spirito e finisco qui per non annoiarti.Puoi però trovare in rete e su questo sito cose interessanti per approfondire,Con i rossi comunque c'è sempre un conto aperto dalla guerra di spagna,dove questi ipocriti hanno fucilato decine di nostri compagni anarchici per obbedire ad un ordine di partito.Questa è la differenza.ciao

    RispondiElimina
  8. ok,grazie ragazzi,ciao

    RispondiElimina