mercoledì 2 settembre 2009

GIORNALISTI,PAVLOV E PETROLINI


È noto il suo classico esperimento (di Pavlov): associando per un certo numero di volte la presentazione della carne ad un suono di campanello, alla fine il solo suono del campanello determina la salivazione (la cosiddetta acquolina in bocca) nel cane, che prima certamente non produceva; quindi il cane si comporta così a causa di un riflesso condizionato provocato in lui artificialmente.


Per molti dei nostri prodi giornalisti la parola "Berlusconi" è il campanello che determina la salivazione cerebrale prima scarsamente presente.In altre parole se scrivono qualcosa lo devono al papi.Che potrebbero scrivere altrimenti un D'Avanzo,un D'Esposito,una Concita e company.! Ma hanno fatto ancor meglio,hanno superato gli esperimenti pavloviani.Non occorre più l'intero nome,basta la B e i più bravi addirittura non han più bisogno di sentire alcun suono,ma solo il movimento delle labbra.I geni poi fanno a meno di tutto,suono e movimento.Come nel famoso sketch di Petrolini "Bravo!Grazie".Lo stesso Petrolini aggiungeva : "Mi venivano a sentire per esclamare Quant'è scemo! ». Ma lui non era un giornalista di Repubblica.

7 commenti:

  1. ah ah,bella descrizione,è verissimo,hanno tutti la sindrome di berlusconi.Secondo me se lo sognano di notte,specialmente quelli di repubblica.

    RispondiElimina
  2. Petrolini li ha anticipati!ah ah ah

    RispondiElimina
  3. A proposito di stampa e di regime ho notato che è di ieri la notizia che riguarda due ex assessori della giunta Vendola iscritti nel registro degli indagati a proposito di presunti favori sessuali ottenuti in cambio di appalti ed in alcuni casi addirittura di consulenze da parte della Regione Puglia.

    RispondiElimina
  4. Spero molto presto che gli italiani che anno votato Berlusconi e non, si accorgeranno veramente chi sia costui e gli faranno fare la fine di Craxi.

    RispondiElimina
  5. Certo che questa vicenda ha mostrato il vero volto di molta stampa e il suo doppiopesismo.Hanno fatto una figura di merda.

    RispondiElimina
  6. Quello che non capisco è perchè vogliono difendere a tutti costi uno contro tutte le evidenze.Io non voto per Berlusconi,ma Feltri ha ragione,purtroppo.Si son dati la zappa sui piedi,tra l'altro per una vicenda che non meritava.

    RispondiElimina
  7. Ma cosa aspettano ad abolire l'ordine dei giornalisti,unico al mondo,a cosa serve se gente così scrive sui maggiori giornali italiani?

    RispondiElimina